Nuove costruzioni: quando si può avere il bonus 50%

Non tutte le nuove costruzioni sono escluse dal bonus 50%: l’Agenzia delle Entrate individua opere come la costruzione del box auto, di soppalchi e verande.

Nuove costruzioni ©

Nuove costruzioni ©

Cosa si intende per nuove costruzioni?

Le nuove costruzioni sono di solito escluse dai bonus fiscali per la casa (detrazione 50%, ecobonus, sismabonus). Lo scopo di queste agevolazioni è infatti quello di riqualificare il patrimonio edilizio esistente e impedire il consumo di suolo con la costruzione di nuovi fabbricati.

Ma cosa si intende per nuove costruzioni? Solitamente con questi termini indichiamo la costruzione ex novo di edifici, ma con essa si intendono in realtà molte altre tipologie di manufatti.

Un elenco preciso e dettagliato è quello contenuto all’articolo 3, comma 1, lettera e, del Testo Unico dell’Edilizia (d.P.R. 380/01):

costruzione di manufatti edilizi fuori terra o interrati, ovvero ampliamento di quelli esistenti all’esterno della sagoma esistente

• interventi di urbanizzazione primaria e secondaria realizzati da soggetti diversi dal Comune

• realizzazione di infrastrutture e di impianti, anche per pubblici servizi, che comporti la trasformazione in via permanente di suolo inedificato

• installazione di manufatti leggeri, anche prefabbricati, e di strutture di qualsiasi genere, quali roulottes, campers, case mobili, imbarcazioni, che siano utilizzati come abitazioni, ambienti di lavoro, oppure come depositi, magazzini e simili, ad eccezione di quelli che siano diretti a soddisfare esigenze meramente temporanee o siano ricompresi in strutture ricettive all’aperto per la sosta e il soggiorno dei turisti, previamente autorizzate sotto il profilo urbanistico, edilizio e, ove previsto, paesaggistico, in conformità alle normative regionali di settore

• interventi pertinenziali che le norme tecniche degli strumenti urbanistici, in relazione alla zonizzazione e al pregio ambientale e paesaggistico delle aree, qualifichino come interventi di nuova costruzione, ovvero che comportino la realizzazione di un volume superiore al 20% del volume dell’edificio principale

• realizzazione di depositi di merci o di materiali, realizzazione di impianti per attività produttive all’aperto ove comportino l’esecuzione di lavori cui consegua la trasformazione permanente del suolo inedificato.

Nuove costruzioni che possono usufruire del bonus 50%

Non tutte le nuove costruzioni sono però escluse dal bonus 50%. Un caso tipico è rappresentato dalla costruzione di box o posti auto pertinenziali in genere, di cui ci siamo occupati in un articolo dedicato.
Ma ci sono altri casi in cui si può beneficiare dell’agevolazione: vediamoli insieme.

Nella sua guida Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali, l’Agenzia delle Entrate elenca la costruzione interna o esterna di alcuni elementi impiantistici a servizio dell’abitazione, come la canna fumaria e la fognatura.

Sempre in merito agli impianti, è agevolata la costruzione di volumi tecnici da utilizzare per il contenimento della centrale idrica o della centrale termica.

Tra i lavori esterni, sono agevolati anche quelli necessari per la costruzione di muri di contenimento.

Naturalmente tutte queste opere ssono detraibili solo se correlate a un intervento di ristrutturazione di un immobile preesistente.
Così, se ad esempio costruite una canna fumaria per un fabbricato che inizialmente ne era sprovvisto potrete detrarre le spese. Se invece costruite una canna fumaria nell’ambito della costruzione di un nuovo fabbricato, no.

È agevolata infine anche la nuova costruzione di soppalchi, balconi e verande. Queste ultime sono da considerarsi, dal punto di vista urbanistico, come un ampliamento volumetrico. Nonostante ciò, l’Agenzia le individua tra le opere ammesse al bonus.

Nuove costruzioni che NON possono usufruire del bonus 50%

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che per gli interventi di demolizione e ricostruzione con ampliamento non si può avere la detrazione 50%. Questa tipologia di intervento equivale infatti alla costruzione di un nuovo edificio e non può essere considerato nel suo insieme intervento di ristrutturazione.

È stato inoltre specificato che, nel caso di edificio semplicemente ampliato senza demolizione, il bonus spetta solo per i lavori effettuati sulla parte preesistente. L’ampliamento (ad esempio una sopraelevazione) è infatti considerato nuova costruzione.

Se quindi sono condotti lavori contemporaneamente sulla parte esistente e su quella in ampliamento, diventa fondamentale l’assistenza di un architetto. Il professionista si occuperà di differenziare in maniera corretta la contabilità delle opere, per distinguere quelle agevolabili.

Le considerazioni fatte per le opere agevolabili con il bonus 50% agevolate pur essendo nuove costruzioni, non trovano comunque applicazione per l’ecobonus.

Come usufruire della detrazione 50% per nuove costruzioni

Le regole e gli adempimenti da compiere per usufruire della detrazione 50% per nuove costruzioni sono le stesse previste per gli interventi di ristrutturazione.

Risulta quindi fondamentale eseguire tutti i pagamenti con il bonifico parlante, essere in regola con le norme urbanistiche ed edilizie vigenti e conservare tutti i documenti che potrebbero essere richiesti dall’Agenzia delle Entrate in caso di eventuali controlli.

Come al solito, oltre ai costi dei lavori sono detraibili tutti quelli sostenuti per le spese di:
perizie e consulenze
progettazione
• predisposizione delle pratiche amministrative
oneri di urbanizzazione e diritti
• costo dei materiali.

(Prima pubblicazione 4 maggio 2018)





Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin

117 commenti

← Precedente pagina 3 di 3
  1. Vittorio

    Gentilissima architetto,
    Grazie dell’informazione. Vorrei chiedere cortesemente, sto acquistando una immobile nuovo al grezzo avanzato. Posso detrarre:
    – i sistemi antifurto che saranno messi in opera da azienda specializzata.
    – la porta basculante interna motorizzata nel mio posto auto per aumentare la sicurezza.
    – sostituzione porta blindata per una più sicura e avanzata (l’immobile era fermo da tanti anni).
    – aggiunte di tapparelle in 2 infissi dove non ci sono.
    – qualche altra cosa che mi sfugge?
    Forse se faccio tutto dopo il rogito?
    La ringrazio immensamente. Sono giorni che leggo online e cerco risposte…

    • arch. Carmen Granata

      A parte la porta del garage, per poter detrarre qualcosa l’immobile deve risultare ultimato e accatastato.

  2. maria

    Salve, ho acquistato da poco un immobile prima casa di nuova costruzione. Nel prossimo mese dovro installare ex novo un impianto di sicurezza antiintrusione con allarme, sensori ecc. Posso usufruire della detrazione fiscale del 50% del costo dovuto e usufruire dell’iva agevolata per la prima casa?

    • arch. Carmen Granata

      Sì, può usufruire della detrazione 50%, ma l’Iva agevolata sarà quella al 10% per manutenzione straordinaria e non al 4% per costruzione prima casa.

  3. Caterina

    Buongiorno… gent. architetto devo ristrutturare il bagno sostituendo la vasca con piatto doccia rivestimento incluso senza fare alcuna modifica, rientra nell’agevolazione del 50%?
    Grazie

  4. Nino

    Buongiorno, la costruzione di un nuovo box pertinenziale alla prima ha diritto al 50% di detrazione ma può essere fatturato al 4%?
    Grazie

  5. gabriele

    salve, devo demolire una costruzione e ricostruirla con ampliamento quindi si configura come nuova costruzione.
    1) il locale tecnico con caldaia semi interrato, quindi con muro di contenimento lo posso portare tutto a detrazione?
    2) la canna fumaria e fogna non esistenti prima (anche se è una nuova costruzione) li posso portare in detrazione?
    3) non è un controsenso scrivere che tra le agevolazioni per la nuova costruzione ci sono anche i lavori per la canna fumaria e locale tecnico se non esistente prima? (se io demolisco e ricostruisco con aumento di volumetria mi si configura come nuova costruzione, come faccio a dire che non era gia esistente se è una nuova costruzione?)
    4) la costruzione dei soli balconi li posso portare in detrazione? si puo portare a detrazione anche la ringhiera o il muro dell balcone?
    5) in che modo e che procedimenti devo seguire (metodi di pagamento e documenti) per poter ottenere la detrazione?
    Grazie

  6. natale

    buongiorno
    le persiane possono rientrare come schermature solari
    posso mettere e detrarre dopo agibilità accostamento e fine lavori
    per le serre solari ci sono detrazioni per nuove costruzioni?
    grazie distinti saluti

  7. natale

    buongiorno
    oggetto muri di contenimento
    palificazione in collina con muro sovrastante strutturale di contenimento che va a dividere la mia proprietà con confinante entrambi sono di nuova costruzione posso avere detrazioni sia dei pali che del muro
    natale
    grazie

  8. Carlo

    Buon giorno sono il solito Rompi scatole…. siccome a luglio iniziò a costruire la casa volevo sapere oltre alla detrazione del 50% del garage posso detrarmi il cappotto esterno dopo averla accatastata… come risparmio energetico

  9. Cri

    Buongiorno, in caso di nuova costruzione, dato che si parla anche di muri di contenimento, si può usufruire della detrazione del 50% dei costi per l’acquisto della rete di recinzione? La ringrazio

    • arch. Carmen Granata

      Per muri di contenimento si intendono i muri di sostegno strutturale di fronti di terreno, non muri di recinzione.

    • cri

      Si, mi sono spiegato male… sono muri che sostengono il terreno ai quali verrà messa la rete… posso usufruire di detrazione sulla rete? (casa nuova costruita totalmente da zero). Grazie

    • arch. Carmen Granata

      In ogni caso no, perchè come ho spiegato più volte queste opere sono agevolabili solo se fatte a servizio di edifici esistenti.

    • Cri

      Mi scusi, in contenuti precedenti ho trovato Sue risposte dove si fa riferimento a nuova costruzione da zero con box presidenziale, in cui viene specificato che le opere sia per costruzione box, che per costruzione canna fumaria, fognature e muri di contenimento rientrano al50%. Non è così? La ringrazio se vorrà darmi delucidazioni in merito. Buona serata

    • arch. Carmen Granata

      La invito a leggere la risposta data all’utente Franco, che può trovare alla pagina 2 dei commenti. Faccio riferimento a un quesito posto direttamente all’Agenzia delle Entrate.
      Per il box auto invece il discorso è diverso: è detraibile anche la costruzione a servizio di una nuova abitazione.

  10. Enzo

    Buonasera tramite il piano casa ho potuto ampliarmi in elevazione costruendo un appartamento, così facendo non ho potuto usufruire di nessun beneficio. Volevo chiedere se con il piano casa posso rifare la facciata interna ed esterna e rifare l impianto citofonico degli appartamenti persistenti e poter usufruire dei benefici.
    E se tutto ciò lo.debba fare prima della chiusura del cantiere.oppure lo posso fare con calma dopo.2 3 mesi ed utilizzare la stessa licenza

    • arch. Carmen Granata

      Se parliamo di lavori sull’esistente, può farli anche subito qualora siano compresi nello stesso permesso avuto per l’ampliamento.

  11. Giuseppe

    Gentilissimo architetto,
    La ringrazio per la celere risposta, volevo chiedere se posso fare altrettanto anche con l’ampliamento del fotovoltaico, usufruire degli sgravi al 50% sempre dopo aver avuto l’abitabilità della nuova costruzione. Se fosse possibile ci sono dei tempi minimi prima di fare ampliamento oppure posso farlo subito, sia per fotovoltaico che per il riscaldamento? Grazie per la disponibilità e l’attenzione.
    Cordiali saluti
    Giuseppe

    • arch. Carmen Granata

      Non ci sono tempi minimi. L’importante è che l’immobile risulti completato e accatastato e i lavori chiusi.

  12. Franco

    Buongiorno Architetto, avendo già pagato gli oneri di urbanizzazione del garage e avendo scoperto successivamente la possibilità di poterli detrarre al 50% secondo lei è possibile richiedere al comune la somma versata erroneamente?
    La ringrazio, cordiali saluti

    • arch. Carmen Granata

      Secondo me non è necessario, perchè gli oneri sono una delle poche eccezioni che è possibile pagare con modalità diversa dal bonifico. Purchè ovviamente il Comune preveda unicamente questa possibilità.

  13. Giuseppe

    Buonasera architetto,
    Io ho acquistato una casa in costruzione in classe a, con un capitolato che comprende 2kw fotovoltaico, pannello solare, 2 condizionatori e la predisposizione per i termosifoni. Una volta costruita ed avuta agibilità/abitabilità posso successivamente ampliare l’impianto di riscaldamento con una pompa di calore e fancoil ed usufruire degli sgravi fiscali al 65%?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *