Edilizia acrobatica per lavori in quota senza ponteggi

Si definisce edilizia acrobatica la tecnica usata nel campo della ristrutturazione e della manutenzione per operare senza ponteggi, gru o piattaforme aeree.

Edilizia acrobatica (photo credit ediliziacrobatica.com)

Edilizia acrobatica (photo credit ediliziacrobatica.com)

Cosa si intende per edilizia acrobatica?

Negli ultimi tempi si sente sempre più spesso parlare di edilizia acrobatica. Ovviamente non stiamo parlando di funamboli da circo che si arrampicano su per le costruzioni per dare spettacolo. Si tratta invece di veri e propri professionisti dell’edilizia.

L’edilizia acrobatica è infatti una tecnica impiegata per operare nel settore della ristrutturazione e della manutenzione. Detta anche edilizia aerea o su fune, permette di lavorare senza ponteggi, gru o piattaforme aeree.

L’edilizia aerea nasce per esigenze manutentive di edifici particolarmente alti, come grattacieli, campanili o monumenti. Infatti, tali edifici richiedono interventi periodici come:
• pulizia delle finestre
• ispezioni delle strutture
• riparazioni o sostituzioni di elementi architettonici.

Gli operatori lavorano sospesi e sorretti da sistemi di corde per arrampicarsi, avvicinarsi o calarsi lungo le facciate, anche ad altezze elevate.

Pur derivando dall’alpinismo o dalla speleologia, le tecniche impiegate adottano soluzioni specifiche per il contesto edilizio.

Quando ricorrere a interventi di edilizia acrobatica?

Il ricorso a un intervento di edilizia acrobatica si presenta quale valida alternativa a quelli di edilizia tradizionale in diverse circostanze.

Una di queste è ad esempio il caso in cui ci siano evidenti difficoltà logistiche, come poco spazio per la collocazione di un ponteggio.

Con i lavori su fune si possono eseguire interventi mirati, come la riparazione di cornicioni o balconi, per i quali l’installazione di ponteggi o piattaforme aeree sarebbe sprecata.

L’eliminazione di opere provvisionali risulta particolarmente gradita, inoltre, ai proprietari degli alberghi, che non amano avere ponteggi in facciata per molti mesi.

Vantaggi degli interventi di edilizia acrobatica

L’utilizzo di interventi su fune si rivela particolarmente vantaggioso per l’abbattimento dei cosiddetti costi indiretti, ovvero le spese per l’apprestamento di opere provvisionali.

La mancata realizzazione dei ponteggi si traduce anche in maggiore sicurezza per gli abitanti dei fabbricati in ristrutturazione. Non dimentichiamo, infatti, che gran parte dei furti in appartamento avviene proprio per l’intrusione dei ladri attraverso i ponteggi.
Per questo motivo, oggi ogni installazione di ponteggi è accompagnata dal relativo impianto d’allarme e a volte anche dalla stipula di un’apposita polizza assicurativa. Inutile sottolineare che con l’edilizia acrobatica anche queste spese non sono più necessarie.

L’installazione e lo smontaggio di impalcature prevede uno specifico procedimento autorizzativo per il quale possono trascorrere anche diverse settimane. La tecnologia del lavoro su corda permette invece di intervenire in tempi brevissimi.

Per gli edifici prospettanti su strada il ricorso all’edilizia su fune evita di bloccare il transito sottostante per giorni. Dal punto di vista dei costi, elimina il pagamento delle imposte da pagare per l’occupazione di suolo pubblico.

Un’ultima osservazione sui costi: il Testo Unico per la sicurezza nei luoghi di lavoro impone l’obbligo di redazione del PSC quando operano due imprese, anche non contemporaneamente. Pertanto, anche se i lavori sono eseguiti da una sola ditta, nel momento in cui ne interviene un’altra per installare il ponteggio, bisogna affrontare le relative spese tecniche. Con l’edilizia acrobatica non è necessario.

Risparmio con gli interventi di edilizia acrobatica

Ricapitolando quanto detto, l’utilizzo di lavori su fune consente di risparmiare per i seguenti costi:

• spese per il nolo del ponteggio, comprensivo di montaggio, smontaggio e trasporto
• onorario del tecnico incaricato di redigere il PIMUS (Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio Ponteggi)
• eventuale onorario del tecnico incaricato per il coordinamento della sicurezza
• spese per installazione di impianto di allarme
• tassa per l’occupazione di suolo pubblico e altri oneri connessi (imposta di bollo, ecc.).

Gli interventi di edilizia acrobatica sono pericolosi?

In passato, si è spesso fatto ricorso ad alpinisti per interventi a quote particolarmente elevate, ad esempio nell’edilizia monumentale o nei grattacieli. Nell’ambito di un processo di progressiva specializzazione, è stata poi creata la figura specializzata dell’operaio su fune.

Il personale che opera nel campo degli interventi su fune è altamente specializzato, ben formato e dotato di uno specifico titolo professionale, per cui gli interventi avvengono in assoluta sicurezza.
Queste persone sono formate per eseguire le tecniche di accesso, posizionamento e uscita, nonché le manovre di emergenza previste, sotto la guida di un assistente.

Dopo uno specifico addestramento, gli operai ricevono una certificazione rilasciata da un Ente di Formazione Indipendente.

Gli operatori devono infatti muoversi con calma e attenzione ad altezze anche elevate, per eseguire i propri interventi senza cadere e senza provocare danni a se stessi, ad altre persone e al contesto nel quale operano.

I tecnici su corda lavorano assicurati con due funi, ciascuna delle quali è ancorata alla struttura su cui occorre lavorare.

Gli interventi sono sempre svolti in team. Il lavoro di squadra infatti garantisce meglio la sicurezza degli operatori e un rapido intervento in caso di inconvenienti.

La formazione degli operai e la dotazione di dispositivi di protezione individuale incidono naturalmente sui costi per la sicurezza, ma non più di quanto avvenga in un’impresa tradizionale.

A chi rivolgersi per interventi di edilizia acrobatica?

In Italia è da poco tempo che la categoria dell’edilizia su fune ha incominciato a inserirsi nel mercato, per cui le imprese qualificate e affidabili sono ancora poche.
Il consiglio è quindi quello di rivolgersi a ditte di comprovata esperienza.

Le ditte specializzate si avvalgono di muratori acrobatici specializzati nel lavoro su corda, garantendo così un ottimo risultato a un minor costo.

Le squadre di muratori acrobatici possono lavorare senza l’utilizzo di ponteggi assicurando una velocità di intervento nelle manutenzioni edili che i sistemi tradizionali dell’edilizia non sono in grado di offrire.

Le tecniche alpinistiche permettono interventi tempestivi in giornata per varie tipologie di lavorazioni:
• ristrutturazioni e manutenzioni edili
• installazioni canne fumarie
• pulizia tetti
• impermeabilizzazione e isolamento a cappotto
• pronto intervento e messa in sicurezza
• sistemazione e pulizia grondaie
• riparazioni pluviali discendenti
• installazione dissuasore piccioni
• servizi idraulici ed elettrici in facciata
• incapsulamento ardesia
• installazione e manutenzione linee vita
• ripristino chiostrine
• messa in sicurezza e ripristino facciate e cornicioni
• ripristino balconi e frontalini.

(Prima pubblicazione 4 luglio 2017)




Facebooktwitterpinterestlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *