Shabby Chic, cosa contraddistingue questo design così gettonato

Il mondo dell’Interior Design è sempre precursore di novità e tra quelle di maggior successo negli ultimi tempi rientra a pieno titolo lo stile Shabby Chic.

Soggiorno Shabby Chic

Soggiorno Shabby Chic

Il mondo dell’Interior Design è sempre foriero di novità e tra quelle che hanno registrato maggior successo negli ultimi tempi rientra a pieno titolo lo stile Shabby Chic.

Lo Shabby Chic è divenuto un punto di riferimento per tantissime abitazioni, ma non solo: si opta assai spesso per questo design anche nell’ambito di strutture ricettive, negli allestimenti di eventi e fiere, nei negozi e perfino in alcuni contesti outdoor.

Detto questo, dunque, la domanda sorge spontanea: quali sono i tratti distintivi più tipici dello Shabby Chic? I punti da evidenziare sono diversi, scopriamo subito, dunque, quelli più rilevanti.

I colori: domina il bianco

Nell’introdurre le caratteristiche dello Shabby Chic è doverosa anzitutto una menzione alle cromie: in questi ambienti il bianco è il protagonista indiscusso, tuttavia non mancano superfici differenti come possono essere ad esempio quelle con colori pastello, senza trascurare le colorazioni naturali del legno, materia prima che ricorre piuttosto spesso negli ambienti arredati in questo modo.

Il legno e i suoi impieghi nello Shabby Chic

Il legno, giust’appunto, è un altro protagonista dell’arredo Shabby Chic, e le sue tonalità naturali sono perfette per contesti simili sia per quel che riguarda il mobilio che le superfici.

In stanze arredate in questo modo, dunque, sono ideali i parquet e tutti quei pavimenti che donano un effetto estetico analogo: visitando i siti web di brand leder del settore come iperceramica.it se ne possono trovare tanti esempi interessanti.

Piuttosto frequente è inoltre che i mobili in legno vengano dipinti: anche in questo caso il bianco è il colore più comune, ma non sono rare cromie differenti, come ad esempio il rosa o il celeste.

La pittura delle superfici in legno, peraltro, non deve necessariamente essere impeccabile: lo Shabby Chic è uno stile molto rustico, di conseguenza delle piccole imperfezioni possono risultare addirittura decorative e accentuare ulteriormente le atmosfere.

Arredi e soprammobili

Continuando a soffermarci sull’arredamento, rappresentano senz’altro una scelta ottima per questo tipi di contesti gli arredi Retrò: elementi d’arredo piuttosto datati vanno benissimo, dunque, in alternativa anche mobili moderni con un aspetto invecchiato possono essere una buona scelta.

Quanto ai soprammobili il richiamo agli stili Vintage è una garanzia: parallelamente ai fiori, dunque, si possono scegliere dei piccoli oggetti metallici, delle cassettine in legno, dei cesti in vimini.

Lo Shabby Chic, a ogni modo, non è uno stile molto carico, di conseguenza è sicuramente un buon consiglio quello di non eccedere con la presenza di oggetti.

Le decorazioni floreali e a parete

Per quanto riguarda gli elementi decorativi, lo Shabby Chic è uno stile perfetto per essere abbellito con dei fiori, non necessariamente freschi: anche dei fiori artificiali vanno più che bene, senza trascurare che in alcune occasioni si possono realizzare delle graziose decorazioni floreali, soprattutto sui mobili e sui soprammobili.

Per quanto riguarda le decorazioni a parete, inoltre, le opportunità di scelta sono tante: vanno benissimo piccoli oggetti decorativi, magari realizzati in porcellana, stesso dicasi per delle piccole composizioni floreali.

Negli ambienti Shabby Chic, inoltre, è piuttosto costante la presenza degli specchi: uno specchio dal design classico, magari con linee tondeggianti e bordi finemente lavorati, può essere un ottimo complemento in ambienti come questi.

Divani e poltrone rigorosamente in tessuto

Se nella stanza sono presenti divani o poltrone, inoltre, per il loro rivestimento è assolutamente preferibile il tessuto: i mobili rivestiti in pelle infatti non si conciliano in modo ottimale con lo stile rustico e fresco tipico dello Shabby.

Anche in questo caso predominano il bianco e i colori pastello, inoltre possono essere una scelta azzeccata anche le fantasie, magari da riprodurre su elementi piccoli, come ad esempio dei cuscini.

Facebooktwitterpinterestlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *