Come installare gli attrezzi da stretching correttamente

Per un workout casalingo completo non si può prescindere dallo stretching, che necessita di attrezzature semplici ma saldamente stabilizzate. Stretching (Free-Photos / Pixabay) Come fare per smaltire il peso accumulato…
Stretching (Free-Photos / Pixabay)

Per un workout casalingo completo non si può prescindere dallo stretching, che necessita di attrezzature semplici ma saldamente stabilizzate.

Stretching (Free-Photos / Pixabay)

Stretching (Free-Photos / Pixabay)

Come fare per smaltire il peso accumulato e ritrovare la forma? Bisogna combinare allenamenti di forza e cardio, senza dimenticare di fare stretching, perché utilizzare i muscoli senza l’opportuno riscaldamento può portare a lesioni, fratture e problemi muscolari.

Filippo D’Avola per pazziperilfitness.it ci ha raccontato: Lo stretching si può fare sia a corpo libero, utilizzando vari strumenti come le fasce trx, il foam roller, la palla svizzera e la barra di trazione per allungare la schiena e restare in sospensione, oppure utilizzando macchinari di flexability. Lo stretching effettuato prima della seduta di workout dev’essere seguito da una corsa su tapis roulant o sulla cyclette, in modo da sciogliere ulteriormente il corpo.

Le fasce TRX: come montarle

I modelli più utilizzati per l’home fitness sono provvisti di maniglie e fasce regolabili e non necessitano dell’uso di viti e agganci permanenti sulle pareti domestiche. Sono facilmente trasportabili e occupano poco spazio. Esistono modelli a più fasce o una sola, super semplificati e facili da utilizzare.

Altri modelli presentano un solo gancio da parete, a cui poi si attaccano le cinghie. Bisogna fare attenzione al materiale da cui sono composte le fasce, perché dev’essere di buona fattura, altrimenti si rischia che si rompano facilmente.

Montare una barra per trazioni

Un altro strumento per fare stretching che necessita di montaggio è la barra per trazioni. Per essere perfetta deve poter reggere il doppio del nostro peso corporeo, in modo da essere sicuri che non ci siano incidenti. Altrettanto sicura deve essere la struttura alla quale deve essere fissata (indipendentemente che sia un muro, uno stipite o una staffa).

Esistono diversi tipi di barre con conseguenti diversi modi di installarla.

La barra per trazione a muro

Più professionale e stabile di quella telescopica, questa barra va fissata alla parete. La presenza o meno di viti all’atto dell’acquisto dipende dalla qualità dello strumento. Alcune volte non vengono inserite perché ogni tipologia di parete ha la sua vite giusta.

Bisogna verificare se è possibile installare l’attrezzo in casa: in caso affermativo, è molto semplice collocarlo all’altezza giusta in base alla propria statura e avvitare con viti o tasselli a espansione. Questa tipologia di sbarra permette anche di poter fare pull up e chin up perfetti.

La barra per trazione a soffitto

Verificate preventivamente se il soffitto abbia una struttura atta a supportare il peso dell’attrezzo: non deve essere in cartongesso, ma portante. Questo tipo di barra viene venduta con tutto il kit completo: istruzioni, viti e strumenti di fissaggio.

Data la pericolosità dello strumento, si consiglia di fissarlo con dei tasselli chimici e un collante speciale, in modo che si incastri perfettamente grazie alla resina di cui è fatto. Si può anche utilizzare una resina a iniezione certificata, per essere ulteriormente sicuri.

Installare questi strumenti per i workout può essere facilissimo offrendo grandi soddisfazioni, ancor meglio se in una casa attrezzata con una palestra domestica.

Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu