Cucine design e dettagli di stile: come orientarsi

Le cucine design rappresentano l’ABC della creatività: al centro della scena insieme all’eccellenza dei materiali viene posto il concetto del Made in Italy.

Cucine design

Cucine design

Quando si entra in casa ci sono alcuni elementi in grado di catalizzare l’attenzione: i dettagli, per loro essenza, hanno l’obiettivo di stupire chi guarda. Vale per la zona ingresso, per le finestrature del salone ma anche per la progettazione di una cucina di lusso.

È qui che avvengono i momenti legati alla socialità, all’estro e alla fantasia: preparare il cibo per gli altri (parenti, amici e colleghi di lavoro) è un gesto atavico che vuol dire mi prendo cura di te.

Le cucine design rappresentano l’ABC della creatività: qui niente dev’essere lasciato al caso. I modelli più contemporanei e di grido sono molto popolari tra progettisti e arredatori: le proposte dell’azienda Poliform, ad esempio, sono un perfetto concentrato di artigianalità e stile.

Qui il gusto contemporaneo viene arricchito da dettagli sofisticati e finiture esclusive: al centro della scena, insieme all’eccellenza dei materiali, viene posto il concetto del Made in Italy. Il livello di personalizzazione è alto e consente di disegnare l’ambiente in base ai propri gusti. Gli spazi che nasceranno da questo intreccio di idee saranno pratici, belli e funzionali.

Focus sul piano di lavoro e i materiali delle cucine design

Un occhio di riguardo va alla scelta del top, ovvero il piano di lavoro. Rappresenta il completamento stilistico di un insieme, uno di quei dettagli ai quali facevamo accenno all’inizio.

Capita che questo elemento sia protagonista assoluto, soprattutto se nella composizione della cucina sono previste delle eleganti isole.

L’obiettivo, nella scelta del miglior materiale, è mixare funzionalità e cifra estetica: l’aspetto del piano di lavoro deve riuscire a rimanere inalterato nel tempo, nonostante il grande impiego nelle attività culinarie. Dovrà essere facile da pulire, offrire libertà di movimento a chi vive la zona cucina ogni giorno e resistere a possibili urti, tagli e calore.

Colori e finiture sono importanti, ma è il materiale a fare la differenza. Il più amato in assoluto nelle cucine di pregio è senza dubbio il marmo: le sue irripetibili venature lo rendono bello e senza tempo. Una pietra intrigante che, diversamente dal granito, è però più sensibile agli urti e alle sostanze acide (ma con le dovute attenzioni avrà una lunghissima durata).

Anche il quarzo, liscio e brillante, è molto apprezzato: resiste alle sollecitazioni, inoltre, grazie all’ampia scelta di finiture e colorazioni, è in grado di impreziosire cucine design ad alto tasso estetico.

L’acciaio è infine adatto all’allestimento di ambienti moderni e dal look minimal. In generale, si respira aria di modernità e futuro quando all’interno della cucina il metallo si intreccia con dettagli in legno.

Le idee per l’arredamento e i colori delle cucine design

L’associazione di materiali e colori è essenziale per curare al meglio l’aspetto di una cucina design. Il colpo d’occhio finale deve risultare elegante e piacevole, in armonia col resto della casa.

Occorre fare mente locale sui colori di pareti e pavimenti: l’ideale sarà scegliere gradazioni della principale tonalità in stanza. Valutate soprattutto se usare colori uniformi o distinguere dettagli come ante e top. Questi ultimi potranno essere chiari se lo spazio non è troppo ampio: la cucina apparirà più spaziosa.

I contrasti potranno invece interpretare personalità più estrose. Diffondete la luce circondando la cucina di superfici riflettenti, rendete il resto dell’arredamento coerente e armonico.

Facebooktwitterlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *