TAR Lombardia sospende aumenti luce e gas

È notizia di ieri che il TAR Lombardia ha sospeso in via cautelare i contestati aumenti luce e gas scattati dal 1 luglio: quindi niente rincari in bolletta. Aumenti luce…
Aumenti luce e gas ©

È notizia di ieri che il TAR Lombardia ha sospeso in via cautelare i contestati aumenti luce e gas scattati dal 1 luglio: quindi niente rincari in bolletta.

Aumenti luce e gas ©
Aumenti luce e gas ©

Aumenti luce e gas previsti dal primo luglio 2016

Dopo i ribassi di inizio anno, lo scorso 28 giugno sono stati annunciati aumenti luce e gas che avrebbero dovuto andare in vigore dal primo luglio.

Per la famiglia tipo, considerata come quella che registra consumi medi annui di 2.700 kWh per una potenza impegnata di 3 kW, si prospetta quindi un aumento dei costi in bolletta elettrica del 4,3%.
Per il gas invece l’aumento dovrebbe essere dell’1,9%.

L’Authority per l’Energia, nell’annunciare questa notizia a inizio mese, ha tenuto a precisare che, nonostante tale aumento, il risparmio complessivo nell’arco dei 12 mesi sarà di 70 euro.

Naturalmente, durissima è stata la reazione delle associazioni dei consumatori, dichiaratesi indignate.
In particolare, il Codacons si è reso promotore di un ricorso al TAR per tutelare le famiglie.

Le cause degli aumenti luce e gas

Per quanto riguarda i costi dell’energia elettrica, l’aumento è stato determinato in particolare a causa di due voci di spesa, tra loro collegate:
• la componente di approvvigionamento
• i costi di dispacciamento.

La prima è stata determinata dalle stime al rialzo per i costi di acquisto delle materie prime, mentre la seconda risente dei costi sostenuti dal Gestore della rete (Terna) per il mantenimento in equilibrio del sistema elettrico.

In particolare, riguardo quest’ultimo aspetto, da un sondaggio condotto dall’Autorità sono emersi dei comportamenti anomali da parte di alcuni operatori del settore, su cui è stato già avviato un procedimento.
Il sospetto è che le imprese si siano messe d’accordo per aumentare i prezzi in un momento in cui le centrali elettriche sono chiuse o hanno un’attività ridotta.

I costi per la copertura degli altri oneri sono rimasti invece sostanzialmente invariati.

La più lieve crescita dei costi per le bollette del gas è dovuta invece a:
• una leggera crescita della componente materia prima, dovuta alle previsioni di aumento delle quotazioni del gas previste per i prossimi mesi
• l’adeguamento della componente di distribuzione e misura nella parte a copertura degli interventi per il risparmio energetico e lo sviluppo delle rinnovabili nel settore gas.

Il TAR della Lombardia sospende gli aumenti luce e gas scattati a luglio

È proprio notizia di ieri che il TAR della Lombardia ha sospeso in via cautelare i contestati aumenti luce e gas scattati a inizio mese.

I giudici del tribunale amministrativo hanno infatti accolto il ricorso del Codacons, riconoscendo di fatto il danno grave e irreparabile cagionato alle famiglie dagli aumenti, in particolare a quelle a basso reddito.

L’associazione dei consumatori ha accolto con favore la notizia e ha invitato i 30 milioni di italiani titolari delle utenze ad aderire alla class action da essa promossa.

Dal canto suo, l’Autorità per l’Energia ha pubblicato una delibera on line nella quale spiega che ci sono i presupposti per richiedere una revoca del provvedimento all’Avvocatura dello Stato e lamenta un’erronea rappresentazione degli elementi di fatto e di diritto.

Secondo il Ministro dello Sviluppo Carlo Calenda, invece, il TAR ha confermato la necessità di fare luce su possibili comportamenti speculativi delle aziende che hanno portato agli aumenti degli ultimi mesi.
Era infatti assurdo rincarare le tariffe sulla base di alcuni illeciti su cui invece dovrà pronunciarsi la magistratura.

Il TAR si riunirà comunque in camera di consiglio il prossimo 15 settembre per esaminare il decreto.
Solo al termine del procedimento si potrà proseguire eventualmente con un ritocco delle tariffe e, se gli aumenti risulteranno legittimi, potranno essere agevolmente recuperati nelle successive bollette attraverso idonee ed eque modalità di prelievo.

Per il momento, gli aumenti luce e gas restano bloccati, quindi le prossime bollette che riceverete saranno ribassate come previsto da inizio anno.




Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu