Triplo vetro per le finestre: davvero utile o superfluo?

Non necessariamente la scelta di una finestra a triplo vetro rappresenta la soluzione più performante; in alcuni casi può essere anzi più dannosa che utile.

Infissi con triplo vetro (photo credit www.finestrebesozzo.it)

Infissi con triplo vetro (photo credit www.finestrebesozzo.it)

Cos’è il triplo vetro per le finestre?

Come è noto, il doppio vetro di una finestra è formato da due lastre di vetro (semplice o stratificato), una interna e una esterna, distanziate da una canalina riempita di sali che hanno il compito di assorbire l’umidità. Tra i due vetri si viene a creare un’intercapedine o vetrocamera riempita con gas nobili, di solito Argon, più raramente Kripton.

Le finestre a triplo vetro hanno invece ben tre lastre, separate da due canaline distanziatrici. Le due intercapedini che vengono a formarsi sono riempite con aria disidratata o gas e protette su tutto il perimetro da una doppia sigillatura.

Oltre ad avere una camera in più, il triplo vetro viene sottoposto a un’ulteriore trattamento di bassa emissività, impedendo al calore di uscire e disperdersi all’esterno.

Questo tipo di finestre garantisce un isolamento termico ancora maggiore del doppio vetro e infatti sono consigliate in zone dalle temperature particolarmente rigide.

Un altro caso in cui il triplo vetro è molto utile è quando si hanno finestre esposte a Nord e soggette a forti venti.

Negli altri casi, possiamo dire che il vecchio doppio vetro è più che sufficiente. Del resto negli ultimi anni le prestazioni di questi vetri sono notevolmente migliorate tanto da avvicinarsi notevolmente a quelle dei tripli.

L’aspetto importante a cui fare attenzione è che la canalina sia costruita con materiale isolante (cosiddetto materiale caldo), in modo da non provocare la formazione di condensa sui vetri e, di conseguenza, di muffa.

In quali casi è opportuno utilizzare infissi a triplo vetro?

Molte offerte commerciali, diffuse soprattutto sul Web, propongono in omaggio il triplo vetro se si raggiunge una certa spesa o come promozione solo per un certo periodo di tempo.

Questo ha ingenerato in molte persone interessate all’acquisto di infissi l’idea che la scelta del vetro triplo sia quella in grado di garantire le migliori prestazioni dal punto di vista termoacustico.

Da un certo punto di vista è anche così, ma non è detto che questa tipologia di vetro sia indispensabile in tutti i casi.

Per decidere se acquistarli, occorre prendere in esame alcuni aspetti, come:
• in quale ambiente dovrà essere installato il serramento (considerando esposizione, altitudine, zona climatica)
• quali sono le esigenze dell’utilizzatore
• quale tipo di intervento edilizio si deve affrontare.

Ad esempio, sostituire un infisso di una vecchia casa molto energivora con una finestra a triplo vetro non avrebbe molto senso perché servirebbe a ben poco. La scelta potrebbe essere invece più opportuna se l’edificio è sottoposto a un intervento più radicale di riqualificazione energetica, come l’apposizione di un cappotto isolante, l’installazione di un impianto di riscaldamento a pavimento e così via.

Ricapitolando, questo tipo di finestre sono particolarmente adatte in questi casi:
• quando si affronta una ristrutturazione radicale o si costruisce ex novo una casa passiva
• in zone dal clima particolarmente rigido (ad esempio in alta montagna)
• per stanze orientate a Nord dove non batte mai il sole.

Svantaggi del triplo vetro

Non necessariamente la scelta di una finestra a triplo vetro rappresenta la soluzione più performante. In alcuni casi, anzi, può essere più dannosa che utile.

Le finestre con triplo vetro sono infatti più pesanti e il peso grava sulla ferramenta, che finisce per usurarsi molto rapidamente.
Questo problema si manifesta in maniera più evidente soprattutto sui serramenti di grandi dimensioni. L’attuale trend estetico vuole poi profili estremamente leggeri e sottili, adatti a contesti moderni ma, in questo caso, non sarebbero sufficientemente robusti.

Essendo più spessi, i tripli vetri riducono la trasmissione luminosa e quindi fanno entrare meno luce in casa.

Un altro svantaggio a volte sottovalutato è che l’isolamento termico può essere paradossalmente eccessivo in certi casi. Durante le mezze stagioni, ad esempio, quando i riscaldamenti sono spenti, il triplo vetro impedisce ai raggi solari di riscaldare naturalmente la casa.

Non ultimo, un problema da non sottovalutare è il loro costo, molto più elevato di quello dei doppi vetri.

Ancora una annotazione: dal punto di vista acustico, non è vero che la presenza di tre lastre di vetro aumenta l’isolamento. Un doppio vetro acustico è infatti molto più performante da questo punto di vista di un semplice triplo vetro.

Conclusioni

Per concludere, prima di decidere se è opportuno installare finestre con tripli vetri, dovete fare delle valutazioni personali, considerando il contesto di inserimento e le vostre particolari esigenze.

Prestate quindi attenzione alle promozioni commerciali specchietto per le allodole e chiedete invece il sopralluogo di un serramentista qualificato.

Infine, qualunque sia la scelta operata, non dimenticate che molte delle prestazioni attese da un serramento dipendono da una esecuzione della posa in opera eseguita alla perfetta regola dell’arte.




Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *