Cumulabilità bonus casa: quando è possibile?

In genere, la cumulabilità bonus casa non è possibile. Tuttavia, nell’ambito di uno stesso intervento, possiamo sommare più bonus relativi a lavori diversi.

Cumulabilità bonus casa

Cosa si intende per cumulabilità bonus casa?

Con il termine cumulabilità si indica la possibilità di cumulare (mettere insieme) più cose dello stesso genere.
Si parla ad esempio di cumulabilità dei redditi quando si ha la possibilità di sommare gli introiti provenienti da diverse attività lavorative oppure di cumulabilità delle cariche quando un soggetto riveste più incarichi pubblici (ad esempio assessore e deputato).

Anche nel campo dei bonus per l’edilizia sentiamo spesso parlare di cumulabilità. Anzi, molti utenti mi chiedono della possibilità di cumulare i vari tipi di incentivi.

Ma facciamo un esempio per rendere meglio l’idea.

Supponiamo che vogliate sostituire la vostra vecchia caldaia con una nuova caldaia a condensazione.
Questo tipo di intervente può usufruire di due tipi di agevolazione:
• bonus ristrutturazione 50%
• ecobonus 50% se l’installazione della caldaia non è contestuale a quella di sistemi di termoregolazione evoluta (nel qual caso il bonus sarebbe del 65%).
Dunque, se i due incentivi fossero cumulabili, potreste usufruire del 50% + 50% di detrazione, ottenendo la restituzione in 10 anni del 100% della spesa sostenuta!
Ciò non è invece possibile, per cui occorrerà scegliere di quale incentivo usufruire.

Tuttavia, il termine cumulabilità viene in genere utilizzato per dire che, nell’ambito di uno stesso intervento edilizio, si può usufruire di più bonus contemporaneamente, relativi però a lavori diversi.
Anche in questo caso faremo una serie di esempi per maggiore chiarezza.

Cumulabilità bonus casa: detrazione 50% ed ecobonus

Come è possibile allora cumulare due bonus, come la detrazione 50% e l’ecobonus?

Supponiamo che dobbiate effettuare un intervento radicale di ristrutturazione della vostra casa. Tirerete giù tutti i tramezzi, per ridisegnare la distribuzione interna, rifarete completamente gli impianti, sostituirete gli infissi e completerete l’intervento con le necessarie finiture (pavimenti, rivestimenti, tinteggiature, controsoffitti, porte).

Questi lavori possono rientrare in teoria tutti nel bonus ristrutturazione. Tuttavia, un intervento del genere, compiuto su un appartamento abbastanza grande e con finiture di un certo pregio, potrebbe risultare piuttosto costoso.

Supponiamo che l’importo dei lavori sia stimato in 120.000 euro.
Come è noto, il tetto massimo di spesa su cui si può applicare la detrazione è di 96.000 euro. Pertanto, rimarrebbero altri 24.000 euro per i quali non si potrebbe richiedere la detrazione.

Ecco, quindi, che conviene scorporare gli interventi. Per gli infissi, ad esempio, potrebbe essere possibile richiedere l’ecobonus, così come per la caldaia di cui sopra, mentre per un eventuale impianto solare termico a integrazione del riscaldamento si potrebbe usufruire addirittura dello sconto del 65%.

Diventa quindi indispensabile farsi assistere da un buon architetto che aiuti innanzitutto a individuare le opere da inserire nell’uno o nell’altro bonus e a differenziare la contabilità, facendo redigere fatture distinte dalle imprese, in modo rendere più semplice il pagamento dei bonifici, nonché eventuali controlli.

Cumulabilità bonus casa: detrazione 50% e sismabonus

Nel caso di detrazione 50% e sismabonus la situazione è un po’ più complessa. In realtà, il sismabonus altro non è che una sorta di espansione del bonus ristrutturazione, con aumento dell’aliquota di detrazione ed estensione anche a immobili a uso non abitativo.
La detrazione, a seconda degli interventi realizzati può arrivare fino all’80% o all’85% nel caso dei condomìni. Il tetto massimo di spesa resta però sempre unico e pari a 96.000 euro.

Mi chiedono spesso se, nell’ambito del sismabonus, sono detraibili anche le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, come rifacimento pavimenti, impianti, ecc..

L’Agenzia delle Entrate ha risposto affermativamente in tal senso, purché le opere di manutenzione siano conseguenti agli interventi di adeguamento antisismico (per il carattere assorbente delle detrazioni).

Ma serviamoci come sempre di un esempio per rendere meglio l’idea. Supponiamo che effettuiate un intervento di adeguamento antisismico che prevede la demolizione di un solaio intermedio. Sarà necessario demolire anche pareti, pavimenti, rivestimenti, impianti, ecc., e rifare il tutto dopo la ricostruzione del solaio. In questo caso tutte le opere conseguenti sono detraibili con l’aliquota maggiorata, fino alle tinteggiature e alle porte interne, sempre nel limite ovviamente dei 96.000 euro di spesa.

Se invece il vostro intervento consiste nella realizzazione di sottofondazioni e, contemporaneamente, di una ristrutturazione dell’appartamento, le prime potranno essere portate in detrazione con l’aliquota maggiorata, mentre la ristrutturazione dovrà essere detratta al 50%, sempre però nell’ambito di un tetto di spesa unico di 96.000 euro.

Cumulabilità bonus casa: ecobonus e sismabonus

Per ecobonus e sismabonus dobbiamo fare un discorso analogo a quello fatto per bonus ristrutturazione ed ecobonus. Di fatto, in un intervento in cui siano previsti entrambi i tipi di lavori, si può utilizzare il tetto di spesa previsto per il bonus simico e aggiungervi i vari importi detraibili per le opere di efficientamento energetico.

Quando invece parliamo di interventi effettuati sulle parti comuni di edifici condominiali ubicati nelle zone sismiche 1, 2 e 3, che portino contemporaneamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica, esiste la possibilità di cumulare nel vero senso della parola i due incentivi e di godere anche di un’aliquota di detrazione maggiorata.

Il cosiddetto maxibonus prevede le seguenti aliquote di detrazione:
• 80% per il passaggio a una classe di rischio sismico inferiore
• 85% per il passaggio a due classi di rischio sismico inferiori.
Il tetto di spesa è fissato a 136.000 euro per unità immobiliare.

Cumulabilità bonus casa: bonus mobili

Qualcuno mi ha anche chiesto se il bonus mobili è cumulabile con il bonus ristrutturazione, nel senso di poter sommare i rispettivi tetti di spesa (10.000 e 96.000 euro).

Chiarisco allora che i bonus sono due cose distinte e quindi i due tetti di spesa si possono tranquillamente sommare.

Esiste però tra loro un legame fondamentale: il bonus mobili si può avere solo e soltanto se si effettuano interventi di ristrutturazione per i quali si richiede la detrazione 50%.

Cumulabilità bonus casa: bonus verde

Il bonus verde è un’agevolazione a se stante che può essere sommata a qualunque altro bonus.

In particolare, alcune opere agevolabili coincidono con quelle del bonus ristrutturazione (ad esempio la realizzazione di recinzioni). Pertanto, nel caso in cui i lavori in casa sforino il tetto di spesa previsto, si può aggiungere quello del bonus verde, anche se prevede un’aliquota di detrazione inferiore (36%).

Ma per tutte le altre informazioni su questo e altri bonus puoi consultare il mio e-book Guida ai Bonus Casa: Il manuale pratico sulle detrazioni fiscali per i lavori in casa.

Foto di Gerd Altmann da Pixabay




Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

170 Commenti. Nuovo commento

  • Salve, il proprietario di un’immobile all’interno di uno stabile può aderire privatamente ad un bonus per cambiare gli infissi nonostante il condominio aderisce ad altri bonus?

    Rispondi
  • Buongiorno, ho acquistato con agevolazione fiscale fornendo al venditore la particella dell’immobile, un pannello solare termico che adesso purtroppo non c’è più perchè volato via a causa di una tromba d’aria, la mia domanda è, ne posso comprare ancora uno per lo stesso immobile usufruendo sempre di agevolazioni fiscali?

    Rispondi
  • Buongiorno, desidero sapere se posso acquistare un climatizzatore nuovo con bonus 65% rottamandone uno vecchio e contemporaneamente acquistarne un’ altro nuovo senza rottamazione quindi con bonus 50% per lo stesso immobile (entrambi con sconto in fattura). Grazie.

    Rispondi
  • Angelo Castro
    22 Dicembre 2021 11:19

    unità collabente da adibire a residenza. il proprietario apre CILA nel 2021 per ristrutturazione al 50% su massimale 96.000,00 con sconto in fattura pagando il 50% di 96.000,00 nel 2021 e cedendo il credito spettante all’impresa per il restante 50% . nel 2022 completerà i lavori di ristrutturazione e chiuderà i lavori. Successivamente procederà con registrazione di comodato d’uso gratuito al figlio il quale procederà ad aprire CILAS per rifacimento tetti volendo procedere con SISMABONUS. Sarà possibile usufruire di 2 tetti di spesa ( 96.000,00 + 96.000,00) per la stessa unità immobiliare tenuto conto che le spese sono state sostenute da 2 soggetti diversi in 2 annualità diverse e 2 titoli abilitativi diversi benchè per interventi relativi alla stessa unità immobiliare?

    Rispondi
  • Giuliana Persieri
    21 Dicembre 2021 14:39

    Buonasera,
    Sono proprietaria in regime di comunione di beni con mio marito di una abitazione singola dove vorremmo fare con superbonus 110%, impianto fotovoltaico con pompa di calore,
    Inoltre sono titolare di una quota (33%) di un appartamento ricevuto in eredita’ dove si vorrebbe chiedere bonus facciate.
    E’ possibile per me avere la posssibilita’ di usufruire dei due bonus? Grazie

    Rispondi
  • buonasera architetto
    ho acquistato un appartamento con cantina e box di pertinenza direttamente dal costruttore che ha demolito un vecchio edificio fatiscente e ricostruito al suo posto un residence costituito da 5 palazzine.
    Ho avviato la pratica per usufruire del sismabonus,.
    posso usufruire anche del recupero irpef sul 50% dei costi per la ristrutturazione del box e della cantina?
    grazie mille per la sua attenzione
    alvaro

    Rispondi
  • Gian Luca Casini
    8 Dicembre 2021 18:54

    Buonasera Architetto e grazie per la Sua disponibilità, le descrivo il mio scenario: abitazione composta da 2 appartamenti con ingressi indipendenti e generatori autonomi più 2 garages di pertinenza dei 2 appartamenti staccati fisicamente dall’immobilema all’interno dell’area cortiliva comune. siamo 2 proprietari uno al piano terra uno al primo piano . Vorremmo usare il superbonus 110% per cappotto, sostituzione generatore e riqualificazione sismica sulle parti condominiali (pali per sottofondazioni e cordolo armato con rifacimento tetto ) poi usare il bonus 50% per ristrutturare internamente anche le 2 singole unità immobiliari e garages piuttosto malandati. il dubbio cade sui massimali utlizzabili: possiamo considerare 96+96.000 come limite per le opere sismiche e 96+96.000 per le opere in detrazione al 50? oppure abbiamo “solo” 96 +96.000 € di massimale da assegnare e per opere sisma bonus su parti comuni e per le opere di ristrutturazione dei singoli appartamenti? Grazie ancora

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Dicembre 2021 19:28

      Il tetto di 96.000 euro è unico per sisma e 50%. Tuttavia, trattandosi di un condominio, a mio avviso voi avete a disposizione 96.000 euro per gli interventi sulle parti comuni e 96.000 per le singole unità.

  • buon giorno, complimenti x l’articolo. Le pongo una domanda: avendo acquistato un condizionatore nel 2020 usufruendo del bonus casa, posso usufruire del bonus mobili? o dovrei cmq aprire la pratica di ristrutturazione edilizia per poi effettuare un nuovo lavoro? Grazie mille

    Rispondi
  • Ho fatto ristrutturazione con 50 per cento sconto in fattura x acquisto materiali da costr e ristruttura importo 94mila. chiedo se posso fare 50 per cento sconto fattura x infissi interni ed esterni euro 38mila oltre a 65 per cento x sostituzione climatizzatori ca 10mila. grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Novembre 2021 19:51

      L’ecobonus 50% per gli infissi sì. Quello per climatizzatori solo nel caso che spiego in questo video: https://www.guidaxcasa.it/bonus-condizionatori/

    • Grazie. Estremamente esaustiva. Posso fare quindi sostituzione vecchi clima con pompe di calore con sconto fattura avvalendomi solo del bonus ristrutturazioni. Ma nel mio caso ho usufruito già del bonus per 94mila quindi non ho più la possibilità do ottenere sconto ristrutturazione. E ‘ corretto?

    • arch. Carmen Granata
      25 Novembre 2021 16:17

      Il tetto di spesa è di 96.000 euro, quindi ha altri 2.000 euro a disposizione.

  • Buonasera, ho acquistato un immobile quest’anno, l’ex proprietario mi ha lasciato gli ultimi 5 anni di detrazione per dei lavori di rifacimento tetto e facciata eseguiti nel 2017. io vorrei ristrutturare casa utilizzando il bonus 50% con il massimale di 96.000 (non verranno eseguiti nuovi lavori su tetto e facciata) posso farlo? il massimale di 96.000 verra’ intaccato e ridotto a causa di quella detrazione?
    grazie mille

    Rispondi
  • buonasera
    sto ristrutturando integralmente un appartamento di proprietà
    usero il bonus ristrutturazione per max 96 mila euro
    mi chiedevo dovendo io fare sia pompa di calore che caldaia a condensazione si infissi …
    i massimali sono cumulabili? quindi 30 mila per pompa al 65 + 30 mila caldaia al 50+ 60 mila infissi al 50 tutte come ecobonus?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      18 Novembre 2021 19:21

      No, nel massimale ecobonus ci vanno sia la cladaia sia la pompa di calore. Il massimale è per l’intervento sul riscaldamento.

  • Cristina Noce
    16 Novembre 2021 18:07

    Buongiorno, nel 2014 ho ristrutturato beneficiando di bonus ristrutturazione e bonus arredo di 10.000 euro,
    Sullo stesso immobile adesso nel 2021 devo cambiare caldaia, passando ad una a condensazione, con conseguente risparmio energetico.
    Mi sembra di capire che se optassi per detrazione 50% (anzichè ecobonus) avrei diritto al bonus arredi (anche senza fare ulteriori lavori di ristrutturazione):
    1) corretto? sufficiente risparmio energetico e non miglioramento di una o più classi energetiche
    2) l’importo su cui calcolare il bonus sarebbe di 16.000 o della differenza tra 16.000 teorici e 10.000 già fruiti con la precedente acquisti/ristrutturazione?
    Grazie e complimenti per il sito e il servizio!

    Rispondi
  • Salve, da poco ho sostituito la vecchia caldaia con una a condensazione usufruendo dello sconto in fattura del 65%, adesso si è presentata la possibilità di installare un impianto fotovoltaico con agevolazione al 110% (quindi comprensivo di un sistema ibrido, composto da caldaia e pompa di calore, che devono essere installati insieme) posso usufruire di tale agevolazione? è cumulabile con quello della caldaia già attivo?

    Rispondi
  • Angelo Castro
    6 Novembre 2021 10:34

    Buongiorno, ho letto questo il suo articolo e anche altri ma non capisco cosa si voglia intendere : Grazie in anticipo per l’aiuto al fine di comprendere e muovermi correttamente al fine di sfruttare 2 tetti di spesa ( ristrutturazione e sostituzione infissi ) .
    MIi trovo in questa situazione:
    Dovrei iniziare un intervento relativo a ristrutturazione integrale di un edificio. (NO SUPERBONUS).
    Leggo : Se all’interno della ristrutturazioni, sono compresi anche interventi che comportano il miglioramento dell’efficienza energetica(esempio, sostituzione degli infissi) si possono usufruire “per ogni singola voce” della detrazione del 50% o della detrazione del 65%.
    l’esempio più semplice è sempre relativo alla sostituzione degli infissi, che all’interno di un lavoro di ristrutturazione (Bonus 50%) possono essere sostituiti usufruendo del Bonus 65%.
    Vuol dire che posso utilizzare 2 tetti di spesa ( 96.000,00 per ristrutturazione + 60.000,00 per sostituzione infissi) ? Il lavori saranno eseguiti su 2 anni 2021 e 2022 . 2021 vorrei usare il tetto dei 96k con unica fattura sconto 50 e cessione del credito all’impresa per i lavori di ristrutturazione ( tetto e opere murarie) . 2022 infissi . Mi conviene fare 2 CILA per cumulare i 2 tetti ? ( ristrutturazione 2021, chiusura lavori 2022 per ristrutturazione, 2 CILA 2022 per sostituzioni infissi e chiusura lavori nel 2022 )

    Rispondi
  • Gentile Avvocato, Sto ristrutturando il mio appartamento beneficiando del bonus ritrutturazioni 50%. I costri di ristrutturazione supereranno i 96k di tetto massimo consentito. Considerando che devo sostenere ulteriori costi per un impianto di videosorveglianza (interna ed esterna) mi domandavo se, pagando la fattura con bonifico parlante, posso usufruire del cosiddetto bonus sicurezza recuperando, in 10 anni in dichiarazione dei redditi, il 50% dei costi sostenuti per l’impianto di videosorveglianza. Molte grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Ottobre 2021 19:18

      Premetto che non sono avvocato.
      Il bonus sicurezza non esiste. L’impianto di sorveglianza si può detrarre nell’ambito nel bonus ristrutturazione.

  • Buongiorno,
    ho aperto cila per la ristrutturazione completa di un bagno.
    Posso far rientrare i lavori anche se di manutenzione ordinaria sul resto della casa?
    Inoltre, causa perdita d’acqua tra guaina del giardino e taverna, devo rifare completamente la pavimentazione esterna (demolizione, massetto, guaina, risanamento delle pareti danneggiate in taverna…). Sull’agenzia delle entrate trovo che è un lavoro detraibile. E’ corretto?
    Ultima cosa… se facessi l’anno prossimo l’impianto d’allarme potrei usufruire nuovamente dei 16.000€ di bonus mobili (ammesso che ci sia la proroga di questo bonus)?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    ho acquistato una prima casa nel 2017 ed ho realizzato lavori di ristrutturazione edilizia potendo quindi godere anche del bonus mobili di 10.000 euro. Ora questa casa verrà venduta a terzi e saranno cedute con essa anche le detrazioni mancanti legate ai soli lavori di ristrutturazione mentre quelle legate al bonus mobili rimarrebbero a me. Io ora procederò ad acquistare una nuova prima casa sulla quale vorrei realizzare degli interventi di ristrutturazione e che dovrei quindi riarredare.
    Posso godere di un nuovo bonus mobili mantenendo anche il vecchio? se si, di che valore?
    Grazie per l’attenzione,
    Lucia

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      25 Ottobre 2021 19:16

      Può godere di un nuovo bonus di 16.000 euro, perchè l’incentivo è legato all’unità immobiliare.

  • Nel 2018 abbiamo usufruito del bonus al 50% io e mia moglie comproprietaria al 50 % per il rifacimento di un bagno e cucina compreso di mobilio ed elettrodomestici essendo che il condominio vuole fare il cappotto termico e altri lavori per usufruire del 110% la richiesta deve essere fatta da me e mia moglie oppure da uno solo inoltre posso fare lavori trainati infissi e riscaldamento ne possiamo beneficiare del 110% grazie Salvatore Russo

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      10 Ottobre 2021 18:25

      La richiesta può farla chiunque di voi due e potete avere il superbonus sui trainati.

  • Buongiorno, nel 2017 ho ristrutturato beneficiando di bonus ristrutturazione e bonus arredo di 10.000 euro,
    Sullo stesso immobile adesso nel 2021 devo cambiare caldaia, passando ad una a condensazione, con conseguente risparmio energetico.
    Mi sembra di capire che se optassi per detrazione 50% (anzichè ecobonus) avrei diritto al bonus arredi (anche senza fare ulteriori lavori di ristrutturazione):
    1) corretto? sufficiente risparmio energetico e non miglioramento di una o più classi energetiche
    2) l’importo su cui calcolare il bonus sarebbe di 16.000 o della differenza tra 16.000 teorici e 10.000 già fruiti con la precedente acquisti/ristrutturazione?
    Grazie e complimenti per il sito e il servizio!

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto, il mio quesito è il seguente : ho usufruito della detrazione del 50% per lavori di ristrutturazione del mio appartamento. La pratica si è conclusa un anno fa ed ho usufruito interamente dei 96000 euro previsti. Ora, però, vorrei acquistare una pompa di calore e una stufa a pellet in veranda. Posso usufruire della detrazione del 50% per ristrutturazione (così come dice il venditore) o posso usufruire dell’ecobonus del 65%? Grazie. Saluti.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      13 Settembre 2021 19:06

      Per la stufa a pellet sicuramente il 65%. Per la pompa, il 65% se è in sostituzione di un precedente generatore, il bonus ristrutturazione 50% se è una nuova installazione.

  • Buongiorno Architetto. Sa dirmi se camino a bietanolo e mini piscina installata su terrazzo possono rientrare nel bonus ristrutturazione 50% tetto massimo 96k? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      10 Settembre 2021 12:56

      Non sono detraibili se non collegati a impianti. Quindi il camino, che non richiede canna fumaria, no. La minipiscina lo è solo nell’ambito del rifacimento di un impianto idrico.

  • Buongiorno architetto,
    ho rifatto 2 bagni ed è mia intenzione usufruire del bonus ristrutturazione del 50%.
    Tale bonus è cumulabile con il bonus acqua potabile e con quello idrico?
    I lavori prevedono anche l’installazione di un addolcitore.
    Grazie, un saluto

    Rispondi
  • Grazie per la risposta, volevo chiedere inoltre se io parto con i lavori a marzo 2022 esempio e a dicembre 2022 ho esaurito i 96.000€ per la costruzione casa. Nel gennaio 2023 posso utilizzare il bonus garage anche se non ho L agibilità dell immobile casa? Grazie ancora per la disponibilità.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      3 Settembre 2021 19:14

      Sì, solo che a partire dal 2022 l’agevolazione potrebbe scendere al 36%, se non prorogata.

  • Salve ,io volevo chiedere se è possibile usufruire del bonus ristrutturazione 50% (tetto max 96.000)
    e usufruire del bonus garage (nuova costruzione)..se si devo conteggiarlo sempre nei 96.000 della ristrutturazione50% o posso usufruire di un altro tetto di spesa di 96.000? in totale quanto posso detrarre?
    Se ci può essere qualche articolo dettagliato ve ne sarei grato
    grazie anticipatamente

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      2 Settembre 2021 11:48

      Il tetto di spesa è unico per anno. Quindi se rimanda la costruzione del box al prossimo anno, le spetterà un nuovo plafond di 96.000 euro.

  • laura fasolo
    19 Agosto 2021 15:37

    Gentile Architetto, molte grazie per l’approfondimento ma non ho ancora chiarito il mio dubbio. Sto ristrutturando il mio appartamento beneficiando del bonus ritrutturazioni 50%. I costri di ristrutturazione supereranno i 96k di tetto massimo consentito. Mi domandavo se i costi relativi all’impianto di condizionamento con pompa di calore possano ricadere nell’ecobonus 50% senza quindi “intaccare” il castelletto di 96k per costi di ristrutturazione. Se così fosse, il mio credito d’imposta (50%) verrebbe conteggiato su 96k di bonus casa per ristrutturazione + 3k di ecobonus. sibile. Purtroppo non sono certa di aver interpretato correttamente la norma. Ha modo di chiarire il mio dubbio?
    La ringrazio per l’attenzione. Laura

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      24 Agosto 2021 19:59

      Non esiste ecobonus 50% per l’impianto di condizionamento, ma solo bonus ristrutturazione 50% (che quindi va a intaccare il massimale). L’impianto a pompa di calore può però usufruire dell’ecobonus 65% se ricorrono le condizioni descritte in questo video: https://www.guidaxcasa.it/bonus-condizionatori/

  • Buongiorno volevo chiedere se il bonus sicurezza é cumulabile nel Super Sismabonus oppure no. Abbiamo una Scia in corso e stiamo facendo i lavori di demolizione con fedele ricostruzione grazie al Super Sismabonus e Super Ecobonus e ovviamente con quelli copriamo in parte il lavoro. Ho letto che il Bonus Verde e il Bonus Mobili non sono cumulabili. Ecco mi chiedevo per il Bonus Sicurezza per quanto riguarda la cassetta sicurezza e l’impianto di allarme che andremo ad installare. E poi pensavo di pagare la fattura della cassetta con la dicitura nel bonifico m Fatt. n. ____ del ______lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986 Vi ringrazio per la risposta
    Buona giornata
    Mauro

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Luglio 2021 19:18

      Non esiste un bonus sicurezza. Si tratta di lavori che rientrano nel bonus ristrutturazione di cui lei ha riportato la giusta causale e sono agevolati al 50%.

  • buonasera,
    il condominio sta procedendo per ristrutturazione parti comuni (oltre a facciata)
    posso usufruire del bonus mobili, o e’ solo relativo ad una ristrutturazione del mio appartamento ?
    grazie

    Rispondi
  • Buona sera architetto io ho finito ora dei lavori di ristrutturazione al 50 %e 65% dopo aver chiuso la pratica nell’anno corrente posso aprire quella del 110%. Grazie

    Rispondi
  • salve, ho usufruito di un bonus regionale per le giovani coppie ed ho acquistato un immobile ristrutturato. posso usufuire anche del bonus ristrutturazione ? sono compatibili?

    Rispondi
  • Gentile architetto Carmen Granata
    Nella sua risposta data a Mosè il 15 Giugno 2021 alle ore 19:41 …… riporto la domanda……
    “Nel 2014 ho sostituito la caldaia con una a condensazione, sono alla 7 rata su 10 di detrazione.
    Posso usufruire del bonus 110% per migliorare/ sostituire o migliorare l’impianto di riscaldamento, ovvio che devo fare anche il cappotto e le altre cose per superare le due classi energetiche.
    Grazie.”
    Lei ha risposto Si.
    Perché allora l’agenzia Entrate dice che non si deve aver beneficiato di detrazioni per lo stesso intervento?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      8 Luglio 2021 19:52

      A me non risulta, ma ovviamente potrei sbagliare.
      Potrebbe gentilmente citarmi il documento in cui l’AdE lo dice?

  • salve architetto. Ho appena chiuso i lavori per ristrutturare casa usufruendo del 50% ( soglia dei 96000 già raggiunta) piu il bonus mobili. ho installato a chiusura di questi un camino a gas di ultima generazione di classe A. In questo caso posso portarlo in detrazione con l’efficientamento energetico al 65% andando oltre i 96000?
    Grazie per il cortese riscontro

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      17 Giugno 2021 19:37

      Il camino a gas non rientra nell’ecobonus ma solo nel bonus ristrutturazione.

  • Nel 2014 ho sostituito la caldaia con una a condensazione, sono alla 7 rata su 10 di detrazione.
    Posso usufruire del bonus 110% per migliorare/ sostituire o migliorare l’impianto di riscaldamento, ovvio che devo fare anche il cappotto e le altre cose per superare le due classi energetiche.
    Grazie.

    Rispondi
  • Buongiorno,
    Innanzitutto, grazie mille! Eccellente articolo!
    Vorrei chiedere: se sostituisco la caldaia del mio appartamento utilizzando una promo, come quella della ENI che propone cessione credito basato sul bonus 65%, posso usufruire anche del bonus mobili?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Maggio 2021 19:51

      No. Quello citato è l’ecobonus e il bonus mobili si può avere solo con il bonus ristrutturazione.

  • alessio battiato
    4 Maggio 2021 18:25

    salve dovrei acquistare un appartamento “soluzione indipendente” proveniente da una demolizione totale di una vecchia cascina e ricostruzione in bioedilizia “legno”, le chiedo:
    – posso usufruire del sisma bonus? se si in che limite massimo (euro)? sempre con aliquota 110?
    – posso cumulare sempre al 110 l’ ecobonus visto che vorrei metter dentro fotovoltaico + accumulatore + pompa di calore? se si sempre al 110? se non è possibile posso prima comprare casa e in un secondo momento usufruire del classico bonus al 50%?
    – posso metterci dentro anche il resto come piastrelle + porte + tinteggiatura ecc…..
    – se compro due soluzioni separate posso usufruire di due volte dei vari bonus? se si quali?

    Rispondi
  • Neda Favilli
    4 Maggio 2021 17:19

    Buongiorno,
    Ho venduto un appartamento, con rogito febbraio 2020.
    Dato che dovevamo effettuare la sostituzione della caldaia, e la spesa da sostenere era piuttosto alta, nel 2017 in assemblea condominiale è stato deciso di creare un fondo cassa suddiviso in quattro anni (2017-2021) in modo che, una volta raggiunto un l’importo stabilito, sarebbe stato messo all’ordine del giorno la sostituzione della caldaia e l’assemblea, se avesse ritenuto opportuno, avrebbe deliberato la sostituzione.
    Al momento del rogito mi sono trovato ad avere un fondo cassa per una spesa non ancora deliberata.
    Al conguaglio finale delle spese condominiali, tale importo l’ho detratto dal totale, quindi totale dare meno fondo cassa, ho versato la differenza come conguaglio al condominio .
    Ad oggi, dopo un anno dalla vendita, l’acquirente viene a chiedermi di versare nelle casse condominiali l’importo del fondo, dalla creazione alla data del rogito, altrimenti mi citerà con un decreto ingiuntivo.
    Questo fondo cassa accumulato a chi spetta, a me che l’ho versato, in quanto la spesa non era stata ancora deliberata, o segue l’immobile ?
    Ringraziando anticipatamente per la cortese risposta
    Cordiali saluti
    Neda

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Maggio 2021 19:11

      A mio avviso il fondo dovrebbe cmq far parte delle spese condominiali, quindi andava lasciato. Ma potrei sbagliarmi, per cui le consiglio di consultare un avvocato.

  • Andre Monza
    3 Maggio 2021 19:30

    Buongiorno,
    possiedo un immobile C3 all’interno di un condominio che sta valutando di procedere con la riqualificazione dell’intero edificio tramite superbonus
    Non essendo abitazione residenziale, non avro’ possibilita’ di accedere al superbonus, pero’ l’amministratore ha pretesto il pagamento pro-rata per lo studio di fattibilita’, e’ corretto ?
    In caso il condominio dovesse procedere con il superbonus, e’ autorizzato a chiedermi pro-quota i lavori ? (chiedo a logica visto che l’amministratore ha preteso la quota gia’ per il solo studio di fattibilita’)
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      3 Maggio 2021 19:56

      In realtà, per gli interventi sulle parti comuni possono usufruirne anche i proprietari di altre tipologie di immobili, se la superficie residenziale è superiore al 50%.
      A parte ciò, se i lavori sono stati deliberati lei deve cmq partecipare anche nel caso in cui non fruisse del bonus.

  • Alessandro Cammellini
    2 Maggio 2021 12:41

    Buongiorno,
    Ritorno sull’argomento sismabonus per un’ulteriore chiarimento sull’acquisto di un appartamento direttamente dalla ditta che ha effettuato la demolizione e la ricostruzione di un piccolo condominio di 8 appartamenti.
    1) Acquisto appartamento con sismabonus € 96.000 che con la rivalutazione del 110% porta ad un totale di € 105.600, da cedere come credito o recuperare in 5 anni, giusto ?
    2) Insieme all’appartamento acquisto anche un box, per i quali è previsto il recupero dei costi di costruzione in 10 anni, che mi porta un bonus di € 15.000
    3) Acquisto mobili con il bonus del 50% che mi porta un’ulteriore bonus a mio favore di € 5.000./10.000
    Le domande di cui chiedo il chiarimento sono:
    A) Il bonus a cui ho diritto è la somma di 1+2+3 o esiste un tetto massimo ?
    B) Eventualmente, dei bonus 1+2+3 quali sono cumulabili tra loro quali no?
    B) Se i vari bonus si possono sommare tra di loro, i mobili vanno pagati con bonifico parlante dopo il rogito ?
    Grazie ancora per le cortesi risposte
    Cordiali saluti
    Alessandro

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      3 Maggio 2021 19:21

      A) No, 1 e 2 hanno lo stesso tetto
      B) 1-2 e 3
      C) I mobili vanno pagati dopo il rogito, ma non è obbligatorio il bonifico parlante.

  • Buongiorno,
    nel 2012 ho ristrutturato casa di mia moglie con bonus ristrutturazione 50% ora ho ereditato una casa celo terra con due appartamentini di 70 mq l’uno vorrei ristrutturarli pesantemente , tetto cappotto serramenti e impianti, con superbonus 110% e per i lavori non compresi con bonus ristrutturazione 50% con il quale vorrei anche realizzare, essendo sprovvista la casa, un box di pertinenza avendo 200mq di terreno a disposizione. Vorrei sapere se ciò è possibile avendo in passato usufruito di bonus 50% di cui ancora per 2 anni porterò in detrazione . Grazie.

    Rispondi
  • Alessandro Cammellini
    28 Aprile 2021 12:31

    Dovrò fare il rogito a luglio 2021 per l’acquisto di un appartamento con il sisma bonus direttamente dalla ditta che ha effettuato la demolizione e la ricostruzione dell’immobile, pertanto dovrei avere diritto al sisma bonus di € 96.000 che rivalutate con gli ultimi aggiornamenti al 110% dovrebbero salire ad un totale di € 105.600. Dato che prevedo di cedere il credito, a Istituti Bancari e Poste, posso usufruire ulteriormente del bonus mobili del 50% ? I due bonus sono cumulabili tra loro ?
    Ringraziando anticipatamente
    cordiali saluti
    Alessandro

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Aprile 2021 19:47

      Sì, chi acquista con sismabonus può usufruire del bonus mobili.

  • Buongiorno pongo il mio quesito: ho ristrutturato una villettina singola con Lavori di Ristrutturazione Edilizia e Riqualificazione Energetica, ho separato le fatture in base al tipo di lavori eseguiti , quindi distinti bonifici parlanti con causali diverse( ristrutt.edilizia), bonus facciate con ecobonus e altri lavori tipo sostituz caldaia imp a pavim ecc ecobonus). più bonus mobili. il totale delle somme spese ammonta a circa 180.000 euro. supponendo che io ho una capienza irpef di 4000 euro e mia moglie di 6000 riusciamo nei limiti dei tetti massimi dei vari bonus a scaricare l’ intera cifra spesa?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Aprile 2021 19:46

      E come faccio a saperlo? 🙂 Ci sono aliquote diverse per spese diverse di cui non sono a conoscenza, non posso fare un calcolo.

    • buongiorno, in realtà ho posto male la domanda, in pratica vorrei sapere se i tre bonus sono distinti e separati con i loro tetti massimi, in particolare l’ ecobonus rientra nei 96000 euro della ristrutturazione o va da se senza influire in quel tetto?
      grazie

    • arch. Carmen Granata
      29 Aprile 2021 19:58

      Va da se, con massimali differenti in base ai lavori: https://www.guidaxcasa.it/ecobonus-detrazione-65/

  • Francesca Mit
    27 Aprile 2021 13:17

    Buongiorno,
    sto valutando di procedere per lavori di Superbonus 100% in una villetta con un fornitore che mi fornira’ i seguenti lavori:
    pannelli solari / accumulatori
    sistema ibrido pompa calore / caldaia a condensazione
    colonnina per auto elettrica
    Il tutto con fattura a zero
    Non posso fare altri lavori “esterni” a loro, perche’ vogliono lavorare da soli senza altri fornitori esterni in quanto certificano (aprono APE e chiudono APE e fanno tutte le pratiche relative al salto di 2 classi).
    Posso in seguito accedere al bonus (ristrutturazioni o ecobonus) per la sostituzione degli infissi o aver usufruito del superbonus me lo preclude?
    Attendo delucidazioni
    Grazie mille

    Rispondi
  • Buongiorno, ecco il mio quesito. Su una casa unifamiliare dove risiedo ho intenzione di fare i seguenti interventi:
    rifacimento tetto e lavori connessi per una ipotesi spesa di euro 96000 (quindi l’intero massimale per sismabonus);
    lavori che portano al miglioramento di due classi energetiche, passando da stufa a legna a pompa di calore, alimentando il sistema con pannelli fotovoltaici con la sostituzione dei serramenti (quindi con i massimali specifici previsti dal super ecobonus per queste tipologie di intervento, cifra totale intorno ai euro 70000);
    sostituzione impianti bagni e cucine (quindi lavori di manutenzione straordinaria detraibili al 50%) per un totale di euro 50000. Con la realizzazione contestuale dei lavori, ai fini della cessione del credito ad una banca, posso cedere questi tre importi nella loro interezza cumulandoli, cioè i primi due al 110% nei limiti previsti e quelli al 50% per l’intero importo (euro 70000)? L’unico mio obbligo è effettuare pagamenti con bonifici parlanti per fatture distinte per le rispettive lavorazioni? La ringrazio per la gentile risposta.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      26 Aprile 2021 19:33

      Sì. Le faccio presente però che il massimale di 96.000 euro è unico per sismabonus e bonus ristrutturazione.

    • Buongiorno, non vorrei creare un contradditorio ma ho informazioni differenti se i due interventi si riferiscono a parti ben distinte e contabilizzate anche in modo separato (sismabonus asseverato da ingegnere per rifacimento copertura, manutenzione straordinaria asseverata dal tecnico che ha presentato la pratica), quindi i due limiti 96000 + 96000 possono essere sommati perchè ascrivibili a interventi diversi ancorchè contestuali. Grazie ancora per il Suo prezioso contributo, buona giornata.

