Nuovo Registro Pubblico delle Opposizioni

In vigore da domani il Registro Pubblico delle Opposizioni per contrastare il telemarketing selvaggio: sarà finalmente questa la volta buona?

Cos’è il Registro Pubblico delle Opposizioni?

A tutti noi è capitato di essere chiamati al telefono in qualunque momento della giornata, magari mentre siamo impegnati in una importante riunione di lavoro o stiamo consumando i pasti con la famiglia, per vederci offerte le più improbabili proposte commerciali.

Ebbene, il Registro Pubblico delle Opposizioni è uno strumento del Ministero dello Sviluppo Economico nato qualche anno fa proprio per combattere questo fenomeno, detto telemarketing selvaggio, ovvero le pubblicità telefoniche che ci assillano a ogni ora del giorno.

Dal 2011, collegandosi al sito registrodelleopposizioni.it, qualunque utente può registrare il proprio numero di telefono e dichiarare la propria opposizione a essere contattato con telefonate a scopo pubblicitario.
Il dissenso all’uso dei dati si può esprimere non solo riguardo al marketing telefonico ma anche nei confronti di quello operante tramite posta elettronica.

Il servizio era attivo finora solo per i numeri relativi a utenze telefoniche fisse, quelle cioè presenti negli elenchi pubblici.
Da domani invece diventerà finalmente possibile registrare anche i numeri di cellulare, proprio quelli che sono diventati i più bersagliati da queste molestie telefoniche. Entro il 31 luglio le società sono tenute ad adeguarsi alla nuova normativa.

Le novità del nuovo Registro Pubblico delle Opposizioni

Il nuovo Registro Pubblico delle Opposizioni nasce non solo per rendere possibile l’inserimento dei numeri di telefonia mobile ma anche per introdurre una serie di correttivi atti a rendere lo strumento davvero funzionale.

Perché, diciamoci la verità, chi come me è iscritto dal lontano 2011, anno della sua istituzione, sa benissimo come questo strumento non sia servito praticamente a niente.

I sistemi per aggirare l’ostacolo sono numerosi, primo tra tutti il fatto che in qualunque momento può accaderti che, in maniera consapevole o meno, presti consenso al trattamento dei tuoi dati personali.
In questo caso, l’iscrizione al Registro decadeva e non era più possibile iscriversi nuovamente. Questo limite dovrebbe ora essere superato perché l’iscrizione nel registro comporta la cancellazione retroattiva di eventuali consensi al trattamento dei propri dati personali prestati in epoca precedente. Inoltre, sarà possibile in qualunque momento ripetere l’operazione e bloccare nuovamente le chiamate.

Tra le nuove tutele inserite dal Registro, comunque, ci sono alcuni obblighi per gli operatori:
• rendere visibile il numero da cui chiama
• indicare agli interessati che i loro dati personali sono stati estratti dagli elenchi di abbonati
• fornire anche le indicazioni per iscriversi al Registro delle Opposizioni.

Altra novità rispetto al passato è la possibilità di bloccare tutte le tipologie di marketing, comprese le chiamate automatiche.

Sanzioni per chi non si adegua al nuovo Registro Pubblico delle Opposizioni

Da domani, quindi, gli operatori dei call center saranno tenuti a consultare il Registro e a cancellare dalle loro liste di contatto i numeri eventualmente iscritti, evitando di indirizzare verso di loro le chiamate.

Le aziende dovranno consultare il Registro ogni 15 giorni, per escludere dalle campagne eventuali nuovi iscritti.

In caso di violazioni da parte degli operatori, le imprese rischiano multe molto salate:
• sanzioni amministrative fino a 20 milioni di euro
• sanzioni fino al 4% del fatturato annuo.



Come iscriversi al nuovo Registro Pubblico delle Opposizioni

Se vuoi iscriverti al Registro Pubblico delle Opposizioni (servizio gratuito), puoi farlo in diversi modi:
• con una chiamata al numero verde 800 265 265, fatta dalla linea telefonica per la quale chiedi l’iscrizione; segui la procedura automatica e ricorda di avere con te i documenti personali che serviranno per la registrazione
• con una mail a iscrizione@registrodelleopposizioni.it in cui invii un modulo con i dettagli della numerazione telefonica da iscrivere, dimostrando di essere il titolare del contratto
• compilando il modulo elettronico disponibile a questo link
• inviando un fax al numero 06.54224822
• inviando una raccomandata a Gestore del registro pubblico delle opposizioni – abbonati, Ufficio Roma Nomentano – Casella Postale 7211 – 00162 Roma.

Una volta iscritto, dovrai però attendere 15 giorni perché il servizio abbia effetto e tu possa quindi considerare illegali eventuali chiamate che torneranno a perseguitarti.

Dopo questo periodo, se continuerai ancora a ricevere chiamate di telemarketing, potrai rivolgerti:
• al Garante per la protezione dei dati personali
• all’Autorità giudiziaria.

Attenzione: il servizio dovrebbe essere attivo solo per le utenze domestiche e i numeri privati. Le linee aziendali pare che al momento siano escluse.

Come evitare le telefonate moleste

In questo articolo ti ho spiegato come iscriverti al nuovo Registro Pubblico delle Opposizioni. Ma questa volta funzionerà?
Staremo a vedere. Proveremo direttamente il servizio e terremo aggiornati gli utenti nei prossimi giorni. Per essere informato in tempo reale su questo argomento, segui allora le mie pagine Facebook e Twitter e iscriviti al mio canale YouTube.

Purtroppo resteranno le aziende che operano nell’illegalità o quelle che si fanno forti di una sede del proprio call center all’estero, nel qual caso pare che il Registro non sia valido.

Pertanto, ti ricordo le principali regole per evitare per quanto possibile di diventare vittima di telefonate moleste.

Per prima cosa, contatta le aziende delle tue utenze di elettricità, gas, acqua, telefono e Internet per ritirare il consenso a comunicazioni di marketing, in modo da non ricevere più chiamate e comunicazioni con nuove offerte e promozioni.

Quando ti capita di compilare moduli o form di iscrizione a servizi vari, non riempire i campi con il numero di telefono e l’indirizzo di casa, se sono facoltativi. In corrispondenza della dicitura che consente da contratto di essere contattati dai call center aziendali, nega il consenso spuntando la relativa casella.

A meno che tu non abbia necessità di una corrispondenza telefonica con Paesi stranieri, blocca le chiamate provenienti dall’estero attraverso le impostazioni dello smartphone o facendone richiesta al tuo operatore telefonico.




Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.