Pregi e difetti della ceramica effetto legno

La possibilità di unire la facilità di manutenzione del gres alla piacevolezza del parquet ha reso il pavimento in ceramica effetto legno molto apprezzato. Pavimento in ceramica effetto legno Treverkcharme…
Pavimento in ceramica effetto legno Treverkcharme (photo credit: www.marazzi.it)

La possibilità di unire la facilità di manutenzione del gres alla piacevolezza del parquet ha reso il pavimento in ceramica effetto legno molto apprezzato.

Pavimento in ceramica effetto legno Treverkcharme (photo credit: www.marazzi.it)

Pavimento in ceramica effetto legno Treverkcharme (photo credit: www.marazzi.it)

Ceramica effetto legno, una scelta sempre più frequente

Di fronte al dilemma pavimento in gres porcellanato o pavimento in parquet?, la risposta è sempre più spesso una: ceramica effetto legno.

Il pavimento in ceramica che riproduce le più belle essenze legnose è infatti diventato un must degli ultimi anni.
La possibilità di unire la facilità di manutenzione e pulizia del gres alla piacevolezza estetica di un pavimento in legno ha reso questa soluzione gradita a molti.

Col passar del tempo, poi, il progresso tecnologico ha permesso di passare da brutte imitazioni tipo fotografia a proposte di qualità decisamente elevata che, anche al tatto, riproducono in tutto e per tutto l’aspetto di un vero listone di legno.
Infatti, le case produttrici hanno investito molto in studi e test che oggi consentono di ricreare le tradizionali sfumature e venature del legno in maniera davvero perfetta.

Certo, i puristi dei materiali, soprattutto noi architetti, potranno storcere il naso. Confesso che anche la sottoscritta rimane della ferma convinzione che i materiali debbano essere usati per quel che sono e non per imitarne altri.

In definitiva, non si possono negare gli indubbi vantaggi legati alla posa di un pavimento in ceramica effetto legno, di cui è testimonianza il notevole successo commerciale del prodotto, senza tacere però dei suoi punti deboli.

In questo articolo analizzerò quindi pregi e difetti del materiale, lasciando come sempre al consumatore la scelta in base alle proprie esigenze.

Pregi del pavimento in ceramica effetto legno

Il parquet tradizionale, essendo composto di un materiale vivo come il legno, tende a mutare aspetto nel corso del tempo. Piccoli difetti e imperfezioni evidenti dopo anni di utilizzo fanno parte del suo fascino e sono amati da chi apprezza questo materiale naturale.

Chi preferisce invece avere un pavimento sempre in perfette condizioni dovrà dedicare tempo ed energie alla cura di un pavimento in legno.
Se siete tra questi, il gres porcellanato effetto parquet è la soluzione che fa per voi, perché potrete avere un pavimento con gli stessi pregi estetici di quello in legno ma senza la necessità di doverci dedicare troppo tempo per la manutenzione.

La ceramica è inoltre un materiale particolarmente resistente perché, a differenza del legno, sopporta bene:
• usura e calpestio
• agenti chimici aggressivi
• raggi UV
• abrasione e graffi.

A differenza del legno, resiste bene anche all’acqua, anzi è uno dei materiali più idrorepellenti, per cui può essere usata in qualunque ambiente della casa, cucina e bagno compresi.

Proprio per tutte queste caratteristiche di robustezza è inoltre adatto anche per la posa in esterni. Ciò consente di creare quell’effetto di continuità tra interno ed esterno dell’abitazione, ad esempio utilizzando lo stesso pavimento per le camere e i balconi, oggi molto ricercato.

Spesso i pavimenti in ceramica ottengono la certificazione Ecolabel per le loro qualità di ridotto impatto ambientale.
Di sicuro, infatti, per realizzare un pavimento di questo tipo:
• non occorre abbattere alberi
• non si utilizza formaldeide
• non si inquina l’ambiente per trasportare essenze esotiche da Paesi lontani.

Un punto a favore del gres effetto legno è sicuramente quello economico. Il costo di un pavimento in ceramica rispetto a quello di un parquet è infatti decisamente inferiore.

Difetti del pavimento in ceramica effetto legno

Come accennato in precedenza, uno dei difetti principali di un pavimento effetto legno è quello della mancanza di autenticità. A molti non piace decisamente l’idea di utilizzare un materiale che imita un altro.

La differenza con il parquet si percepisce facilmente al tatto. Per quanto una piastrella possa riprodurre anche le venature e la ruvidezza di un’essenza legnosa, non si avvertirà mai quel calore tipico del vero legno.
La ceramica è indubbiamente un materiale freddo e camminando a piedi scalzi su una superficie di questo tipo non si avrà la stessa piacevole sensazione offerta dal legno.

La ceramica inoltre potrà riprodurre l’aspetto del legno in tutto e per tutto, ma non ne ricalcherà alcune importanti caratteristiche fisiche, come le buone doti di isolamento termico e acustico che questo possiede.

Un altro aspetto da considerare è la possibilità che una piastrella in ceramica possa danneggiarsi. Se ad esempio il pavimento si scheggia per la caduta di un peso o altro, l’unica soluzione possibile è la sostituzione della piastrella stessa. Un pavimento in legno autentico, invece, potrebbe essere semplicemente riparato sottoponendolo a rilevigatura.

Infine, anche se il gres è un materiale di semplice pulizia e manutenzione, la particolare procedura di lavorazione necessaria per ricreare l’effetto legno lo rende più delicato di una ceramica tradizionale e più facilmente soggetto alla formazione di macchie.

Difetto principale del pavimento in ceramica effetto legno

A mio avviso, comunque, il difetto peggiore della ceramica effetto legno, quello che non farà mai sì che un pavimento del genere possa essere scambiato per vero parquet, è la presenza della fuga.

La fuga è lo spazio di alcuni millimetri presente tra una piastrella e l’altra. In commercio esistono piastrelle dette rettificate che, almeno nell’intenzione, promettono di consentire la posa senza fuga e quindi di offrire quell’effetto di continuità indispensabile per riprodurre la superficie di un pavimento in legno.

Chiunque frequenti abitualmente i cantieri edili però vi potrà testimoniare come nella realtà, con i prodotti disponibili in commercio, anche per il più abile dei piastrellisti è molto difficile posare a regola d’arte un pavimento senza fuga.
Il problema è accentuato con i grandi formati ceramici, per cui scegliendo dei listoni di piccole dimensioni, ad esempio 15 x 60, si potrà limitarlo riducendo al minimo la fuga (2 mm).

Costi del pavimento in ceramica effetto legno

I costi di un pavimento in ceramica effetto legno variano naturalmente a seconda delle sue caratteristiche tecniche e della marca del prodotto.

Il prezzo lievita anche in base al raggiungimento di una maggiore somiglianza delle piastrelle al vero legno, sintomo di particolare qualità dal punto di vista tecnologico.

Mediamente, per un pavimento di buon livello nel formato 60 x 60 o 30 x 60, si parte dai 30 – 35 euro al metro quadro.

Ai costi del materiale bisognerà ovviamente sommare quelli della manodopera necessaria per la posa in opera.




Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

1 Commento. Nuovo commento

  • Ottime considerazioni ed informazioni, sopratutto per chi come me, sta valutando se usare il gres porcellanato effetto parquet o il pavimento in legno.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu