Come scegliere la giusta illuminazione per il tuo appartamento

Nessuno sottovaluta l’importanza della scelta degli arredi o dei colori delle pareti: la giusta illuminazione riveste altrettanta importanza.

Arredare un appartamento non è un compito facile. Dopotutto ci sono tante cose che non bisogna trascurare, tra cui una buona illuminazione.

Come scegliere allora le luci adatte a ogni stanza? E dove posizionarle? Continua a leggere questo articolo per scoprirlo.

A ogni stanza la sua illuminazione

Quasi nessuno sottovaluta l’importanza della scelta dei mobili o dei colori delle pareti. L’illuminazione riveste altrettanta importanza: si dovrebbe quindi dare alle luci l’attenzione che meritano.
Senza dimenticare che l’illuminazione adatta a una stanza potrebbe non essere quella adatta a un’altra.

Diamo un’occhiata a una lista degli ambienti più importanti che dovrebbero essere illuminati correttamente nella tua casa.

Soggiorno

L’illuminazione principale di qualsiasi soggiorno è di solito a soffitto e può avere le forme più disparate: dai lampadari appesi alle luci a incasso e ai faretti che possono essere ruotati in diverse direzioni.

È sempre una buona idea aggiungere alla fonte di luce principale qualche lampada supplementare che può essere utile per la lettura serale o, in una versione più soffusa, per rilassarsi.

L’illuminazione supplementare può essere data da lampade da terra, da tavolo o da strisce LED. Sia per la luce principale sia per quella secondaria è molto utile la funzione di dimmerazione, che ti consente di impostare l’intensità della luce secondo le esigenze del momento.

Cucina

Un’altra stanza che ha bisogno della giusta illuminazione è la cucina. Anche in questo caso non vale la pena di fare affidamento su un‘unica fonte di luce principale, perché ogni cucina ha diverse aree importanti: non dimenticare di illuminare la zona cottura e il tavolo da pranzo.

Le plafoniere a LED funzionano bene per i mobili da cucina, ugualmente anche i faretti posizionati sotto i pensili (a cui puoi anche aggiungere una luce a strisce LED).

Per il tavolo da pranzo puoi scegliere invece un lampadario a sospensione regolabile che puoi posizionare a un’altezza di circa 60 centimetri. Presta attenzione a scegliere una lampada che non ti abbagli.

Camera da letto

Non serve una luce intensa in camera da letto, è meglio prediligerne una più soffusa, di un colore bianco caldo.
È possibile posizionare l’illuminazione principale non solo sul soffitto ma anche su una delle pareti, in modo da evitare la luce diretta.

Se ti piace sdraiarti a letto leggendo un libro la sera, puoi aggiungere delle lampade da lettura. Anche un’illuminazione interna del guardaroba può essere utile, con faretti o strisce LED.

Bagno

Il bagno è la stanza in cui ci dedichiamo alla nostra preparazione per uscire di casa ogni mattina. Una luce che evidenzia un trucco non uniforme o una macchia sulla camicia è quindi una buona scelta.

Scegli sempre luci per il bagno adatte a sopportare l’umidità.

Oltre alla luce principale, è utile anche una luce sullo specchio che non proietti ombre sul viso, così sarà più facile truccarsi o radersi.

Puoi posizionare una luce principale dotata di una funzione di oscuramento per quando desideri una luce più soffusa e fioca, ad esempio per bagni rilassanti la sera.

Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.