Cucine classiche bianche: tradizione senza tempo per la tua casa

Le cucine classiche bianche sono destinate a non tramontare mai: eleganti, sofisticate e al tempo stesso incredibilmente calde e accoglienti.

La cucina classica trova la sua massima espressione nella scelta di un colore bianco predominante, da abbinare a elementi estetici che richiamano le cucine di una volta.

La cucina classica bianca è destinata a non tramontare mai. Elegante, pulita, sofisticata e al tempo stesso incredibilmente calda e accogliente, nella miglior tradizione delle cucine di una volta.

La proposta moderna delle cucine classiche è l’evoluzione, la quintessenza della loro bellezza mescolata agli elementi imprescindibili che trasformano una cucina nel cuore pulsante dell’abitazione.

La cucina bianca è romantica

Reinventare i classici è alla base della proposta di cucine classiche bianche disponibili sul mercato. Gli amanti della tradizione troveranno un’estetica che asseconda pienamente i loro gusti, da mescolare alla scelta di elementi moderni che caratterizzano la cucina come spazio da vivere.

Non più solo un luogo destinato a cucinare e a fare colazione ma la cucina come spazio vivo della casa, luogo di scambio e convivio da sfruttare a ogni ora del giorno e della notte.

La cucina classica unisce questa esigenza al gusto di un tempo e col bianco trova la sua massima espressione d’eleganza. Gli accessori e le finiture trasformano la ricchezza in sobrietà e l’eleganza in classe.

Protagonista indiscusso di questi modelli è il legno rigorosamente nel colore bianco. Esso viene impreziosito da rifiniture, modanature e decori in altorilievo che conferiscono uno spirito classico.

I ripiani alti offrono opportunità per riporre e vengono caratterizzati da inserimenti in vetro molato per creare una vetrina che cattura l’occhio.

Isola: sì o no, in una cucina classica?

Se vuoi creare un open space, non devi per forza orientarti verso un progetto moderno. Osa con lo stile classico e il bianco tradizionale, creando isole o penisole che separano virtualmente la zona cucina dalla zona giorno, offrendo al contempo opportunità di appoggio o lavoro.

Le basi terminali con scaffalature a giorno, incorniciate dal legno, creano nuove opportunità di decorazione e stile là dove normalmente l’isola o il modulo si chiuderebbero con una semplice parete.

I dettagli di una volta nella cucina classica di oggi

Ci piace immaginare la cucina tradizionale con lo sguardo consapevole del consumatore moderno.

La zona lavello è arricchita, per esempio, da un inserto a led in striscia per lavare i piatti sotto la luce diretta.

Al tempo stesso, il portaspezie è impreziosito dal legno decorato e il portapiatti è a vista, perfettamente esposto e non per questo meno bello.

La cappa? Abbandona l’acciaio per il legno e osa con una struttura pensata per ospitare non solo le tubazioni ma anche ante sopraelevate dove collocare stoviglie e oggetti di uso non frequente.

Ultimo dettaglio, non per importanza: i piedini a cipolla che completano elementi imprescindibili come la madia (rigorosamente bianca).

Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.