16 commenti

  1. DANIELA CAPPELLA

    Ciao, ho un negozio con accesso al cortile del condominio e cantina, sono in affitto dal mese di maggio l’intero stabile, tranne il mio negozio e quello attiguo, è in completa ristrutturazione; al punto che dal 15 giugno non c’è più nessun inquilino è stata tolta la caldaia, le luci nel cortile e sospeso il servizio di pulizia scale e spazzatura e ovviamente è stato rescisso il contratto con l’amministratore. Ad oggi mi vengono richieste spese di gestione pari a 800,00 € annui, oltre i consumi, é giusto? o posso chiedere di non pagarle? il tutto senza la presentazione di nessun preventivo o consuntivo a fine anno.

    • arch. Carmen Granata

      Le spese potrebbero anche essere dovute, ma il fatto che non ci sia amministratore e non ci sia la normale gestione, rende la cosa poco regolare.

  2. M. Elena Cueva Y Gomez

    Voglio comperare un locale commerciale in un condominio ma non usufruisco delle parti comuni ne dell’ascensore non avendo questo nessuna porta che comunica a queste parti.
    Devo pagare le spese patrimoniali e la spesa delle scale?
    Come il riscaldamento è centralizzato, nelle spese condominiali vengono suddivise le spese di riscaldamento e le spese di riscaldamento a consumo. Perché questa suddivisione della spesa?

    • arch. Carmen Granata

      Di solito anche i proprietari dei negozi devono pagare le spese relative alle parti comuni, anche se non hanno accesso diretto alle stesse, a meno che non ci siano accordi diversi nel regolamento condominiale.
      Le spese per il riscaldamento sono computate così perchè oggi esistono sistemi di contabilizzazione che permettono di calcolarle in base ai consumi.

  3. Gabriele

    Salve… se un condomino si è trasferito in un’altra casa e non vive più nell’appartamento di proprietà è tenuto a pagare le spese ordinarie??

  4. Ornella

    Il ns/ amministratore conteggia le spese di assicurazione e contabilità sia sulle spese generali che in quelle ordinarie, è corretto?

    • arch. Carmen Granata

      Non ho capito cosa intende per “conteggia”… Le spese vanno ovviamente considerate una sola volta.

  5. Giovanna Arnoldi

    Le tubature che portano l’acqua per il riscaldamento hanno piu’di 40 anni. Per mantenere la pressione viene immessa una grande quantità d’acqua.chi deve pagare quest’acqua? É possibile chiedere (obbligare) il rifacimento di tali tubature che peraltro hanno una dispersióne tale che il secondo e il terzo piano hanno i termosifoni chiusi e girano in maniche corte ed io che sono al quarto piano pago anche per loro?

    • arch. Carmen Granata

      Per decidere una trasformazione dell’impianto per motivi di contenimento energetico, si deve portare la questione in assemblea e deve essere votata a maggioranza degli intervenuti.

  6. TIZIANA

    ho acquistato un immobile e solo alla prima assemblea ho scoperto che i venditori non avevano pagato un’intera annualità di spese condominiali ordinarie. L’amministratore di condominio ora le chiede a me… le devo pagare???

    • arch. Carmen Granata

      Purtroppo sì. E’ per questo che, in fase di acquisto, una delle cose fondamentali da controllare è proprio se ci sono spese condominiali arretrate.

    • arch. Carmen Granata

      All’usufruttuario competono le spese di manutenzione ordinaria, anche se non ci abita. Bisogna quindi capire cosa intende per “ristrutturazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *