458 commenti

← Precedente pagina 11 di 11
  1. Alex

    Buondi a tutti
    A Firenze (zona residenziale, non centro storico) un fondo C1 (facendo parte di un palazzina ove non c’è un vero amministratore) con sporto su strada (porta finestra) di 17 mq, bagno, ed altezza di 3,65 è possibile portarlo ad un accatastamento abitativo? O fare in modo che si possa renderlo legalmente agibile per affitto turistico? Se sì che pratiche bisogna fare? Tempistiche? A chi mi posso rivolgee? Costi?
    Chiedo perchè alle visto appartamenti accatastati A di soli 11 mq….eppure sapevo che ci voleva un minimo di 27 mq circa ed una superficie finestra adeguata… non è piu cosi? Ci sono le eccezioni?
    GraIe per qualsiasi indicazioni potete darci.

    • arch. Carmen Granata

      Se si rivolge a un architetto avrà le risposte a tutte le sue domande (alcuni quesiti può trovarli chiariti già leggendo questo articolo).
      In merito alle metrature minime per le abitazioni, è probabile che nel centro storico di Firenze ci siano dei limiti molto ridotti o comunque delle deroghe per abitazioni datate.

  2. carla albanese

    Sono prorietaria di una villetta a schiera. Cosa devo fare per cambiare la destinazione della zona garage. Vorrei destinarla ad abitazione con cucina e bagno non previsti nel progetto iniziale.
    grazie

    • arch. Carmen Granata

      Deve rivolgersi a un architetto che verifichi la fattibilità dell’intervento.

      P.S.: una volta effettuata questa modifica, se possibile, dove metterete le auto?

  3. Doriana

    Buongiorno Architetto.
    Ieri ho mandato un commento ma non lo vedo pubblicato. Glielo rimando.
    Vorrei comprare una monocamera attaccata al mio appartamento per dividere questo in 2 appartamenti più piccoli. Si dovrebbe abbattere solo una parete comunicante tra i 2 appartamenti e far diventare un bagno la cucina. Nell’appartamento grande ci sono già un bagno e la cucina. È possibile legalmente e fiscalmente senza incorrere in sanzioni, vertenze ed altro ? E quanto pagherei di tasse ed altro ?
    La ringrazio anticipatamente. Doriana

    • arch. Carmen Granata

      In merito alla questione “legale”, se l’intervento è fattibile e lei lo realizza seguendo le previste procedure amministrative, non ha nulla da temere.

  4. Doriana

    Buongiorno. Vorrei comprare una monocamera attaccata al mio appartamento per dividere questo in 2 appartamenti più piccoli. Servirebbe solo abbattere il muro tra la monocamera e l’appartamento e far diventare i 2 bagni vicini una cucina. Nel resto dell’appartamento già esistente ci sono già un bagno e la cucina. È fattibile legalmente e quanto mi costerebbe tra lavori tasse e quanto altro? Grazie anticipatamente.

    • arch. Carmen Granata

      Si tratta di un intervento di manutenzione straordinaria consistente in accorpamento e succesivo frazionamento. Non dovrebbero esserci problemi.
      Per conoscere con precisione i costi, dovrebbe rivolgersi a un architetto che rediga un progetto ed effettui un computo metrico (si tratta di un lavoro vero e proprio).

  5. Mario

    Buongiorno, ho visto una villetta in vendita a circa 4km dal mare in aperta campagna con tanto terreno e tanti olivi, zona alto Lazio, sono rimasto colpito quando il proprietario mi ha detto che era un annesso agricolo. Ero disposto a trattare per l’acquisto, ma questo problema mi ha frenato. Il venditore non dovrebbe prima di mettere in vendita la casa cambiare la destinazione d’uso. Cosa mi consigliate?

    • arch. Carmen Granata

      Il problema qui non è di cambio destinazione. Potrebbe trattarsi addirittura di un abuso edilizio o di una difformità. Le consiglio di rivolgersi a un architetto del posto per verificare i titoli autorizzativi dell’edificio.

  6. Nicola

    Buongiorno, ho un appartamento sfitto la quale un probabile nuovo inquilino mi chiede di cambiare la destinazione ad uso ufficio. Posso farlo e se si come ? E eventualmente un domani che va via posso farlo ritornare ad uso abitativo ? Grazie

    • arch. Carmen Granata

      Bisogna verificare se la normativa locale lo consente e quindi deve rivolgersi a un architetto del posto. Io sono disponibile per la Campania.

  7. Antonio

    Buonasera. Ho un fabbricato abitabile indipendente ed una pertinenza di 57mq accatastata come C6. Trattasi attualmente di una struttura con telaio in acciaio e tetto mal ridotto in PVC. Vorrei chiuderla e per questo il mio geometra mi dice che non dovrebbero esserci problemi. Premessa l’impossibilità di ottenerne un uso abitativo, lei cosa mi consiglia? Pensa si possa richiedere un bagno o almeno un lavandino? Conviene studiare comunque un cambio d’uso? Per es in c2? Se volessi farne uno spazio SPA personale, sarebbe possibile? (Dovendo prevedere scarichi?) grazie 1000

    • arch. Carmen Granata

      Escludo la possibilità di realizzare un bagno o addirittura una spa, perchè questi utilizzi rientrano nella destinazione abitativa. Per il lavandino invece nessun problema: nulla vieta di aggiungere un punto acqua anche in un box auto o un deposito.
      Riguardo al cambio d’uso, dipende dall’utilizzo che farà della pertinenza. Per me, può lasciarla a uso autorimessa e utilizzarla contemporaneamente anche per depositare oggetti vari, come si fa abitualmente.

  8. Maria

    Buongiorno,sono proprietaria di uno stabile di due piani. Al piano terra è un ristorante e al piano primo un appartamento. Entrambi sono collegati tramite una scala interna. La mia domanda è: è possibile convertire il piano terra ad uso residenziale potendo così creare una zona living e adibire il primo piano a zona notte?
    Non necessita di variazioni strutturali in quanto vorrei poter utilizzare la cucina del ristorante (che al momento è vuota) come normale cucina, il bagno è già presente e la grande sala diverrebbe una zona living. La ringrazio anticipatamente.

    • arch. Carmen Granata

      Bisogna verificare la fattibilità dell’intervento in base alla strumentazione urbanistica locale.

  9. Romeo

    Buona sera, io ho avuto una pizzeria in un locale che negli anni 70 costruì mio padre e poi ci fece anche lui un attività commerciale con tutti i documenti necessari… Oggi dopo aver chiuso la mia attività volevo affittare i locali ma scopro che sulla visura risulta il magazzino C2… Essendoci stata un attività e con tutti i permessi comunali posso far qualcosa??? Grazie

    • arch. Carmen Granata

      Per affittarlo oggi, il locale deve risultare conforme alle regole attuali. Se dai permessi comunali risulta adibito ad attività commerciale va bene, ma va fatto anche il cambio a livello catastale.

  10. Paolo

    Buongiorno, vorrei cambiare la destinazione d’uso del box auto (C\6) in abitazione (A\7). Non ho la necessità di fare alcun tipo di lavoro per il cambio. Il box ha inoltre l’altezza minima per poter richiedere l’agibilità (2,72m). Se posso fare il cambiamento, che documenti sono necessari? Devo rivolgermi al mio Comune?
    Grazie

    • arch. Carmen Granata

      Se può fare il cambio, deve comunque rivolgersi a un architetto per predisporre la relativa pratica.
      P.S.: come si fa a non necessitare di alcun lavoro? Non ha bisogno di un bagno, di una cucina?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *