Come usufruire della detrazione 50% per box auto

L’Agenzia delle Entrate chiarisce che la detrazione 50% per box auto non si applica agli interventi di ristrutturazione con cambio della destinazione d’uso.

Detrazione 50% per box auto

Box auto e detrazione 50%

Il box auto rappresenta una fattispecie del tutto particolare tra gli interventi per i quali è possibile usufruire della detrazione IRPEF del 50%.
Oltre a poter essere applicata infatti a box auto esistenti, l’agevolazione è utilizzabile anche per la nuova costruzione e l’acquisto.

In particolare, il bonus si può avere per:
• riparazioni varie e sostituzione di parti con caratteristiche diverse da quelle preesistenti su box esistenti
nuova costruzione di autorimesse o posti auto pertinenziali, anche a proprietà comune
acquisto di box o posti auto pertinenziali di nuova costruzione.

Il tetto massimo di spesa su cui si può applicare la detrazione rimane di 96.000 euro per unità immobiliare.

È importante ricordare però che tali detrazioni non danno diritto al bonus mobili.

Requisiti del box auto per usufruire dell’agevolazione

Per tutti i tipi di posti auto è possibile usufruire dell’agevolazione. Sono compresi quindi:
• box auto interrati o fuori terra
• garage
• posti auto coperti o scoperti.

I posti auto possono essere di proprietà individuale o comune.

Requisito indispensabile è però sempre il vincolo di pertinenzialità con l’abitazione.
Le pertinenze sono definite dall’art. 817 del codice civile come le cose destinate in modo durevole a servizio o ad ornamento di un’altra cosa.

Quindi, in caso di:
• ristrutturazione, il vincolo di pertinenzialità deve risultare dall’atto di proprietà
• nuova costruzione, dal Permesso di Costruire
• acquisto, il box deve essere reso pertinenziale mediante un atto notariale.

Per la pertinenzialità non è necessaria la contiguità fisica tra il box auto e l’abitazione, pertanto può trovarsi anche, ad esempio, in un lotto di terreno diverso da quello in cui sorge la casa.

Ai fini dello sconto fiscale, invece, non c’è alcun legame con il requisito prima casa. Il bonus può essere richiesto infatti anche per più box di pertinenza di un’abitazione o per box di pertinenza di più abitazioni.

Detrazione 50% per ristrutturazione del box auto

Nel caso di box auto pertinenziali esistenti, è possibile usufruire della detrazione 50% in tutte le circostanze ammesse dalla normativa per gli altri lavori.

Pertanto, non se ne potrà usufruire, ad esempio, per interventi di manutenzione ordinaria, come la tinteggiatura o la sostituzione della serranda del garage con un’altra dello stesso tipo, a meno che si tratti di autorimesse condominiali.

Nel caso, invece, di interventi almeno di manutenzione straordinaria, come lavori su parti strutturali o la sostituzione della serranda con una avente caratteristiche diverse, per esempio blindata, l’intervento è agevolabile in ogni caso.

L’Agenzia delle Entrate ha però chiarito che il bonus non si applica alla ristrutturazione con cambio di destinazione d’uso. Il chiarimento è arrivato con la risposta n. 6 del 19 settembre 2018 all’interpello di un contribuente.

Nello specifico, si trattava di un’impresa che aveva trasformato in garage alcune abitazioni di un fabbricato e intendeva usufruire della detrazione.

Le Entrate hanno specificato che la detrazione 50% si applica a box di nuova costruzione intesa come realizzazione ex novo di un manufatto edilizio.
L’intervento in esame consisteva invece nella ristrutturazione con cambio di destinazione d’uso di immobili a uso abitativo, pertanto risulta non agevolabile.

Detrazione 50% per nuova costruzione di box auto

Come detto in precedenza, la costruzione di un box auto rappresenta l’unica eccezione per la quale è possibile usufruire della detrazione 50% per una nuova costruzione e non solo per interventi di recupero su un immobile esistente.

Naturalmente, diventa fondamentale anche in questo caso la sussistenza del vincolo di pertinenzialità, che dovrà risultare dalla richiesta di Permesso di Costruire o altro titolo abilitativo necessario per la sua realizzazione.

Ricordo infatti che il posto auto può essere una costruzione chiusa (box o garage), ma anche una pensilina o tettoia da realizzare per il riparo dell’autoveicolo o un’area scoperta da destinare a parcheggio.

Detrazione 50% per acquisto di box auto

La detrazione 50% per l’acquisto di un box auto pertinenziale non spetta per l’intero importo pagato, ma soltanto per la parte corrispondente al suo costo di realizzazione.

Il venditore, che può essere un’impresa costruttrice o una cooperativa edilizia, deve rilasciare quindi una specifica attestazione che dimostri l’ammontare di tali spese.

Tali costi comprenderanno:
• le spese professionali di progettazione
• le spese per l’esecuzione dei lavori
• l’IVA, i bolli, i diritti urbanistici
• gli oneri di urbanizzazione.

Sono invece esclusi da tali costi:
• il profitto per la vendita
• le spese di intermediazione
• il valore dell’area
• i costi di installazione del cantiere.

Così, se ad esempio il costo di acquisto del box è di 30.000 euro ma quello di realizzazione è di 20.000 euro, si potrà detrarre solo il 50% di 20.000.

Si ritiene pertanto che il pagamento obbligatorio mediante bonifico possa essere fatto anche solo per la parte detraibile, mentre la restante quota potrà essere pagata con altre modalità.

Nel caso in cui per l’acquisto siano versati acconti prima della stipula definitiva dell’atto notarile, essi sono detraibili solo se è stato registrato un preliminare di vendita da cui risulti il vincolo di pertinenzialità.
L’Agenzia delle Entrate ha specificato che il requisito permane anche se il pagamento con bonifico è stato fatto nello stesso giorno in cui è stato registrato il compromesso, ma in un orario antecedente.

L’agevolazione è inoltre valida anche quando l’acquisto del box è fatto contestualmente a quello dell’abitazione.

Attenzione: l’agevolazione è valida solo per box di nuova costruzione, pertanto l’acquisto di un box esistente da un privato non è detraibile.

Come usufruire della detrazione 50% per box auto

Gli adempimenti da seguire per usufruire del beneficio fiscale, in vigore fino al prossimo 31 dicembre 2017, sono gli stessi previsti in generale per la detrazione 50%.

Quelli più importanti da ricordare sono:
• indicazione dei riferimenti catastali nella dichiarazione dei redditi
• pagamento esclusivamente mediante bonifico bancario o postale cosiddetto parlante.

La circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 43 del 18 novembre 2016 chiarisce però che, nel caso dell’acquisto, il pagamento può essere fatto anche con altri mezzi.

In tale circostanza, bisogna farsi rilasciare dal venditore una dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante l’importo speso.

Anche nel caso in cui il bonifico sia stato effettuato in maniera errata e non sia stato possibile applicare la ritenuta dell’8% prevista, non si perde l’agevolazione.

Sarà infatti sufficiente farsi rilasciare dall’impresa venditrice una dichiarazione in cui attesti di aver ricevuto la somma e di averla inserita nella propria contabilità.

Ma per tutte le altre informazioni su questo e altri bonus puoi consultare il mio e-book Guida ai Bonus Casa: Il manuale pratico sulle detrazioni fiscali per i lavori in casa.

(Prima pubblicazione 15 gennaio 2016)

photo credit: Garage Doors Carriage House Traffic White Finish via photopin (license)




Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

739 Commenti. Nuovo commento

  • Buonasera architetto,
    Le volevo chiedere se per l’acquisto del box auto pertinenziale, che da diritto alla detrazione del 50% dei costi di fabbricazione dichiarati dal costruttore, sono anche detraibili con la stessa percentuale il compenso del notatio e tutte le imposte inserite nel rogito. Ha in ogni caso da indicarmi una norma/circolare/guida di riferimento? Grazie anticipatamente.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      13 Ottobre 2021 19:43

      Non ci sono detrazioni per gli oneri notarili per l’acquisto di un box.

  • Buongiorno, la ringrazio per aver affrontato cosi tanti argomenti interessanti. Io sto costruendo una nuova casa in Bioedilizia; ad una mia domanda sul bonus del 50% per il Box l’agenzia delle entrate ha risposta : “secondo la circolare n.13/E del 31/05/2019 a pag. 259 e seguenti specifica che il costo per la realizzazione “ex novo” di questi immobili può essere detratto come ristrutturazione edilizia con il limite di euro 96.000 e con la percentuale del 50% di detraibilità, pagando i costi sostenuti con apposito bonifico bancario”;
    Non mi sono chiari, oggi, un paio di passaggi di cui chiedo sua gentile opinione :
    A) Rientrano nel bonus anche gli impianti di base di un garage? Intendo illuminazione, portone sezionale, punti luce e acqua?
    B) Nel mio caso io ho 2 fornitori ai quali farò 2 bonifici separati : 1 per La costruzione e l’impiantistica, 1 per il portone sezionale. Rientreranno poi tutti e due nella detrazione del 50%
    C) In quanto rientra nell’argomento ristrutturazione, il box ex-novo, può usufruire dello sconto in fattura o della cessione del credito? Il mio costruttore dice “assolutamente NO”, a me non sembra proprio cosi.
    Grazie per la sua cortese attenzione ed eventuale feedback

    Rispondi
  • MARIA LOREDANA FERRONATO
    27 Settembre 2021 12:26

    NEL 2019 la ditta costruttrice della mia casa ha emesso fattura per costruzione box auto per euro 20.000. Non ho chiesto detrazioni perche ho sbagliato a fare il bonifico. Ora ho capito che a fatturazione era molto bassa, il costo effettivo supera di molto questo importo.
    Chiedo se posso farmi emettere una nuova fattura per arrivare al costo effettivo, tenendo presente che la ditta costruttrice nel frattempo ha cambiato partita IVA , anche se il titolare rimane la stessa persona. E di conseguenza vorrei chiedere la detrazione per tutte e due le fatture . Grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      29 Settembre 2021 17:18

      Il quesito non è molto chiaro… sta ancora pagando un box ultimato nel 2019?

  • salve,ho un permesso di costruzione di una autorimessa pertinente all’abitazione privata e vorrei sapere se la spesa dell’atto d’obbligo presso il notaio richiesto dal mio comune è possibile pagarlo tramite bonifico e quindi usufruire del bonus per la detrazione.grazie

    Rispondi
  • Leggendo tra i commenti, sembrano cumulabili nella spesa di nuova costruzione autorimessa pertinenziale anche il cancello carrabile per l’accesso all’autorimessa e la corsia di collegamento con relativa pavimentazione.
    C’è una circolare dell’Agenzia delle Entrate che lo attesti o si tratta di semplice interpretazione? Giusto per evitare contestazioni..
    Grazie mille!

    Rispondi
  • Preg.mo Arch. Carmen Granata.
    Ho acquistato appartamento con box pertinenziale direttamente dalla società costruttrice nel mese di settembre dello scorso anno.
    La mia domanda è una.
    Considerato che la costruzione è di circa 10 anni fa posso sempre usufruire della detrazione dei costi di realizzazione del box (ovviamente facendomi rilasciare apposita dichiarzione dal costruttore)?? Nell’atto di vendita notarile questo è riportato…….il mio dubbio è riferito al fatto che ho acquistato dal costruttore a distanza di circa 10 anni dalla realizzazione.
    La ringrazio anticipatamente per il suo solito e cortese riscontro.
    Pasquale Pisani

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Luglio 2021 19:54

      Posso confermarle di sì perchè, a differenza di altre agevolazioni per l’acquisto, non ho trovato nella norma il riferimento ai 18 mesi dall’acquisto. L’importante è che la vendita sia effettuata direttamente dal costruttore.

  • Buon Pomeriggio, Arch. Granata .
    Ho dato mandato tramite progetto, di costruire su mio terreno una casa di mia proprietà.
    Terminata l´opera deve essere effettuato atto notarile da parte della ditta costruttrice affiche´io diventi proprietaria, o basta la concessione edilizia.
    Nella costruzione ci sono due appartamenti di cui uno prima casa e quattro garage.
    Posso far diventare pertinenziali due garage ad appartamento?
    L´iva al 4% riguardera´solo un garage o anche il secondo pertinenziale alla prima casa.
    se rivendo un garage l´eventuale acquirente puo´avere la detrazione 50% solamente con atto notarile oppure serve fattura.
    Grazie e Cordiali Saluti
    Attendo con ansia la Sua Gentile risposta

    Rispondi
  • salve, sto acquistando un box che sarà di pertinenza con la mia abitazione. Per usufruire della detrazione il costruttore oltre a rilasciare una dichiarazione che attesti l’ammontare delle spese sostenute per la realizzazione del box, devo farmi rilasciare anche la fattura? Farò un bonifico parlante il giorno della stipula dell’atto. Non vorrei che mi mancasse qualche documento quando vado a fare la dichiarazione dei redditi. grazie

    Rispondi
  • Buongiorno Arch., stiamo realizzando una nuova abitazione e quest’anno abbiamo ultimato l’impianto elettrico del garage di pertinenza della casa. Volevo sapere se le spese relative all’impianto possono essere portate in detrazione 50% (così come fatto per le opere edili) e quale dicitura deve inserire il professionista nella fattura.
    Cordialità
    Massimo

    Rispondi
  • Francesco
    3 Luglio 2021 1:59

    Salve architetto, sto costruendo casa e avendo letto che le spese inerenti il box auto di pertinenza sono detraibili al 50%, desideravo sapere se il credito che ne deriva, può essere ceduto alla banca o meglio ancora all’impresa costruttrice?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Luglio 2021 19:25

      Sì.

    • Mi scusi architetto, ma il mio commercialista continua a dirmi che non posso cedere il credito alla ditta costruttrice, cortesemente mi indica l’articolo di legge che me lo consente? grazie anticipatamente

    • arch. Carmen Granata
      12 Luglio 2021 17:43

      Devo dire che rileggendo l’art. 121 del decreto 34/2020 ha ragione il suo commercialista. La cessione si può applicare solo agli interventi di recupero, non di nuova costruzione. Quindi se si fosse trattato di ristrutturazione del box auto andava bene, ma poichè si tratta di nuova costruzione purtroppo no.

  • Buongiorno architetto.
    Sto ristrutturando con specifica autorizzazione un immobile abitativo con diritto all’utilizzo di 96.000 euro di spese detraibili. Contempraneamente (con un’altra specifica autorizzazione) sto costruendo sul terreno della casa (con l’aiuto di un’impresa edile) un box che sarà pertinenziale all’immobile abitativo : posso usufurire di un altro plafond di 96.000 euro? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      2 Luglio 2021 11:00

      No, il tetto di spesa è considerato per intervento e per anno. Se rimanda la costruzione dle box di un anno, potrà usufruire di un nuovo plafond.

  • Gent.le Arch. Granata,
    nel corso del 2021 ho acquistato un box pertinenziale di nuova costruzione con l’obiettivo di fruire della detrazione 50% costi di costruzione.
    Ora sto valutando l’acquisto di un ulteriore box nuovo entro fine 2021: rimane la possibilità di fruire dell’agevolazione fiscale – nei limiti ovviamente dei 96k€ per unità?
    Infine, si “vocifera” di riordino IRPEF per il 2022 con relativo abbattimento agevolazioni fiscali. Per la sua esperienza, ritiene che l’eventuale riforma possa ledere i diritti già acquisiti con gli acquisti fatti negli anni precedenti? Mi rendo conto che ci vorrebbe “la sfera di cristallo”….
    Grazie anticipatamente per la cortesia e professionalità

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Giugno 2021 19:28

      Le do una bella notizia: non solo può usufruire della detrazione per l’acquisto di un altro box, ma anche di un ulteriore tetto di 96.000 euro.
      In merito invece alla seconda domanda, posso rassicurarla che se anche le agevolazioni “sparissero” nel 2022, quelle già acquisite negli anni precedenti non potrebbero essere toccate per tutta la loro durata.

  • Gentile Arch. a breve dovrò iniziare i lavori di ristrutturazione di posto auto coperto pertinenziale all’immobile di mia proprietà e accatastato C/6. I lavori di ristrutturazione riguarderanno la chiusura con muri in carton gesso per esterno e e infissi oltre che all’apertura di una porta tra l’abitazione e il garage.
    Per questi lavori posso cedere il credito all’impresa o alla banca? Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno, in questi anni abbiamo ristrutturato una abitazione degli anni 50, fruendo del bonus per ristrutturazione. Adesso dovremmo alzare lo scivolo che accede al garage e rivestirlo (al momento c’è un gradino che ci rende impossibile l’accesso con l’auto), fare un fondo perduto, rifare i muretti di contenimento che sono scoppiati e rivesturli. Abbiamo chiesto al nostro geometra e dice che di tratta di manutenzione ordinaria. Secondo lei? Grazie, Lisa.

    Rispondi
  • Buongiorno,
    possiedo un’abitazione che comprende già una pertinenza di tipo c/2 (una legnaia), posso costruire un garage in categoria c/6 e usufruire delle detrazioni del 50%.
    Inoltre a breve inizierò anche una ristrutturazione sull’abitazione (prima casa) e che chiederò detrazioni anche per questi lavori.
    Grazie.

    Rispondi
  • Buon giorno a Lei architetto. Stiamo costruendo nuova abitazione unifamiliare con box..
    Nella detrazione 50% del box come struttura, posso includere il relativo impianto elettrico, serramenti (porte/bascule e finestre) piastrelle eventuale colonnina ricarica auto elettrica, Cancello elettrico e cancellata posta su muro contenimento, rampa accesso box e muri di contenimento,

    Rispondi
  • Buonasera Architetto,
    Vorrei sottoporre alla sua cortese attenzione il mio caso:
    In data 10 dicembre 2020, tramite atto notarile, ho firmato il contratto preliminare di compravendita di un appartamento+box auto di nuova costruzione.
    La costruzione sta avendo luogo a seguito di demolizione di un ex asilo.
    Al 30/12/2020 ho eseguito bonifico parlante per l’acquisto del garage, con conseguente emissione di fattura e dichiarazione da parte del costruttore.
    Ovviamente, non essendo ancora ultimato, allo stato attuale non possiedo i dati catastali del garage.
    Posso, senza di questi, portarlo in detrazione nel 730/2021?
    Se si, che cosa posso indicare al posto dei dati catastali, che avrò solo a fine di quest’anno? Inoltre, è corretto indicare come importo il costo dichiarato dal costruttore + iva 4%?
    Nel ringraziarLa per l’attenzione e professionalità, cordialmente saluto.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Maggio 2021 19:13

      Secondo me non è possibile fruire dell’agevolazione, non tanto per i dati catastali, ma perchè il costruttore deve dichiarare il costo di “realizzazione”, non un costo stimato, ad es. da computo.
      Spero di sbagliarmi, per cui la invito ad approfondire presso l’AdE.

  • Buongiorno Architetto,
    il box auto che sto costruendo per la mia nuova casa, ha poi altre 2 piccole stanze in fondo, una è un piccolo ripostiglio mentre nell’altra ci sono la pompa di calore, quadro elettrico, ecc… Si possono detrarre al 50% anche la costruzione di queste 2 stanze?
    Sopra al box auto c’è una grande stanza mansardata con altezza minima m.1,40; si può detrarre anche questa zona come ad esempio il tetto, oppure ci si deve fermare alla soletta che separa box auto dalla stanza sopra il box?
    Grazie.

    Rispondi
  • Buon giorno a Lei architetto. Stiamo costruendo nuova abitazione unifamiliare con giardino e box .
    Oltre alla detrazione 50% del box con annesso impianto elettrico, serramenti (porte/bascule e finestre) piastrelle eventuale colonnina ricarica auto elettrica, Cancello elettrico e cancellata posta su muro contenimento, rampa accesso box e muri di contenimento, è possibile detrarre:
    – spese per sistema giardino (bonus verde)?
    – per installazione casetta attrezzi?
    – cisterna 8000 litri per recupero acqua piovana per conseguente irrigazione?
    – Predisposizione fotovoltaico?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Maggio 2021 17:08

      Per le nuove costruzioni è detraibile solo il box auto.

  • Buonasera, vorrei porle un quesito.
    Acquistero 3 locali categoria c6 dalla ditta costruttrice. I locali attualmente sono classificati c3 ma prima del rogito saranno oggetto di variazione catastale in c6. Abbiamo convenuto un prezzo totale che è inferiore ai costi di costruzione(la societa è in liquidazione e vuole sbarazzarsene) posso detrarre le spese di costruzione che ammontano a 25 mila euro mentre il prezzo pagato e di 20 mila? che cifra devo portare in detrazione? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Maggio 2021 16:45

      Le ricordo che i box auto devono essere di nuova costruzione (ultimati da non più di 18 mesi) e risultare pertinenziali. La variazione non deve essere ovviamente solo catastale.
      Nulla vieta di pagare un prezzo inferiore al costo di costruzione, purchè questo sia certificato come previsto. Ovviamente in questo caso potrà detrarre il 50% di tutta la cifra pagata.

    • Gentile Dottoressa, grazie per la risposta, ma forse non sono stato chiaro in un punto, mi spiego meglio. I locali sono accatastati in categoria c3, ma al comune risulta invece che detti locali hanno agibilita come garage. Quindi risulta una difformità, pertanto il tecnico mi ha riferito che “le carte” che hanno valore sono quelle depositate al comune, a questo punto il costruttore, che ha terminato la costruzione di questi locali 15 anni fa, prima di venderli per avere la conformita catastale li ha trasformati in c6. i locali non hanno subito nessun intervento di ristrutturazione, hanno solo cambiato categoria catastale. Da qui l domanda. Posso usufruire delle detrazioni? la questione dei 18 mesi se non ho capito male riguarda solo i locali abitativi che hanno subito una ristrutturazione. Nel caso avessi capito male , mi sa indicare la circolare dove viene specificato questa cosa dei 18 mesi. grazie anticipatamente.

    • arch. Carmen Granata
      25 Maggio 2021 10:38

      Ha ragione: in realtà si parla solo di box auto “nuovi”, quindi di fatto non deve esserci stato altro passaggio di proprietà dal costruttore all’acquirente. Se tutto risulta conforme dal punto di vista urbanistico e catastale non dovrebbero esserci problemi.

  • salve,
    Volevo chiederle se applicando una pensilina fissa e rigidamente ancorata al suolo per protezione di 2 auto e sulla quale il comune chiede di presentare CILA, posso richiedere la detrazione IRPEF 50% come pertinenza.
    Parlo di abitazione singola.
    grazie
    per la risposta

    Rispondi
  • Alessandro
    6 Maggio 2021 12:13

    Buongiorno,
    è possibile cedere il credito di imposta di un garage nuovo?

    Rispondi
  • Buongiorno architetto,
    se, dopo l’agibilità, rimarrebbero altri lavori per completare il box auto (es.rampa di accesso, pavimentazione esterna, ecc…), potrei ancora usufruire della detrazione 50% successivamente, cioè un anno o due dopo, sempre che la detrazione sia ancora in vigore?
    Un’altra domanda: anche il cancello di entrata dell’auto, dove poi segue la pavimentazione, rientra nella detrazione?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Maggio 2021 19:36

      Sì, però se si tratterà di prosecuzione di lavori, rientrerà tutto nei limiti di un unico bonus di 96.000 euro.

  • Buongiorno architetto,
    insieme alle spese di costruzione di un nuovo garage pertinenziale è detraibile anche la relativa rampa di accesso e pavimentazione?
    Ringrazio anticipatamente
    cordiali saluti

    Rispondi
  • Salve Architetto,
    ho comprato un appartamento e ristrutturato nel 2019 usufruendo delle detrazioni di tutto il basket dei 96000€. Nel 2020 ho comprato un box da un costruttore rendendolo pertinenziale. Ho diritto alle detrazioni dei costi di costruzione?
    Grazie

    Rispondi
  • Buonasera Arch.,
    sono a chiederle se posso usufruire del bonus box auto per SOSTITUZIONE DEL MANTO DI COPERTURA (da semplice lastra di lamiera a un pannello in rame coibentato) del locale adibito a posto auto coperto e piccolo annesso lavanderia (categoria C/6) di una villetta unifamiliare per la quale ho già presentato Istanza di Autorizzazione paesaggistica con procedimento semplificato e successiva Cila. La ringrazio tantissimo e complimenti per le sue puntuali risposte. Cristina

    Rispondi
  • Buonasera Architetto, vorrei demolire la copertura per posti auto non pertinenziali (l’autorizzazione del Comune non lo specifica) presente nel giardino di casa e costruire una nuova tettoia per posti auto pertinenziali con dimensioni e caratteristiche diverse, è possibile usufruire delle detrazione 50% e procedere con SCIA alternativa al permesso di costruire ?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      29 Aprile 2021 19:29

      E’ possibile fruire della detrazione, ma il titolo necessario andrà valutato facendo un’analisi documentale.

  • Buonasera architetto volevo chiedere, cortesemente, se realizzò nel box auto due pareti in cartongesso con relativa porta rei per dividere la lavanderia dal garage posso usufruire la detrazione del 50 per cento come manutenzione straordinaria? Le faccio presente che nella lavanderia c’è la lavatrice e l’asciugatrice. Grazie mille e distinti saluti.

    Rispondi
  • Buona sera, ho un appartamento cointestato con il coniuge (comunione dei beni).
    Ora sto valutando l’acquisto di un garage pertinenziale.
    Domanda: tale pertinenza deve essere di proprietà dei medesimi soggetti dell’appartamento o può essere intestato anche ad uno solo di loro ?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      14 Aprile 2021 19:51

      In base alla circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 3/E del 2 marzo 2016, paragrafo 1.4, è possibile il contrario, quindi alla fine credo che uno dei due immobili (principale e pertinenza) possa essere in comproprietà e l’altro no.

  • Buonasera Arch.Granata,
    Le porgo alcuni quesiti, sto costruendo casa con autorimessa al piano interrato e volevo usufruire della detraibilità al 50%. Oltre alle spese x strutture, progettazione ecc dovrebbero entrare in detrazione pure le finiture ed anche la rampa di accesso e pavimentazione corretto?
    Un altro punto che non mi é chiaro. Diversamente da chi acquista un box che ha il suo costo e quindi il calcolo della detrazione è immediato e definitivo…chi costruisce una autorimessa come nel mio caso e dovrà ricevere più fatture da diversi fornitori e quasi sicuramente in anni diversi?
    Ultima domanda…ai fini della fatturazione del fornitore deve esserci una dicitura particolare per poter rientrare nelle detrazioni?
    Grazie anticipatamente

    Rispondi
  • Buongiorno Arch. Granata,
    mi sto accingendo alla realizzazione di nuova abitazione (1° casa) con box.
    nei costi da poter portare in detrazione al 50% rientrano tutti i costi di realizzazione del box?
    platea, muri, pavimentazione, tetto, isolamenti, serramenti, basculante, imp. elettrico?
    la zona antistante al box, per essere portata anch’essa in detrazione dovrebbe figurare come posto auto?
    è necessario che sulle fatture ci sia specificato che sono relative al corpo box?

    Rispondi
  • Gent.le Arch. Granata,
    mi permetta un ulteriore quesito: successivamente all’acquisto del box avvenuto usufruendo dei benefici IRPEF della detrazione 50%, è possibile la successiva rivendita di detto box mantenendo comunque per tutti i 10 anni il beneficio fiscale della detrazione?
    Grazie anticipatamente

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      1 Aprile 2021 10:04

      Sì, purchè prenda accordi tali con l’acquirente (se non ci sono indicazioni specifiche il beneficio si trasmette automaticamente all’acquirente).

  • Buongiorno Gent.le Avv. Granata,
    sto valutando l’acquisto di un box nuovo di pertinenza dell’abitazione principale. Sarebbe il quarto che inserirei come pertinenziale.
    In relazione alla possibilità di usufruire della detrazione 50% sui costi di costruzione avrei i seguenti quesiti:
    – mi confermerebbe che il costo di costruzione dei diversi box non si cumula, ma su ciascuno vale individualmente il limite dei 96.000€ ex art 16 bis..
    – sarebbe inoltre possibile cedere il credito d’imposta ad una Banca ex art 121 Bonus Ristrutturazioni o potrei solo utilizzarne la detrazione a fini IRPEF in 10 anni?
    Grazie infinite per la cortesia e professionalità

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      29 Marzo 2021 19:46

      NON SONO AVVOCATO… 🙂
      1. il plafond di 96.000 è annuale, quindi se lei acquista due box in un anno lo considera per due, se acquista un box all’anno, riparte ogni volta da zero
      2. No, non è possibile usufruire della cessione.

    • Grazie 1000 per la pronta ed accurata risposta.
      E mi perdoni x la gaffe… la “a” iniziale nel titolo mi aveva confuso……

  • Salve Arch. Granata, posso cedere la mia detrazione fiscale del 50% alla società che mi effettuerà i lavori?
    Grazie mille in anticipo per la sua attenzione

    Rispondi
  • Buongiorno architetto, nel 2021 avvierò la costruzione di una villa unifamiliare, dove una parte del seminterrato sarà destinata a box. Mi sembra di capire che per le spese di realizzazione del box posso usufruire della detrazione del 50%. Per ottenerlo serve obbligatoriamente il permesso a costruire oppure basta anche la SCIA alternativa al Permesso di Costruire, che nel mio caso mi permetterebbe di avviare i lavori con molto più anticipo rispetto al rilascio del permesso?
    Anticipatamente grazie per la risposta.

    Rispondi
  • Buongiorno Gent.ma Arch.Granata, in passato ho acquistato due box pertinenziali e adiacenti dei quali usufruisco già delle detrazioni, nel caso volessi aprire un varco (o una porta) per renderli comunicanti perderei qualche beneficio di detrazione? Come sempre la ringrazio anticipatamente per i suoi preziosi consigli.
    Davide

    Rispondi
  • buonasera, sto valutando la costruzione di un box di tipo coibentato o in cemento prefabbricato nel giardino di mia proprietà quali di queste voci sono detraibili:
    progettazione
    platea in cemento antisismico
    installazione del box.
    Resta inteso, come indicato nell’articolo, che dovrò con atto notarile renderlo di pertinenza dell’abitazione.
    Grazie in anticipo per la sua attenzione

    Rispondi
  • Buonasera, nel ringraziarla per la sua disponibilità, volevo porle il seguente quesito: ho acquistato, insieme alla mia compagna, nel luglio 2020 un immobile con n. 2 box pertinenziali, direttamente dal costruttore. Nel rogito notarile (unico e complessivo dei 2 box) vengono dichiarati ed acquistati al prezzo di 10.000 euro cadauno, per cui se non erro, in sede di dichiarazione dei redditi posso portare in detrazione un importo di 20.000 al 50%? Altresì ho fatto anche una ristrutturazione dell’immobile e nel complessivo da detrarre il totale da considerare è sempre di 96.000 euro?
    Nel ringraziarla anticipatamente per la sua professionalità e cortesia, i più cordiali saluti.
    Gaspare.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Febbraio 2021 11:46

      Se legge bene l’articolo vedrà che la detrazione non si applica sul prezzo di acquisto, ma sul costo di costruzione dichiarato dal costruttore.
      Confermo che il massimale totale è di 96.000 euro, perchè è rapportato all’unità di cui i box sono pertinenza.

  • Una società che acquista un’ autorimessa pertinenziale può usufruire delle detrazioni?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno, sto acquistando un appartamento nuovo con box pertinenziale.
    L’appartamento (che attualmente non è ancora accatastato) ed il box sono attualmente di proprietà di una società SRL, la quale non è l’impresa costruttrice (le due società hanno effettuato una permuta). La mia domanda è: posso usufruire ugualmente della detrazione fiscale per il box? Altra domanda: nel 2021 tale detrazione è ancora del 50%? Grazie!

    Rispondi
  • Buonasera architetto e davvero complimenti per la competenza.
    Le chiedo un parere su una abitazione (A/3) e un deposito (C/2) che io e la mia compagna stiamo per acquistare da un privato. I due immobili sono adiacenti, accatastati separatamente (stessa particella ma diverso sub), con ingresso indipendente dalla strada (ognuno ha il suo portone) e condividono sul retro un giardino.
    E’ possibile che il C/2 in questione NON sia pertinenza dell’attuale abitazione?
    Chiedo questo perché dovendo ristrutturare e accorpare i due immobili, con cambio di destinazione d’uso di parte del C/2 (parte di questo diventerà casa mentre la restante parte sarà garage di pertinenza), se non fosse pertinenza avrei la possibilità di utilizzare due volte il massimale detraibile per la ristrutturazione: 2×96.000. Dico questo perché l’AdE, in riferimento al superbonus, si è ben espressa sul fatto che al fine del calcolo dei massimali vale la situazione ante lavori. Nel caso in questione quindi, se il C/2 non fosse pertinenza allora i massimali per la ristrutturazione sarebbero doppi.
    Sto fantasticando con la testa oppure ha un senso?

    Rispondi
  • Gabriele Rodeghiero
    11 Gennaio 2021 14:58

    Buonasera,
    avrei una domanda: devo realizzare un pergolato auto che si configura come edilizia libera.
    Potrà detrarlo? Se si, essendo che non ci sarà permesso di costruire, come farà a dimostrare la pertinenzialità con la casa?
    Grazie in anticipo,
    Gabriele

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      12 Gennaio 2021 19:05

      La situazione è particolare… a mio avviso potrebbe bastare l’autocertificazione e poi l’accatastamento a fine lavori come C7, ma chieda conferma all’AdE.

  • BERTILLA TOALDO
    9 Gennaio 2021 10:01

    Buongiorno, mi accingo ad acquistare da ditta costruttrice un immobile in F/3 con garage pertinenziale, da ultimare DOPO l’acquisto. Si tratta di un grezzo avanzato. Il garage in corso di costruzione ha il proprio sub come pure l’abitazione entrambi categoria F03. L’impresa mi attesta il costo di costruzione al grezzo e provvedo ad eseguire bonifico, tale importo è indicato anche nell’atto notarile. I successivi lavori di completamento che saranno a mio carico e che appalterò ad una o più imprese saranno anch’essi detraibili? Intendo la fattura per i pavimenti, impianto elettrico, basculante…ecc.ecc. se farò il bonifico parlante li posso detrarre?.

    Rispondi
  • Buongiorno gentilissima Carmen Granata espongo il mio caso al quale chiedo il vostro parere.
    Mia suocera costruirà prima casa (con agevolazioni iva 4 %) con box auto pertinenziale di sua proprietà. Il box auto sarà interrato, pertanto verrà costruito prima rispetto all’abitazione.
    Mia suocera intende dare in comodato uso gratuito il box auto e l’abitazione al figlio e a me (coniuge) con regolare contratto di comodato registrato presso agenzia delle entrate. Nel contratto di comodato verrà scritto che il comodante da in comodato ai comodatari una unità immobiliare di futura costruzione e box auto pertinenziale anch’esso di futura costruzione e che i comodatari si faranno carico delle spese di costruzione del box.
    La spesa per la costruzione del box auto e la fattura del costo di costruzione saranno intestati a me, comodataria.
    Si chiede se sono soddisfatti tutti i requisiti affinchè io possa detrarre la spesa del 50% del costo di costruzione del box nella mia dichiarazione dei redditi come previsto nella guida fiscale e quale aliquota iva si deve applicare sulla costruzione del box.
    DUBBIO INTERPRETATIVO
    Il dubbio interpretativo che non è chiarito nelle varie circolari è su due punti:
    1. è riconosciuto come documento valido ai fini della detrazione fiscale il contratto di comodato sull’immobile e box auto registrato presso l’agenzia delle entrate prima della loro ultimazione e prima dell’ accatastamento?
    2. il vincolo di pertinenzialità non è indicato nel permesso di costruire ma verrà creato a fine lavori in fase di accatastamento di casa e box. E’ comunque valido?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      10 Gennaio 2021 15:54

      1. la detrazione per costruzione box auto segue le stesse regole della più generale detrazione 50%, per cui dovrebbe essere usufruibile anche dai comodatari. Tuttavia, per esserne certi sarebbe opportuno interpellare l’AdE
      2. No, il vincolo di pertinenzialità deve essere specificato già nel PdC.

  • Buongiorno,
    complimenti per la competenza e completezza di risposte. Qualora si stia acquistando una nuova villetta, di cui compresso e costo, comprendono come unica realtà abitazione e garage (in questo caso nel seminterrato della casa), è possibile farsi fare una stima dei costi sostenuti per la costruzione del seminterrato ad uso box anche se è tutt’uno con progetto, costruzione e rogito della casa?
    La ringrazio e buone feste.

    Rispondi
  • Buongiorno,
    Sto acquistando casa, e contestualmente anche un box auto (in regola per ottenere la detrazione), ma il rogito della casa è fissato entro (massimo) i primi di giugno 2021. La mia domanda è: se acquisto il box adesso (nel 2020), ma lo metto in pertinenza dopo l’acquisto della casa nel 2021 avrò comunque diritto alla detrazione?
    Grazie in anticipo,

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto
    entro dicembre finiamo la costruzione delle fondamenta della mia prima casa e del garage di pertinenza, il fine lavori per casa e garage è prevista per la seconda metà del 2021. Chiaramente facendo riferimento al solo garage, potrò usufruire della detrazione del 50% solo per le fatture del 2020, quindi delle delle fondamenta o presentando i preventivi anche dell’intera costruzione (dato che leggendo tra le domande e risposte ho trovato un possibile vincolo al 31-12-20)? con cessione del credito o solo sconto in fattura se l’impresa mi fa il favore?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Dicembre 2020 16:25

      La bozza della legge di Bilancio prevede la proroga della detrazione 50% al 2021 per cui non dovrebbero esserci problemi.
      Sconto o cessione non sono contemplati in questo caso.

    • Grazie Architetto,
      mi domandavo se la costruzione garage è equiparata al bonus ristrutturazione perchè non dovrei usufruire della cessione del credito?

    • arch. Carmen Granata
      14 Dicembre 2020 16:59

      Perchè il decreto Rilancio la estende solo agli interventi di cui all’articolo 16-bis, comma 1, lettere a) e b), del testo unico delle imposte sui redditi, in cui non sono contemplati gli interventi di nuova costruzione.

  • Buongiorno, mi accingo ad acquistare da ditta costruttrice un immobile in F/3 con garage pertinenziale, da ultimare DOPO l’acquisto. Si tratta di un grezzo avanzato in cui il garage è praticamente ultimato.
    Per poter accedere alle detrazioni posso acquistare l’immobile così com’è o devo scorporare preventivamente il garage dall’abitazione facendolo accatastare in C/6 e lasciando l’abitazione in F/3?
    Inoltre volevo chiedere se per il 2021 permane la detrazione al 50% o è previsto il ritorno al 36%.
    grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      1 Dicembre 2020 12:52

      Non è necessaria la variazione catastale purchè dall’atto risulti la pertinenzialità.
      Per il 2021 sarà prorogato il 50%.

  • Buongiorno Architetto, sto per acquistare 1 box che diventerà pertinenziale alla mia prima casa da impresa immobiliare che non acconsente a rilasciarmi la certificazione sui costi di realizzo per accedere alla detrazione del 50% in quanto il box è stato realizzato da una impresa costruttrice sempre di proprietà della persona che detiene anche l’immobiliare. In pratica la costruttrice ha venduto alla immobiliare che sta vendendo a me, ma costruttrice e immobiliare sono della stessa persona. C’è qualche modo per cui posso accedere alla detrazione? Grazie, saluti

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      18 Novembre 2020 16:24

      No, secondo me se acquista dall’immobiliare non può usufruire del bonus.

    • Buonasera Sig. Dario,
      Io avevo esposto un quesito apparentemente simile all’architetto, però non sono stata così fortunata da avere un responso.

    • arch. Carmen Granata
      19 Novembre 2020 19:30

      Gen.le sig.ra Roberta, se non ha ricevuto un “responso” il motivo è che la sua era qualcosa come la decima domanda che inviava… Rispondo con piacere a un paio di quesiti di carattere generale, ma quando diventano così numerosi si configura una consulenza personalizzata, che non rendo a titolo gratuito.

    • Gentilissima arch. Granada, se rilegge bene, la mia non era di certo una critica!!
      Ci mancherebbe, lei è libera di fare ciò che vuole!!
      Io seguivo con piacere i suoi articoli e costantemente ricevevo notifiche per email ogni qualvolta si aggiungeva un commento altrui e lei rispondeva, perché la trovo competente e ben informata e quasi mai i suoi collegi lo sono su questioni burocratiche.. manco i commercialisti lo sono!
      Pensavo che i commenti sotto ai suoi articoli fossero una sorta di chat condivisa e di reciproca condivisione di nozioni, ma se i miei commenti la infastidiscono, tolgo tranquillamente il disturbo.
      Lei fornisce gentilmente il suo parere a molte persone, ma ricordo a tutti che esiste GRATUITAMENTE la possibilità per ogni cittadino di scrivere direttamente il proprio quesito all’Agenzia delle Entrate attraverso le istanze di interpello e avrete così risposte certe che potrete fare valere anche in caso di contestazioni e controlli futuri da parte della stessa.
      Viceversa qualsiasi altra consulenza a pagamento, seppur resa con massima professionalità come sembra averne lei, non potrà mai salvarvi di fronte al Fisco, qualora la consulenza abbia sbagliato.
      Questo è il motivo per cui non le chiedo consulenza e commentavo ai suoi articoli per avere un pacifico scambio di idee, che ovviamente, ribadisco, non avrei chiesto se non la reputassi competente.
      Arrivederci

    • arch. Carmen Granata
      20 Novembre 2020 13:02

      Innanzitutto mi chiamo Granata, ma non fa niente… 🙂
      Non mi ha infastidito il suo commento, anzi può partecipare quando vuole e portare la sua esperienza. Non mi piaceva soltanto il fatto che passasse l’idea che avessi lasciato inevasa una risposta a lei, mentre rispondevo ad altri, come il sig. Dario.

  • Buongiorno Architetto.
    Sto costruendo un box auto in pertinenza, e sto usufruendo della detrazione del 50%.
    Ho deciso di aggiungere un lavandino e una piccola doccia. In questo caso le spese per queste aggiunte sono detraibili?
    Inoltre è possibile mettere una caldaia per riscaldare l’ambiente (vivo in una zona molto fredda e umida) e usufruire ugualmente della detrazione?
    Grazie
    Mirko

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      13 Novembre 2020 19:09

      Nella maggior parte dei comuni non è consentito realizzare un servizio igienico nel box auto e neanche riscaldarlo.
      Il suo progetto cosa prevede? Se queste cose non ci sono, commetterebbe una irregolarità e potrebbe perdere le detrazioni.

  • Buongiorno. Sto acquistando un appartamento da costruttore che ha ristrutturato l’intera palazzina. Su questo appartamento vorrei richiedere detrazione per ristrutturazione. Inoltre acquisterò due nuovi box pertinenziali costruiti ex novo nella palazzina. Posso cumulare detrazione per l’appartamento e per i box? Grazie

    Rispondi
  • Buonasera Architetto,
    sto costruendo la mia prima casa. Per il box auto, per ottenere la detrazione 50%, si possono fare più fattura (cioè quella dell’impresa edile, quella dei serramenti, quella dell’elettricista, ecc…) oppure solo quella dell’impresa edile?
    Nel senso, elettricista serramentista ecc… devono fatturare all’impresa che poi fatturerà con unica fattura a me oppure posso chiedere io fatture separate agli artigiani purché inerenti al box auto?
    Grazie
    Davide

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Novembre 2020 19:24

      Può farsi fare fatture distinte dalle varie ditte.

    • si può ottenere solo la detrazione in 10 anni oppure anche lo sconto in fattura? Inoltre, la detrazione box auto scade il 31/12/2020, salvo eventuale proroga?

    • arch. Carmen Granata
      13 Novembre 2020 19:12

      Anche sconto e scadenza il 31 dicembre.

  • Buongiorno Architetto,
    sto valutando l’acquisto di un’abitazione costruita nel 1050 con sia box che posto auto condominiale di pertinenza,
    Non mi è possibile recuperare alcuna dichiarazione del costruttore che all’epoca ha realizzato il box relativamente al valore di costruzione.
    posso sopperire in qualche modo (ad esempio perizia di un professionista) o non posso accedere alla detrazione sia per il box che per il posto auto condominile?
    grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Novembre 2020 19:22

      L’agevolazione è solo per chi acquista direttamente dal costruttore box di nuova costruzione.

  • Buonasera Architetto
    Sto pavimentando con un pavimento in gres un terrazzino con affaccio di due stanze del primo piano, questo terrazzino chiaramente è il lastrico solare del garage di nuova costruzione, pertinente all’abitazione. I lavori di pavimentazione si possono portare in dertrazione?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno,
    sono un costruttore e sto realizzando un box pertinenziale ad un mio cliente.
    Non essendo una vendita, ma bensì una costruzione diciamo a “SAL”, devo comunque dichiarare i costi di realizzazione e solo quelli saranno detraibili dal mio cliente (quindi escluso il mio ricarico)? Avevo intuito che in caso di costruzione e non di vendita c’era una differenza.
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Ottobre 2020 19:35

      Sì, infatti in caso di costruzione deve semplicemente fatturare i lavori e il cliente detrae quelle spese.

  • Lorenzo Antonio
    22 Ottobre 2020 16:02

    Buongiorno.
    Ho intenzione di fare due posti auto da rendere pertinenziali a una seconda casa. Per la detrazione ristrutturazione del 50% va bene una SCIA (al posto della concessione edilizia che non esiste più)?
    Posso rendere pertinenziali due o più posti auto a un appartamento?
    Grazie e cordiali saluti

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Ottobre 2020 12:37

      Il titolo autorizzativo non c’entra niente con le detrazioni.
      Per la costruzione di due nuovi box auto ci vuole il Permesso di Costruire, che appunto sostituisce la concessione edilizia da queasi vent’anni.
      Può avere come pertinenza dell’abitazione qualsiasi numero di box auto.

    • Lorenzo Antonio
      23 Ottobre 2020 16:20

      Buongiorno.
      Una delucidazione
      Sarebbero due posti auto scoperti (non box) pertinenziali: può andar bene anche la SCIA al posto della concessione edilizia?
      Grazie e cordiali saluti.

    • arch. Carmen Granata
      23 Ottobre 2020 16:44

      Cosa intende esattamente per posti auto “scoperti”? Una porzione di cortile destinata al parcheggio?

    • Lorenzo Antonio
      23 Ottobre 2020 18:08

      Si.

    • arch. Carmen Granata
      24 Ottobre 2020 11:52

      In questo caso non c’è bisogno di alcun titolo abilitativo, si va in edilizia libera e basta una semplice autocertificazione.

    • Scusi architetto, ma non dipende dal tipo ti struttura che si intende installare? Se si tratta di una pergola/tettoia fissa a me han detto che bisogna richiedere un permesso in comune (non ricordo il nome del titolo)

    • Lorenzo Antonio
      24 Ottobre 2020 20:35

      Grazie e cordiali saluti.

    • arch. Carmen Granata
      25 Ottobre 2020 17:53

      @Rob: legga bene di cosa stiamo parlando io e il sig. Lorenzo Antonio.

  • Buongiorno Architetto,
    Volevo domandarle se la detrazione fiscale per acquisto box pertinenziale di nuova costruzione fosse applicabile anche quando a venderlo sia una società immobiliare a cui è intestato il permesso a costruire e si sia avvalsa mediante appalto di un’impresa di costruzione. La ringrazio

    Rispondi
  • Paolo Costanzo
    30 Settembre 2020 8:31

    Buongiorno e grazie per la risposta.
    Mi ero spiegato male.
    In effetti il problema non è la fattura che ovviamente posso avere. Il problema deriva proprio dal fatto che sarà la banca al momento del rogito a saldare tutto tramite mutuo.
    Non c’è proprio nessun’altra soluzione?
    Grazie e buona giornata.
    Paolo Costanzo

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      30 Settembre 2020 17:20

      Sig. Costanzo… per la banca “saldare tutto tramite mutuo” significa che le verserà dei soldi sul conto corrente che lei dovrà utilizzare esclusivamente per pagare l’acquisto. Quindi è lei che deve fare il bonifico e può scegliere quello per le detrazioni.

  • Paolo Costanzo
    20 Settembre 2020 11:15

    Buongiorno.
    Faccio seguire in questa sezione il mio quesito riportato il 18 settembre nella rubrica “Nuove costruzioni: quando si può avere il bonus 50%”.
    Ho letto attentamente l’introduzione e qualche commento ma non sono riuscito a giungere alla soluzione del mio problema che qui riporto.
    Come già detto ho acquistato una casa con box pertinenziale. Ho versato la caparra ed effettuato il preliminare di vendita davanti a un notaio.
    La restante cifra verrà versata tramite mutuo all’atto del rogito.
    Pur non avendo problemi a farmi rilasciare l’attestazione dei costi di realizzazione non ho tuttavia la fattura relativa a questi e soprattutto non potrò fare il bonifico per saldare la stessa, requisito fondamentale per fruire della detrazione.
    Come si può fare quindi per risolvere il problema?
    Grazie e buona giornata.
    Paolo Costanzo

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      26 Settembre 2020 13:25

      Purtroppo sono questi i requisiti richiesti… Con il mutuo il bonifico lo fa la banca, per quanto riguarda la fattura, non vedo perchè ci sia un problema a farla distinta per il box.

  • Buongiorno Architetto,
    a luglio 2020 ho sottoscritto preliminare di acquisto per nuovo appartamento in costruzione, con box e posto auto pertinenziali.
    Alla firma del preliminare ho versato una caparra confirmatoria.
    Gli acconti e il rogito avverranno nel 2021.
    Nel 730/21 potrò portare in detrazione del 50% per box e posto auto quanto ho versato come caparra confirmatoria nel 2020 (cifra che è inferiore alla stima del costo di costruzione di box e posto auto)?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      31 Luglio 2020 11:34

      Sì, se dal preliminare risulta il vincolo di pertinenzialità.

    • Grazie della rapida risposta.
      Per la detraibilità della cifra versata nel 2020 (caparra) può quindi essere sufficiente un documento con cui il costruttore stima i costi di costruzione di box e posto auto?
      I costi a fine 2020 non saranno ancora noti, essendo l’immobile in costruzione (con fine lavori prevista a ottobre 2021).
      Grazie ancora e complimenti per il sito.

    • arch. Carmen Granata
      31 Luglio 2020 12:15

      Grazie. Il costo di costruzione deve essere indicato con precisione, non solo stimato. Può farsi dare questo documento quando pagherà il saldo.

    • Riassumendo, se ho ben compreso, i passaggi potrebbero essere:
      – preliminare con indicazione della pertinenzialità, registrato e con pagamento della caparra nel 2020
      – caparra sicuramente inferiore al costo di costruzione delle pertinenze
      – porto in detrazione la caparra, nel 730/21
      – al rogito (nel 2021), ottengo dichiarazione del costruttore sui costi effettivi
      – porto in detrazione la differenza fra costo e caparra, nel 730/22
      Ho inteso correttamente?
      Nuovamente grazie.

    • arch. Carmen Granata
      4 Agosto 2020 15:56

      Sì.

    • Di nuovo grazie per le risposte, Architetto.
      Rileggendo, mi viene un dubbio riguardo l’affermazione “Il costo di costruzione deve essere indicato con precisione, non solo stimato. Può farsi dare questo documento quando pagherà il saldo.”
      Se ottengo dal costruttore l’attestazione del costo di costruzione al saldo (quindi fine 2021), sulla base di quale documentazione posso portare in detrazione il versamento effettuato nel 2020?
      Cioè al momento del 730 del 2021 mi troverei non in grado di giustificare la detrazione, non avendo attestazione del costo. O sbaglio?

    • arch. Carmen Granata
      5 Agosto 2020 11:52

      Questo è vero… ma è anche vero che è poco plausibile che facciano già controlli a pochi mesi dalla prima dichiarazione.
      Cmq, per sicurezza, può farsi dare un documento con il costo stimato ora e quello definitivo al saldo.

    • Nel frattempo è emerso un limite più significativo, che non avevo considerato nei ragionamenti precedenti.
      Le costruzioni saranno accatastate solo dopo la variante finale e quindi in prossimità della fine dei lavori. Parliamo quindi della seconda metà del 2021.
      Nel presentare il 730/21 non avrei quindi gli identificativi catastali (e neppure la domanda di accatastamento) da indicare.
      Questo immagino renda del tutto impossibile poter procedere nel 730/21…

    • arch. Carmen Granata
      7 Agosto 2020 10:15

      Se acquista al finito, sì. Per ulteriori info: https://www.guidaxcasa.it/richiedi-consulenza-le-detrazioni/

    • Sì certo, acquisto al finito.

  • Buongiorno arch Grana,
    ho fatto automatizzare un box e inserire delle nuove serrature per sicurezza.
    Nella descrizione è indicato:
    AUTOMAZIONE PORTE BASCULANTI xxx
    CON SISTEMA DI SICUREZZA –
    Posso procedere con un bonifico per detrazioni e recuperare il 50% avendo messo delle serrature come anti-effrazione?
    La ringrazio anticipatametne.
    DAVIDE

    Rispondi
  • Buongiorno, se è stato fatto costruire un garage e sono state pagate tre fatture diverse a tre ditte/professionisti diversi, nel 730 devo compilare solo un rigo per il totale o dovrò compilare tre righi diversi?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno, vorrei sapere che causale va messa sul bonifico che devo fare per portare in detrazione il 50% del solo costo di realizzazione o se basta inserire solo i dati catastali del box.
    grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Luglio 2020 16:29

      Deve inserire la stessa causale per ristrutturazione, che trova indicata qui: https://www.guidaxcasa.it/come-compilare-il-bonifico-parlante/

    • Nel bonifico parlante però chiede i dati della fattura che in realtà non ho perché il box verrà acquistato con la casa e quindi con atto notarile, quindi dovrò presentarmi dal notaio già con il bonifico fatto.
      Pensavo quindi di fare il bonifico normale con indicati i dati catastali del box ed inserire una causale specifica che però non conosco.
      Grazie

    • arch. Carmen Granata
      22 Luglio 2020 10:14

      Avevo capito che doveva pagare un box fatto costruire direttamente da lei.
      In caso di acquisto, invece, non c’è obbligo di bonifico parlante e può fare tranquillamente quello ordinario.

    • Che causale scrivo?

    • arch. Carmen Granata
      22 Luglio 2020 10:36

      “Acquisto box auto detrazione ex articolo 16-bis del DPR 917/1986)”.

  • Massimo Scrimitore
    17 Luglio 2020 15:07

    Buongiorno, 3 anni fa ho acquistato una casa con un box di pertinenza per il quale il costruttore mi ha rilasciato una dichiarazione ai fini della detrazione. Il box l’ho pagato con apposito bonifico.
    Ora ho cambiato CAF e mi dicono che non posso portare in detrazione il box perché è stato incluso nell’atto di vendita e non ho una fattura a parte per tale box.
    È corretto o si stanno sbagliando?
    Massimo Scrimitore

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      17 Luglio 2020 18:27

      Il costruttore doveva rilasciarle un certificato con il costo di costruzione del box (è solo quello che si può scaricare, e non tutto il prezzo pagato).
      Se ha quello, non importa che il box sia stato pagato insieme alla casa.

  • Buongiorno,
    i miei suoceri hanno fatto costruire un garage pertinenziale.
    Anche altri condomini del complesso dove abitano hanno fatto la stessa cosa.
    Sono state pagate, tramite i bonifici specifici 3 fatture a tre ditte diverse nell’anno 2019 relative ai lavori di costruzione, ed un’ultima fattura a saldo, solo ad una ditta, nel 2020.
    Volevo sapere se gli importi relativi alle 3 fatture possono essere già portati in detrazione nella dichiarazione dei redditi di quest’anno e se, parlando di modello 730, deve essere compilato un unico rigo o 3 righi diversi.
    Si fa presente che il garage è stato ultimato… non è ancora stato accatastato e non è stato fatto ancora un rogito causa covid-19, che si farà a breve, ma vi è un atto di acquisto relativo al terreno dove si evidenzia la costruzione dei garage pertinenziali.
    Immagino che l’ultimo importo a saldo, essendo stato pagato nel 2020 andrà in detrazione della dichiarazione del prossimo anno, compilando un nuovo rigo…
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      17 Luglio 2020 18:24

      Le fatture del 2019 andranno inserite nella dichiarazione che si presenterà nel 2020.

  • Buongiorno Gent.mo arch,
    ho già acquistato casa e box pertinenti un paio d’anni fa usufruendo delle detrazioni al 50% a riguardo del costo di costruzione.
    Con l’acquisto di ulteriori box (sempre pertinenti) effettuati quest’anno potrò usufruire sempre del 50% o scende al 36%, avevo sentito parlare di una riduzione % a meno di proroghe, me lo può confermare? Grazie

    Rispondi
  • Nadia Ghiringhelli
    9 Luglio 2020 15:41

    Buongiorno Arch. sono intenzionata a sostituire le vecchie claire dei miei due garage che sono posti sotto la mia abitazione (classica villetta a schiera)
    I due locali pur avendo come effettivo uso il ricovero dei veicoli non sono stati registrati come garage e godono di abitabilità normale (anche se non riscaldati).
    Vorrei sostituirli con portoni sezionali coibentati e approfittare della detrazione del 50%.
    La ditta che mi eseguirà le sostituzioni mi ha spiegato quanto segue:
    è un’innovazione, e rientra pertanto nella normativa della ristrutturazione edilizia in qualità di manutenzione straordinaria sull’immobile quindi per tale ragione è possibile accedere alla detrazione fiscale del 50%.
    Allegando normativa dell’agenzia delle entrate dove effettivamente è prevista per dette sostituzioni la detrazione del 50% in 10 anni.
    Io in realtà ho qualche dubbio:
    1) sarà manutenzione straordinari? e se di dovrò fare comunicazioni in Comune o Scia o altro?
    2) non sarebbe meglio percorrere la strada di rimborso del 50% per motivi di sicurezza? e in questo caso l’iva sarà sempre del 10%?
    MI scusi ma credo sia un problema per molte persone e credo ci sia parecchia confusione.
    Ringrazio in anticipo augurando un buon proficuo lavoro.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Luglio 2020 17:43

      La sostituzione della serranda di un box auto è un intervento di per sè detraibile.
      Il problema è che il suo immobile non risulta un C6 e questo potrebbe essere un problema…

  • buonasera, all interno delle detrazioni per costruzione di garage interrato di pertinenza a nuova abitazione possono essere associate anche le spese di elettricista, idraulico ed intonaci per esempio? ovviamente nella quota inerente solo la parte dell interrato… per capirsi… è possibile portare in detrazione anche le spese della centrale termica, visto che si trova nell interrato?
    grazie per l’eventuale risposta.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Luglio 2020 19:54

      Le spese per la centrale termica no… Solo tutto quanto serve per l’autorimessa.

  • DAVIDE PALADINI
    3 Luglio 2020 7:36

    Buongiorno Architetto,
    ho recentemente acquistato una casa con tre box pertinenti da costruttore di cui ho le agevolazioni al 50%, vorrei procedere con l’acquisto di un ulteriore box sempre da costruttore posso beneficiare anche x questo box delle detrazioni? C’è un limite?
    La ringrazio anticipatamente.
    DAVIDE

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    sto acquistando un casa al grezzo costruita 10 anni fa direttamente dal proprietario (non costruttore). E’ possibile detrarre il costo del garage?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      1 Luglio 2020 16:30

      Per l’acquisto, no. Potrà detrarre le spese necessarie per completarlo.

  • buongiorno,
    ho un garage di pertinenza e dovrei rifare il pavimento in quanto lo stesso è danneggiato e diventato pericoloso. lo posso mettere tra i lavori in detrazione come opera straordinaria? grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Giugno 2020 11:29

      No, perchè si tratta di lavori di manutenzione ordinaria.

  • Salve Architetto, vorrei acquistare un casolare accatastato in A4 (inagibile da 30 anni) da demolire e ricostruire sfruttando il sisma+ecobonus.
    Con questa unità abitativa, c’è anche una pertinenza C6 a circa 10 metri dall’abitazione (anche questa inagibile). E’ possibile sfruttare il bonus box auto mediante demolizione e ricostruzione di questa pertinenza?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Giugno 2020 17:32

      Sì, consideri però che il plafond di spesa è unico.

  • Filippo Bentivoglio
    5 Giugno 2020 17:56

    Buongiorno,
    avendo in contemporanea sia la ristrutturazione di una unità immobiliare che la costruzione di un box auto pertinenziale, ho a disposizione due detrazioni fiscali fino a 96k€ ciascuna o fanno entrambe riferimento ad un unico plafond di 96k€ su cui detrarre il 50% delle spese?

    Rispondi
  • Buongiorno, ho aperto la CILA a marzo 2020 per sostituzione caldaia in una a condensazione e ho usufruito del bonus ristrutturazione e bonus mobili. Adesso devo sostituire la basculante del box con una motorizzata. Posso ottenere la detrazione del 50%? Grazie in anticipo per la risposta

    Rispondi
  • Buongiorno, una domanda semplice:
    ho acquistato un immobile dal costruttore con box pertinenziale. ho tutti i documenti in regola. è stato fatto un bonifico parlante apposito per l’acquisto del garage.
    Nella dichiarazione del costrutture c’è ovviamente un importo inferiore al pagamento avendo tolto il margine di guadagno. posso indicare in dichiarazione 730 l’importo indicato in attestazione +IVA 4% che ho pagato su questo importo oppure indico solo l’importo dell’attestazione del costruttore. grazie fin da ora per la risposta

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      1 Giugno 2020 12:26

      Naturalmente deve indicare anche l’Iva relativa a quell’importo.

  • Buongiorno Architetto,
    sto eseguendo la realizzazione di un box auto pertinenziale ad una casa in ristrutturazione. Il box non è ancora stato accatastato mentre l’abitazione ha i riferimenti catastali. Come si può portare in detrazione l’anticipo che ho fatto sul costo di realizzazione del box senza i riferimenti catastali? purtroppo sul 730 è necessario indicarli e se indico quelli della casa vado ad erodere il tetto delle detrazioni disponibili poer la ristrutturazione della casa. Grazie anticipatamente per il riscontro. Filippo.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      1 Giugno 2020 12:24

      Il bonus per il box è dovuto solo se è di pertinenza di un’abitazione e il plafond è unico per entrambi gli immobili, quindi non c’è altra soluzione.

  • Buongiorno, sulla fattura della ditta ci sono dei dati specifici da dichiarare (come causale, riferimenti catastali o altro che non so) affinchè sia formalmente corretta?
    Deve esserci scritto che sarà oggetto di detrazioni fiscali?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno, per richiedere le detrazioni fiscali su un garage interrato è necessario fare una richiesta a qualche ente specifico?

    Rispondi
  • Buongiorno,
    Innanzitutto complimenti per la sua preparazione e per la chiarezza delle sue risposte.
    Sono in procinto di partire con la costruzione di una nuova abitazione con box di pertinenza.
    La detrazione per il box è applicabile anche se c’è un progetto unico per casa e box insieme (così come per il permesso di costruire e il calcolo degli oneri di costruzione) o vanno fatti a parte come una costruzione a se stante?
    Grazie

    Rispondi
  • Grazie mille della risposta.
    Se l’edificazione dovesse prolungarsi nel tempo, mettiamo per ipotesi la durata della concessione e poi di una proroga.
    In quel caso avrei problemi nel caso di controllo dell’agenzia dato che manca l’accatastamento?
    Sarebbe consigliabile fare un’accatastamento al grezzo una volta completate le strutture principali?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Maggio 2020 15:01

      No, per carità. L’accatastamento è richiesto per gli altri lavori per dimostrare che l’immobile è già esistente. La costruzione del box auto rappresenta un’eccezione, quindi non è necessario.

  • Buongiorno,
    stò leggendo la guida dell’agenzia delle entrate e volevo chiederle se ho capito bene come funziona la parte dei pagamenti, per evitare spiacevoli sorprese.
    In sostanza se realizzo un garage per ottenere le detrazioni devo pagare le fatture delle varie ditte con un bonifico parlato da fare in banca/posta con tutti i dati del caso.
    Se ho capito bene non devo fare altro, a parte fornire tale documentazione di fatture/bonifici al commercialista per la contabilità.
    È così semplice o bisogna fare domande/richieste particolari?
    Leggevo poi che l’agenzia delle entrate tra i vari documenti potrebbe richiedere l’accatastamento, ma io non ce l’ho visto che si tratta del garage di una casa in costruzione. Potrebbe essere un problema?
    Mi scuso per la lunghezza del messaggio e la ringrazio anticipatamente per il tempo dedicatomi

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Maggio 2020 11:37

      Oltre al bonifico parlante, deve essere in regola con tutti i permessi necessari per la realizzazione del garage.
      L’accatastamento per ora non c’è, quindi nessun problema, ma visto che eventuali controlli ci sarebbero solo tra qualche anno, per allora avrà anche quello.

  • Buongiorno architetto, ho in progetto la realizzazione di una casetta con garage in parte adibito a ricovero veicoli.
    Nelle opere soggette a detrazione posso inserire le spese di scavo per realizzare lo scivolo verso il garage e relativo piazzale o vado fuori tema?
    Per la parte fatturazione la ditta mi applica un incremento dell’8% perchè dice che c’è una ritenuta d’accordo che non incassa. È corretto o devo contrastarla?
    La ringrazio in anticipo

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      20 Maggio 2020 10:59

      Può tranquillamente detrarre anche le spese di scavo.
      Il comportamento dell’impresa è scorretto ai limiti della denuncia. E’ vero che subisce una ritenuta dell’8%, ma questa non si perde perchè è un acconto sulle tasse dovute e certamente non tocca al cliente pagarla in più.

  • Buongiorno,
    io ho costruito casa con iva al 4%, ho comunicato la fine lavori un anno fa.
    Il progetto della casa prevede un garage seminterrato che durante il periodo coperto dal permesso a costruire è stato lasciato allo stato grezzo e non ultimato.
    Oggi vorrei completare impianti elettrici, idrici e realizzare massetto e pavimentazione.
    Posso eseguire i lavori richiedendo l’agevolazione al 50%?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      19 Maggio 2020 10:31

      Sì. Ovviamente dovrà presentare una nuova pratica per il completamento.

  • Buonasera architetto,
    vorrei fare installare nel mio garage l’automazione per il basculante e francamente non ho capito se possa rientrare tra gli interventi detraibili (riparazioni varie e sostituzioni di parti con caratteristiche diverse da quelle
    preesistenti).
    Ringrazio.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      4 Maggio 2020 10:17

      A mio avviso sì, per analogia coi sistemi di automazione dei cancelli che sono detraibili.

  • Buongiorno Architetto
    ho realizzato posto auto coperto tipo pensilina/tettoia per il riparo dell’autoveicolo.
    Già fatta la domanda dal Comune per permesso di costruire per la pertinenza.
    Volevo capire se è detraibile al 50% anche le spese di montaggio/manodopera della pensilina? O si applica l’iva 22% e quindi non detraibile?
    Grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      24 Marzo 2020 10:19

      Premesso che l’aliquota Iva applicata non c’entra nulla con la detraibilità o meno, sì le spese di montaggio sono detraibili.
      Occorre vedere come è classificato l’intervento: essendoci un permesso di costruire, suppongo sia nuova costruzione, per cui se è pertinenza prima casa, l’Iva va al 4%.

  • Mi scuso architetto perché la mail che le ho inviato il 8/3 e alla quale lei mi ha risposto forse non era chiara. Nel bando d’asta la detrazione del 50% era prevista purché il box venisse reso pertinenza di un mio alloggio. Il curatore nominato dal tribunale vendeva in base all’esito dell’asta per conto del costruttore fallito. Il dubbio sollevato dal curatore in fase di firma del rogito era se era fiscalmente corretto detrarre il 50% del costo di costruzione che risultava doppio del prezzo di acquisto. In pratica avrei una detrazione del 100%. Mi scuso per essermi dilungato e la ringrazio.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Marzo 2020 9:37

      Dal punto di vista fiscale è corretto applicare la detrazione sul costo di costruzione.

  • Buongiorno. Mi sono aggiudicato all’asta un box a prezzo inferiore al costo di costruzione (quasi la metà). Detrarre il 50% sul costo di costruzione è corretto anche in questo caso? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Marzo 2020 15:43

      No. Come è spiegato chiaramente nell’articolo, la detrazione si può avere solo per acquisto direttamente da costruttore.

  • buonasera, ho un posto auto residenziale e vorrei comprare un box. Cosa posso fare per renderlo residenziale ed usufruire della detrazione e agevolazione iva?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      18 Febbraio 2020 10:14

      Forse intende dire “pertinenziale”? In tal caso basta specificarlo nell’atto di acquisto. La detrazione può averla solo se acquista un box nuovo da costruttore.

    • Si scusi pertinenziale. Ma se ho il posto auto mi hanno detto che non posso far nulla per usufruire del 50% di detrazione e sarei anche costretto a pagarci imu. Grazie

    • arch. Carmen Granata
      19 Febbraio 2020 11:53

      Guardi, se acquista box nuovo da costruttore, può avere anche altri 10 posti auto, ma ha diritto alla detrazione.
      Cosa diversa è l’Imu, che va pagata perchè si può avere esenzione solo su una pertinenza per tipo.

  • GIUSEPPE Russo
    17 Febbraio 2020 11:07

    Buongiorno Architetto,
    2 anni fà ho cambiato la porta del garage usufruendo del 50%
    quest’anno dovrei ricambiare la porta con una elettrica.
    Posso usufruire della detrazione sia per quella di 2anni fà che quella di adesso?
    La ringrazio

    Rispondi
  • Salve, vorrei sapere se prevista la detrazione del 50% nel caso di modifica destinazione d’uso da box ad abitazione con costi sostenuti per effettuare lavori di trasformazione (pavimenti, opere murarie, pavimenti, bagno, etc). Grazie. Cordiali saluti.

    Rispondi
  • Ho acquistato un appartamento con relativo garage e sto facendo manutenzione straodinaria per entrambi. Per il garage mi sono accorto che penetrava acqua dalla basculante e dal sottofondo in c.a. – Quindi ho dovuto rifare l’isolamento del fondo con nuovo getto e di conseguenza riverniciare, posare una nuova basculante per il variare delle misure e rimettere a norma l’impianto elettrico. Posso godere della detrazione 50% su tutto? Grazie

    Rispondi
  • Gentilissimo architetto sono proprietario di un appartamento come prima casa, e ho sostituito tutte le porte interne, ho presentato la cil in comune, posso usufuire del recupero fiscale del 50%
    la ringrazio

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Dicembre 2019 11:56

      No, le porte interne non rientrano tra le opere agevolabili. A meno che qualcuna sia stata modificata… ad esempio ingrandita, sostituita con una scorrevole, ecc.

  • Buongiorno, la costruzione di una pensilina a copertura auto di proprietà, permette le detrazione del 50%?

    Rispondi
  • PATRIZIA CAPOGROSSO
    11 Dicembre 2019 11:32

    buon giorno, avendo già usufruito della detrazione per la ristrutturazione dell’appartamento di 96mila euro (2017) presentando una nuova SCIA posso usufruire di ulteriore detrazione per la ristrutturazione del mio garage (garage singolo non condominiale) grazie! grazie per la risposta!!

    Rispondi
  • Buongiorno,
    Ho completato il grezzo per una nuova costruzione di una civile abitazione con il box auto di pertinenza.
    Venendo a conoscenza solo ora della detrazione irpef del 50%, le fatture sono state regolarizzate con bonifici (non parlanti) e assegni pertanto chiedo se vi è la possibilità tramite un autocertificazione da parte dell’impresa che attesta il ricevimento delle somme relative alla costruzione del box auto di poter usufruire della detrazione.
    Grazie.
    Alfredo

    Rispondi
  • gaspari antonello
    25 Novembre 2019 20:29

    visto la sua gentilezza nel rispondere alle nostre incertezze le chiedo, ho acquistato a luglio una cucina completa di elettrodomestici e mobili pagando con bonifico bancario e compilando i vari moduli per la detrazione al 50% dovevo fare la comunicazione Enea? non avendo fatto nessuna comunicazione rischio di perdere il diritto alle detrazioni?

    Rispondi
  • gaspari antonello
    24 Novembre 2019 20:30

    Gentilissimo architetto, ho cambiato la porta d’ingresso di casa, usufruendo del recupero fiscale del 50% con IVA agevolata, il falegname che ha montato la porta mi dice che devo fare la comunicazione anche all’enea, in più mi dice di comunicare tutti i dati relativi alla caldaia per il riscaldamento di casa. è vero? Ho acquistato anche un divano usufruendo del recupero fiscale l’IVA è al 10% o 20%? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      25 Novembre 2019 16:34

      Questi falegnami che non fanno il proprio mestiere! 😀
      Dunque: per il cambio della porta, la comunicazione Enea va fatta solo se il nuovo infisso comporta un miglioramento dell’isolamento termico. La caldaia, se non è stata sostituita, non c’entra niente…
      Infine, premesso che l’Iva per i mobili è sempre al 22%, in realtà lei non avrebbe diritto al bonus mobili per il cambio del portoncino, perchè l’intervento deve essere almeno di manutenzione straordinaria.

  • gaspari antonello
    15 Novembre 2019 20:45

    grazie molto gentile

    Rispondi
  • gaspari antonello
    14 Novembre 2019 20:22

    buonasera GENT:MO Architetto,devo cambiare la porta esterna della mia abitazione e tutte le porte interne, per usufruire del recupero fiscale del 50% che documemtazione devo presentare? lva 10 o 22%? grazie

    Rispondi
  • Buon pomeriggio, nel 2015 ho acquistato un secondo box auto collegandolo come pertinenza dell’abitazione principale, sto usufruendo della detrazione per le spese di costruzione. Questo mese venderò l’abitazione principale con 1 box auto e manterò la proprietà del secondo box. Acquisterò una nuova abitazione nello stesso comune a 3 km da questa pertinenza. Come posso fare per non perdere la detrazione?
    Grazie
    Lucia

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Novembre 2019 12:39

      In teoria non dovrebbe perderle, ma le consiglio per sicurezza di informarsi direttamente presso l’AdE.

  • Nell’ambito delle detrazioni per la costruzione del box pertinenziale ad una nuova costruzione, rientra anche l’acquisto e istallazione della serranda basculante?

    Rispondi
  • sto sostituendo il vecchio portone del garage con uno elettrico, sezionale coinbentato, il garage è di pertinenza della casa di mia proprietà, posso avere la detrazioni del 50%? quali comunicazioni e a chi le devo fare per avere la detrazione? l’IVA è al 10%?

    Rispondi
  • Buon giorno si lo so che mi posso scaricare SOLO la spesa della costruzione del box interrato… la mia domanda è per L iva… essendo il coniuge e non possiedo nessuna proprietà non ho niente, perché devo pagare L iva all 22 %?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      13 Agosto 2019 10:03

      Se lei non ha alcuna proprietà, ha tutti i requisiti per avere l’Iva agevolata al 4%.

  • Buona sera mia moglie ha avuto in donazione un terreno.., dal 15 luglio stiamo costruendo la nostra casa a piano terra con box interrato… ora il costruttore ci ha chiesto il primo Acconto intestandolo a mia moglie con L iva al 4%… ho chiesto se poteva intestarla a me perché con L irpef che ho, posso scaricarmi tutta la spesa e, mi ha detto (tramite il suo commercialista) che la fattura intestata a me anche se sono coniuge e anche se è prima casa la fattura me la farà al 22%… È vero? la mia commercialista non ha trovato nulla di scritto sull iva al 22%.., sapete se c’è scritto da qualche parte? grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      12 Agosto 2019 12:49

      Facciamo chiarezza: per la costruzione della casa, non è che “può scaricarsi tutta la spesa”, ma solo quella per il box interrato.
      Per quanto riguarda l’Iva, è agevolata solo se il richiedente ha i requisiti prima casa. Evidentemente sua moglie ce li ha, ma lei invece è proprietario di qualche altro immobile, per questo l’impresa vuole fatturare al 22%.

  • Grazie per avermi risposto, architetto,
    Quindi se non ho capito male, posso inserire in detrazione tutti i lavori per completare il box auto compresi gli impianti, tetto in legno, muratura e infissi, con la causale art 16 bis tuir e usufruendo anche dell’Iva al 4%?

    Rispondi
  • Buongiorno architetto,
    Ho da porle un chiarimento, sto realizzando un garage nuovo collegato all’abitazione, tramite pratica e permesso di ampliamento e ristrutturazione straordinaria, volevo chiederle posso usufruire dell’iva 4% prima casa sia per l’ampliamento che per la ristrutturazione? Posso inserire anche il tetto che farò in legno con tegole e gli infissi sempre per il garage?
    E poi, nel caso dell’ampliamento in detrazione, nel momento di effettuare i bonifici che riferimento dovrei inserire? Mi spiego meglio nel caso risparmio energetico la banca da la voce da inserire nel bonifico risparmio energetico, nel caso di ristrutturazione per ristrutturazione, etc., per l’ampliamento non vi è nessuna voce, non vorrei sbagliare, grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Agosto 2019 11:29

      Non c’è questa voce semplicemente perchè non esiste detrazione per ampliamento. Si può invece detrarre la costruzione del box auto (causale per ristrutturazione). L’Iva è al 4% se il box è pertinenza prima casa.

  • Buon Giorno, Architetto
    Ho intenzione di installare una tettoia metallica da adibire a posto auto coperto. La tettoia non sarà collegata fisicamente all’edificio di pertinenza, sarà aperta sui 4 lati ma avrà un tetto stabile.
    Le chiedo: posso usufruire della detrazione al 50% e all’IVA al 10%?
    Mi farà accedere al bonus mobili?
    Grazie in Anticipo.
    Riccardo

    Rispondi
  • Gent.mo architetto, l’anno scorso ho acquistato una casa nuova con due box dei quali inizierò quest’anno ad usufruire delle detrazioni del 50% del costo di costruzione.
    Nel caso decidessi di investire in un ulteriore box, sempre nello stesso complesso, l’anno prossimo continuerò ad usufruire solo delle detrazioni dei due box o del costo complessivo di costruzione dei 3 box?
    Ringrazio anticipatamente.
    DAVIDE

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      3 Luglio 2019 10:07

      Se acquista da costruttore potrà detrarre anche l’acquisto di questo terzo box.

    • Grazie per la celere risposta.
      Avrei bisogno di un chiarimento, il massimale per la detrazione del costo dei box in costruzione è €48000 o è stato maggiorato a 96000€?
      L’automazione successiva del box (apertura automatica) è detraibile? Oppure per detrarla è necessario cambiare tutta la saracinesca?
      in che misura %?
      Ringrazio anticipatamente.
      DAVIDE

    • arch. Carmen Granata
      4 Luglio 2019 10:20

      Il massimale è attualmente di 96.000 euro. Per consulenze più dettagliate può fare richiesta qui: https://www.guidaxcasa.it/richiedi-consulenza-le-detrazioni/

  • Gent.mo Architetto,
    stiamo acquistando un box di nuova costruzione, ma io pur essendo proprietaria al 100% dell’abitazione per la quale sarebbe pertinenza, non ho altri redditi, il tutto sarebbe pagato da mio marito, il quale potrebbe trarre vantaggio del beneficio fiscale relativo. Abbiamo già dato un acconto con assegno, questo può pregiudicare il tutto? Cosa ci consiglia di fare
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      18 Giugno 2019 19:04

      Stia tranquilla, suo marito può usufruire della detrazione, purchè risulti residente insieme a lei.

  • Luca Allegri
    24 Aprile 2019 12:54

    Buongiorno, nel 2018 ho sottoscritto il contratto di acquistato per un appartamento in costruzione con relative box pertinenziale. Ho pagato tutta la quota del box con bonifico e il costruttore mi ha fornito una lettera con relative costi di costruzioni del box stesso. Il box, essendo in costruzione, non è stato ancora accastato. Posso usufruire comunque delle detrazioni fiscali? In tal caso, che dato dovrò indicare nel modello 730 in quanto non ho dati castali. Grazie mille per la Sua cortese risposta. Luca

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      24 Aprile 2019 19:49

      La domanda è molto interessante. Gli immobili possono essere accatastati anche come in corso di costruzione (cat. F3) senza attribuzione di rendita.
      Io farei così nel suo caso, per poi inserire il dato preciso l’anno successivo. Consideri che normalmente i dati catastali vanno inseriti solo il primo anno e non per le successive rate. Nel suo caso invece il dato andrà inserito anche il secondo anno per sostituire quello “provvisorio”.

  • biagio mario cimino
    29 Marzo 2019 2:08

    gentile architetto, ho acquistato casa dal costruttore nel 2010, e non ero a conoscenza della possibilità di ottenere il bonus su box auto e posto auto esterno, l’ho scoperto casualmente in tempi recenti poichè sto cercando un’altra abitazione; la domanda che Le vorrei rivolgere è: adesso che ho saputo dell’esistenza di tale bonus, anche se sono passati 9 anni dall’acquisto della mia abitazione, sarebbe possibile richiedere il bonus, retroattivamente? grazie in anticipo

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      29 Marzo 2019 11:53

      No, il bonus non è retroattivo.

    • giaccomo Tonus
      23 Maggio 2019 11:20

      NNon è possibile inserire le quote non detratte per spese di ristrutturazione degli anni precedenti; ma è possibile presentare le dichiarazioni dei redditi integrative a favore. Così da portarsi avanti, anno per anno, il credito fino ad inserire nella dichiarazione di quest’anno, come eccedenza dalla dichiarazione precedente, tutte le quote non detratte.

    • arch. Carmen Granata
      23 Maggio 2019 20:19

      Non sono una commercialista, quindi mi fido della sua affermazione.

  • Buongiorno Architetto
    Il mio commercialista mi chiede in quale circolare dell’AdE si fa riferimento circa la deducibilità degli oneri di urbanizzazione per la costruzione di un box auto pertinenziale. Ho provato a cercare ma non ho trovato niente. Potrebbe gentilmente indicarmi il riferimento?
    Grazie

    Rispondi
  • Gentilissimo architetto per la sostituzione dell’intera cucina nella prima casa ho la possibilità di avere l’IVA agevolata o devo versarla al 22%
    La ringrazio per la disponibilità
    saluti

    Rispondi
  • Gentilissimo architetto, devo cambiare la cucina di casa per usufruire delle detrazioni fiscali, devo presentare una scia?
    la cucina me la installeranno a inizio anno, per poter usufruire della detrazione fiscale è sufficiente un acconto o devo saldare l’intera cifra?
    attendo sua risposta
    la ringrazio
    saluti

    Rispondi
  • gaspari antonello
    8 Dicembre 2018 21:54

    Gentilissimo architetto, devo cambiare la cucina di casa per usufruire delle detrazioni fiscali serve una scia? Sicuramente mi viene consegnata nell’anno nuovo, per poter iniziare a recuperare le detrazioni fiscali nel 2019 dovrei fare il bonifico entro la fine del 2018 o è sufficiente solamente un’acconto? Attendo risposta. Grazie

    Rispondi
  • Lo scorso mese di luglio ho acquistato da impresa un’abitazione di nuova costruzione come prima casa e contestualmente un posto macchina pertinenziale per il quale usufruirò della detrazione irpef del 50% per il costo di costruzione. Adesso, a distanza di tre mesi, vorrei acquistare anche un garage, anch’esso pertinenziale, situato al piano interrato dell’ stesso edificio. Potrò usufruire della detrazione irpef del 50% anche per questo garage, oppure no perché ne usufruirò per il posto macchina che ha la stessa categoria catastale C/6?
    In altri termini, l’agevolazione della detrazione irpef del 50% sul costo di costruzione si può applicare a più pertinenze della stessa categoria catastale, oppure l’agevolazione spetta per una sola unità per categoria catastale, come avviene per l’IMU e l’IVA ridotta al 4%?
    Grazie per l’attenzione

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      4 Ottobre 2018 11:00

      Se legge attentamente il paragrafo “Requisiti del box auto per usufruire dell’agevolazione”, vedrà proprio che è possibile richiedere il bonus per più box o posti auto di pertinenza della stessa casa.

  • Gentilissimo Arch,
    questa agevolazione è estesa anche alla costruzione di canna fumaria, fognatura e muri esterni di contenimento?
    Sempre in riferimento a costruzione di nuova abitazione con box pertinenziale.
    Grazie.

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    in merito al mio box pertinenziale, acquistato a fine 2016 e per il quale sto già usufruendo della detrazione fiscale sul costo di costruzione, avrei intenzione di fare alcuni lavoretti quali:
    – piastrellare – tinteggiare – creare una parete in cartongesso in fondo (ma senza chiusura totale) e realizzare così un angolo cantina – rendere la basculante già esistente, quindi senza sostituzione, elettrica con con apertura/chiusura motorizzata.
    E’ possibile portare in detrazione il costo di tutti questi interventi, o, se c’è qualche limitazione, quali di questi?
    Grazie mille per il riscontro

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      20 Agosto 2018 15:49

      L’unico intervento detraibile è la realizzazione della paretina in cartongesso.

  • Ho sostituito il portone del mio box privato da basculante a saracinesca elettrica con telecomandi a distanza.
    avro’ una fattura dal fabbro e una fattura dall’elettricista o la fattura sara’ unica. posso usufruire dell’agevolazione 50%? iva 10 o 22%? serve comunicazione al comune? per evitare i costi dell’ingegnere per la denuncia al comune si puo’ evitare?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      25 Giugno 2018 12:26

      Può detrarre al 50% con iva 10%. Non serve comunicaizone al Comune.

  • Buonasera volevo sapere qualcosa in merito alla detrazione di un vecchio garage di pertinenza da me acquistato nel 2017. Si può effettuare la detrazione del 50% sulla somma totale ovvero avere il rimborso in 10 anni? Grazie attendo delucidazioni in merito

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      19 Giugno 2018 17:49

      Già il fatto che si parli di “vecchio” box auto mi porta a risponderle di no.
      Deve infatti trattarsi di box di nuova costruzione ceduto da impresa. Inoltre i pagamenti dovevano essere fatti con bonifico parlante.

  • buongiorno,
    sto costruendo una abitazione con autorimessa di pertinenza. So di poter detrarre le spese dell’autorimessa, anche se la realizzazione è contestuale all’abitazione. Il CAF mi sta facendo delle storie. Chiedo cortesemente dove trovo “un qualcosa di ufficiale” in cui sia riportato che mi spetta la detrazione
    grazie

    Rispondi
  • Gent.mo Architetto
    Anch’io dovrei portare in detrazione le spese di progettazione da parte dei tecnici e il costo di costruzione ed urbanizzazione riferito solo al box auto. Il cantiere partirà a giugno ma chiaramente queste spese sono antecedenti, il commercialista è scettico dato che non esiste ancora una costruzione accatastata. Nel mio caso quali sarebbero le righe di riferimento?
    Cordiali saluti

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Maggio 2018 11:47

      I righi sono sempre gli stessi. Cmq io non sono un commercialista, posso darle indicazioni certe sugli aspetti tecnici, ma per quelle fiscali dovete rivolgervi a un altro professionista.

  • Buongiorno,
    sapete dirmi dove vanno inserite nel 730/2018 le spese sostenute nel 2017 per costruzione box auto pertinenziale?
    Grazie.

    Rispondi
  • buona sera, io ho ristrutturato ed ampliato un box in origine di lamiera, al posto di un garage ne è risultato uno con misura poco superiore al doppio di cemento (due posti auto) in un unico fabbricato ma con due portoni. Gli addetti al caaf x dichiarazione redditi mi hanno detto che posso detrarre solo il 50% del 50% del fabbricato, lei cosa ne pensa? da quello che ho letto non si parla di misure specifiche. grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Maggio 2018 10:54

      Probabilmente il Caf ha considerato l’intervento come di ristrutturazione e quindi calcolato la detrazione solo sulla parte preesistente.
      In realtà si tratta di un intervento di nuova costruzione del box, sempre detraibile, se ha i requisiti previsti.

  • Buongiorno, vorremmo acquistare una struttura in acciaio e telo pvc (solo parte superiore) semiretrattile per ricovero camper non fissata a terra. Ci hanno detto che c’è la possibilità della detrazione fiscale del 50% per “copertura ricovero automezzo” è possibile? Essendo struttura itinerante non fissa non penso possa diventare pertinenza. Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      7 Maggio 2018 19:54

      Sì, infatti per essere detraibile deve essere dichiarata pertinenza.

  • buongiorno architetto,
    devo costruire nel mio giardino una tettoia con platea in cemento per 2 auto, posso usufruire delle detrazioni?
    grazie

    Rispondi
  • Salve, ho costruito ex novo un box auto grazie al piano casa e ho portato in detrazione le fatture del costruttore con Iva agevolata prima casa. Considerando che ho ancora aperta la SCIA posso portare in detrazione anche la fattura del pavimento laaminato che ho acquistato in un negozio e che intendo posare io stesso nel garage?

    Rispondi
  • Salve, se per ristrutturare spendo 96 mila euro, posso sempre usufruire delle detrazioni per l’acqusto di un box di nuova costruzione? Oppure fa cumulo?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      30 Marzo 2018 9:08

      Può usufruire dell’agevolazione anche per l’acquisto del box.

  • Salve, ho costruito ex novo un box auto grazie al piano casa e ho portato in detrazione le fatture del costruttore con Iva agevolata prima casa. Considerando che ho ancora aperta la SCIA posso portare in detrazione anche la fattura del pavimento laaminato che ho acquistato in un negozio e che intendo posare io stesso nel garage? Grazie

    Rispondi
  • Gent.mo Architetto,
    nel 2015 ho acquistato da impresa costruttrice un nuovo appartamento con relativo box pertinenziale. L’acquisto è in comproprietà con mia moglie.
    Poiché in questi anni non sapevamo di questa legge, le chiedo se, a distanza di tre anni dall’acquisto, possiamo ancora usufruire di tale detrazione con il nostro prossimo 730.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      26 Marzo 2018 12:16

      La guida dell’AdE dice solo di indicare i dati nella dichiarazione dei redditi, senza specificare a quale anno debba rifersi. Quindi chiederei lumi alla stessa Agenzia.

  • Buonasera,
    Sono in procinto di presentare il progetto per costruire una villetta nella quale vorrei fare al piano interrato il box auto.
    In questo caso è possibile usufruire della detrazione per il box auto? Quali spesi potrei detrarre nel caso considerando che la struttura del box sarebbe poi la base per la costruzione della casa? Fino a quando ci sarà questa agevolazione?
    Grazie
    Flaminio

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      20 Marzo 2018 11:32

      E’ possibile, ma il costruttore deve differenziare la contabilità relativa alla costruzione del garage. L’agevolazione è al 50% fino 31 dicembre 2018, salvo proroghe.

  • Buongiorno
    per l’anno 2018 in merito alla detrazione irpef del 50% fino a max € 96.000 inerente l’acquisto di immobili già ristrutturati da parte di impresa, vale lo stesso discorso anche per gli immobili costruiti ex novo anzichè ristrutturati?
    Grazie

    Rispondi
  • buon giorno
    avrei una domanda da porle
    io ho fatto dei lavori di ristrutturazione nella mia prima abitazione e ho gia iniziato a ricevere il rimborso del 50% iperf che comunque non riceverò tutto in quanto ho speso più di 105 mila € e il tetto si ferma a 96 mila € e già da un anno che ho chiuso tutte le pratiche (fine lavori) ora dovrei fare dei nuovi box auto volevo chiedele se mi aspettava ancora il bonus ristrutturazione al 50%? (intendo dire nuova pratica nuovo fabbricato anche se pertinente con la stessa abitazione nuovo contributo?)
    cordiali saluti grazie

    Rispondi
  • Gentilissimo Architetto,
    visto la sua disponibilità ho un quesito da porle…
    -nel 2005 ero nubile ed ho acquisto una casa da ristrutturare con agevolazione tasse Notarili 1^ casa, l’ho ristrutturata usufruendo dell’iva al 10% e delle agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni;
    -oggi sono coniugata in comunione dei beni, sto costruendo una casa in altro paese diverso dalla prima;
    le fatture per la costruzione sono cointestate con mio marito, posso beneficiare dell’iva al 4%?
    inoltre dobbiamo stipulare un mutuo cointestato, possiamo usufruire della riduzione imposte come prima casa?
    La ringrazio in anticipo se avrà tempo per rispondermi.
    Buona serata.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      12 Marzo 2018 15:49

      Secondo quanto stabilito dall’Agenzia delle entrate con la Circolare n.38/E/2005, se i requisiti per l’applicazione dell’agevolazione sono posseduti da uno solo dei coniugi, l’agevolazione compete solo per il 50% del valore dell’abitazione acquistata.

    • La ringrazio per la celere risposta!
      Le chiedo un’ ultima cosa… se io donassi la mia “1^ casa”?
      potremmo usufruire al 100% dell’agevolazione?
      eventualmente si potesse, entro quando dovrei donarla? (dato che come data di riferimento ho solo la data di acquisto del terreno dove stiamo costruendo la nuova casa acquistato senza agevolazioni).
      entro la fine dei lavori?
      La ringrazio in anticipo.

    • arch. Carmen Granata
      13 Marzo 2018 10:48

      Chi compra la seconda casa può usufruire di nuovo del bonus prima casa, solo a condizione che quest’ultima venga donata o venduta entro 365 giorni.

  • Anna Vallario
    24 Febbraio 2018 7:57

    Buongiorno,
    io vorrei acquistare un box auto pertinenziale dall’impresa costruttrice che lo venderebbe al prezzo di costruzione cioè 20.000 euro + Iva 4%, posso usufruire della detrazione irpef del 50%?

    Rispondi
  • Ringrazio vivamente per la risposta. Visto la vostra gentilezza ne approfitto. Quindi io non avendo capienza irpef mentre mia moglie si per non perdere le detrazioni devo fare così. Riassumendo:
    1) posto auto pertinenziale da acquistare 100% mia futura proprietà
    2) casa collegata 100% mia proprietà
    3) bonifico (fatto lo stesso giorno dell’atto notarile che attesti la pertinenzialità) per acquisto posto auto pertinenziale fatto da mia moglie residente nella casa collegata ma non proprietaria nè della casa nè del posto auto che sarà intestato a me
    4) 100% detrazione a mia moglie che fa il bonifico.
    In effetti il notaio mi ha detto che è possibile ma non riesco a capire come possa mia moglie usufruire di una detrazione per l’acquisto di un immbile non suo collegato a una casa non sua.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      15 Febbraio 2018 10:41

      Il principio è che le detrazioni possono essere usufruite anche dal familiare convivente con l’avente titolo. Sua moglie acquista per lei che è il proprietario della casa. Se il notaio ha dato il suo beneplacito è già un’ottima cosa, ma per maggiore sicurezza le consiglio di informarsi anche presso l’AdE.

  • Salve. Mi chiamo Andrea De Rossi. Sto per acquistare un posto auto pertinenziale ma non avendo lavoro non posso usufruire delle detrazioni previste e certificate dal costruttore. Mia moglie avendo regolare lavoro a contratto indeterminato (residente da 25 anni nella mia casa) se effettua il bonifico per il pagamento del mio sopracitato posto auto pertinenziale alla abitazione di mia proprietà può ottenere le detrazioni?

    Rispondi
  • Buongiorno architetto, devo acquistare un box auto prefabbricato in legno da una ditta lituana che vende anche in Italia. volevo detrarre al 50% con la legge in vigore…. è possibile farlo??? Devono scrivere la legge nelle fatture? E se non la scrivono posso detrarre lo stesso o sono tenuti a farlo dato che vendono anche in Italia…. grazie infinite come sempre… Saluti Andrea

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      2 Febbraio 2018 11:39

      Si tratta di un caso particolare, visto che parliamo di un manufatto prefabbricato.
      A mio avviso non è importante tanto ciò che la ditta scrive nella fattura, quanto il rilascio della specifica attestazione richiesta per l’acquisto del box.

  • Buondì architetto, ritorno a chiederle dei consigli e chiarimenti. nelle risposta che mi ha dato il 6 gennaio mi diceva che deve essere un parcheggio. si sarà un parcheggio. Posso chiederle….nel progetto deve essere messo garage o solo rimessa?? il mio geometra mi dice che x mettere “garage” nel progetto deve avere un portone grande che entri una macchina…..almeno mt2.30. io volevo solo una porta doppia da mt1.30.
    Quali caratteristiche devo rispettare x farmelo passare come garage e non come rimessa…..
    La legge non è chiara su questo.
    Tantissime grazie anticipate. Andrea

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      15 Gennaio 2018 11:31

      Deve avere le dimensioni minime di un box auto e un ingresso tale da farci passare una macchina, come dice giustamente il suo geometra.
      Poi dentro può metterci quello che vuole: moto, bici, ecc..

  • Buonasera….si la costruzione è di pertinenza alla mia abitazione e usufruisco dei 150 mq del piano casa. dove posso trovare lo specifico che mi spieghi in dettaglio…. io metto una casa in legno prefafricata nello specifico sul sito eurocasette.it la casa aura plus però senza veranda 8×6 e devo far mettere una doppia porta in un lato lungo. giustamente il mio geometra così com’è mi può scrivere nel progetto solo rimessa devo mettere un portone x farlo passare come box auto e moto x usufruire del 50%
    Grazie anticipate

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Gennaio 2018 15:07

      Chiarisco una cosa: per detrarre deve trattarsi di un parcheggio pertinenziale. Quindi che lei ci metta una moto anzichè un’auto non è un problema. L’importante è che non sia altro, fatto passare per parcheggio.

  • Architetto buondì, io dovrei contruire una rimessa in una collina, dove andrò a stipate moto e vespe ma non auto posso usufruire della detrazione del 50%. il mio comune non ha nessun problema x passarmela come garage,il mio geometra però è titubante non sa come gestire la cosa, la legge non è chiara su questo, non vorrei che a lavori terminati l’aggenzia dell’entrate mi faccia dei problemi. quali misure devo rispettare….misure delle porte volume dello stabile???
    Le posso mandare una foto con misure…
    La ringrazio in anticipo Andrea

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Gennaio 2018 16:26

      Una cosa non mi è chiara: lei dice di dover costruire la rimessa “in collina”. Ma sarà di pertinenza di una casa?

  • Buongiorno,
    a gennaio devo ristrutturare un box auto pertinenziale.
    I lavori prevedono rinforzo strutturale del solaio a causa dell’indebolimento dei travetti in cemento armato gettati in opera, rifacimento intonaco, impermeabilizzazione copertura, rifacimento tetto verde, rifacimento impianto elettrico e sostituzione del portone.
    Tutti gli interventi sono detraibili?
    Posso farmi fare un unica fattura con indicazione generica oppure devo far esplicitare tutte le voci dell’intervento?
    Considerando che tutto il materiale necessario lo compra l’impresa e me lo rifattura comprensivi della posa L’IVA è al 10%?
    Le spese per la progettazione/perizie e DL da parte dell’architetto sono detraibili?
    La ringrazio in anticipo,
    Cordiali saluti.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      14 Dicembre 2017 12:21

      I lavori sono tutti detraibili tranne il portone, detraibile solo se diverso dall’esistente. Può farsi fare una sola fattura e sono detraibili anche le spese tecniche.

  • grazie per la sua gentilezza

    Rispondi
  • Gentile Arch,
    Le chiedo se la possibilità di detrazione per realizzazione box auto sia stata estesa anche al 2018.
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      14 Dicembre 2017 12:17

      Se la Camera conferma la legge di bilancio approvata in Senato, sì. Ma non dovrebbero esserci dubbi.

  • Gentilissimo architetto devo pagare fattura tramite bonifico della fornitura e installazione di un portone sezionale per box auto, considerando che ho il recupero fiscale del 50% e l’iva agevolata nella fattura o nel bonifico va specificato qualcosa di particolare?
    grazie per la sua collaborazione

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      13 Dicembre 2017 12:26

      Nel bonifico deve semplicemente utilizzare la causale per la detrazione 50%.

  • Geometra buonasera, sono da lei ancora x chiederle una conferma. devo acquistare una casetta in legno 8×6 da adibire a box auto e moto, sempre che il mio comune mi conceda e mi approvi la costruzione. la ditta che mi vende la casa, mi chiede x confermare il preventivo e fissare il prezzo al 2017, un bonifico del 50% oggi ma io i lavori li farò nel 2018…. in teoria, leggendo un po’ di risposte date da lei via mail, è possibile detrarre anche i bonifici di acconto fatti anche prima di una scia o progetto che farò nel 2018…. mi conferma questo???
    Infinite grazie anticipate Andrea

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Dicembre 2017 11:19

      Grazie del geometra, ma sono architetto. 😀
      Dunque, è vero che si possono detrarre gli acconti pagati prima dell’inizio dei lavori, ma attenzione: lei mi dice di non essere sicuro che il Comune approvi il progetto, per cui attenderei almeno il rilascio del titolo autorizzativo.

  • Buongiorno,
    ho ridiscusso l’argomento col commercialista andando a rileggere la guida AdE ed è ancora convinto che io non abbia diritto alla detrazione. Nel mio caso, dice, che sto costruendo il box pertinenziale in un’abitazione nuova non ne ho diritto, potrei detrarlo se il box fosse costruito su un’abitazione già esistente, configurandosi come ristrutturazione. Cosa ne pensate?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      4 Dicembre 2017 11:19

      Su questo avevo dubbi anch’io. Però:
      1. Non c’è nessun documento dell’agenzia che dice che il box deve essere costruito per una casa già esistente
      2. Ci sono da anni ditte che vendono case di nuova costruzione e offrono consulenza per la detrazione del box inclusa.

  • Un impiegato dell’ufficio delle entrate in merito al mio caso ha un’altra versione!!! mi dice che essendo il box incorporato nel piano inferiore della costruzione non posso detrarlo, se lo costruissi esternamente alla casa lo potrei detrarre perchè in questo modo sarebbe pertinente ma non incorporato!!!! mi sembra molto assurda questa risposta!!!
    Mi potrebbe indicare il punto della guida, o la circolare dell’AdE in cui si tratta quest’argomento? in modo da chiarire bene con il commercialista la questione? ringrazio….

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      30 Novembre 2017 11:47

      Non c’è scritto da nessuna parte che se il box è “incorporato” non è detraibile.
      Spieghi all’impiegato cos’è una pertinenza!
      Cmq il riferimento è la pag. 36 della guida AdE.

  • Grazie architetto per la risposta.. Gg fa le chiedevo se fosse possibile detrarre i costi di progettazione e costruzione di un box pertinente ad una prima casa, la casa col box sono in corso di costruzione, abbiamo realizzato gli impianti e nei prossimi mesi completeremo, i lavori sono stati affidati a ditte varie (costruttore, idraulico, elettricista,ecc). Il mio commercialista mi dice che non posso detrarre il costo di progettazione e costruzione del box, perché secondo lui essendo prima casa godo già dell’iva al 4% e poi perché trattasi di nuova costruzione e non di ristrutturazione o acquisto, cosa ne pensa? Non so come muovermi!!! La ringrazio anticipatamente

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Novembre 2017 11:01

      Come scrivo nell’articolo, la costruzione di un box auto è l’unico caso in cui si ha diritto alla detrazione anche per nuova costruzione. Se il suo commercialista ha ancora dubbi, gli faccia leggere la guida dell’AdE.
      Le do anche un’altra notizia: può detrarre il box al 50% e avere anche l’iva agevolata al 4%!

  • Buongiorno,
    Ho un vecchio portico adibito a posto auto (2) fatto di lamiera con tetto in eternit; ora vorrei abbatterlo e ricostruirlo con la stessa volumetria e vista la possibilità e il permesso comunale di ampliarlo. Ho diritto alla detrazione al 50%?

    Rispondi
  • Gentilissimo Architetto,
    Sto acquistando appartamento e box auto pertinenz., e vorrei usufruire delle detrazioni 50%, il mio dubbio era se ancora fattibile nonostante abbia già versato (prima del rogito e senza compromesso registrato) come acconto al costruttore l’IVA dell’importo complessivo di appartamento+box.
    Grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Novembre 2017 10:46

      Certo che è fattibile. Ma non potrà applicare la detrazione anche a questa somma già versata.

    • mi scuso ma voglio essere più preciso
      Appartamento € 120.000
      box € 8.000 (valore di acquisto)
      ho versato acconti per un tot. di € 25.000 (tra cui IVA 4% sul tot. di € 128.000)
      (prima del rogito e senza compromesso registrato). Da quel che ho letto non posso più usufriure della detrazione o mi sbaglio?
      Grazie per la disponibilità

    • arch. Carmen Granata
      28 Novembre 2017 10:50

      Dunque, lei può detrarre sul costo di costruzione del box (non sul costo di vendita). Il costo di costruzione comprende anche l’Iva.
      Se dai documenti di pagamento risulta che come acconto per il box ha pagato solo l’Iva, non vedo perchè non possa detrarre sul restante costo di costruzione che andrà a pagare. Diciamo che questo è uno di quei casi in cui avvalersi di una consulenza tecnica per una contabilità differenziata sarabbe stato davvero utile.

  • Buongiorno Architetto volevo chiedere se è possibile effettuare il bonifico per l’acquisto di un box pertinenziale ad una abitazione già di mia proprietà il giorno prima della stipula dell’atto, tenendo conto che non esiste neanche un compromesso.
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      22 Novembre 2017 10:45

      Se legge il paragrafo “Detrazione 50% per acquisto di box auto” vedrà che il compromesso è necessario.

    • Grazie per la risposta, ma nel paragrafo da Lei indicato a me non era molto chiaro questo punto, poi da altre fonti ho appreso che una modifica alla normativa (modifica se non erro del 2016) permette di effettuare il bonifico anche prima dell’atto, ma comunque nella stessa giornata, mentre per acconti prima dell’atto è necessario avere registrato un compromesso.
      Visto che non sono esperto e la fonte non è sicura mi confermate che è davvero così?
      Scusate per il disturbo.

    • arch. Carmen Granata
      22 Novembre 2017 14:42

      Le riporto: “Nel caso in cui per l’acquisto siano versati degli acconti prima della stipula definitiva dell’atto notarile, essi sono detraibili solo nel caso in cui sia stato registrato un preliminare di vendita da cui risulti il vincolo di pertinenzialità.
      L’Agenzia delle Entrate ha specificato che il requisito permane anche se il pagamento con bonifico è stato fatto nello stesso giorno in cui è stato registrato il compromesso, ma in un orario antecedente.”
      Mi dispiace che per lei non sia chiaro, ma a me sembra evidente che in tutti i casi deve essere stato registrato il compromesso.

  • maria luisa caverzasi
    16 Novembre 2017 17:37

    ringrazio sentitamente per la risposta.

    Rispondi
  • gent mo architetto le chiedo nella sostituzione della vecchia saracinesca per box auto con un portone sezionale l’iva agevolata al 10% come lei mi diceva è sull’importo totale? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      16 Novembre 2017 15:00

      Sull’importo dell’installazione. Mentre è anche sull’importo della fornitura, se questa viene fatta dall’impresa installatrice (che acquista e le rifattura).

  • Buonasera,
    sto costruendo una prima casa con box pertinenziale, posso detrarre i costi di progettazione e costruzione del box?

    Rispondi
  • maria luisa caverzasi
    15 Novembre 2017 16:30

    Buonasera Architetto,
    con la presente le chiedo se posso acquistare i mobili per la cameretta del mio bambino con la detrazione del 50%.
    Andrebbero nella mia casa ristrutturata nel 2014 della quale usufruisco già di tale detrazione.
    La ringrazio e distintamente saluto.
    Maria Luisa

    Rispondi
  • Grazie per la disponibilità.

    Antonello

    Rispondi
  • Buongiorno,
    mi conferma che posso detrarre le spese del geometra che mi ha fatto le pratiche?
    Naturalmente in fattura c’è scritto: quota per costruzione box pertinenziale.
    Grazie

    Rispondi
  • Buona sera grazie infinite x avermi risposto. Io utilizzo la legge sul piano casa e il mio comune la gestisce come essa, come costruissi una casa in muratura anche se vorrei farla in legno con i suoi progetti permessi i quant’altro e dunque se posso detraggo il 50%…. se ha dei consigli o suggerimenti da darmi….sono ben lieto di ascoltarli. la ringrazio ancora. Andrea

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      7 Novembre 2017 12:06

      L’importante è che dal permesso risulti un box auto pertinenziale, altrimenti non può detrarre.

    • Andrea Viero
      7 Novembre 2017 22:40

      Grazie infinite ancora, ma ad oggi si sa se questa legge del 50% x il box auto, verrà prolungata anche x il 2018!!!
      Da quello che ho letto si ferma ad 31/12/17
      Saluti grazie Andrea

  • Buonasera,vorrei dei chiarimenti se posso, io sarei propenso a costruire un garage adiacente alla mia abitazione, però la vorrei camuffare un po’ x estetica e soprattutto x sicurezza, del tipo sul retro due portoni o basculanti e sul davanti una porta con finestre, da poterla camuffare come una casetta in legno, un vorrei che nessuno sapesse che parcheggio le auto là dentro….. secondo questa legge si potrebbe usufruire delle detrazioni del 50% x il totale della costruzione????
    Grazie e Saluti Andrea

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Novembre 2017 9:05

      Il problema non è tanto la legge sulle detrazioni, quanto il regolamento edilizio del suo Comune. Deve verificare se consente di costruire un box con queste caratteristiche.

    • arch. Carmen Granata
      8 Novembre 2017 16:34

      In verità la proroga della detazione 50% è una delle poche certezze.

  • ringrazio tantissimo e distintamente saluto.

    Rispondi
  • Gent.mo architetto mi è stato proposto da un’agenzia immobiliare l’acquisto di un garage C6 già esistente in una casa risalente al 1200 (in un centro storico).
    Avendo già di proprietà un appartamento le chiedo se potrei farlo pertinenziale.
    Vorrei la conferma da lei in quanto leggendo sopra capisco che il box deve essere di nuova costruzione.
    In questo caso non ho il costo di realizzazione ma solo quello dell’acquisto.
    E’ giusto cosi o c’è qualche possibilità?
    Grazie per la sua risposta

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      26 Ottobre 2017 9:06

      Se lei mi chiede se il box può essere reso pertinenziale, la risposta è sì. Se invece mi chiede se può avere la detrazione per l’acquisto, la risposta è ovviamente no.

  • Buongiorno,
    in caso di acquisto di un box all’asta a seguito di fallimento dell’impresa costruttrice, l’importo del prezzo di aggiudicazione pari quindi al valore di perizia del box è detraibile trattandosi comunque di una vendita di un immobile che era ancora dell’impresa costruttrice? inoltre la detrazione vale solo per acquisto di box chiusi in categoria C6 o eventualmente anche posti auto scoperti?
    grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      19 Ottobre 2017 11:53

      Per la prima domanda, le consiglio di chiedere un parere direttamente all’AdE.
      Per la seconda, come può leggere dal secondo paragrafo dell’articolo, l’agevolazione è valida per tutti i tipi di posti auto.

  • Buonasera,
    sto per acquistare tramite agenzia un box. Il venditore è l’impresa che lo ha costruito nel 2009.
    L’agenzia mi ha comunicato che si può usufruire della detrazione del 50% in quanto tale acquisto verrà messo di pertinenza alla prima casa.
    Quali procedure passo passo devo seguire per non perdere tale detrazione? Se devo dare degli anticipi prima del rogito come li devo versare? C’è una modulistica specifica che devo compilare in fase di bonifico? Il venditore quale documentazione mi deve consegnare?

    Rispondi
  • buona sera volevo sapere se la sostituzione della vecchia saracinesca del box auto rientra nella possibiltà di usufruire della detrazione fiscale grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Ottobre 2017 15:29

      Solo se sostituisce la serranda con altra di materiale diverso (manutenzione straordinaria).

  • Buonasera e complimenti per il blog. la mia è una domanda di natura fiscale. Se intesto a me le fatture per la costruzione del box con IVA al 4% prima casa (sono proprietaria dell’immobile pertinente) ma queste le paga con bonifico parlante mio marito che non è proprietario e siamo in separazione dei beni, può beneficiare lui della detrazione? È corretto annotare nelle fatture che mio marito sosterrà le spese interamente? Oppure devo pagarle io proprietaria comunque? Non avrei capienza irpef e vorrei comunque beneficiare IVA 4%. Grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Ottobre 2017 18:51

      Grazie. La procedura da lei indicata è corretta, ma suo marito deve sempre avere il requisito richiesto, ovvero la convivenza con la proprietaria. A quel punto, io farei intestare direttamente la fattura a lui per evitare confusione.

    • Ma se intesto le fattura direttamente a lui come logica vorrebbe come faccio a fare applicare IVA al 4 alle imprese? Mio marito non è proprietario. Grazie mille

    • arch. Carmen Granata
      9 Ottobre 2017 19:54

      Ha ragione, pensavo alla detrazione 50% che spetta anche al coniuge convivente… Per la questione Iva, allora la soluzione da lei prospettata è quella più corretta.

  • angelo pietro
    6 Ottobre 2017 12:17

    Buongiorno, la ditta costruttrice dalla quale sto comprando casa e box non mi vuole dare la certificazione dei costi per la realizzazione del box.
    Accampa mille scuse.
    Posso aggirare l’ostacolo con un computo metrico o altro?
    Grazie per la risposta.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      8 Ottobre 2017 19:34

      Sì basta che sia una documentazione da cui si evince il costo detraibile.

  • Buonasera
    ho acquistato un garage da costruttore nel 2017 versando un acconto del 15%, prevedo di rogitare a Giugno 2018. Considerando che la detrazione nel 2017 è del 50% mentre nel 2018 potrebbe ridursi al 36%, potete indicarmi se posso detrarre il tutto al 50%? grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      3 Ottobre 2017 19:11

      Mentre per l’acquisto di immobili ristrutturati l’AdE specifica che è possibile fruire dell’aliquota migliore, non vi sono cenni sulle guide in merito all’acquisto box, per cui dovrebbe prevalere l’interpretazione secondo cui si applicherà l’aliquota prevista per il 2018.

    • Grazie mille,
      Altro quesito Se il costruttore non è in grado di fornirmi entro il 2017 la dichiarazione relativa al costo di realizzo del BOX, posso scaricare il tutto nel 2018 pur avendo versato la Caparra nel 2017? Grazie mille

    • arch. Carmen Granata
      5 Ottobre 2017 10:14

      In ogni caso dovrà scaricare nlel 2018.

  • Buongiorno,
    io ho acquistato casa da costruttore con box auto.
    chiederò l’agevolazione fiscale per il box.
    vorrei solo sapere quale documentazione sarà necessaria per ottenere tali benefici?
    grazie.
    raffaella

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      2 Ottobre 2017 9:21

      E’ spiegato nell’ultimo paragrafo di questo articolo.

  • MAURO ferrario
    28 Settembre 2017 16:15

    buongiorno, ho acquistato un appartamento (nuova costruzione da impresa) nel 2015 ed ora vorrei acquistare un posto auto… posso ancora usufruire della detrazione o avrei potuto detrarre solo nel caso avessi comprato il posto auto contestualmente all’appartamento?
    grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      29 Settembre 2017 11:13

      Non è necessario l’acquisto contestuale, basta che il box risulti dall’atto come pertinenza.

  • Buongiorno, mi sembra di avere capito che anche le fatture dei professionisti impegnati nella costruzione del box auto pertinenza prima casa rientrino nelle agevolazioni se pagate con bonifico parlante. Ma che iva applicare e che art. di legge indicare nel bonifico? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      15 Settembre 2017 12:59

      Se per professionisti intende i tecnici, l’Iva è sempre al 22% e la causale del bonifico è la stessa prevista per il lavori.

    • Posso chiederLe anche se la SCIA è intestata a mia moglie proprietaria dell’abitazione in cui costruirò il garage di pertinenza grazie al piano casa e le fatture detraibili le intesto le pago e le porto in detrazione io che sono il marito è tutto possibile? Grazie

    • arch. Carmen Granata
      15 Settembre 2017 15:52

      Certo, possono detrarre anche i familiari conviventi del proprietario.

    • Anche i serramenti come finestre e Basculanti a completamento del box possono essere detraibili? La fattura può essere a parte o bisogna che sia unica e quindi rientri in quella della Ditta di costruzioni? Cioè può essere un fornitore a parte? Grazie

    • arch. Carmen Granata
      22 Settembre 2017 16:27

      Certo, tutte le opere che concorrono alla costruzione del box possono essere detratte.

  • Buongiorno,
    sto per acquistare da costruttore appartamento con annessi 3 garage e posto auto assegnato.
    La detrazione fiscale spetta per tutto o solo per un garage?
    grazie
    graziella

    Rispondi
  • Antonio Capelli
    1 Settembre 2017 21:57

    Salve,
    sarei intenzionato ad utilizzare un terreno edificabile di proprietà per la realizzazione di una abitazione di tipo prefabbricato in bioedilizia. Se progettassi un garage seminterrato dell’ampiezza della casa su cui poi “appoggiarmi”, sarebbe contemplato il discorso della detrazione nonostante ancora non esista l’abitazione?
    Grazie anticipatamente
    Antonio C.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      4 Settembre 2017 12:19

      La detrazione è contemplata anche per la “costruzione” delle autorimesse. Quindi, se dal permesso di costruire risulta il garage, nessun problema.

  • buon giorno. io ho fatto domanda x ristrutturazione ed ampliamento di un box in origine in lamiera ed ora in cemento antisismico ecc. l’originale era 4,5 mt x 3,5 circa, ora lo abbiamo fatto doppio7mt x 6,5. I’ingenniere dice che la detrazione si può fare x un posto auto dichiarando come unica pertinenza, mentre le ragazze del CAF dicono che registrandolo come due pertinenze si può dedurre da tutti e due, uno come ristrutturazione e l’altro come ampliamento. chi dei due ha ragione? grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      30 Agosto 2017 12:37

      Non esiste un limite: il bonus può essere richiesto anche per più box di pertinenza di un’abitazione o per box di pertinenza di più abitazioni.

  • Bongiorno, le chiedo un consiglio per trovare una soluzione corretta e fattibile.
    Ho acquistato un appartamento, in un complesso di 10, senza box in quanto inesistente.
    Ora la proprietà altrui, società, ha un grande scantinato sotto il complesso e vorrebbe far fare dei lavori di ristrutturazione per costruire dei posti auto interrati, chiedendomi se interessato all’acquisto.
    Domanda: potrei usufruire di agevolazioni in caso di acquisto?
    Se no, mi conviene acquistare allo stato di fatto (scantinato) e far fare a mio nome
    I lavori di ristrutturazione? In questo modo potrei usufruire dell’agevolazione del
    50% , presentando le relative fatture della società che mi ristruttura?
    Attendo risposta, grazie
    Silvia

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      29 Agosto 2017 18:06

      Le consiglio la seconda opzione, visto che l’acquisto, per essere agevolato, deve essere fatto per forza da impresa di costruzioni.

  • Buongiorno, nel 2011 ho acquistato un appartamento senza box, in un residence.
    Ora la proprietaria “principale”, cioè dell’80% del complesso, ristruttura per creare dei posti auto interrati e per creare un box.
    Le domanda sono:
    1 – se acquisto sia il box o il posto auto posso usufruire dell’agevolazione al 50%?
    2 – La proprietaria che crea il box e/o posti auto è una srl, se acquisto è meglio che mi faccia fatturare dalla società edile che si occupa dei lavori oppure dalla srl proprietaria?
    Eventuali suggerimenti per non sbagliare, Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Agosto 2017 15:12

      Per poter detrarre, il venditore deve essere necessariamente un’impresa costruttrice o una cooperativa edilizia. Ma se l’impresa costruttrice non è proprietaria, non può vendere.

    • Mi scusi architetto Granata, ma se un proprietario di un immobile da incarico ad una impresa edile di costruire un box interrato, o posto auto, e a fine lavori il proprietario vende il box, l’acquirente non può, quindi detrarre?
      In secondo luogo, se io, proprietario di un immobile, faccio eseguire lavori per la realizzazione di un immobile interrato, non posso detrarre, avendo le fatture dell’impresa che mi esegue i lavori?
      Grazie

    • arch. Carmen Granata
      28 Agosto 2017 16:21

      Come ho spiegato nell’articolo, la detrazione si ha anche per la costruzione e non solo per l’acquisto.
      Per quanto riguarda invece la detrazione per l’acquisto, come detto può essere fatta solo da chi acquista da impresa.

  • Ho già versato circa 50.000€ a titolo di caparra come da accordi nel preliminare registrato.
    Su tale cifra posso usufruire della detrazione se il costo del box è pari o inferiore?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Agosto 2017 15:08

      Lei può usufruire della detrazione solo sul costo del box, per cui occorre documentazione che lo certifichi, ad esempio computo metrico. L’ideale sarebbe una fatturazione separata, perchè l’AdE potrebbe fare problemi.

  • buongiorno
    la ditta costruttrice avvierà i lavori entro fine settembre 2017 e mi consegnerà la casa nel 2018.
    ho diritto alla detrazione?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno,
    io dovrei sostituire una basculante perchè ho necessità di ampliare l’accesso.
    Posso ususfruire della detrazione del 50%?
    In caso affermativo devo presentare la cila o basta una dichiarazione sostitutiva?
    Ringrazio per l’attenzione.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Agosto 2017 11:19

      Se deve ampliare l’apertura, può usufruirne, ma deve presentare la Cila.

  • Mi dispiace insistere, ma mi hanno detto per telefono che posso mettere una semplice porta e non una “grande” per far entrare un’auto. Molti non hanno l’auto, ma moto o solo biciclette. In ogni caso anche con l’auto le dimensioni sono discutibili perché posso avere una Smart a due posti o all’opposto un Suv. Per box intendono un contenitore che, come dice anche Lei, può avere anche della legna… Appena posso mi reco personalmente alla Agenzia delle Entrate perché non voglio avere dubbi sul da farsi.
    Grazie
    Giuliano

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      4 Agosto 2017 10:50

      Non è esatto: l’AdE parla specificamente di “autorimesse e box auto” e non di box generici. Inoltre la categoria catastale C6 è “garage, box auto o posti macchina, stalle e scuderie”, per cui non credo che il Catasto accetti questa classificazione se il manufatto non ha determinate dimensioni e si presenta, invece, come C2.
      Fossi in lei non mi fiderei di quanto sentito al telefono (verba volant) e chiederei all’AdE una risposta scritta, almeno via mail.

  • buondì. Ho telefonato oggi alla agenzia delle entrate e mi hanno risposto che è sufficiente che sia accatastato come box, (codice 06 mi pare) quindi non è necessario che ci sia un’auto per loro. Può tenere moto, bici o semplicemente della legna. Per loro box è inteso come contenitore. Quindi non è necessaria la porta basculante dei garage. Lei però mi dice diversamente.
    Grazie
    Giuliano

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      3 Agosto 2017 11:06

      Certamente se lei costruisce un box e poi dentro ci vuole mettere la legna invece dell’auto, è libero di farlo. Deve però costruire un box: quindi deve risultare dal permesso di costruire che si tratta di un’autorimessa pertinenziale e deve essere accatastato come C6.

  • Buonasera
    Sto ristrutturando una casa a schiera di testa e nel suo giardino vorrei costruire un piccolo edificio in muratura per riporre tagliaerba biciclette e zappatrice, ma non sarà un garage.
    Posso ottenere la detrazione anche se non è un box auto?
    Grazie per il tempo dedicato
    Giuliano

    Rispondi
  • Buongiorno.
    Abbiamo costruito ex-novo una villetta unifamiliare con autorimessa posizionata al piano interrato dell’abitazione e collegata da un vano scale all’abitazione stessa.
    Sul permesso di costruire rilasciato dal comune è stato scritto “permesso di costruire per CASA UNIFAMILIARE”.
    Possiamo detrarre l’autorimessa? In caso negativo cosa ci suggerisce?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      31 Luglio 2017 16:25

      Sarebbe meglio “permesso di costruire per CASA UNIFAMILIARE con garage pertinenziale”…. Senza la specifica potrbbero esserci problemi per l’AdE. Provi a chiedere una rettifica.

  • Buongiorno,
    sto comprando un immobile attualmente accatastato come negozio. varieremo la destinazione d’uso e faremo dei lavori per farli diventare garage. è possibile anche in questo caso usufruire della detrazione? Preciso che li acquisteremo come locali commerciali.
    grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Luglio 2017 9:53

      A mio avviso no. Però si tratta di un caso molto particolare, per il quale chiederei delucidazioni all’Agenzia delle Entrate.

  • Buon giorno,
    stiamo costruendo una casa con relativo garage pertinenziale usufruendo le agevolazioni pino casa tra cui l’iva al 4%. queste agevolazioni vanno in conflitto con le agevolazioni delle detrazioni del 50% per la costruzione del garage? Grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      26 Luglio 2017 12:48

      Suppongo siano le agevolazioni “prima casa”. Cmq no, non vanno in conflitto.

  • Mi occorre un informazione, trattandosi di nuova costruzione di una prima casa, il posto auto pertinenziale può essere detraibile se accatastato insieme all’abitazione?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      25 Luglio 2017 9:11

      Sì, purchè dal permesso di costruire risulti che si tratta di pertinenza.

  • Buonasera,
    ho acquistato nel 2010 un appartamento con box pertinenziale usufruendo delle agevolazioni fiscali. Posso acquistare ora dalla stessa immobiliare costruttrice un altro posto auto nel condominio vicino, utilizzando ancora la stessa detrazione del 50% del costo di costruzione? Come si fa a rendere pertinenziale il posto auto? Significa che se venderò l’appartamento sarò obbligata a vendere insieme sia il box che il posto auto? Grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      14 Luglio 2017 11:55

      Può usufruire della detrazione per altri box auto.
      Per dichiarare il vincolo di pertinenzialità è necessario stipulare un atto presso un notaio.
      La pertinenza può essere venduta separatamente dall’abitazione, facendo venire meno il vincolo di pertinenzialità.

  • Salve,
    vorrei chiedere il permesso a costruire per una casa con garage di pertinenza.
    Per ottenere la detrazione per il box sarà necessario ultimare prima i lavori per la casa e quindi accatastarla? Lo stesso permesso a costruire può consentirmi di detrarre le spese per la costruzione di un garage di pertinenza di un immobile senza dati catastali poichè in corso di costruzione? Ci sono altre ipotesi percorribili? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      14 Luglio 2017 11:49

      I dati catastali da riportare sono quelli del garage, quindi basta ultimare quello e accatastarlo.

  • Buongiorno,
    sto costruendo la mia nuova prima casa con annesso box auto; posso usufruire della detrazione anche se, sia la casa sia il garage, sono di nuova costruzione?
    Che dati catastali dovrò inserire nella denuncia dei redditi?
    la ringrazio infinitamente

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      12 Luglio 2017 10:54

      Può usufruire della detrazione per la costruzione del box auto, purchè dal permesso di costruire risulti che sia pertinenziale.
      I dati catastali saranno ovviamente quelli del box auto.

  • Buon giorno. Ho acquistato casa da costruttore e box di pertinenza con atto stipulato a dicembre 2016. Posso portare in detrazione sia il 50% dell’IVA che il 50% del valore di costruzione del box. Mi dicono che devo scegliere o l’uno o l’altro. Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Luglio 2017 12:13

      Non è vero, può avere entrambe le agevolazioni. Naturalmente, per la detrazione Iva la casa deve essere in classe A o B.

    • Grazie arch, il mio commercialista non è della stessa opinione e mi ha inviato un punto delle note come compilare il 730/2017. “possono usufruire della detrazione anche gli acquirenti di box o posti auto pertinenziali già realizzati; tuttavia la detrazione compete esclusivamente con riferimento alle spese sostenute per la realizzazione, sempreché le stesse siano comprovate da attestazione rilasciata dal venditore. Anche in questo caso nella dichiarazione dei redditi devono essere indicati i dati catastali dell’immobile. Per gli acquisti effettuati nel 2016, non si ha diritto alla detrazione per le spese di realizzazione del box o dei posti auto pertinenziali per il quale il contribuente si sia avvalso della nuova agevolazione che consente di detrarre il 50 per cento dell’IVA pagata al costruttore.”

    • arch. Carmen Granata
      14 Luglio 2017 11:43
  • Buongiorno,
    nel 2011 ho acquistato un appartamento, all’interno di un residence di montagna (unico proprietario una SNC) senza box ne posto auto.
    Se oggi desiderassi acquistare un posto auto coperto, ricavati da lavori di ristrutturazione effettuati nel 2003 dalla SNC, posso usufruire della detrazione? se affermativo cosa mi devo far consegnare da chi ha sostenuto i costi di ristrutturazione?
    Inoltre ieri ho saputo che nel 2016 la snc è stata posta in liquidazione e la struttura ora è intestata ad un persona fisica (un socio), quindi io dovrò acquistare dal privato. In questo caso non avrò possibilità di detrarre nulla? Grazie mille

    Rispondi
  • Buongiorno, La ringrazio anticipatamene per la gentilezza e per l’aiuto.
    Gradirei sapere come fare per detrarre i costi sostenuti per spese di diritti di segreteria e tasse comunali di oneri urbanizazione e consulenze di progettazione e professionali in merito alla realizzazione di un garage di pertinenza prima casa.Va bene bonifico normale o serve anche per questi costi bonifico parlante? Chiaramente la ft del costruttore la pagherò come da indicazioni. grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Luglio 2017 12:08

      Serve anche in questo caso il bonificio parlante. Solo per le varie spese comunali è ammessa una modalità diversa, se prevista dal Comune.

  • ho una fattura di 29702,40 € relativa all’acquisto di un box pertinenziale ma la legge dice che posso detrarre solo la quota che il costruttore ha speso per costruire il box. per la detrazione devo farmi fare una dichiarazione dal costruttore con questa cifra e usarla nella dichiarazione dei redditi?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno
    vorrei sapere se il box è intestato a due persone il bonifico va bene anche fatto da una sola persona

    grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      4 Luglio 2017 11:42

      Sì, l’importante è che la fattura sia intestata a entrambi. E comunque nella causale del bonifico vanno indicati anche i beneficiari della detrazione.

  • Buona sera devo acquistare un box pertinenziale posso usufruire della detrazione anche con accollo del mutuo del costruttore?

    Rispondi
  • Buonasera Architetto, avrei una domanda: ho stipulato un preliminare per una casa (al momento ancora in costruzione, e che rogiteremo a fine settembre 2017). In base a quanto ho letto, i passi necessari per vedersi riconosciuta la detrazione sono:
    1. Indicare nell’atto notarile il vincolo di pertinenzialità all’abitazione
    2. Far fare dalla ditta costruttrice due fatture separate (una attestante il costo del box, quota parte del valore complessivo dello stesso, e una rimanente per il resto del valore della casa)
    3. Pagare la parte di costo del box di cui al punto 2 con “bonifico parlante” il giorno stesso del rogito. Usando il suddetto bonifico, l’impresa costruttrice è svincolata dalla necessità di effettuare “l’attestazione sostitutiva di atto notorio”

    Ho detto tutto/ è necessario altro?
    Grazie in anticipo per un’esaustiva risposta.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      3 Luglio 2017 11:10

      Perfetto così!

    • Grazie mille per la risposta. Avrei un’ulteriore richiesta correlata: la casa verrà comprata in regime di comunione dei beni, al 50% tra me e mia moglie. È possibile tuttavia recuperare tutto l’importo della detrazione solo con il 730 di uno dei due coniugi?

    • arch. Carmen Granata
      17 Luglio 2017 11:21

      Sì, a patto che il coniuge che deve detrarre sostenga interamente la spesa.

    • Provo a dirla in un altro modo, chiedendo la sua conferma: noi abbiamo già versato degli acconti all’impresa tramite assegni, e il saldo pure sarà fatto con assegno. Per la sola parte relativa al box, la fattura del costruttore deve essere fatta solo a nome del coniuge che deve detrarre dal 730? Il bonifico invece verrà fatto dal conto comune..è ok?

    • arch. Carmen Granata
      19 Luglio 2017 9:47

      Sì va benissimo così. Poi, nella causale del bonifico inserisca il codice fiscale solo della persona che deve detrarre.

  • Nel caso di acquisto di primo box nelle vicinanze abitazione ma su comune diverso confinante, con interpello positivo agenzia entrate e atto notarile con pertinenza, la tassa IMIS-tasi comunale è da pagare o devono fare detrazione? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      30 Giugno 2017 16:12

      Le imposte sono cose diverse dalle detrazioni Irpef. Comunque la domanda andrebbe rivolta al Comune.
      Come pertinenza prima casa sarebbe esente, ma il Comune in cui è ubicato il box potrebbe richiederla.

  • Buongiorno,
    sto per acquistare un box pertinenziale dall’impresa costruttrice. Tra compromesso e rogito passeranno non più di 10 giorni pertanto molto probabilmente non provvederemo alla registrazione dello stesso. All’atto del compromesso ho pagato un acconto tramite assegno bancario mentre il saldo finale al rogito verrà effettuato con bonifico parlante. Preciso che il costo di costruzione è inferiore a quello che sarà l’importo del bonifico. Posso stare tranquillo dal punto di vista delle detrazioni fiscali?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      29 Giugno 2017 14:48

      Certo. Potrà detrarre quanto speso dopo il rogito, per cui se la somma pagata è superiore all’importo detraibile, rimane coperto.

    • Grazie per la cortese e tempestiva risposta.
      Approfitto della Sua gentilezza per porre un’altra domanda in merito al compromesso: leggo dell’obbligatorietà della registrazione entro i 20 giorni, nel mio caso andiamo a rogito ben prima di tale scadenza, incorro in qualche sanzione? se si, in che misura?

    • arch. Carmen Granata
      30 Giugno 2017 10:59

      La mancata registrazione dell’atto prevede una sanzione che va dal 120% al 240% dell’imposta dovuta. Ma nessuno le vieta di andare direttamente al rogito, senza stipulare il compromesso.

  • Buongiorno,
    devo pagare la prima fattura relativa al box di pertinenza.
    Che descrizione è meglio ci sia in fattura?
    Il bonifico bancario è un bonifico semplice o bisogna eseguire un bonifico come per le ristrutturazioni edilizie?
    Causale da inserire nel bonifico?
    Grazie per la disponibilità.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      26 Giugno 2017 12:16

      Dipende tutto dalla finalità della spesa: acquisto? costruzione? ristrutturazione?

    • Costruzione prima casa con annesso box pertinenziale.
      Grazie

    • arch. Carmen Granata
      26 Giugno 2017 14:55

      La fattura deve quindi specificare che si tratta dei lavori relativi al box. Il pagamento va fatto con bonifico parlante. Trova qui tutte le spiegazioni: https://www.guidaxcasa.it/come-compilare-il-bonifico-parlante/

    • La ringrazio, sto eseguendo il bonifico, ho queste 3 opzioni:
      1)EFFICIENTAMENTO ENERGETICO – ART 16-BIS TUIR
      2)INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE – ART 16-BIS TUIR
      3) MOBILI O ELETTROD. PER RISTRUTTURAZIONE – ART 16-BIS TUIR
      quale devo utilizzare? grazie mille!!!

    • arch. Carmen Granata
      27 Giugno 2017 10:41

      La n. 2.

  • Buongiorno,
    non sono molto competente in materia.
    Importo massimo detraibile 96.000 euro per unità immobiliare, per cui recupero del 50% pari a 48000 Euro? (4800 all’anno).
    Ho capito bene?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno ho acquistato casa di nuova costruzione con posto auto scoperto pertinenziale, sull’atto notarile regolarmente citato che trattasi di pertinenza ma non mi sono stati consegnati i costi per la realizzazione… è possibile avvalersi della detrazione anche se non si tratta di box?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      22 Giugno 2017 10:45

      Sì, è possibile, ma comunque devono essere rispettati i requisiti previsti.

  • buongiorno
    abbiamo realizzato un box interrato di pertinenza all’abitazione con permesso di costruire con scritto che il box era di pertinenza i lavori sono iniziati nel 2016 le fatture pagate con bonifici per detrazione essendo i lavori nn terminati nn è stato fatto l’accatastamento.. il commercialista mi dice che senza dati catastali nn posso avere la detrazione è vero? Secondo me basta il permesso di costruire … eventualmente dove trovo la norma da leggere
    grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Giugno 2017 12:46

      In effetti per detrarre servono i dati catastali, ma in questo caso sono sufficienti quelli dell’abitazione di cui il box è pertinenza, visto che i lavori sono ancora in corso.

  • Buona sera architetto.
    Io e mio marito siamo proprietari di un appartamento e di un garage doppio all’interno di un condominio ed al momento dell’acquisto nel 2011 abbiamo chiesto ed ottenuto le agevolazioni per il recupero decennale del 50% del costo di realizzazione del garage.
    Ora stiamo acquistando un secondo garage all’interno dello stesso condominio e vorremmo sapere se per poter usufruire delle stesse agevolazioni dobbiamo cambiare la categoria del garage e trasformarlo dall’attuale c6 ad un c2 o se basta farne dichiarare il vincolo di pertinenzialita’. E che Iva viene in ogni caso applicata.
    Grazie in anticipo per la Sua cortese risposta.
    Erika

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      30 Maggio 2017 12:57

      La categoria catastale C6 è già quella prevista per il garage. L’Iva appplicabile è quella ordinaria.

  • Buongiorno ho acquistato un appartamento dove spenderò più d 96.000 euro per la ristrutturazioni detrazione al 50% in 10 anni. inoltre ho comprato dall’impresa un box di pertinenza con un certificazione di costi da parte dell’impresa di circa 40.000 euro. Posso usufruire delle detrazione al 50% anche se ho già utilizzato il massimo per la ristrutturazione dell’appartamento? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Maggio 2017 18:59

      No, i 96.000 euro sono totali. Era diverso se aveva già ultimato i lavori e comprava il box dopo.

  • Franco Brazzale
    24 Maggio 2017 17:24

    Buon giorno. Ho iniziato la ristrutturazione di un garage (ultimazione lavori di una costruzione lasciata incompiuta per 30 anni). La scia indica appunto ultimazione dei lavori di cui alla c.e.nr….1977. Il garage è chiaramente pertinenziale all’abitazione (unico lotto, unico accesso da strada, unica proprietà, connessione fisica ecc.). Anche la Concessione originaria lo indicava annesso all’abitazione. E’ sufficiente, per prudenza e visto che dovrei fare una piccola variante indicare nella nuova SCIA “pertinente all’abitazione”?

    Rispondi
  • Buongiorno volevo chiederle se io ho comprato un box auto nuovo dal costruttore le detrazioni possono essere scaricate anche se io non possiedo ritenute?grazie aspetto sue notizie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      19 Maggio 2017 10:53

      Non capisco cosa intende per “possedere ritenute”.

    • christian m
      23 Maggio 2017 12:06

      Buongiorno gentilissima Arch. Granata,
      oltre alla detrazione per la costruzione del garage pertinenziale è possibile detrarre anche i lavori di fornitura e posa porta sezionale e impianto elettrico? insomma detrarre anche lavori non direttamente effettuati dall’impresa edile?
      anche per questa tipologia di lavori (sezionale e impianto elettrico) iva al 4% con detrazione 50%.
      grazie

    • arch. Carmen Granata
      23 Maggio 2017 14:31

      La domanda non mi è chiara: da chi sarebbero installati la porta sezionale e l’impianto elettrico?

    • christian m
      23 Maggio 2017 14:38

      Buongiorno,
      impianto elettrico da elettricista indipendente e portone sezionale da azienda che mi fa serramenti.
      sono indipendenti dalla impresa edile insomma.
      è possibile chiedere detrazioni?

    • arch. Carmen Granata
      23 Maggio 2017 18:29

      Se i lavori sono il “continuo” di quelli di costruzione, sì. Se i lavori di costruzione sono stati già chiusi e questi sono interventi in aggiunta, no.

    • christian m
      25 Maggio 2017 9:34

      buongiorno,
      trovo difficoltà a far capire questo concetto agli installatori. sono convinti della detrazione ma solo con iva al 10%.
      come posso supportare questa teoria?
      quali documentazioni posso presentare loro per convingerli dell’iva al 4%.
      vi sono normative o circolari ben precise?
      loro pensano sia solo per costruzione muri.
      grazie

    • arch. Carmen Granata
      25 Maggio 2017 12:31

      L’IVA agevolata al 4% si applica a prestazioni di servizi dipendenti da appalti per la costruzione ex novo di un immobile come “prima casa” e alle sue pertinenze.
      Quindi a tutti i “servizi” necessari per la costruzione, non solo ai muri.
      Il riferimento normativo è l’articolo 13 della Legge 2 luglio 1949, n. 408, e successive modificazioni.

  • Michelangelo
    13 Maggio 2017 10:24

    Buongiorno architetto, ho acquistato due anni un appartamento con autorimessa dal costruttore e per la quale autorimessa ho chiesto le agevolazioni fiscali per la detrazione del 50% del costo in 10 anni. Ora vorrei acquistarne un’altra sempre dallo stesso costruttore e nello stesso stabile ma vorrei sapere se anche questa seconda potrà avere gli stessi vantaggi fiscali o se tali vantaggi possono essere richiesti solo per la prima (come per l’agevolazione 4% che si può richiedere solo per la prima autorimessa)
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      15 Maggio 2017 11:35

      La detrazione 50% può essere applicata anche ad altri box.

  • Salve sto acquistando una casa di nuova costruzione 3 box uno doppio che é detraibile mi hanno detto e un altro singolo con Iva al 10 percento posso detrarre anche quello?
    Grazie

    Rispondi
  • gentilissima dottoressa,
    approfitto ancora della sua disponibilità.
    vorrei trasformare il posto auto in box. considerato che la superficie dei garage è superiore ai 300mq come occorre pocedere? posso agire singolarmente affidandomi ad un tecnico o devo avere il permesso del condominio? grazie ancora.
    Walter Iorio

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    Ho terminato un anno fa la costruzione di una abitazione su un terreno fabbricabile di mia proprietà.
    Ora vorrei costruire un posto auto esterno pertinenziale all’abitazione.
    E’ possibile usufruire già adesso della detrazione o è necessario aspettare un certo numero di anni essendo l’abitazione nuova?

    Rispondi
  • Buonasera Dott.,
    Le chiedo una gentilezza in quanto i tecnici del mio comune non hanno saputo darmi risposta.
    Premetto che si tratta di un condominio, il magazzino e garage soon di mia proprietà.
    Il Geometra ha aperto una CILA per la demolizione della parete divisoria tra magazzino e garage per fusione delle due unità in un unico garage.
    Per i lavori di montaggio del nuovo basculante mi è stata applicata l’IVA al 10%, posso detrarre e recuperare il 50%? Se si in che modo?che documenti o che procedure devo seguire?
    La ringrazio per la disponibilità,

    Pietro

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    sto per acquistare un appartamento con annesso posto auto in garage condominiale. il costruttore mi ha proposto un secondo posto auto che però non è adiacente al mio ma separato dal posto auto di un altro inquilino. Come conviene inserire il secondo posto auto nell’ambito dell’atto di vendita?
    grazie in anticipo per la sua disponibilità
    Walter

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    in caso di vendita di un box in corso d’anno, relativamente al quale nei 5 anni precedenti ho usufruito della detrazione, posso continuare ad esporre la quota per le rate mancanti? In caso negativo (e quindi immagino si intenda trasferita questa possibilità all’acquirente) come viene effettuato il calcolo per l’ultima rata/importo da esporre relativamente alla dichiarazione fiscale per l’anno di vendita?
    Con stima e gratitudine.
    Michela

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      8 Maggio 2017 12:09

      La detrazione si trasferisce automaticamente se nulla viene espresso in merito nell’atto. Ma se lei vuole continuare a usufruirne, basta che lo fa scrivere al notaio nell’atto.

  • Salve Dott.ssa Carmen,
    sto per acquistare un secondo box costruito all’interno di un’area condominiale in cui si trova anche la mia abitazione principale che ha già un box di pertinenza (prima casa). L’impresa costruttrice ha ultimato i box lo scorso autunno.
    Purtroppo l’area condominiale è attraversata da un confine comunale (unica provincia) che fa si che il secondo box si trovi nel comune limitrofo rispetto all’abitazione principale, anche se a soli 50 mt di distanza.
    A breve col costruttore firmeremo un preliminare di vendita, anche se il fabbricato box non è ancora stato accatastato dallo stesso, che attende di ultimarne le finiture.
    Dalla circolare 43/E Ag.Entrate del 18/11/2016, sembra che non serva nemmeno registrare il contratto che indichi la pertinenzialità, purchè questa risulti poi nel rogito, per poter dichiarare detraibile anche l’acconto.
    Il construttore sta preparando un prliminare che non registreremo, mi rilascerà regolare fattura per l’anticipo che verserò con bonifico ordinario. Entro novembre accatasterà i box e andreamo a Rogito entro fine anno.
    – Serve che il comune limitrofo dia il nulla osta per il vincolo di pertinenzialità o è sufficiente che lo stabilisca il notaio (vista la distanza di soli 50mt all’interno di area condominiale) ?
    – Devo chiedere altra documentazione, oltre alla dichiarazione delle spese di costruzione, prima del preliminare o ritiene che sia tutto corretto per poter usufruire della detrazione irpef 50% ?
    – Per questo secondo box pertinenziale, l’iva da versare è del 10% o del 4% ?

    Purtroppo non dispongo di dati catasali, ma presumo sarà un C/6

    Moltre Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Maggio 2017 10:52

      La circolare AdE 38/E del 12 agosto 2005 enuncia che non si ha pertinenzialità quando il bene pertinenziale è ubicato in un Comune diverso da quello dove è situata la casa.

  • maurizio basso
    3 Maggio 2017 13:00

    Buongiorno architetto
    Per favore mi può illuminare circa la detraibilità dei lavori per rifacimento della pavimentazione del garage?
    Grazie
    Maurizio Basso

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      3 Maggio 2017 15:02

      Il semplice rifacimento della pavimentazione non è detraibile.

    • maurizio basso
      3 Maggio 2017 17:26

      E nel caso di rifacimento pavimentazione garage+ nuovo impianto elettrico?

    • arch. Carmen Granata
      3 Maggio 2017 17:35

      Dipende…. se il rifacimento del pavimento è necessario per installare l’impianto elettrico, sì.

  • Mi perdoni Le chiedo un chiarimento sulla detraibilità del garage: quindi chi ha un’abitazione alla quale è possibile far diventare pertinenza un garage acquistato in un secondo momento da un’impresa lo stesso quindi da diritto alla detraibilità del 50% a prescindere se si effettuano lavori o meno? Grazie per il chiarimento e conferma.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Aprile 2017 17:31

      Come può leggere dall’articolo la detrazione è prevista anche per l’acquisto del box dall’impresa costruttrice.

  • Una domanda che non c’entra nulla con la detrazione del box auto ma vista la sua cortesia e disponibilità, nonchè la sua professionalità mi permetto di farla qui.
    Secondo lei è possibile chiedere il cambio di destinazione d’uso da c/7 (tettoia, in realtà unico locale chiuso con pareti di legno, serramenti in pvc e angolo cottura) ad abitativo (a/2 o similari)?
    Eventualmente che documentazione bisogna presentare e che oneri bisogna sostenere?
    L’immobile attualmente è in zona “bosco” del prg del comune. E’ comunque possibile chiedere un cambio di destinazione ovvero un permesso di costruire?
    Grazie ancora. Saluti.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      26 Aprile 2017 16:38

      Guardi, sull’argomento c’è un post specifico. 🙂 Lo trova qua:
      https://www.guidaxcasa.it/come-cambiare-destinazione-duso/

    • christian m
      27 Aprile 2017 8:57

      buongiorno,
      mi permetto di scriverle per capire se come nuova costruzione (casa+ garage) l’unica agevolazione è l’iva al 4%?
      ho letto in questo articolo anche del 50% per il garage? mi è possibile?
      e altre detrazioni come nuova costruzione? antifurto, serramenti , impianti? la casa sarà in classe A.
      grazie mille

    • arch. Carmen Granata
      27 Aprile 2017 10:17

      Come ho spiegato nell’articolo, l’unica detrazione prevista per le nuove costruzioni è quella per il box auto.

    • christian m
      27 Aprile 2017 18:35

      grazie mille, troppo gentile.
      il computo metrico è ben dettagliato e differenziato tra casa e box; basta questo o anche le fatture devono riportare dicitura realizzazione casa e realizzazione box?
      l’iva per il box con detrazione al 50% sarà sempre al 4%?
      grazie

    • arch. Carmen Granata
      28 Aprile 2017 9:47

      Meglio differenziare anche le fatture. L’Iva è agevolata.

  • Salve architetto e complimenti per il suo blog.
    Vorrei chiederli un informazione:
    Sono in procinto di pagare gli oneri di urbanizzazione e costruzione per l’area in cui intendo costruire la mia abitazione con annesso garage a piano strada.
    Gli oneri di urbanizzazione e costruzione relativi al garage devono essere conteggiati e pagati a parte per ricevere la detrazione oppure posso fare un unico bonifico al comune e presentare successivamente al fisco un autodichiarazione della parte di spese da portare in detrazione?
    Saluti e grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Aprile 2017 12:45

      Sarebbe ottimo poter contare su una contabilità separata per eventuali controlli, ma dubito che il Comune accetti un pagamento siffatto.
      Se non è possibile quindi rimane la seconda soluzione, magari accompagnata dal calcolo del contributo effettuato dal tecnico.

  • Buongiorno,
    dovrei provvedere alla demolizione e successiva ricostruzione con ampliamento di box pertinenziale. Volevo sapere se posso usufruire della detrazione 50%? Dovrebbe essere considerata come nuova costruzione e quindi agevolabile? Mi conferma? Grazie!

    Rispondi
  • Buongiorno,

    stiamo valutando l’acquisto di un appartamento con box di pertinenza. L’appartamento non è nuovo (8 anni dalla costruzione) ma verrà acquistato da un’impresa che ne è attualmente proprietaria. L’impresa non ha usufruito del recupero del 50% sui costi di costruzione e ci hanno assicurato che in quel caso diventando proprietari potremmo usufruirne noi. La cosa mi lascia qualche dubbio, potreste confermarmi quanto sostengono?

    Vi ringrazio.
    Saluti
    Federico

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Aprile 2017 12:13

      Non esistono detrazioni dei costi di costruzione, quindi vi hanno detto una cosa sbagliata.

    • mi scusi credo di aver usato il termine sbagliato. Costi di realizzazione.

      La detrazione 50% per l’acquisto di un box auto pertinenziale non spetta per l’intero importo pagato, ma soltanto per la parte corrispondente al suo costo di realizzazione.

    • arch. Carmen Granata
      5 Aprile 2017 12:29

      Non ha usato un termine sbagliato, pensavo si riferisse all’intero immobile.
      Per usufruire dell’agevolazione per il box auto è necessario che a vendere sia l’impresa costruttrice, quindi se è così non ci sono problemi.

  • Buongiorno Architetto.

    Io e mia moglie stiamo costruendo la nostra prima casa di abitazione con autorimessa interrata. Inizio lavori Giugno 2015, fine lavori non comunicata in comune perchè i lavori non sono finiti però ci siamo quasi.

    Finora abbiamo provveduto a saldare ogni stato di avanzamento dei lavori all’impresa edile e ci manca solo il saldo finale che è poca roba.

    Volevamo sapere se possiamo usufruire della detrazione del 50% sul costo di costruzione dell’autorimessa interrata sapendo che fisicamente i lavori dell’autorimessa sono stati eseguiti nel 2015 e che l’importo indicato nelle fatture dei vari SAL indica un generico totale (senza entrare nel dettaglio delle lavorazioni).

    Esempio

    Oggetto: Pagamento SAL 1 per lavori edili per costruzione abitazione

    25000+ IVA 4%

    Inoltre in aggiunta abbiamo sempre pagato con iva al 4% come prima casa.

    Saluti e grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      3 Aprile 2017 12:12

      Per detrarre il costo di costruzione dell’autorimessa sarebbe opportuno avere delle fatture separate. Sicuramente avrete un computo metrico dettagliato: provate a chiedere all’AdE se è sufficiente.

  • arch. Carmen Granata
    27 Marzo 2017 19:43

    A mio avviso dovrebbe sicuramente perdere la detrazione nel 2018 (perchè la dichiarazione dei redditi è quella per il 2017), ma non credo per gli anni successivi.
    Sarebbe più opportuno però chiederlo a un esperto fiscale.

    Rispondi
  • Buongiorno,
    nel 2014 ho acquistato un appartamento con relativo box. Per la ristrutturazione dell’appartamento ho già raggiunto il limite di € 96.000. Vorrei, ora, sostituire la serranda basculante con una scorrevole laterale . Desideravo sapere se la spesa è detraibile al 50% o se la spesa non è detraibile avendo già raggiunto il limite di € 96.000. Se non sbaglio la norma parla di detrazioni su ogni unità immobiliare a prescindere dalla categforia catastale.
    grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      22 Marzo 2017 16:30

      Se ha già chiuso i precedenti lavori, questo è un nuovo intervento quindi può tranquillamente detrarre.

  • Francesco Paolo Governale
    22 Marzo 2017 7:04

    Buongiorno, vorrei acquistare un box pertinenziale da costruttore. L’anno di costruzione è 2011,ma il box è ancora di proprietà dell’impresa costrutrice, mi spetta la detrazione? L’impresa pare voglia vendere, visto che sono passati oltre 5 anni senza Iva, ciò pregiudica il mio diritto alla detrazione?

    Rispondi
  • Roberto Bei
    17 Marzo 2017 16:32

    Buongiorno, ho già un appartamento di proprietà con relativo box pertinenziale acquistati anni fa. Avrei 2 quesiti:

    Q1. Oggi avrei la possibilità di acquistare del costruttore un secondo box da poter rendere pertinenza dell’appartamento (mai venduto, mai affittato in precedenza).
    Potrei ottenere il beneficio 50%?
    Quali vincoli ci sarebbero in una eventuale futura vendita separata appartamento e questo nuovo secondo box?

    Q2. E se acquistassi anche un terzo box sempre nelle medesime condizioni (dal costruttore, mai affittato) ma a ca. 1km di distanza:: potrei ugualmente usufruire del beneficio del 50%

    Grazie per la risposta

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      20 Marzo 2017 11:01

      1: Può avere la detrazione, ma essendo il box una pertinenza non lo potrà rivendere separatamente.
      2: Bisogna vedere se il notaio accetta di redigere il vincolo di pertinenzialità per un box così distante. Ma in teoria è possibile.

  • francesco
    17 Marzo 2017 9:12

    Salve, vorrei acquistare un box di pertinenza alla mia abitazione principale costruito nel 1985 è di proprietà di un privato, anche lui residente nel medesimo residence, volevo sapere se è possibile fruire della detrazione del 50% per il relativo acquisto, grazie.

    Rispondi
  • Buongiorno, dovrei acquistare un garage nella palazzina dove abito. Premetto che: ho un appartamento con un garage. il garage da acquistare è del costruttore della casa e non era mai stato venduto prima.
    Posso quindi usufruire dei benefici di detrazione fiscale? L’iva è al 4% o al 10%?

    Rispondi
  • nel caso in cui ci sian lavori di cemento di una ditta, il garages da un altra, i basculanti da un altra ancora si posson sommare le fatture o si può detrarne una sola ?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      14 Marzo 2017 11:58

      Certo che sì! Si detraggono le spese, non la fattura.
      Questo ovviamente solo in caso di costruzione o ristrutturazione, perchè in caso di acquisto deve essere fatto da un singolo costruttore.

  • Cristiano
    8 Marzo 2017 12:29

    Buongiorno
    sto acquistando casa da un privato con circa 200 mq di box auto/garage.
    Se non ho capito male le detrazioni si possono godere solo acquistando dall’impresa costruttrice.
    C’è qualche modo (o sistema) che io possa fare per godere delle detrazioni 50% sul box?
    Mi cambierebbe la vita a livello economico…
    Grazie

    Rispondi
  • Salve,volevo chiedere se l’IVA al 4% per l’acquisto di box pertinenziali spetti comunque sul primo box acquistato (io ne sto prendendo due) o sia necessario anche che trattasi di pertinenza di abitazione acquistata con i benefici prima casa?
    Nel mio caso trattasi di due box che verranno agganciati con vincolo di pertinenzialita ad una abitazione non costituente prima casa.
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      7 Marzo 2017 15:51

      No, in questo caso non c’è agevolazione. Deve essere pertinenza prima casa.

  • alessio di meo
    6 Marzo 2017 9:02

    Buongiorno architetto, esula un po’ dall’argomento del blog ma ho una domanda da porle. Sto facendo un ampliamento piano casa (prima casa in cui risiedo), l’IVA delle fatture può essere al 4%? posso usufruire delle detrazioni fiscali in qualche modo? l’ampliamento ha tutte destinazioni Residenziali. Anticipatamente la ringrazio

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Marzo 2017 10:24

      Per l’ampliamento può avere l’Iva agevolata al 4% ma non le detrazioni.

  • Ho acquistato un garage con agevolazione fiscale al 50% nel 2011 come pertinenza della mia abitazione principale.
    Ora ho intenzione di affittare la mia abitazione principale.
    Le agevolazioni fiscali per l’acquisto del garage rimangono per gli anni che ancora residuano? Oppure le perdo (come la detrazione del 19% sugli interessi pagati sul mutuo)? Grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      4 Marzo 2017 15:03

      La guida dell’AdE indica come unico requisito il vincolo di pertinenzialità. Non ci sono specificati motivi di decadenza del beneficio.

  • Luigi Cigana
    3 Marzo 2017 16:22

    Buongiorno, mi sto accingendo a costruire una nuova abitazione con annesso garage doppio. Vorrei cortesemente sapere quale è il richiamo normativo in merito per poterlo esporre al mio commercialista.
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      4 Marzo 2017 14:58

      Art. 16-bis del Dpr 917/86 (Testo unico delle imposte sui redditi).

  • Buongiorno,
    In caso di costruzione box di pertinenza su nuova abitazione, si possono detrarre tutte le spese? costi ditta costruttrice: scavo, materiali, manodopera; altri costi: costi di progettazione, infissi, basculanti, pavimenti, impianti?
    La ringrazio in anticipo.
    Saluti.

    Rispondi
  • Buonasera, dovrei sostituire nel box pertinenza dell’appartamento la serranda scorrevole d’ingresso con nuova porta basculante. Le chiedo gentilmente se il lavoro effettuato da ditta specializzata ovvero fornitura e pisa in opera della porta rientra tra i lavori con detrazione fiscale al 50% e quali pratiche devo eventualmente presentare. Grazie saluti.

    Rispondi
  • Chiedo se, come coniuge con diversa residenza, effettuando il bonifico ed intestandomi le fatture, per l’acquisto di un box da cooperativa in favore di mia moglie (proprietaria esclusiva dell’abitazione di cui il box sarà pertinenza), possa io usufruire della detrazione fiscale, magari previo comodato registrato in mio favore di parte di quell’immobile.

    Aggiungo che contestualmente mia moglie acquista altro box per altra abitazione pure di sua esclusiva proprietà.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Febbraio 2017 12:23

      Solo se registra il contratto di comodato, in quanto come coniuge non convivente non ne avrebbe diritto.

  • Buongiorno,
    Se non ho capito male dovrebbero esser stata riproposta, nel decreto mille proroghe, la detrazione del 50% dell’IVA sugli immobili di nuova costruzione (Classe A/B), confermate?
    Se si, solo per il 2017?
    La mia situazione è la seguente: inizio lavori entro marzo 2017, fine presumibilmente marzo 2018… sono fuori dalla detrazione? O riesco a beneficiarne? Nel corso dell’anno effettuerò una serie di pagamenti per l’avanzamento lavori, eventualmente almeno sugli anticipi (che dovrebbero essere ivati) posso mandarli in detrazione?
    La ringrazio anticipatamente
    Distinti Saluti Gianfranco

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Febbraio 2017 15:20

      Sì, ma la detrazione riguarda l’acquisto di immobili già costruiti o ristrutturati da imprese.

    • L’immobile in questione, di prossima costruzione presumibilmente in classe “A”, sarà edificato da un’impresa… per cui? Gli anticipi degli avanzamento lavori non posso portarli in detrazione sulla dichiarazione dei redditi a decorrere dal 2018 (anno entro il quale sarà consegnato ed avrà ottenuto la classificazione energetica)?

    • arch. Carmen Granata
      28 Febbraio 2017 14:19

      E’ chiaro che l’immobile sarà edificato da un’impresa! Quello che non mi è chiaro è se lei deve acquistare dall’impresa o la ditta sta realizzando i lavori direttamente per lei, costruendo su un suo terreno.

    • Mi scusi se mi sono espresso male. Chiarisco chi sono gli attori coinvolti:

      1) proprietà del terreno terza persona che otterrà parte della quadrifamiliare in cambio della cessione del terreno all’impresa;

      2) impresa costruttrice;

      3) io acquisto parte della quadrifamiliare dall’impresa.

      Ulteriori punti utili:
      – ad aprile’16 è stata richiesta la concessione edilizia;
      – ad agosto’16 è stata rilasciata la concessione edilizia;
      – a settembre’16 è stata fatta richiesta al Geniocivile (includendo la Legge10);
      – a febbraio’17 è arrivata l’autorizzazione del Geniocivile;
      – a seguire è stata ritirata la concessione edilizia;
      – entro marzo dovrebbero partire i lavori (stimata fine entro 12 mesi dall’inizio lavori);
      – durante l’avanzamento lavori effettuerò dei pagamenti (iva inclusa?);
      – entro fine 2017 vorrei intestarmi il garage di pertinenza per non perdere il 50% da mandare in detrazione e vorrei detrarre il più possibile dell’iva al 50%(prima casa nel territorio di residenza per un immobile in classe A/B)

    • arch. Carmen Granata
      28 Febbraio 2017 16:46

      Dunque, quale acquirente da impresa lei dovrebbe poter detrarre. Il problema è che il rogito definitivo deve essere stipulato entro il 31 dicembre 2017. Inoltre, a mio avviso, l’immobile dovrebbe anche essere ultimato entro tale data, per poterlo classificare energeticamente. L’unico spiraglio che posso offrirle è che la legge di stabilità 2016 non lo dice esplicitamente, quindi potrebbe chiedere un chiarimento all’AdE.

    • GIANFRANCO
      22 Marzo 2017 11:00

      Buongiorno!
      C’è la possibilità di chiarimento sulle detrazioni degli eventuali anticipi?

    • arch. Carmen Granata
      22 Marzo 2017 11:26

      Trova qui tutte le informazioni sull’agevolazione a cui si riferisce: http://www.guidaxcasa.it/agevolazioni-case-in-classe-a-e-b/

    • GIANFRANCO
      27 Marzo 2017 22:18

      Penso d’aver trovato un’interpretazione del 2016
      L’Agenzia delle Entrate, con la Circolare 12/E/2016, ha chiarito alcuni concetti importanti ai fini di eventuali acconti. Poiché ai fini della detrazione:
      è necessario che il pagamento dell’IVA avvenga nel periodo d’imposta 2016, non sono agevolabili gli eventuali acconti d’imposta pagati nel 2015, anche se l’acquisto dell’abitazione avviene nel 2016;
      è necessario che gli acquisti delgli immobili siano effettuati o da effettuare entro il 31.12.2016, l’Iva in acconto versata nel 2016, per acquisti effettuati nel 2017, non è agevolabile. Tale ultima interpretazione deve ritenersi superata a seguito della proroga dell’agevolazione contenuta nel decreto Milleproroghe.

  • Buongiorno, stiamo costruendo un fabbricato adibito ad abitazione con relativa costruzione di garage di pertinenza. La ditta edile che effettua i lavori di costruzione anche in questo caso dovrà oltre alla fattura di costruzione del box rilasciarmi dichiarazione del costo di costruzione? in teoria in questo caso il costo dovrebbe essere lo stesso… da quanto ho capito la dichiarazione va fatta se uno acquista un box nuovo già costruito. E’ corretto? Grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      24 Febbraio 2017 14:45

      Sì, infatti in questo caso sono sufficienti le fatture attestanti i lavori di costruzione del box.

  • Buongiorno.
    Desidererei sapere:
    – Acquistando un box pertinenziale (atto dal notaio a fine febbraio 2017) nella causale di bonifico, (da effettuare prima dell’orario del rogito !!!) va indicato il nome dell’ordinante con cf, il nome della ditta beneficiaria e P:I: e la causale che cosa deve comprendere?

    – Invece per l’acquisto della prima casa (sempre rogito dal notaio a fine febb 2017) al fine di poter usufruire delle relative agevolazioni quel’è la causale esatte del bonifico?

    Grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Febbraio 2017 16:30

      La causale per il box è “Bonifico per detrazione prevista dall’articolo 16 bis del DPR 917/1986”.
      Per l’acquisto della prima casa non esiste una causale specifica, anzi non è nemmeno obbligatorio acquistare con bonifico.

  • salve,
    vorrei realizzare un garage ex novo nel giardino di mia proprietà a pertinenza unica della abitazione principale usufruendo del piano casa.
    Volevo sapere se ho diritto alla detrazione irpef 50%, e che iva applicare al 4/10/22%?
    grazie
    Danilo

    Rispondi