Cosa mettere in salotto, il vero cuore della casa

Vuoi sapere cosa non deve assolutamente mancare in un salotto, per renderlo il più possibile accogliente e confortevole? Leggi attentamente questo articolo!

Soggiorno Innova 1

Soggiorno Innova 1

Cos’è un salotto?

Con il termine salotto, sinonimo di sala, indichiamo quello che più frequentemente è chiamato soggiorno o, con termine anglofono, living.

Nato come ambiente di rappresentanza, spazio in cui ricevere e intrattenere gli ospiti, oggi è diventato il vero e proprio cuore della casa.
Non lo utilizziamo infatti solo per ricevere amici e parenti, aprendolo solo nelle grandi occasioni conviviali, ma anche nella nostra quotidianità, per guardare la TV o leggere un buon libro, o semplicemente per trascorrere un po’ di tempo con il partner e i figli.

Vuoi sapere cosa non deve assolutamente mancare in salotto, per rendere questa stanza il più possibile accogliente e confortevole? Leggi attentamente questo articolo e segui i consigli di Centro Veneto del Mobile!

Il divano, protagonista assoluto del soggiorno

Divano Bacio

Divano Bacio

Non c’è un salotto che possa definirsi tale senza il suo protagonista principe: il divano. Non a caso è il primo arredo che si sceglie per questa stanza ed è quello intorno a cui ruotano tutti gli altri protagonisti.

Fai attenzione però alle misure, perché l’errore è dietro l’angolo. Ricorda innanzitutto che dovrà essere inserito insieme ad altri mobili, quindi evita di scegliere un modello troppo grande che riempia l’intera stanza.

Anche se la superficie del locale è generosa, tuttavia, al modello oversize è sempre preferibile la scelta di più divani, ad esempio un modello da tre posti da affiancare a L a uno da due posti. Questa soluzione risulta infatti molto più pratica e funzionale.

Scegliere divani non troppo grandi, inoltre, consente di completare la zona con poltrone abbinate o poltroncine più piccole se lo spazio non è abbondante.

Ma come deve essere il divano? Un mobile di qualità deve avere una buona struttura portante, preferibilmente in legno massello. L’imbottitura dei divani moderni è quasi sempre in poliuretano espanso, lattice in fiocchi di silicone o gommapiuma, materiali sintetici che, a differenza della piuma d’oca, rendono la seduta stabile, evitando l’effetto sprofondamento, ma allo stesso tempo comoda.

Il rivestimento può essere in tessuto o in pelle e la scelta dipende dai gusti personali oltre che da ragioni di praticità.

Un piccolo trucco può essere quello di inserire uno o più pouf: sono pratici da utilizzare come piani di appoggio e, all’occorrenza, diventano sedute in più.

Il tavolino da salotto

È detto anche tavolino da fumo, ma da convinta non fumatrice e napoletana verace preferisco chiamarlo tavolino da caffè.

Rappresenta un elemento immancabile per completare la zona delle sedute. Sceglilo in accordo con lo stile dell’arredo della stanza e basso, in modo che non costituisca un intralcio all’uso del divano e risulti comodo per appoggiarci, oltre al vassoio col caffè, libri e riviste.

Oltre al tavolino frontale, cerca di inserire almeno un altro tavolino, laterale. Potresti metterlo nel punto di incrocio tra due divani, per appoggiarci i telecomandi della TV e del climatizzatore, ma anche una lampada, irrinunciabile se ami leggere in questa stanza.
Ricorda che l’altezza deve essere più o meno allo stesso livello del bracciolo del divano.

La parete attrezzata

Innova 8

Innova 8

La parete attrezzata è un altro pezzo immancabile del salotto, perché riesce a unire in un solo mobile tante funzioni diverse. Puoi metterci la TV (e nasconderne i cavi) e altre apparecchiature elettroniche, collocare libri e soprammobili ma anche nascondere servizi di piatti e bicchieri, utili da tirar fuori se il soggiorno ha anche un tavolo da pranzo.
Insomma si tratta di un arredo multifunzione in grado di racchiudere tutte le molteplici attività che si possono svolgere in un soggiorno.

La tendenza degli ultimi anni è quella di proporre mobili minimal e lineari, che non invadono con la loro presenza, il tutto senza rinunciare alla robustezza dei materiali.

I mobili sono modulari, per cui con le stesse mensole, pensili, vetrine e contenitori puoi comporre una infinita varietà di pareti diverse, con un effetto di completa personalizzazione.

I programmi di arredo propongono un’ampia scelta di finiture (legno, laccato, metallo, vetro) sia per i frontali di ante e cassetti sia per la struttura, da comporre tra loro a piacimento.
Le ante possono avere chiusura a battente, scorrevole o a ribalta.

Il tavolo da pranzo in salotto

Tavolo Caronte

Tavolo Caronte

Oggigiorno in molte case il salotto è un ambiente open space collegato direttamente alla zona cucina.
Se invece in casa tua la cucina è una stanza a parte, ti consiglio di collocare comunque un tavolo da pranzo in soggiorno, quando le dimensioni lo consentono.

Il tavolo dovrà essere perfettamente coordinato con lo stile predominante dell’arredo.

Se l’ampiezza della sala non è proprio generosa, scegli un modello allungabile che occuperà pochissimo spazio, ma potrà accogliere più commensali, all’occorrenza.

L’illuminazione del salotto

Un corretto studio dell’illuminazione del soggiorno deve prevedere il giusto equilibrio tra luce diffusa e luce diretta.

Oltre a un sistema di illuminazione dell’intera stanza, costituito da lampade a soffitto, lampadari o faretti, ricorda allora di disporre nei punti strategici qualche lampada da tavolo o anche da terra.
Lampade e piantane, oltre a essere funzionali per la lettura o altre attività, contribuiranno ad aggiungere stile all’ambiente.

Completiamo l’allestimento con i complementi di arredo

Tappeto Griff

Tappeto Griff

Se il tuo soggiorno coincide con l’ingresso di casa, la presenza di cappotti e soprabiti sull’attaccapanni, di ombrelli, scarpe e borse, può rendere lo spazio confuso. Preferisci quindi mobili chiusi in cui inserirli.

Il tappeto, oltre a vestire l’ambiente living, rappresenta un elemento fondamentale per delimitare in maniera precisa ed equilibrata la cosiddetta zona conversazione, quella in cui si dispongono divani e poltrone.
Attenzione alle sue dimensioni: le sedute devono essere completamente al di sopra o interamente fuori; evita le mezze misure.

Non lasciare spoglie le pareti, che potrai arricchire con quadri, stampe o fotografie, ma sempre avendo cura di adeguare le loro proporzioni a quelle della stanza.

A meno che il tuo soggiorno si affacci su una vista mozzafiato, le tende saranno indispensabili per non far sembrare la stanza nuda.
Le tende non solo vestono gli ambienti, ma proteggono la privacy e schermano adeguatamente dai raggi del sole, evitando il surriscaldamento della stanza in estate. Inoltre, isolano anche dai rumori provenienti dalla strada, soprattutto se realizzate con tessuti più pesanti.

Tutte le immagini di questo articolo sono tratte dal sito Centro Veneto del Mobile.

Facebooktwitterpinterestlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *