Lampade vintage: dove collocarle e quali sono i pregi

Le lampade vintage traggono ispirazione da un periodo ben preciso: il loro stile riprende infatti il design degli anni Cinquanta e Sessanta.

Lo stile vintage è tornato da qualche anno ad attirare l’attenzione degli interior designer e degli architetti, sempre in cerca di idee innovative e originali per rinnovare gli ambienti abitativi e impreziosirli non solo con elementi d’arredo e accessori ma anche con la luce ideale.

L’illuminazione infatti rappresenta a sua volta un importante elemento decorativo e la scelta delle lampade adatte richiede la stessa attenzione e cura di qualsiasi altro complemento d’arredo.

Le lampade vintage, ad esempio, sono apparecchi per l’illuminazione che si riferiscono, o traggono ispirazione, a un’epoca specifica: generalmente si tratta di accessori il cui stile riprende il tipico design degli anni Cinquanta/Sessanta.

La presenza di lampade a sospensione vintage, faretti e applique dal gusto retrò, è riscontrabile in particolare nei progetti d’arredo in stile industrial chic, che attualmente rappresentano una tendenza molto diffusa.

Lo stile industriale è caratterizzato da ambienti abitativi allestiti e arredati ispirandosi a vecchie officine meccaniche, laboratori o rimesse. Non è raro che una casa in stile industrial chic venga realizzata proprio all’interno di un’ex struttura industriale, adibita ad abitazione privata. In questo caso, sono spesso presenti dettagli architettonici ed elementi originali, quali possono essere finestre con inferriate e serramenti in ferro, tubi in rame, cavi elettrici a vista, pavimento in cemento, pareti in mattoni, lavandini in acciaio e così via.

Le lampade industrial vintage, inserite negli ambienti di questo tipo, sono per la maggior parte lampade a sospensione o a parete, dall’estetica molto semplice, realizzate in ferro smaltato, vetro e acciaio e dotate di lampadina LED dalla luce intensa.

Talvolta, in un’ambientazione industrial chic e retrò, si utilizzano anche grosse lampadine in vetro dalle forme insolite, collegate direttamente al cavo, adatte per rischiarare un ambiente open space, un loft o un corridoio molto lungo.

Vantaggi e caratteristiche delle lampade in stile industriale

Le lampade LED vintage sono realizzate principalmente in vetro e ferro verniciato oppure in metalli dal particolare effetto estetico, come il rame e l’ottone. Si può comunque scegliere una lampada in stile industriale anche per un ambiente abitativo di sapore diverso, creando un angolo originale e inedito, oppure per rischiarare un salotto o un piccolo ingresso con un elemento a sé, non collegato allo stile predominante ma in grado di completarlo con un tocco di creatività.

Una tipologia molto apprezzata e versatile è quella delle lampade vintage LED a sospensione, costituite da una struttura in ferro o legno alla quale sono fissati due o più faretti LED orientabili: si tratta di un’ottima scelta per un ambiente open space, una zona living molto grande, o per illuminare la zona pranzo di una cucina di grandi dimensioni.

Per la loro stessa natura estetica e funzionale, le lampade vintage LED producono una luce piuttosto intensa e per questo sono più adatte a un ambiente ampio e con scarsa illuminazione naturale.

Soprattutto i faretti da parete o da soffitto, di solito in numero di tre/quattro, orientabili anche in direzioni diverse, sono perfetti per creare una scenografia molto originale e insolita e per rischiarare con efficacia anche un locale con ampie zone d’ombra, con il vantaggio, particolarmente apprezzato di questi tempi, dei consumi di energia elettrica ridotti.

Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.