Pittura effetto pietra per le pareti interne

La pittura effetto pietra è uno dei più recenti trend dell’interior design: dona un tocco rustico e naturale ma si adatta anche agli ambienti contemporanei. Pittura effetto pietra (photo credit…
Pittura effetto pietra (photo credit www.edildecorazioni.com)

La pittura effetto pietra è uno dei più recenti trend dell’interior design: dona un tocco rustico e naturale ma si adatta anche agli ambienti contemporanei.

Pittura effetto pietra (photo credit www.edildecorazioni.com)

Pittura effetto pietra (photo credit www.edildecorazioni.com)

Cos’è la pittura effetto pietra?

La pittura effetto pietra è uno dei più recenti trend dell’interior design. Il rivestimento in pietra dona infatti agli ambienti un tocco rustico e naturale ma si sposa alla perfezione anche agli interni più moderni, dove spicca come elemento di contrasto.

In alcuni casi è però difficile applicare un rivestimento in pietra, come avviene per pareti rivestite da un cappotto termico interno o per tramezzi in cartongesso. Ecco quindi che la pittura effetto pietra può diventare la soluzione ideale al problema.

Si possono infatti ricreare finiture come:
• pareti a mattoncini
• cemento frattazzato
• rocce calcaree (ad esempio tufo)
• lastre di granito.

Una decorazione di questo genere può anche essere realizzata in fai da te, con le tecniche che vi descriverò nel prosieguo del post. Per superfici estese e per una resa davvero ottimale, vi consiglio però di affidarvi a un professionista.

Vantaggi della pittura effetto pietra

La pittura effetto pietra, applicabile su pareti interne ed esterne, presenta caratteristiche decisamente interessanti:
• è lavabile
resiste all’acqua e al vapore
• ha uno spessore minimo
• ha costi decisamente accessibili.

Le possibilità di personalizzazione dell’aspetto e delle finiture sono inoltre praticamente infinite.

L’effetto pietra si può ottenere anche con specifiche carte da parati, più pratiche da applicare e meno soggette a sporcarsi facilmente. Il risultato sarà però decisamente meno realistico.

Applicazioni della pittura effetto pietra

La pittura effetto pietra può essere applicata non solo alle pareti, ma anche ad altri materiali, come:
legno
ferro
plastica.

I prodotti da usare a questo scopo non sono però gli stessi utilizzati per le pareti, ma si tratta sostanzialmente di vernici a base di resine acriliche.

Queste pitture, generalmente utilizzate per il fai da te, non coprono uniformemente la superficie ma si cristallizzano, realizzando il risultato voluto.

L’oggetto da dipingere deve essere adeguatamente preparato con un fondo uniformante, bianco o colorato, a seconda degli effetti desiderati.

Tipologie di pittura effetto pietra

Per realizzare finiture decorative a effetto pietra si possono utilizzare due tipi di materiale:
grassello di calce
stucco acrilico.

Entrambe le tipologie si possono applicare su intonaco o cartongesso e le superfici possono essere ricoperte e ritinteggiate nel caso decidiate poi di cambiare finitura della parete. Su pareti soggette a muffe e cavillature è sempre consigliabile effettuare una preventiva rasatura.

Il grassello di calce o calce spenta è uno stucco di origine naturale dotato di un’ottima azione antimuffa. Mescolato a graniglia di marmo, si può modellare in modo da riprodurre diverse varietà di pietra o marmo con un aspetto tridimensionale.
Gli stessi effetti si possono ottenere anche con la pittura acrilica.

Non ci sono limiti per le colorazioni, da scegliere al tintometro tra migliaia di tonalità e sfumature.

È anche possibile usare pitture dorate, metallizzate o perlescenti per riprodurre le venature di cristallo presenti all’interno della roccia viva.

Lo strato di finitura può avere un effetto lucido o satinato.

Pittura effetto pietra spaccata

Per realizzare questo tipo di effetto, occorre operare in tre fasi distinte di lavoro:
• preparazione della parete
• stesura della pittura
• stesura del colore.

Nella prima fase di lavoro, l’intonaco deve essere reso perfettamente liscio, carteggiando la superfice e applicando eventualmente un fissativo acrilico. Va poi steso un fondo per facilitare l’adesione della pittura e migliorarne la resa.

Dopo almeno 12 ore, quando il fondo sarà completamente asciutto, va applicata la pittura in uno strato abbastanza consistente. Su questo strato va passato un tampone a setole rigide. Una volta compatto, lo strato va livellato facendo attenzione a non eliminare le venature ottenute.

Ad asciugatura completa, si può tinteggiare la parete in un colore diverso per ottenere un effetto più realistico. Infine, si può applicare una ceratura protettiva.

Pittura effetto pietra graffiata

Questo tipo di decorazione viene anche chiamata pittura effetto pietra Zen. Per realizzarla, occorre stendere un fondo aggrappante per stucchi decorativi, su cui poi creare uno strato di alcuni millimetri di stucco o vernice per decorazioni a fresco.

Sulle parete vanno poi eseguite le rigature con un tampone a setole rigide. Quando le rigature sono asciutte, ma non ancora solide, vanno compattate con un tampone normale, eliminandone le creste.

Pittura effetto mattoni

Per realizzare invece un finto muro di mattoni in pietra, le fasi di lavoro sono un po’ diverse.

Dopo aver steso un fondo aggrappante di colore grigio per simulare il colore delle fughe, occorre creare un reticolo di nastro adesivo più o meno regolare.

Si stende quindi con spatola o frattazzo da intonaco un primo strato di pittura e un eventuale secondo strato di colore diverso.

Al termine del lavoro, si procede a rimuovere il nastro adesivo per ottenere l’effetto deisderato.

Quanto costa la pittura effetto pietra?

Una pittura effetto pietra costa intorno ai 100 euro al barile. Per il lavoro effettuato da un imbianchino e quindi considerando il costo della manodopera, il prezzo medio è di circa 35 euro al metro quadro, anche se può cambiare da zona a zona.

Come per tutti gli interventi edilizi, vi suggerisco quindi di farvi preparare due o tre preventivi da imprese diverse, in modo da confrontare i prezzi prima di affidare il lavoro.

Vi consiglio anche di far eseguire un sopralluogo prima di preparare il preventivo, in modo che l’operatore possa rendersi conto di eventuali difficoltà di applicazione del prodotto alla parete da trattare.




Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

1 Commento. Nuovo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu