Vecchi mobili usati: come liberarsene?

Come fare per liberarsi di vecchi mobili usati? In realtà, le opzioni possibili sono diverse e in questo articolo le analizziamo una per una.

È arrivato l’emozionante momento di cambiare casa ma, tra le tante cose da fare, c’è un altro problema con cui fare i conti: ovvero, come liberarsi dei vecchi mobili usati?

In realtà si tratta di una questione che potrebbe interessare anche chi semplicemente vuole rinnovare gli arredi di casa e non sa dove mettere la vecchia mobilia.

Come fare, quindi? In realtà, le opzioni possibili sono diverse: ecco i consigli che La Margherita, punto di riferimento su tutto il territorio lombardo nel settore di sgomberi e traslochi, offre per organizzarsi al meglio!

Con i vecchi mobili si può guadagnare!

Non bisogna pensare ai mobili usati solo come una zavorra di cui non si sa come liberarsi: con la vecchia mobilia, infatti, si può anche guadagnare! Basta partecipare a un mercatino dell’usato oppure cercare una piattaforma online per rivenderli su Internet.

Questo tipo di realtà è ormai estremamente diffusa e trovare in breve tempo un acquirente per i mobili usati è davvero facile e alla portata di tutti.

Riciclare, non buttare

Un’altra soluzione per liberarsi dei vecchi mobili consiste nell’optare per il riciclo.

Se si è amanti del fai da te o se nella propria città è presente un’officina specializzata (oggi ne esistono tantissime, anche nei centri più piccoli) è possibile restituire una nuova vita alla mobilia usata.

In questo modo, si raggiungerà un duplice obiettivo: da un lato si potranno recuperare i vecchi mobili, trasformati secondo il proprio gusto e stile, magari adattandoli al look scelto per la nuova casa; dall’altro, si eviteranno gli sprechi con, di conseguenza, un minore impatto ambientale.

Un gesto di solidarietà

Con i vecchi mobili usati si può guadagnare, è vero; ciò non toglie comunque che si possa decidere di rinunciare a questa piccola entrata a favore dei più bisognosi.

Un modo alternativo – e solidale – per liberarsi della vecchia mobilia consiste infatti nel donarla alle persone meno fortunate che non possono permettersi le spese che arredare casa comporta.

Anche in questo caso, Internet può rivelarsi molto utile: sul web non mancano i canali dove poter offrire gratuitamente oggetti di diverso tipo, tra cui anche mobili.

Se non si ha dimestichezza con le piattaforme online, ci si può sempre rivolgere a un’associazione benefica, che si occuperà di gestire la donazione.

I vecchi mobili sono da buttare? Bisogna farlo con attenzione

Se proprio non c’è modo di recuperare i vecchi mobili usati, magari perché sono in condizioni davvero pessime e non possono più essere utilizzati, allora l’unica alternativa che rimane consiste nel buttarli via. Attenzione però: per smaltire la vecchia mobilia bisogna seguire le regole.

Chi abbandona i mobili nell’ambiente, per esempio sul ciglio della strada, rischia di incorrere in sanzioni anche molto severe, oltre che causare un grave danno all’ecosistema. Per questo, per lo smaltimento dei vecchi mobili, è necessario rivolgersi solo ed esclusivamente alle discariche autorizzate.

L’importanza di affidarsi a una ditta specializzata

È possibile liberarsi dei vecchi mobili usati procedendo in autonomia; tuttavia, soprattutto se si opta per il loro smaltimento, è consigliabile affidarsi a una ditta specializzata, che saprà gestire non solo le operazioni di sgombero o trasloco nel modo più veloce ed efficiente possibile, ma anche occuparsi di portare la vecchia mobilia nei centri autorizzati.

Da questo punto di vista, La Margherita rappresenta una garanzia di professionalità e competenza: l’azienda è tra le migliori realtà del territorio lombardo per quanto riguarda sgomberi e traslochi e garantisce un servizio efficace, rapido e a prezzi assolutamente competitivi.

Tra i servizi offerti da La Margherita è incluso anche il ritiro di mobili usati. Se la mobilia è di pregio, inoltre, i professionisti dell’azienda si premureranno di farne una stima, proponendo successivamente un preventivo personalizzato. Viceversa, se il cliente non è interessato a vendere i vecchi mobili, lo staff de La Margherita si occuperà del loro ritiro, a titolo totalmente gratuito.

Si tratta di un servizio molto comodo: basta infatti accordarsi con i professionisti dell’azienda definendo data e ora per procedere all’operazione e una squadra verrà a ritirare i mobili senza far spendere al cliente nemmeno un euro in più. Semplice, pratico, veloce e conveniente.

Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.