    • arch. Carmen Granata
      28 Aprile 2021 19:39

      Beh, se non crede a me, potrebbe leggere il parere dell’autorevole Sole24ore: https://www.ilsole24ore.com/art/il-sisma-bonus-include-ristrutturazioni-AEPFB81C?refresh_ce=1

  • Buonasera, ho un appartamento disposto su 2 piani (P.T. e 1° piano) che per il 60% della sua superficie é strutturalmente parte di un “edificio” a 3 piani con altri 6 appartamenti e per il 40% é un corpo adiacente all’ “edificio”; solo quest’ultimo 40% ha un proprio tetto esclusivo con solaio; l’altro 60% gode infatti di tetto in comune. Specifico inoltre che l’appartamento é autonomo nelle utenze, ha un ingresso direttamente sulla strada ed un altro ingresso al primo piano in corridoio comune dell’edificio. L’edificio non ha un amministratore ed é gestito in economia.
    Avendo la necessità di rifare il tetto mio esclusivo con solaio (che copre solo il mio 40% dell’appartamento) posso usufruire del sismabonus e dell’effetto trainante per opere sui locali sottostanti?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Aprile 2021 10:02

      Dalla descrizione non credo sia possibile. Può però usufruire dei bonus ordinari.

  • Buongiorno, le pongo questo quesito su due ipotesi distinte per lavori di ristrutturazione su una casa unifamiliare:
    Spese riconducibili al miglioramento di due classi del rischio sismico euro 90000
    Spese per lavori di manutenzione straordinaria euro 50000
    Come verrà trattato fiscalmente l’importo complessivo? Grazie per la gentile risposta

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      22 Aprile 2021 19:07

      Le prime detraibili al 110%, le seconde al 50%, ma con un tetto di spesa unico di 96.000 euro.

  • Buonasera Architetto, avrei bisogno di alcune indicazioni. Sto effettuando una ristrutturazione pesante su casa unifamiliare composta da 2 piani, con recupero del sottotetto con innalzamento di un metro e rifacimento tetto. Naturalmente la spese per la parte nuova non sono detraibili. Per la parte preesistente, posso usufruire della detrazione di 96.000(al 50% per ristrutturazione, della detrazione per acquisto infissi max , 60.000 -al 50%- (comprendono finestre, porte box, portoncino ingresso e porta accesso piano terra da esterno) e di altra detrazione per le spese relative all’impianto di riscaldamento e acquisto caldaia al 50% – (non ricordo massimale)? In pratica, posso usufruire di 3 tetti di spesa differenti? La spesa per l’installazione del pannello solare per produzione di acqua calda dove rientra?
    Preciso che la spese per la sola ristrutturazione della parte preesistente è superiore al limite di 96.000 per ristrutturazioni. La ringrazio per l’attenzione e mi scuso per le molteplici richieste.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      22 Aprile 2021 19:05

      Sì, può usufruire del bonus ristrutturazioni e dell’ecobonus (con i vari massimali) nell’ambito dello stesso intervento, ma ovviamente per lavori diversi. I pannelli solari vanno nell’ecobonus.

  • Giorgio Tirello
    11 Aprile 2021 18:21

    Buongiorno nel 2018 ho sostituito la vecchia caldaia con una a condensazione e ho installato i climatizzatori con annessa pompa di calore percependo le relative detrazioni.
    Posso sostituire la caldaia a condensazione con una a pellet di nuova generazione mantenendo le precedenti detrazioni e usufruire anche delle nuove o devo restituire il bonus precedente?
    La ringrazio per le gentile risposta

    Rispondi
  • Buonasera architetto,
    Le scrivo per avere una conferma.
    La situazione è la seguente:
    Fabbricato da demolire e ricostruire in 3 unità abitative senza ampliamento.
    Considerando la possibilità di accedere al Sismabonus (con tetto massimo di 96.000 euro e comprendente anche la ristrutturazione) e che verrà suddiviso in 3 (32.000 euro ad unità), il bonus per la realizzazione dei garage rientra sempre nel tetto massimo dei 96.000 euro, non sarà possibile usufruire della detrazione del 50% sulla realizzazione dei box, corretto?
    Grazie mille e buona serata

    Rispondi
  • Buongiorno, nel 2016 ho usufruito della detrazione fiscale su un immobile di proprietà e tutt’ora, a seguito della vendita del suddetto immobile, continuo ad avere il rientro fiscale con il 730 (cassetto pieno). Ho acquistato un nuovo immobile e vorrei sapere se posso comunque usufruire del superbonus 110% e del bonus 50%. Grazie mille per l’attenzione

    Rispondi
  • buongiorno architetto, io ho effettuato dei lavori di manutenzione straordinaria quali eliminazione tramezzi sostituzioni infissi e porte e rifacimento completo bagni pavimentazione e impianti con detrazione al 50% tramite pratica CILA + il bonus mobili. circa meta’ dell’ importo totale nel 2020 e il resto nel 2021…. ora la mia domanda e’ dato che il mio condominio e’ in dirittura d’ arrivo per iniziare i lavori del bonus 110% posso accumulare fiscalmente i bonus e quindi cederei credito all’ impresa senza superare il tetto massimo di detrazione per persona fisica? non vorrei superare il tetto di detrazione personale e quindi dover sostenere le spese di cappotto fotovoltaico del condominio. o eventualmente posso far detrarre mia moglie il 110% e i lavori che eventualmente trainero’ ..in questo caso solo la caldaia?
    grazie
    loris

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      26 Marzo 2021 16:45

      Sono due bonus diversi e tranquillamente cumulabili.

  • gent.ma grazie per la risposta, il cantiere si trova nel comune di Roma e la Cila è ancora aperta, al momento ci sta lavorando una sola ditta ma come le dicevo ho necessità di sostituire gli infissi facendo svolgere il lavoro a una seconda ditta. per inviare comunicazione alla asl l’architetto può fare una variante in corso d’opera o deve aprire una nuova Cila?

    Rispondi
  • buongiorno dr.ssa Granata, il mio architetto ha aperto una cila per manutenzione straordinaria (bonus ristrutturazioni) senza inviare comunicazione alla asl poichè sul cantiere opera una sola ditta come prescritto dalla normativa, ora ho necessità di sostituire gli infissi (ecobonus) affidando i lavori a una seconda ditta, per avere diritto alle detrazioni fiscali di entrambi i lavori come posso fare?

    Rispondi
  • Sto ristrutturando un abitazione ho usufruito del bonus casa e anche dell’ecobonus per gli infissi. Vorrei installare dei pannelli fotovoltaici posso usufruire di un’altro bonus

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      22 Marzo 2021 12:11

      Sì, può usufruire di nuovo della detrazione 50%.

    • Enrico Gentilucci
      22 Marzo 2021 13:23

      Grazie ma forse non mi sono spiegato bene . Volevo dire che per il bonus casa ho già raggiunto i 96 000 euro i pannelli solari rientrano sempre nei 96 000 euri oppure posso usu fruire di un’altro bonus grazie

    • arch. Carmen Granata
      24 Marzo 2021 19:49

      No, i pannelli fotovoltaiici rientrano nei 96.000 euro per la ristrutturaizone.

  • viviana tiberi
    3 Marzo 2021 20:40

    Buongiorno architetto, ad aprile dovrei ristrutturare la mia prima casa. La ditta che effettuerà i lavori mi farà lo sconto in fattura (quindi se non erro se la fattura per esempio sarà di 40.000 euro, essendoci un massimo detraibile di 16000 euro, dovrò pagare 24000 euro).
    Devo però acquistare anche mobili ed elettrodomestici. Potrò comunque richiedere il bonus mobili sul mio 730?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      12 Marzo 2021 18:14

      Mi perdoni, ma purtroppo ha una grossa confusione sull’argomento. Le consiglio di leggere questi articoli: https://www.guidaxcasa.it/detrazione-50-per-le-ristrutturazioni/ e https://www.guidaxcasa.it/guida-al-bonus-mobili/
      Se ancora non dovesse essere chiaro, mi chieda pure una consulenza.

    • viviana tiberi
      25 Marzo 2021 15:33

      Grazie per avermi mandato la guida. Ora è tutto più chiaro. Avrei una domanda da porle. La ditta che eseguirà i lavori di ristrutturazione straordinaria sulla mia casa mi farà lo sconto in fattura.
      La ristrutturazione comprenderà anche circa 10.000 euro di ristrutturazione cucina e acquisto piano di lavoro per cucina. Ovviamente io vorrei usufruire anche del bonus mobili/elettrodomestici di 16.000 euro. Questi 10.000 euro saranno considerati nella ristrutturazione o saranno detratti dai 16000 del bonus mobili?

    • arch. Carmen Granata
      26 Marzo 2021 16:52

      Non ci siamo cara signora. Mi perdoni, ma lei non ha proprio chiaro come funziona… Cerco di spiegarle: detrazione significa che lei può detrarre il 50% di quello che spende per i lavori. Quindi, se spende 10.000 euro ne può detrarre la metà, cioè 5.000.
      Poi, ha a disposizione un’altra detrazione per i mobili, dove può detrarre il 50% di 16.000. Quindi se spende tutti e 16.000, ne può detrarre 8.000.

  • Buongiorno, una domanda: un appartamento in un fabbricato di 9 appartamenti, con entrata indipendente da giardino e utenze indipendenti può fruire dell’ecobonus 110 per cento per la sostituzione della caldaia con impianto ibrido, fotovoltaico e colonnina per ricarica auto? L’ape va effettuata per il singolo appartamento o per l’intero stabile? Grazie mille Architetto

    Rispondi
  • Gianluca Sati
    22 Febbraio 2021 9:42

    Buongiorno, nel 2016 ho effettuato dei lavori di ristrutturazione, per i quali tutt’ora ricevo gli sgravi grazie al bonus.
    Adesso nel 2021 devo ristrutturare un altro immobile, sempre di mia proprietà e sempre nel medesimo comune.
    Posso richiedere nuovamente il bonus?

    Rispondi
  • Buongiorno Sto ristrutturando una abitazione, con le agevolazioni per il bonus casa ho raggiunto, l’importante massimo detraibile di 96.000. Dovendo ancora comprare degli infissi posso usufruire di un’altro bonus? Grazie

    Rispondi
  • Buona sera avrei un quesito da porre dovrei rifare l’intonaco della facciata, rifare il balcone e sostituire la caldaia posso usufruire del bonus ristrutturazione e quella ecobonus facendo due pratiche separate grazie

    Rispondi
  • maria di filippo
    9 Febbraio 2021 16:48

    risposte molto chiare ed esaurienti

    Rispondi
  • arch. Carmen Granata
    5 Febbraio 2021 18:42

    Sì, ovviamente su spese diverse.

    Rispondi
  • antonino sciascia
    27 Gennaio 2021 19:49

    Buonasera architetto, un grazie in anticipo per la sua risposta. Nel 2013 ho svolto lavori di ristrutturazione usufruendo del bonus casa 50% e quindi fino al 2023 avrò rimborso completo nel mio tetto irpef.
    Adesso vorrei usufruire del Eco bonus 110% per rifacimento tetto, cappotto alle pareti e inserimento foto voltaico con pompa di calore e caldaia a condensazione. (lavorazioni con cessione del credito). La mia domanda è: posso ora sostituire nuovamente la caldaia a condensazione per una nuova compatibile con il nuovo sistema legato alla pompa di calore? io attualmente sto usufruendo della detrazione sulla caldaia a condensazione montata nel 2013. Non trovo nessun artico che parli di questi casi. Mi scusi se mi sono dilungato nella descrizione. Nuovamente Grazie. Saluti

    Rispondi
  • buongiorno – le sottopongo questo caso ho un Pdc che prevede demolizione e ricostruzione con realizzazione di una unica “nuova” unica unità abitativa. la situazione di partenza è di unico proprietario di proprietà costituita da 1 A3 2 C2 ed 1 C6 con corte comune. posso accedere al sismabonus e ecobonus? e per quante unità?

    Rispondi
  • Gian Luca Casini
    4 Gennaio 2021 13:21

    Buongiorno Architetto Granata e grazie per i diversi quesiti a cui ha risposto chiaramente.
    Il mio quesito è il seguente: demolizione e ricostruzione di casa indipendente composta da 2 appartamenti indipendenti +garages ed area cortiliva giardino.
    Oltre al bonus sisma 110, eco bonus 110 e relativi interventi trainanti è trainati è possibile anche usufruire del bonus 50% per le rimanenti opere quali intonaci e tinteggiatura interna, impianto elettrico, pavimentazione esterna e rifacimento cancellate ad esempio? Nel caso si ristrutturazione senza demolizione si può, nel caso con Demolizione sia io che il mio tecnico non riusciamo a capirlo dalla comunicazione dell agenzia delle entrate. Grazie come sempre. Gian Luca

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      17 Gennaio 2021 17:56

      Il fatto è che sismabonus e detrazione 50% hanno un unico tetto di spesa. Quando si fa demolizione e ricostruzione rientra quindi tutto nel 110 fino al limite di 96.000 euro.

  • Buonasera,
    stiamo valutando la ristrutturazione di una vecchia cascina che ha bisogno di diversi interventi
    Vorremmo capire meglio la cumulabilità dei diversi bonus
    super eco bonus 110%
    eco bonus (per intenderci 65%)
    bonus ristrutturazione (il classico al 50%)
    bonus facciate (90% per zone A e B)
    Se si possono utilizzare tutti e 4 scorporando gli interventi, esempio:
    infissi, pannelli e accumulatori con super ecobonus 110%
    cappotto con bonus facciate
    lavori di muratura bonus ristrutturazione

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      2 Gennaio 2021 17:32

      L’esempio fatto da lei non è applicabile, perchè manca un intervento trainante per il superbonus.

  • Buongiorno architetto, la mia domanda è un po’ complessa ma ci provo lo stesso. Nel 2015 ho svolto lavori di ristrutturazione usufruendo del bonus casa 50 per cento e quindi fino al 2025 avrò rimborso completo del mio tetto irpef.
    Il prossimo anno vorrei fare altri lavori a cui sarebbe applicabile il 50 per cento di detrazioni. Avendo già raggiunto il limite irpef con i precedenti lavori non mi spetterebbe nulla fino al 2025 (perdendo così 4 anni dei nuovi lavori) ma dal 2026 per gli altri 6 anni rientrerebbero le nuove detrazioni? Spero di essermi spiegato bene, grazie!

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Dicembre 2020 18:53

      Credo di aver compreso i suoi dubbi.
      In realtà, se si tratta di un nuovo intervento, non la continuazione di quello già effettuato, lei può usufruire delle detrazioni già dall’anno prossimo. Diversamente, non potrà mai cmq avere un nuovo tetto di spesa sulla prosecuzione dello stesso intervento.

  • Salve Architetto!
    Le detrazioni per ristrutturazione straordinaria di un appartamento in condominio e le detrazioni per il superbonus per l’efficientamento energetico condominiale sono cumulabili? Fino a che importo massimo?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      14 Dicembre 2020 17:29

      Si possono sommare tranquillamente: l’ecobonus condominiale riguarda le parti comuni del fabbricato, la detrazione per ristrutturazione riguarda interventi fatti sull’immobile di sua proprietà privata.

  • salve, forse è domanda superflua ma volevo suo parere a riguardo. Dato che nel 2015 ho usufruito del bonus decennale ristrutturazione facciata “cappotto termico” con detrazione 65% spalmata in dieci anni, potrei cumularla con bonus sostituzione caldaia 65% inserendo poi anche questa seconda voce nel 730?

    Rispondi
  • Buonasera, si chiede di sapere se in caso di rifacimento totale dell’impianto di riscaldamento (caldaia, termosifoni materiali edili, tubazioni termo idrauliche manodopera) si può accedere all’ecobonus per l’intera spesa sostenuta o solo per caldaia e termosifoni.
    Grazie.

    Rispondi
  • Umberto Manfredi
    21 Novembre 2020 11:59

    Salve, ho usufruito della agevolazione al 50% per ristrutturazione ormai da oltre 10 anni, quindi fiscalmente cessata. Posso usufruire del superbonus 110? grazie

    Rispondi
  • Buonasera
    Ho appena comprato un appartamento con box e cantina, che verranno accatastate come pertinenze, facente parte di un complesso condominiale in costruzione.
    Il costruttore ha demolito un vecchio capannone commerciale riscaldato e ha costruito una nuova struttura residenziale con ampliamento notevole della cubatura, con tutte le autorizzazioni comunali in regola.
    Il costruttore ha eseguito sia il miglioramento sismico che quello energetico congiuntamente, e ha migliorato di due classi quello sismico e ha portato quello energetico da G ad A+
    Per migliorare l’efficienza energetica è stato realizzato il cappotto termico, produzione acqua calda per riscaldamento e sanitari con pompe di calore alimentate con pannelli fotovoltaici, ecc, ecc.
    Ora dovrò decidere cosa fare del mio credito di imposta spettante e avrei bisogno di conoscere esattamente, tra sisma ed ecobonus, l’importo totale sul quale posso fare affidamento.
    Inoltre vorrei sapere se conviene acquistare il box come unità pertinenziale o come unità separata per avere due agevolazioni?
    Grazie mille
    Cordiali saluti

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      16 Novembre 2020 12:55

      Per l’acquisto lei può avere solo il sismabonus, comprensivo del box auto.

  • Buongiorno,
    volevo sottoporre il seguente quesito:
    Sto per acquistrae una casa dove il costruttore si avvale del sisma bonus per la cifra totale di 96000 euro (tetto massimo del sisma bonus) Se mettessi dei pannelli solari / batterie d’accumulo potrei avvalermi dell ecobonus o è inglobato nei 96000 del sisma bonus?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      13 Novembre 2020 18:19

      Non è che il costruttore si avvale… Lei si avvale, suppongo, del bonus per l’acquisto.
      Detto ciò, una volta comprata la casa, lei può fare ulteriori interventi e avere le detrazioni per quelli.

  • Riccardo Marchetto
    10 Novembre 2020 15:09

    Buon giorno Architetto,
    come letto nell’articolo sembrerebbe quindi consentito usurfruire (non cumulareI) il bonus ristrutturazioni, il bonus mobili, ecobonus al 65% e il bonus verde per il giardino rifatto da professionisti?
    Il caso è un appartamento da ristrutturare, in cui io vorrei utilizzare il bonus mobili per la cucina e camera da letto (circa 9 000 euro), il bonus ristrutturazioni per bagno, pavimentazione e cartongesso isolante, ecobonus al 65% per caldaia classe A+ con termoregolatore evoluto e bonus verde per il giardino e impianto di irrigazione (4000 eur0)
    Mi conferma questa ipotesi?
    La ringrazio in anticipo per la sua cordiale risposta.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      10 Novembre 2020 19:39

      Lo confermo, tranne il fatto che la semplice sostituzione dei pavimenti non è detraibile.

  • Buonasera, è possibile cumulare tra loro i vari bonus per una singola unità? Ad esempio è possibile usufruire del bonus ristrutturazioni, bonus mobili e super bonus 110, su uno stesso immobile? Ovviamente inquadrando ogni singolo intervento/lavoro nel relativo bonus, ad esempio: ristrutturazione appartamento più realizzazione box auto nel bonus ristrutturazione, mobili nel bonus mobili e pannelli solari e impianto di riscaldamento/condizionamento nel bonus 110?
    Vi ringrazio per l’attenzione.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Novembre 2020 18:16

      Certo, lo spiego proprio in questo articolo.
      Attenzione: il bonus per ristrutturazione e per box auto hanno un unico tetto di spesa e il superbonus 110% richiede particolari requisiti.

  • Buonasera,
    ho acquistato un immobile di nuova costruzione, dove l’intero fabbricato è risultato in ristrutturazione, quindi posso usufruire dell’agevolazione per ristrutturazione al 50% sull’acquisto dell’immobilie. Leggendo, posso quindi usufruire anche del bonus mobili. Al bonus mobili posso cumulare anche quello per il climatizzatore? Oppure posso usufruire di un solo bonus? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Novembre 2020 11:29

      Dobbiamo chiarire bene cosa si intende per “immobile di nuova costruzione” perchè in tal caso non ci sarebbero agevolazioni. Se invece l’appartamento risulta solo ristrutturato, allora ci siamo.
      Il climatizzatore non è un bonus a sè. Può portarlo in detrazione come bonus ristrutturazione al 50%, oppure come bonus mobili, considerandolo un elettrodomestico.

    • L’azienda costruttrice a comprato all’asta un fabbricato già costruito. Nell’ulitmo anno, hanno terminato i lavori e sono rientrati nella ristrutturazione (lavori entro 18 mesi e hanno cambiato anche la classe energetica). Praticamente il fabbricato presentava tutto tranne che i serramenti, pavimentazione, collegamenti idrici, elettirci e gas. Io ho acquistato un immobile ad uso abitativo. Per questo scrivevo “immobile di nuova costruzione”. Si tratta quindi di un immobile ex novo.
      Grazie

    • arch. Carmen Granata
      5 Novembre 2020 18:19

      Gli interventi da lei descritti non sono di ristrutturazione, ma di completamento. Giustamente lei parla di nuova costruzione, quindi non può purtroppo avere la detrazione.

  • FILIPPO MONTI
    20 Ottobre 2020 15:34

    Buongiorno, nel 2015 ho usufruito del bonus 65% per la sostituzione della caldaia con una a pellet, ora posso accedere all’ecobonus 110% per la sostituzione della caldaia a pellet con una di nuova generazione oppure una pompa di calore elettrica? dovrei rinunciare ai rimanenti 5 anni di detrazioni relative al 65%?

    Rispondi
  • Buonpomeriggio,
    avrei un quesito da sottoporre anche io, poichè non mi è chiara una cosa con il nuovo superbonus 110%.
    Se io dovessi ristrutturare un intero appartamento, dovrei considerare il bonus ristrutturazione al 50% o posso anche accedere al superbonus 110%? E, nel secondo caso, il bonus mobili non è applicabile, giusto?
    Intanto, grazie per l’articolo. Già di per sè è illuminante.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      18 Ottobre 2020 18:06

      Il superbonus è riservato a grandi interventi di efficientamento energetico e adeguamento antisismico. Per una semplice ristrutturazione resta in vigore la detrazione 50% che consente anche l’accesso al bonus mobili.

  • Buongiorno,
    volevo sottoporre il seguente quesito:
    una unità collabente catalogata come F2, isolata, senza impianto termico pùò accedere al SuperBonus (110%)?
    grazie della gentile risposta

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Settembre 2020 19:44

      Solo per la parte sismabonus.

    • Ferdinando
      3 Giugno 2021 20:19

      Buonasera, quest’anno devo usufruire delle detrazioni per ristrutturazione dei lavori al mio appartamento del 50% in 10 anni. Sempre quest’anno dobbiamo iniziare anche i lavori esterni al palazzo con il bonus del 90 %, posso usufruirne di tutti e due?

    • arch. Carmen Granata
      4 Giugno 2021 15:59

      @Ferdinando: sì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu