Nuove costruzioni: quando si può avere il bonus 50%

Non tutte le nuove costruzioni sono escluse dal bonus 50%: Agenzia delle Entrate include la costruzione del box auto, di soppalchi e verande.

Nuove costruzioni ©

Cosa si intende per nuove costruzioni?

Le nuove costruzioni sono di solito escluse dai bonus fiscali per la casa (detrazione 50%, ecobonus, sismabonus). Lo scopo di queste agevolazioni è infatti quello di riqualificare il patrimonio edilizio esistente e impedire il consumo di suolo con la costruzione di nuovi fabbricati.

Ma cosa si intende per nuove costruzioni? Solitamente con questi termini indichiamo la costruzione ex novo di edifici, ma con essa si intendono in realtà molte altre tipologie di manufatti.

Un elenco preciso e dettagliato è quello contenuto all’articolo 3, comma 1, lettera e, del Testo Unico dell’Edilizia (d.P.R. 380/01):

costruzione di manufatti edilizi fuori terra o interrati, ovvero ampliamento di quelli esistenti all’esterno della sagoma esistente

• interventi di urbanizzazione primaria e secondaria realizzati da soggetti diversi dal Comune

• realizzazione di infrastrutture e di impianti, anche per pubblici servizi, che comporti la trasformazione in via permanente di suolo inedificato

• installazione di manufatti leggeri, anche prefabbricati, e di strutture di qualsiasi genere, quali roulottes, campers, case mobili, imbarcazioni, che siano utilizzati come abitazioni, ambienti di lavoro, oppure come depositi, magazzini e simili, ad eccezione di quelli che siano diretti a soddisfare esigenze meramente temporanee o siano ricompresi in strutture ricettive all’aperto per la sosta e il soggiorno dei turisti, previamente autorizzate sotto il profilo urbanistico, edilizio e, ove previsto, paesaggistico, in conformità alle normative regionali di settore

• interventi pertinenziali che le norme tecniche degli strumenti urbanistici, in relazione alla zonizzazione e al pregio ambientale e paesaggistico delle aree, qualifichino come interventi di nuova costruzione, ovvero che comportino la realizzazione di un volume superiore al 20% del volume dell’edificio principale

• realizzazione di depositi di merci o di materiali, realizzazione di impianti per attività produttive all’aperto ove comportino l’esecuzione di lavori cui consegua la trasformazione permanente del suolo inedificato.

Nuove costruzioni che possono usufruire del bonus 50%

Non tutte le nuove costruzioni sono però escluse dal bonus 50%. Un caso tipico è rappresentato dalla costruzione di box o posti auto pertinenziali in genere, di cui ci siamo occupati in un articolo dedicato.
Ma ci sono altri casi in cui si può beneficiare dell’agevolazione: vediamoli insieme.

Nella sua guida Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali, l’Agenzia delle Entrate elenca la costruzione interna o esterna di alcuni elementi impiantistici a servizio dell’abitazione, come la canna fumaria e la fognatura.

Sempre in merito agli impianti, è agevolata la costruzione di volumi tecnici da utilizzare per il contenimento della centrale idrica o della centrale termica.

Tra i lavori esterni, sono agevolati anche quelli necessari per la costruzione di muri di contenimento.

Naturalmente tutte queste opere sono detraibili solo se correlate a un intervento di ristrutturazione di un immobile preesistente.
Così, se ad esempio costruite una canna fumaria per un fabbricato che inizialmente ne era sprovvisto potrete detrarre le spese. Se invece costruite una canna fumaria nell’ambito della costruzione di un nuovo fabbricato, no.

È agevolata infine anche la nuova costruzione di soppalchi, balconi e verande. Queste ultime sono da considerarsi, dal punto di vista urbanistico, come un ampliamento volumetrico. Nonostante ciò, l’Agenzia le individua tra le opere ammesse al bonus.

Nuove costruzioni che NON possono usufruire del bonus 50%

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che per gli interventi di demolizione e ricostruzione con ampliamento non si può avere la detrazione 50%. Questa tipologia di intervento equivale infatti alla costruzione di un nuovo edificio e non può essere considerato nel suo insieme intervento di ristrutturazione.

È stato inoltre specificato che, nel caso di edificio semplicemente ampliato senza demolizione, il bonus spetta solo per i lavori effettuati sulla parte preesistente. L’ampliamento (ad esempio una sopraelevazione) è infatti considerato nuova costruzione.

Se quindi sono condotti lavori contemporaneamente sulla parte esistente e su quella in ampliamento, diventa fondamentale l’assistenza di un architetto. Il professionista si occuperà di differenziare in maniera corretta la contabilità delle opere, per distinguere quelle agevolabili.

Le considerazioni fatte per le opere detraibili con il bonus 50% agevolate pur essendo nuove costruzioni, non trovano comunque applicazione per l’ecobonus.

Come usufruire della detrazione 50% per nuove costruzioni

Le regole e gli adempimenti da compiere per usufruire della detrazione 50% per nuove costruzioni sono le stesse previste per gli interventi di ristrutturazione.

Risulta quindi fondamentale eseguire tutti i pagamenti con il bonifico parlante, essere in regola con le norme urbanistiche ed edilizie vigenti e conservare tutti i documenti che potrebbero essere richiesti dall’Agenzia delle Entrate in caso di eventuali controlli.

Come al solito, oltre ai costi dei lavori sono detraibili tutti quelli sostenuti per le spese di:
perizie e consulenze
progettazione
• predisposizione delle pratiche amministrative
oneri di urbanizzazione e diritti
• costo dei materiali.

Ma per tutte le altre informazioni su questo e altri bonus puoi consultare il mio e-book Guida ai Bonus Casa: Il manuale pratico sulle detrazioni fiscali per i lavori in casa.

(Prima pubblicazione 4 maggio 2018)





Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

810 Commenti. Nuovo commento

  • Buongiorno,
    nel 2020 ho acquistato una casa al grezzo ed il costruttore mi ha fatto fatture separate per l’acquisto dell’autorimessa, indicando nella fattura semplicemente”vendita autorimessa”. Vista che la casa è in co-proprietà al 50% tra me e il mio compagno, ha fatto due fatture separate per metà del lavoro ciascuno.
    Oggi, un’altra impresa, mi sta portando a completamento i lavori della casa e, per quanto riguarda il garage, mi ha fatto una fattura unica intestata al mio compagno con indicato nelle note “in co-proprietà con ….” e nei lavori ha indicato “formazione di muri e di intonaci e pavimenti” (i muri sono indicati perchè ha ristretto l’autorimessa ricavando anche un locale tecnico (i cui costi non sono ricompresi).
    Secondo lei va bene così? la descrizione e soprattutto l’intestazione. Io avrei voluto le due fatture separate, ma non l’ho ancora pagata perchè se non va bene chiedo lo storno e la riemissione.
    Grazie infinite
    Irene

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      14 Giugno 2021 19:35

      Se dovete detrarre entrambi, in alternativa alle due fatture può esserne fatta anche solo una, ma deve essere indicata la percentuale pagata da ciascuno.

    • Grazie architetto, ormai la fattura l’ha già fatta indicando “in co-proprieta con… ” ma senza indicare la percentuale.
      Va bene lo stesso se paghiamo da un conto corrente cointestato?
      Ancora grazie per la disponibilità

    • arch. Carmen Granata
      16 Giugno 2021 19:37

      No, perchè uno potrebbe voler pagare ad es. il 60% e l’altro il 40%… la detrazione deve essere proprorziata alla quota “pagata” ciascuno. Consiglio di chiedere all’AdE se fare come avete fatto voi magari equivale a suddividere le spese in parti uguali.

  • Franco Ponseggi
    11 Giugno 2021 19:26

    Buona sera,
    se acquisto una villetta allo stato grezzo, costruita nei primi anni 2000, da completare con impianto termico e porte interne, posso usufruire della detrazione al 50%? Questa villetta è regolarmente accatastata e dotata di rendita catastale, a differenza dell’altro caso simile a cui ha risposto negativamente in precedenza.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Giugno 2021 19:36

      La questione è questa: se un immobile allo stato “grezzo”, privo quindi di porte, riscaldamento e altro, viene accatastato in una categoria diversa da F3, sempre allo stato grezzo è!
      Quindi non può usufruire di agevolazioni destinate alla riqualificazione dell’esistente.

  • Architetto buongiorno
    Ho ricevuto la sua risposta e la ringrazio,
    volevo solo aggiungere che per la realizzazione della tettoia e della veranda ho pagato gli oneri al comune sia per la loro realizzazione che per la chiusura a vetri (C.I.L.A. per lavori di ristrutturazione edilizia e sono regolarmente catastate come pertinenze del fabbricato.
    Le chiedo se anche con il pagamento degli oneri concessori per la chiusura non posso usufruire dello sconto in fattura per gli infissi.
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      7 Giugno 2021 17:23

      Non ho capito cosa c’entrano gli oneri concessori… La detraibilità (e quindi la possibilità di trasformarla in sconto) dipende dalla categoria di intervento, non dal fatto che si paghino o meno gli oneri.

  • Buongiorno Architetto
    Ho una villetta con una veranda addossata ed una tettoia staccata circa 20 mt, regolarmente catastata con tutte le pertinenze (veranda e tettoia) ho aperto una C.I.L.A. per ristrutturazione edilizia dove è prevista anche la loro chiusura con infissi in alluminio e vetro.
    Le chiedo se questi infissi (ex novo a taglio termico) rientrano nel bonus ristrutturazione 50% con sconto in fattura.
    Grazie per la sua risposta

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      4 Giugno 2021 18:04

      La chiusura di una tettoia è creazione di un nuovo volume e, in quanto tale, esclusa dai bonus.

  • Alessandro
    3 Giugno 2021 12:06

    Buongiorno Architetto, ad aprile 2021 ho avuto agibilità e relativo accatastamento per una casa unifamiliare appena costruita.
    Posso usufruire del bonus verde per le opere di realizzazione giardino e impianto di irrigazione che andrò ad effettuare nei prossimi mesi?
    grazie,
    Alessandro

    Rispondi
  • falci leonarda
    29 Maggio 2021 22:07

    salve dovrei costruire una villetta rientro in qualche bonus fiscale e se quale
    grazie

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    in merito alla possibilità di dedurre, in fase di costruzione, il costo del box afferente alla casa principale, c’è un articolo di legge che posso portare all’attenzione del mio commercialista che è restio a fare l’operazione?
    Grazie per la collaborazione

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    sto costruendo una villetta, mi viene detto che per poter avere l’abitabilità è necessario avere un’efficenza energetica alta. L’idea è quella di chiudere i lavori con un livello di efficenza energetica più basso del massimo (es. con una stufa pellet) per poter poi eseguire i lavori di efficientamento (es. con fotovoltaico e pompa di calore) con le agevolazioni disponibili.
    E’ secondo Lei una strada percorribile?
    Grazie mille in anticipo..

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Maggio 2021 18:48

      Al di là dell’agibilità, ci sono dei minimi di legge da rispettare per l’efficienza energetica e le fonti rinnovabili delle nuove costruzioni.

  • Buongiorno, ho acquistato un fabbricato F3 in corso di costruzione con permesso di costruire già emesso (aveva solamente le fondamenta) e ho poi richiesto la voltura a mio nome e conferito con contratto di appalto ad una ditta la prosecuzione dei lavori: posso ottenere i benefici previsti per le ristrutturazioni? Grazie

    Rispondi
  • Salve, se in fase di costruzione prima casa avvenuta nel 2020 mi sono state emesse da ditte specializzate due fatture con iva al 4% per installazione impianto antifurto+videosorveglianza e impianto climatizzazione presso “costruenda abitazione” posso inserirle nel 730 ?Risultano interventi per il recupero del patrimonio edilizio ed interventi di risparmio energetico? Se si in che rigo e con che codici vanno inseriti? Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno,
    Ho acquistato una casa ed un box pertinenziale dal costruttore nel medesimo anno (2020). Da quanto ho capito posso detrarre il 50% delle spese sostenute dal costruttore del box con un limite di 96000. La mia domanda è: Nel limite devono essere incluse anche le spese di ristrutturazione della casa che ho sostenuto nel 2020? O è un tetto separato rispetto a quello per la ristrutturazione della casa? Grazie per la sua risposta

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      25 Maggio 2021 19:54

      La casa suppongo sia un’altra. In questo caso il tetto è diverso, perchè c’è un tetto di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

    • Grazie per la risposta. La casa in oggetto è la medesima che ha il box di pertinenza acquistato.

    • arch. Carmen Granata
      27 Maggio 2021 17:53

      Mi perdoni: lei dice di aver acquistato casa dal costruttore. E’ questa la casa che ha ristrutturato nel 2020? Se sì, il limite è lo stesso se anche il box è stato acquistato nel 2020. Se invece il box lo ha acquistato nel 2021, scatta un nuovo plafond.

  • Francesca Civello
    21 Maggio 2021 16:03

    Buongiorno architetto, abbiamo costruito una nuova casa. Purtroppo abbiamo comprato la casa è il box con unico acquisto al grezzo senza agevolazioni per il box. Ora stiamo ultimando le finiture. Cosa devo fare per avere le detrazioni al 50 per cento per posa e fornitura piastrelle garage, basculante e finestra?

    Rispondi
  • Buonasera architetto,
    Io ho acquistato casa di nuova costruzione. Ovviamente all’interno necessita di lavori di pitturazione, impianti di climatizzazione oltre a lavori elettrici. Volevo sapere se queste spese sono detraibili solo con l’apertura di una CILA oppure non sono proprio detraibili. E se non sono detraibili cosa fare per entrare in una manutenzione straordinaria per poter detrarre. Grazie

    Rispondi
  • Buonasera. Ho appena letto la sua risposta a Maurizio e vorrei chiedere una delucidazione. L’IVA al 4% prima casa si ha anche dopo aver dichiarato la chiusura lavori con accatastamento? Per esempio per la recinzione in ferro realizzata successivamente alla chiusura lavori ed accatastamento.

    Rispondi
  • Buongiorno, Architetto,
    ipotizzando lo scenario di completamento opere (vialetti, recinzioni, marciapiedi, sistema di allarme ecc.) dopo conclusione ed accatastamento di nuovo edificio, per accedere ulteriormente a detrazioni, a quanto ammonterebbe l’IVA per queste opere? La stessa è detraibile ?
    grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      14 Maggio 2021 19:12

      Dipende… quelle che sono a tutti gli effetti di manutenzione 10%, quelle di nuova realizzaizone avranno Iva 22% o, se è prima casa, 4%. L’Iva è detraibile.

  • Laura Cristofani
    12 Maggio 2021 11:54

    Architetto Buongiorno,
    Io sto costruendo una villetta unifamiliare che sarà prima casa.
    Di che tipo di agevolazioni posso usufruire visto che non c’è nulla di preesistente?
    Grazie in anticipo per la risposta
    Laura

    Rispondi
  • Salve Architetto
    sto realizzando la costruzione di una nuova abitazione in qualità di prima casa.
    Ora dovrei comprare il materiale per realizzare il cappotto termico esterno.
    Potrei sapere se posso comprare il materiale con l’iva agevolata al 4% ho ha ragione il venditore che deve essere al 22% ?
    Grazie per la delucidazione.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Maggio 2021 19:18

      Ha ragione il rivenditore. Lei per l’acquisto diretto può avere l’Iva agevolata per i cosiddetti beni finiti, ma non per materie prime e semilavorati.
      P.S.: per curiosità, ma perchè il materiale per il cappotto deve acquistarlo lei e non l’impresa?

  • salve architetto
    dovrei costruire un fabbricato rurale con annesso deposito attrezzi (cat D10) ,posso usufruire della detrazione? se si,potrei cedere il credito alla banca o simili? grazie

    Rispondi
  • Buonasera,
    per recupero abitativo di sottotetto esistente si intende anche quello non abitabile?
    Io ho una casa di nuova costruzione appena ultimata e resa abitabile. Ho lasciato il sottotetto NON ABITABILE al grezzo.
    Se volessi ultimarla completandola con intonaco, massetto, impianto elettrico e pompa di calore, posso detrarre i costi? Grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Aprile 2021 18:40

      Per recupero si intende quello di sottotetti esistenti, non di nuova costruzione. Se questo sottotetto è accatastato come C2 e chiede il permesso di costruire per trasformarlo in abitazione può detrarre.

  • Salve Architetto,
    casa di nuova costruzione in ultimazione. Probabilmente dovrò occuparmi anche dei costi della rampa e vialetto (parziale) di accesso alla mia abitazione che non è di mia proprietà ma del residence (anzi, probabilmente ancora del costruttore che non ha ceduto le parti comuni).
    Nell’eventualità, posso detrarre i costi?
    Ho visto che ad un altro utente ha risposto di si, ma visto che non sono proprietaria, se posso detrarli perche’ sostengo io la spesa, conviene farlo solo dopo l’abitabilità e chiusura lavori nuova costruzione?
    grazie
    Sonia

    Rispondi
  • Buongiorno architetto,
    la ringrazio per la risposta al quesito precedente.
    Volevo oggi chiederle delucidazioni ulteriori.
    Nella guida Agevolazioni Fiscali per ristrutturazioni” scaricabile dal sito dell’Agenzia dell’Entrate, al punto 5.1, sono elencati gli interventi agevolabili. Volevo capire se la logica è la stessa, ovvero detraibile la voce dove c’è scritto nuova realizzazione, a prescindere, o se riferita solo a ristrutturazione. Per esempio le voci cancelli esterni. Citofoni videocitofono e telecamere, marciapiede, muri esterni di contenimento.
    grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Aprile 2021 18:32

      Nel mio articolo lo spiego: sono agevolate le nuove realizzazioni su edifici esistenti (ad es. un nuovo marciapiede in un edificio esistente).

  • Buon pomeriggio architetto. Sto comprando un terreno con scia approvata dal mio comune,per abbattimento e ricostruzione più ampliamento. È stato già effettuata la demolizione e pagamento degli oneri di smaltimento…. Quindi praticamente dovrei iniziare con la ricostruzione come da progetto approvato della struttura. Posso usufruire delle detrazioni fiscali al 50%? Se si…. Solo sui metri iniziali (uso abitazione ) o anche su quelli di ampliamento? E nel caso fosse possibile posso solo sui metri uso abitazione o anche sul garage?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Aprile 2021 18:27

      Dipende come è catalogato il suo intervento. Se è classificato come ristrutturazione può avere la detrazione su tutto, se come nuova costruzione no.

    • Quindi acquisisco con il proseguo della sua scia con lavori già iniziati il diritto di d’estrazione fiscale se lui ha aperto la scia come ristrutturazione….

    • arch. Carmen Granata
      28 Aprile 2021 18:42

      Sì.

  • Maurizio De Carli
    26 Aprile 2021 16:56

    Buonasera arch,
    I costi per la rampa di accesso al garage seminterrato sono detraibili ? E quelli del viale di ingresso-collegamento alla rampa ?
    grazie
    Maurizio

    Rispondi
  • Buonasera architetto
    Sto acquistando un immobile (scheletro con tamponature esterne e tetto) che quindi andrà ultimato, credo che sia comunque costruzione prima casa quindi o sbaglio? Posso usufruire del bonus? Inoltre è un immobile dove una parte circa 60 metri dei 200 totali è accatastato come rimessa. Grazie mille, saluti Matteo

    Rispondi
  • Gent.ma
    Mio figlio acquisterà una porzione di villa bifamiliare con le sole predisposizioni per gli impianti di riscaldamento ed acqua sanitaria tramite caldaia a gas, senza la fornitura della caldaia e delle piastre radianti.
    Vorremmo installare il fotovoltaico, il solare termico e la pompa di calore con fancoil.
    Dopo aver fatto il contratto di acquisto dell’immobile, l’acquisto e l’installazione dei pannelli fotovoltaici, il solare termico e la pompa di calore con fancoil possono godere di agevolazioni fiscali, detrazioni IRPEF o quant’altro?
    La ringrazio anticipatamente

    Rispondi
  • buongiorno Architetto,
    ho una curiosità da chiedere.
    ho acquistato un appartamento che sarà pronto entro fine anno 2021.
    questa palazzina è nata dalla demolizione di una vecchia casa.
    secondo lei avrò diritto al bonus sisma se l’azienda costruttrice porterà a termine le proprie pratiche?
    grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Aprile 2021 17:37

      Sì, se saranno rispettati tutti i requisiti.

    • Le chiedo gentilmente come posso fare per sapere se saranno rispettati i requisiti? Inoltre. Devo aprirmi le pratiche per i fatti miei una volta finita la costruzione?
      Grazie mille!

    • arch. Carmen Granata
      26 Aprile 2021 20:16

      Le consiglio di farsi seguire da un architetto per comprendere se per l’acquisto dell’immobile può usufruire del bonus.

  • salve,
    2 domande la prima ampliamento in sopraelevazione con piano casa non posso accedere a nessun bonus?
    ho un permesso a costruire che cita cosi: relativo ampliamento in sopraelevazione, rifacimento copertura e sistemazione corte esterna di un fabricato per civile ab. come faccio a capire se l’intervento ricade in ristrutturazione ?
    la seconda riguarda l’iva sui lavori da svolgere la casa è intestata a mia madre compresi i lavori dell’ ampliamento

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Aprile 2021 17:35

      Deve essere citato da qualche parte il riferimento all’art. 3, comma 1, lettera d) del dpr 380/01 (ma chieda all’architetto).
      L’IVA dipende se è ristrutturazione o nuova costruzione.

  • Buonasera,
    è possibile usufruire del bonus mobili per l’arredo di una nuova costruzione classificata come “Ristrutturazione Edilizia – Intervento di recupero del patrimonio edilizio esistente”?
    Nello specifico si tratta di un complesso residenziale ricavato da una ex fabbrica della quale sono state mantenute le mura esterne.
    Grazie,
    Andrea

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Aprile 2021 17:31

      Sì, ma solo se ha sostenuto le spese di ristrutturazione o se ha acquistato l’immobile ristrutturato da impresa.

  • Architetto salve, sto completando la mansarda di casa, l unica parte ancora grezza. Posso usufruire di qualche incentivo? C’è da fare tutto, dagli impianti agli infissi. Solo il cappotto termico no. Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Aprile 2021 17:29

      Se è il completamento di una nuova costruzione, no. Se è il recupero abitativo di sottotetto esistente, può usufruire del bonus ristrutturazione.

  • Buongiorno Architetto, in caso di acquisto di una nuova abitazione costruita a seguito di demolizione di edificio preesistente e quindi con beneficio sismabonus per tutte le nuove unità immobiliari, con conseguente cessione del credito alla ditta costruttrice e sconto in fattura, come posso verificare anticipatamente di averne effettivamente diritto e tutelarmi da eventuali errori che facciano decadere il bonus oppure lo sconto in fattura?
    Grazie anticipatamente

    Rispondi
  • buonasera architetto, ho acquistato casa nel 2019, devo sostituire solo gli infissi, posso usufruire del bonus 50%.

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    sto ultimando una nuova costruzione unifamiliare e vorrei sapere se l’installazione di una pergola bioclimatica può usufruire di qualche detrazione.
    Diversamente finirò i lavori e la realizzerò successivamente. In questo ultimo caso, ci sono dei limiti temporali da rispettare (es. almeno 6 mesi dalla fine dei lavori)?
    Grazie per la preziosa collaborazione.
    Cordialmente

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto, mio figlio si sta costruendo una abitazione prima casa con box auto, attualmente è quasi arrivato al tetto, purtroppo non ha utilizzato il bonus box auto, nel senso che il pagamento del garage è avvenuto con la costruzione della casa con le normali fatturazioni senza dividere le opere Quando andrà ad ultimare il pavimento, i portoncini e altri lavori del garage potrà detrarli con l’agevolazioni del 50% grazie

    Rispondi
  • salve architetto volevo porle un quesito
    la costruzione di una copertura per la posa dei pannelli fotovoltaici puo’ rientrare nel bonus 110 o in quali?

    Rispondi
  • Mirco Agostini
    6 Aprile 2021 12:49

    Buon Giorno Architetto,
    Vorrei costruire edificio nuovo. Piano terra uso abitativo con box auto. Piano primo uso laboratorio con ingresso da scala interna. Il laboratorio (non abitativo) è detraibile come il box auto?
    Grazie

    Rispondi
  • Salve Architetto,
    sto demolendo la mia vecchia casa e sto facendo una ricostruzione in bioedilizia (legno) con ampliamento , posso godere del 50% bonus infissi? La ringrazio in anticipo per la risposta

    Rispondi
  • Buongiorno architetto,
    sto costruendo una casa su terreno di mia proprietà, posso avere detrazioni di nessun tipo apparte iva 4? Per la realizzazione di un box auto interrato posso recuperare qualcosa?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Aprile 2021 19:11

      Può avere l’Iva 4% se è prima casa, e la detrazione 50% per il box auto.

  • Helga Ambrogio
    31 Marzo 2021 16:45

    Buonasera, ho acquistato una civile abitazione completamente da ristrutturare su un terreno +terreno agricolo.
    Poichè la stessa al momento si trova sulla strada ho chiesto ed ottenuto dal comune di spostarla all’interno della mia proprietà.
    quindi diventa una nuova costruzione? non ho diritto a nessuna detrazione e/o bonus?
    molte grazie

    Rispondi
  • Buongiorno,
    con mia moglie abbiamo costruito una casa indipendente su terreno già di nostra proprietà. La casa è stata accatastata, ma dobbiamo ultimare le pratiche per l’agibilità e la fine lavori. Siccome dobbiamo ancora fare l’intonachino esterno e il giardino, è possibile usufruire del bonus facciate e del bonus giardino? Grazie

    Rispondi
  • Buonasera architetto, sto ristrutturando una casa e usufruisco del 110% per buona parte delle spese, mentre per altre il 50%. Le chiedo anche per la cessione del credito del 50% ci sono al massimo 3 transc come del 110% dove la prima transc richiesta deve essere del 30% sul totale, poi 60% e poi 10%? oppure si possono richiedere sù sù?.
    Ringrazio in anticipo per la sua risposta.
    Simonetta

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      25 Marzo 2021 19:39

      No, per il 50% non c’è obbligo di SAL al 30% e al 60%, si può cedere quando si vuole.

  • Per la ristrutturazione di casa con CILA poiché ci sono varie ditta ( elettricista, muratura , idraulico, parquettista, pittore) ognuno può fatturare al cliente al 10% quindi con 5 fatture anziché un unica impresa esecutrice?

    Rispondi
  • Salve Architetto, complimenti per la sua utilissima guida, ma per noi, non addetti ai lavori, i dubbi sono sempre troppi…
    Le vorrei chiedere un quesito riguardante la mia nuova casa. La stiamo completando ma stiamo pensando di lasciare indietro alcuni lavori così, se non ho capito male, potremmo poi detrarli.
    Entro l’estate la porteremo a completamento e prenderemo l’abitabilità. Stavamo pensando di tralasciare il vialetto di ingresso, la pavimentazione del portico e marciapiede attorno casa (solo per la parte di pavimentazione–o pavimenti+battuti – da definire).
    E’ corretto dire che queste opere, fatte subito dopo l’abitabilità, saranno detraibili? si potranno fare in edilizia libera o serve una CILA o intervento del geometra per una pratica in comune?
    Non si tratta di una vera e propria “ristrutturazione straordinaria”, quindi non mi è chiaro dove sia il confine tra opere straordinarie e le ristrutturazioni….
    Grazie per il suo aiuto prezioso aiuto.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      25 Marzo 2021 19:31

      La nuova pavimentazione esterna è detraibile e si può fare in edilizia libera.

  • Gentile Architetto,
    chiedo il suo consiglio per questa attività: stiamo per richiedere l’abitabilità nella nuova casa appena terminata. Subito dopo, vorremmo fare dei lavori che ho letto essere detraibili:
    installare nuova canna fumaria esterna + acquisto stufa a pellet per riscaldamento tavernetta.
    Mi pare di aver capito che facendoli dopo sono detraibili. L’acquisto della stufa deve essere contestuale ai lavori della canna fumaria? mi spiego meglio. Posso far fare i lavori per la canna fumaria e successivamente acquistarmi autonomamente la stufa a pellet e me la faccio piazzare? Ecco, in questo caso sono entrambi detraibili anche se in due momenti diversi e magari da due fornitori differenti?
    l’installazione della canna fumaria è detraibile se rientra in lavori di ristrutturazione: ma nel mio caso, sono considerati tali se faccio solo quel lavoro?
    Potrò far domanda in edilizia libera?
    Ringrazio anticipatamente per il suo gentile parere.
    Daniela

    Rispondi
  • ciro capuano
    22 Marzo 2021 10:17

    buongiorno architetto io ho comprato casa all’asta , al grezzo, la concessione edilizia risale al 1996 premetto che la casa non è ancora accatastata ,volevo sapere cortesemente se posso accedere ai vari bonus….50% 65% 110% grazie anticipatamente

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto. Ho costruito casa e dichiarato la fine lavori nel 2020.
    Ora devo provvedere alla realizzazione e posa della recinzione in alluminio che porterò in detrazione al 50%.
    Mi conferma che l’aliquota IVA da applicare è del 10%?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Marzo 2021 16:33

      Se è prima casa, a mio avviso è del 4% perchè cmq si tratta di nuova costruzione. Se non lo è, va al 22%.

  • Buonasera,
    sto ultimando la casa di nuova costruzione acquistata al grezzo dal costruttore. Per la costruzione del garage ho già avuto la fattura dedicata da portare in detrazione.
    Sto ultimando la casa con una nuova impresa che, tra le altre cose, mi finirà anche il garage con impianto elettrico, pavimentazione finestrella e portone basculante/sezionale. Si può portare tutto in detrazione per il garage anche se, visto che sto ancora ultimando e, fino alla fine dei lavori la casa è ancora accatastata in F3?
    Posso considerare in queste opere anche i lavori eseguiti nel locale tecnico di 6 mq ricavato dal garage e con accesso dal garage stesso?
    Grazie per il suo aiuto e buona serata.
    Miro’

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      18 Marzo 2021 12:50

      Per il box auto può detrarre tutto, per il resto, locale tecnico compreso, niente.

    • Grazie Architetto!
      quindi non necessita chiudere i lavori e poi, in secondo tempo, installare il sezionale per averli in detrazione. Faccio tutto subito anche se ancora in costruzione, ho capito bene?
      Di nuovo…grazie e saluti.

    • arch. Carmen Granata
      25 Marzo 2021 18:58

      Sì.

  • Salve architetto,
    Sto realizzando una villetta.
    Posso usufruire delle agevolazione per i pannelli solari e riscaldamento?
    Grazie mille

    Rispondi
  • Buongiorno architetto, sto acquistando un nuovo appartamento con garage in costruzione, compromesso fatto l’altro giorno e l’appartamento sarà pronto a gennaio 2021, quindi il rogito verrà fatto a gennaio prossimo. Volevo sapere se ci sono detrazioni fiscali per l’acquisto della nuova casa, alcuni mi parlano del 50% anche se non ci credo. Classe energetica sarà A.
    La ringrazio in anticipo.

    Rispondi
  • Buonasera architetto,
    sto per acquistare un appartamento i cui lavori sono iniziati nel 2005 con Permesso di costruire, poi rinnovato con due DIA in variante una nel 2010 e l’ultima nel 2017.
    I lavori hanno riguardano la demolizione e ricostruzione con ampliamento volumetrico di un edificio con formazione di tre unità abitative.
    Uno dei tre appartamenti è abitato mentre quello di cui sono interessato verrà ultimato dall’impresa dopo il Preliminare, con le finiture interne: pavimenti, porte, sanitari e parte di impianti. L’appartamento sarà in classe A.
    Volevo chiederle se posso beneficiare di qualche bonus?
    Nella fattispecie pensavo alla detrazione del 50% per acquisto immobili ristrutturati beneficiando del 50% sul 25%.
    Inoltre è possibile beneficiare del bonus mobili trattandosi di opere murarie e di eventuali altri bonus?
    Qualora si possa applicare la detrazione fiscale del 50% sul 25% l’importo in detrazione è da intendersi quello del rogito comprensivo di caparra oppure la caparra è esclusa?
    La ringrazio anticipatamente.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      10 Marzo 2021 20:00

      Può avere la detrazione 50% sul 25% dell’intero importo e bonus mobili.

  • Fabio Calia
    7 Marzo 2021 15:00

    Buonasera architetto,
    ho acquistato circa 3 anni fa un appartamento in cooperativa quindi su carta, la consegna dello stesso avverrà presumibilmente nella seconda metà del 2022. Unitamente all’appartamento ho acquistato box e una tavernetta, entrambi interrati al piano meno uno, e sicuramente verranno considerati dal costruttore nell’atto di vendita come delle pertinenze. Secondo lei potrei usufruire della detrazione al 50% sia del box e sia per la tavernetta sempre nella misura massima dei 96.000,00 euro?
    Considerando che i pagamenti vengono effettuati, a favore della cooperativa, per stati di avanzamento in quale modo dovrei effettuarli al fine di garantirmi la possibilità di poter usufruire della detrazione?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      8 Marzo 2021 19:35

      L’agevolazione si può avere solo per acquisto direttamente dal costruttore e cmq solo per il box, non per la tavernetta..

  • Anna Maria
    4 Marzo 2021 20:56

    Buonasera Architetto, vivo nella mia nuova casa da 4 mesi e purtroppo mi sono già entrati i ladri in casa passando dal garage seminterrato.
    Vogliamo mettere l’antifurto anche lì e abbiamo letto che è detraibile e si può trascinare dietro anche il bonus mobili.
    Quali pratiche devo presentare per avere queste agevolazioni?
    Devo presentare una Cila o altro in comune?
    Grazie molte e complimenti per il suo forum molto efficace.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      8 Marzo 2021 19:31

      L’impianto è detraibile ma per trascinare anche il bonus mobili devono esserci opere murarie. L’intervento si realizza di solito in edilizia libera, ma si informi presso il suo comune.

  • Buongiorno Architetto,
    stiamo per acquistare e rogitare una casa in costruzione. Sarà indicativamente a giugno.
    Nel corso del prox autunno vorremmo poi installare una stufa a pellet e la Ventilazione Meccanica Forzata.
    Questi due interventi, da quello che ho letto, dovrebbero rientrare nelle agevolazioni al 50% e per effetto della stufa a pellet far scattare anche la possibilità di un bonus mobili.
    1) Ho interpretato giusto?
    2) Sarebbe possibile procedere al pagamento di un acconto per la stufa a pellet prima del rogito?
    Grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      8 Marzo 2021 19:29

      1) Sì.
      2) Sì, ma per detrarre l’immobile deve risutare ultimato a quella data e deve essere registrato il preliminare.

  • Buon giorno
    Sono intenzionata a comperare una casa (in costruzione) che verrà edificata secondo il protocollo KLIMA HOUSE.
    Esistono degli incentivi per l’acquisto di immobili di questo tipo?
    Grazie per la risposta

    Rispondi
  • Devo costruire una nuova abitazione, prima casa. Il garage al seminterrato, con collegato sopra di esso, tramite scala interna, il piano terra (cucina, soggiorno, bagno) e piano primo (camere), può avere l’agevolazione del 50% anche se fa parte della stessa concessione edilizia della nuova abitazione

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      8 Marzo 2021 18:30

      Sì. Ovviamente dovrà far fatturare separatamente i relativi costi.

  • Compagnoni Claudio
    25 Febbraio 2021 14:24

    Devo costruire una nuova abitazione, prima casa. Al piano seminterrato ci sarà il garage, poi sopra, collegato con una scala interna, il piano terra (cucina, soggiorno, bagno) ed piano primo (camera, bagno). Il costo dovuto al garage può avere l’agevolazione del 50% anche se fa parte della stessa Concessione Ediliza della abitazione che devo costruire?

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto
    sto acquistando una villetta al grezzo per cui procederò autonomamente alle finizioni sia per il piano alloggio, sia per l’interrato adibito a garage con relativa rampa e cancello automatico di ingresso.
    Potrò usufruire della detrazione irpef sul 730 del prossimo anno per le spese riguardanti il solo garage e tenute separatamente?
    Se sì, per il 2021 la quota in detrazione è sempre 50% con un limite massimo di spesa 96.000 ?
    Il garage è comunicante ovviamente con l’appartamento e presumo verrà accatastato come C6.
    La ringrazio anticipatamente e La saluto

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    le vorrei gentilmente chiedere un quesito: abito da due mesi nella nostra casa nuova (di nuova costruzione) in cui abbiamo fatto fare la predisposizione per l’allarme (ancora da installare).
    Abbiamo ora deciso di mettere l’allarme anche in garage (perchè, anche da qui, si accede direttamente alla casa) e quindi dovremo fare la predisposizione in garage, che non abbiamo fatto fare prima.
    Ora, l’allarme servirà per la casa e per il garage, ma da come ho letto in altri interventi, se la predisposizione è già presente, non si può portare in detrazione.
    In questo caso dove l’impianto era parzialmente predisposto (ma non tutto) posso portarlo in detrazione?
    Grazie mille in anticipo

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      20 Febbraio 2021 17:35

      Può detrarre solo impianti da fare ex novo, non impianti predisposti, anche solo in parte.

    • Grazie architetto,
      ma questa attività mi potrà collegare al bonus mobili?
      Grazie ancora

    • arch. Carmen Granata
      26 Febbraio 2021 15:39

      Solo se per fare l’intervento saranno necessarie opere murarie.

  • Buonasera, ho una casa in costruzione con garage interrato da circa 10 anni, attualmente grezza. Ora dovrei completarla. C’è possibilità di riuscire ad accedere a qualche bonus? O per questo tipo di costruzioni non è disponibile nessuno bonus? Grazoe

    Rispondi
  • Buongiorno architetto,
    nel luglio 2020 ho fatto da notaio atto preliminare per l’acquisto di un appartamento di nuova costruzione in classe a4 in nuovo condominio, con garage interrato e posto auto esterno. I lavori termineranno nel corso di quest’anno con relativo rogito. Non ci sono speranze di poter in qualche modo accedere al bonus mobili, corretto? È possibile secondo lei portare a detrazione il costo di garage e posto auto almeno? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      18 Febbraio 2021 18:44

      Se acquista da costruttore, può portare in detrazione i posti auto.

    • Buongiorno architetto. Ne approfitto per chiederle un’altra cosa: nell’appartamento di cui sopra è prevista la predisposizione dei condizionatori, ma non gli split, che vanno acquistati extra capitolato. Per questi è possibile accedere alla relativa detrazione del 50%? Grazie

    • arch. Carmen Granata
      17 Marzo 2021 19:20

      No.

  • 1. Premettendo che la parziale demolizione del tetto e la relativa ricostruzione con lievi modifiche, lasciando sagoma dell’edificio pressoché invariata e quindi senza importanti variazioni di volume (le modifiche riguardano la realizzazione di balconcini incassati sulla copertura con piccoli rialzi della copertura per accedervi), precisando che il tetto è in latero-cemento e il sottotetto attuale è riscaldato, considerando che verrà fatto l’isolamento a cappotto sia sulla copertura che sulle pareti interne dei locali piano seminterrato riscaldate, si chiede:
    a) se le suddette piccole modifiche inficiano l’accesso al beneficio del 110%?
    b) se, nel caso tali piccole modifiche della copertura vengano invece considerate non deducibili al 110%, la detta detrazione può spettare solo per l’intervento sulla parte di copertura preesistente non oggetto di modifiche?
    c) altrimenti per la parte modificata e la parte invariata quale detrazioni sono ammesse?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      18 Febbraio 2021 17:54

      a) no
      b) sì
      c) detrazione 50%.
      Tutto è cmq legato al fatto che l’intervento sia individuato come manutenzione straordinaria o ristrutturazione e non come nuova costruzione.

  • Buongiorno architetto, vorrei comprare come prima casa un appartamento già completo in una palazzina in classe A costruita 7 anni fa, per la quale hanno avuto l’abitabilità solo negli ultimi mesi. Gli appartamenti quindi sono in vendita da pochi mesi. Vorrei installare delle tende da sole per proteggere tutte le finestre dal sole. installare poi un allarme sulle terrazze. Inoltre vorrei eliminare una porta scorrevole e la relativa parte di cartongesso nella quale scorre per unire soggiorno e cucina. Questi interventi rientrerebbero in qualche egevolazione? Mi permettono anche di usufruire del bonus mobili? grazie in anticipo. gentilissimi.

    Rispondi
  • riccardo marinali
    15 Febbraio 2021 18:35

    Buonasera,
    sto acquistando una villetta in costruzione.
    All’atto della stipula del compromesso i bagni erano già definiti.
    Se intendessi ristrutturarli potrò usufruire dei bonus al 50% per la ristrutturazione dei bagni?

    Rispondi
  • Buongiorno ho acquistato da pochissimo un nuovo appartamento in cui devo alzare un tramezzo in cartongesso per dividere una camera grande e fare 2 camerette e poi creare un ripostiglio nella sala alzando 2 pareti in cartongesso con porta. Inoltre dovrei aggiungere un videocitofono e allarme sulle tapparelle e balconi, vorrei sapere se si tratta di manutenzione straordinaria e quindi se va tutto in detrazione e se posso usufruire del bonus mobili ed elettrodomestici. grazie

    Rispondi
  • Buonasera architetto, sto per iniziare dei lavori di demolizione e ristrutturazione con ampliamento, non avendo la possibilità di accedere alle detrazioni del 110, vorrei sapere se posso comunque accedere al bonus ristrutturazione del 50%.
    Da quello che ho letto, in seguito al decreto semplificazioni, dovrei poter accedere al bonus ristrutturazione del 50% per le spese sostenute sulla parte già esistente dell’edificio.
    Mi conferma questa soluzione?

    Rispondi
  • Salve Arch, le ripropongo la stessa domanda a cui non ha saputo dare risposta nella speranza che lei sia riuscita a trovarne una.
    Salve, ho letto che nell’articolo viene citato che “In caso di interventi in ristrutturazione edilizia, urbanistica o nuova costruzione, ai sensi del DPR 380/2001, il limite di spesa è ridotto ad euro 1.600 per ogni kW di potenza nominale”…
    Mi chiedevo, l’installazione di un impianto FV su un edificio di nuova costruzione (i lavori sono già in corso e quasi terminati) potrà usufruire del superbonus del 110%? Oppure si potranno avere altri benefici?
    Come dovrà essere impostata eventualmente la pratica?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      14 Febbraio 2021 16:44

      Al momento si sa che quell’articolo vale solo per la lettera d), ristrutturazione edilizia.

  • Architetto buongiorno, sono interessato all’acquisto di una villa su due livelli di cui la parte di sopra è mansardata. Il proprietario, mi venderebbe solo il grezzo dell’immobile. Ora la mia domanda è questa. Posso portarmi in detrazione gli infissi, bagni, la pompa di calore con il fotovoltaico? Grazie.

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    Io avrei intenzione di costruire una terrazza in un fianco della mia casa ove è posta la sala modificando per il suo accesso una finestra in portafinestra… al di sotto della suddetta terrazza aperta su tre lati avrei il mio posto auto coperto… vorrei sapere se tale costruzione pur essendo un ampliamento potrebbe rientrare nella costruzione di nuovo posto auto coperto pertinenziale ed usufruire del 50 per cento, grazie!!!

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      10 Febbraio 2021 20:01

      Potrà detrarre come posto auto la struttura, ma ovviamente non potrà detrarre tutto quanto serve per completare la terrazza (massetto, pavimento, ringhiera, ecc.).

  • Buongiorno,
    abbiano ultimato da poco una casa di nuova costruzione e abbiamo preso l’abitabilita lasciando indietro alcuni lavori.
    Allenamento riusciremo, tra qualche mese, vorremmo installare nuovo sezionale in garage (Non costituzione) e mettere le grate nelle finestre del garage.
    Sono interventi agevolati come prevenzione atti illeciti?
    Se si, possono trascinare il bonus mobili?
    Grazie in anticipo e buona giornata.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      10 Febbraio 2021 19:57

      Sono interventi agevolati ma non “trascinano” il bonus mobili.

    • Grazie architetto per la sua gentile risposta!
      Le vorrei chiedere ancora una cosa: se oltre a quanto indicato, facciamo fare il marciapiede su due lati della casa (sul retro) attualmente sprovvista, queste opere sono agevolabili e possono essere fatte in edilizia libera (insieme alle altre) oppure è necessario presentare domanda in comune?
      Nel caso, con la costruzione del marciapiede si avrebbe diritto al bonus mobili?
      Ancora grazie per la sua disponibilità e competenza.
      Claudio

    • Redazione Guida per Casa
      25 Febbraio 2021 12:52

      Per una consulenza dettagliata, richiedere qui il servizio a pagamento: https://www.guidaxcasa.it/richiedi-consulenza-le-detrazioni/richiedi-consulenza-per-le-detrazioni/

  • Gentile Architetto,
    vorrei chiederle un chiarimento. Ho acquistato una casa di nuova costruzione al grezzo e mi sono fatta fare fatture separate per quanto riguarda la costruzione del garage al grezzo che porterò in detrazione.
    Ora sto ultimando tutta la casa con impianti, pavimenti, serramenti etc etc…
    Posso anche ora farmi fare fattura separata per le opere di completamento e finitura del garage (intonato, pavimenti e forse altro?).
    Grazie infinite

    Rispondi
  • Buon giorno Architetto.
    Nel 2019 ho dato un appalto ad un’impresa la costruire la mia prima casa con annessa autorimessa..
    Sono stati pagati degli acconti per stato avanzamento lavori tenendo distinte le fatture che si riferiscono all’abitazione da quelle che si riferiscono all’autorimessa per beneficiare della detrazione del 50% box.
    Nelle fatture di acconto per l’autorimessa è stato riportato il nr. di concessione edilizia ed lettera d art.16 c.1 Tuir.
    È corretta la procedura seguita? La dichiarazione del costruttore dei costi di costruzione è necessaria?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      7 Febbraio 2021 18:14

      Sì, la procedura è corretta e la dichiarazione è necessaria.

  • Salve abito in condominio, vorremmo usufruire del bonus ristrutturazioni, abbiamo un amministratore che non si sta interessando. Possiamo noi condomini portare avanti la pratica? O senza l amministratore è impossibile?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Febbraio 2021 18:09

      Se c’è un amminastratore è tenuto a occuparsi di queste cose. Se non lo fa, dovete prendere i provvedimenti previsti per inadempienza.

  • Buongiorno, ho acquistato un appartamento nuovo da impresa che ha ristrutturato un vecchio complesso (antica filanda), ho diritto al bonus al 50% o a quello forfettario del 25% sul prezzo d’acquisto?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    volevo cortesemente sapere se è possibile usufruire del superbonus 110% nel caso in cui si decidesse di effettuare dei lavori di ristrutturazione, demolizione e riqualificazione energetica su un edificio già esistente, ed adibito come prima casa dei miei genitori, andando ad ampliare l’immobile in modo da poter costruire due abitazioni, al posto di una sola, nello stesso posto e nello stesso terreno.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      30 Gennaio 2021 17:26

      Sì, se dal titolo autorizzativo risulta ristrutturazione edilizia ai sensi dell’art. 3 dpr 380/01.

  • Buonasera, mi servirebbe un informazione più precisa se possibile. Sto acquistando un rustico in f3 come prima casa costruito del 2008 in fascia 2. posso usufruire di qualche bonus in fase di completamento? Grazie

    Rispondi
  • Architetto buon pomeriggio, sto per acquistare una villetta di nuova costruzione classe energetica a++ con impianto solare termico. Il costruttore assicura che dopo l’agibilità sarà possibile sfruttare il superbonus 110% per installare un impianto fotovoltaico con pompa di calore, è possibile?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Gennaio 2021 18:52

      Solo se con la pompa di calore sostituisce il generatore di calore esistente e cmq arrivando in classe A4.

  • Buonasera, sto per costruire una nuova abitazione, prima casa.
    La l’edificio avrà un garage al piano seminterrato collegato con l’abitazione.
    Il costo dovuto al garage può avere l’agevolazione del 50% anche se fa parte dello stesso Permesso a Costruire o devo fare una pratica separata?

    Rispondi
  • Buongiorno
    Sto per avviare la costruzione di una villetta unifamiliare cl.A4, partendo da prato verde. L’articolo è datato 2019. In questo ultimo anno ci sono state parecchie evoluzioni sul tema “nuove costruzioni”. inizialmente si poteva portare in detrazione al 50% soltanto il garage. Oggi tra superbonus 110%, sisma bonus, ristrutturazione pare che siano comparsi parecchi spunti per portare in detrazione anche sul nuovo, come nel mio caso, parecchi contenuti; Mi piacerebbe, visto che sono in tempo, riuscire ad impostare correttamente il progetto per poter accedere al meglio a tutti gli incentivi che sono messi a disposizione, anche per eventualmente avere una casa più performante (in tutti i sensi) senza dover spendere dei capitali enormi. Non di meno alcuni contenuti tecnici già presenti, eventualmente rientrano già in alcuni bonus. Esiste un articolo “aggiornato” che tratta esattamente questo caso. Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      17 Gennaio 2021 17:08

      Ma davvero? Si vede che lei ne sa più di me, perchè a me non risulta che sia cambiato niente per le nuove costruzioni.

  • Buongiorno Architetto, e buon anno,
    nel 2020 ho costruito ex novo una casa singola, accatastata a novembre e insediato la residenza. A febbraio del 2021 vorrei far aprire una CILA dal geometra per:
    sostituzione recinzione (attualmente abbiamo messo una rete) con muretta e ringhiera;
    usufruirei della CILA per far installare videosorveglianza e acquistare mobili nuovi;
    usufruirei della CILA per sostituire la scala esterna che porta a un soppalco;
    Tutto questo per recuperare il 50%.
    La domanda è se la mia idea è corretta e soprattutto se della scala esterna “vecchia” è obbligatorio fare delle foto in caso di futuri accertamenti.
    Grazie e buon 2021.

    Rispondi
  • Salve architetto sto acquistando da una ditta costruttrice un nuovo appartamento.
    dopo il rogito dovrò provvedere a una ristrutturazione interna con apertura di una CILA poiché devo eliminare un tramezzo e rimpiccolire un bagno e di conseguenza rifare completamente il pavimento di casa e il bagno. Volevo sapere se potevo usufruire del bonus ristrutturazioni al 50% e del bonus mobili
    grazie

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    a breve acquisterò dall’impresa costruttrice una casa di nuova costruzione in classe A4. La casa avrà la predisposizione per l’installazione dei condizionatori.
    Se dopo aver perfezionato l’acquisto con il rogito notarile, installo dei condizionatori con pompa di calore, posso usufruire della detrazione del 50% per le ristrutturazioni? E questa detrazione mi permette di accedere al bonus mobili?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      10 Gennaio 2021 16:12

      Se la casa ha già predisposizione, no.

    • Posso gentilmente chiedere come mai la sola installazione non sia configurabile come manutenzione straordinaria, dando accesso al bonus mobili? Dalle FAQ dell’agenzia delle entrate, sembra che la sola installazione di un condizionatore con pompa di calore dia accesso ai benefici.
      Grazie

    • arch. Carmen Granata
      8 Marzo 2021 19:24

      Certo, l’installazione… Ma qui c’è già la predisposizione e bisogna solo montare le macchine, quindi non è un intervento di manutenzione straordinaria. per esserlo, devono esserci anche le opere murarie.

  • Massimiliano Roja
    3 Gennaio 2021 22:34

    Buonasera Architetto,
    secondo lei il superbonus energetico 110% realizzato su un edificio unifamiliare autonomo a/2 può essere esteso anche sui lavori di efficentamento energetico realizzati sull’immobile accessorio c/6 (senza variazione di destinazione d’uso di quest’ultimo)? In caso affermativo l’ape pre e post intervento che attesti il salto di due categorie dovrà essere unica o divisa per i due immobili?
    Più specificatamente, i lavori che si vorrebbero realizzare sono:
    – immobile principale: sostituzione caldaia tradizionale e pompa di calore esistenti con caldaia a condensazione e pompa di calore (o sostituzione di entrambi con unica pompa di calore ibrida) + cappotto esterno + impianto fotovoltaico.
    – immobile accessorio prospicente (attualmente dotato di impianto idrico, boiler elettrico per produzione di acqua calda sanitaria e impianto di raffrescamento): impianto a pompa di calore per riscaldamento/raffrescamento/produzione acqua calda sanitaria + coibentazione tetto + cappotto esterno + secondo impianto fotovoltaico.
    La ringrazio per la disponibilità.

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    Ho acquistato una nuova costruzione in zona sismica 3 dove c’è stata demolizione e ricostruzione del fabbricato (condominio) migliorando l’efficienza sismica di due classi, per questo motivo si ha diritto alla detrazione 110% sisma se si concludono i lavori entro il 2021? In merito a questo punto mi ha risposto ma sul secondo punto non ho ben capito.
    La nuova casa prevede la realizzazione anche del cappotto termico quindi miglioria energetica in merito a questa cosa è possibile avere un ulteriore detrazione si parla di agevolazione trainata dal sisma bonus 110 perché non potrei sfruttarla? Grazie mille in anticipo

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Dicembre 2020 16:01

      Ci sono due tipologie di agevolazioni. Il sismabonus acquisti è quello che trova descritto in questo articolo: https://www.guidaxcasa.it/sismabonus-acquisto-case-antisismiche/.
      Se è questo di cui ha usufruito lei, non c’è nessuna agevolazione per la parte di efficientamento energetico.
      Se invece lei ha acquistato da un privato che ha fatto i lavori, tutte le detrazioni si trasferiscono automaticamente all’acquirente, ma naturalmente il venditore deve aver fatto tutti i pagamenti come si deve.

  • Buongiorno, dovrei effettuare lavori di ristrutturazione e realizzare una piccola area barbecue in muratura.
    Alcuni di questi lavori possono beneficiare del Superbonus 110% (Sostituzione caldaia, impianto fotovoltaico, tende solari), altri delle detrazioni ordinarie al 50% (pavimentazioni esterne, realizzazione balconcini, ecc.) altri ancora non possono beneficiare di alcun incentivo.
    Dovendo presentare un’unica pratica edilizia, come è possibile suddividere le spese per l’onorario del geometra e degli altri tecnici coinvolti?
    Esiste una normativa, delle linee guida, oppure deve essere il tecnico a separare l’onorario in più fatture in base della sua valutazione dell’impegno che i vari lavori richiedono a livello di progettazione e di direzione lavori?
    Grazie

    Rispondi
  • Buonasera,
    A febbraio acquisterò una nuova casa, attualmente ancora in costruzione e quindi sprovvista di abitabilità.
    Subito dopo l’acquisto vorrei aprire una nuova finestra, secondo lei potrei usufruire del bonus ristrutturazioni per i lavori relativi alla finestra e aver accesso al bonus mobili?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      25 Dicembre 2020 18:16

      Se lo farà dopo il completamento della casa, sì.

    • Buonasera la mia richiesta sarebbe un po’ articolata abitazione nuova con fotovoltaico di serie cioè 1,5KW non montato ma fatto aumentare come primo impiego a 4,5KW e ora montato poi mi sarà fatturato nel mese gennaio 2021 lo potrò portare in detrazione al 50% per la denuncia del 22 grazie

    • arch. Carmen Granata
      27 Dicembre 2020 15:17

      @Alfredo: non c’entra quando lo abbia montato, per le nuove costruzioni è previsto un minimo di fotovoltaico obbligatorio e non incentivabile. Al limite per un eventuale ampliamento futuro potrà averlo, perchè la legge di bilancio lo prevede.

  • Buonasera architetto, ma quindi dopo aver chiesto abitabilità su una casa comprata al grezzo e fatto completamento, visto che non ho potuto beneficiare di nessun bonus a quali agevolazioni posso accedere per lavori lasciati indietro? Tipo muretto di recinzione, cancello elettrico basculante garage, giardino, rifacimento tegole…. e dopo quanto tempo posso richiederle?
    Saluti e grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Dicembre 2020 19:30

      Tipo i lavori che ha descritto. Può averle in un anno di imposta successivo.

  • Mi perdoni architetto la ringrazio per la risposta del 12 dicembre…
    Tutti gli installatori che ho contattato mi dicono che non ho diritto al 50>%.. mi potrebbe indicare una direttiva?
    Grazie mille.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Dicembre 2020 19:28

      Mi perdoni, forse sono io che ho capito male, leggendo di una casa mai abitata… In realtà la detrazione si può avere per l’installazione di un nuovo impianto di riscaldamento in una casa che ne è sprovvista. Ma se l’impianto c’è e manca solo la caldaia, hanno purtroppo ragione gli installatori.

  • recupero antonino
    21 Dicembre 2020 10:51

    Buongiorno volevo delle informazioni, ho acquistato il secondo piano della casa dove abita mio padre e siccome l’immobile è stato costruito circa 40 anni fa il secondo piano che ho acquistato risulta in f/3 pero essendoci gia pilastri muri perimetrali e soletta, volevo sapere se posso usufruire delle agevolazioni fiscali del 50%, o se ce qualche modo per usufruirne cambiando qualcosa prima degli inizi lavori grazie in anticipo, saluti

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Dicembre 2020 18:49

      No, pilastri e soletta non sono un’unità immobiliare esistente.
      Ribadisco ancora una volta che le agevolazioni sono per il recupero dell’edilizia esistente.

  • Buongiorno Architetto, stesso problema di tanti altri.
    Sto per chiedere l’abitabilità e poi, passato qualche mese, vorrei far piazzare le persiane.
    Può passare come detrazione 50%?
    Il mio serramentista mi dice che secondo lui non si può fare perché non si tratta di sostituzione. È corretto? Mi pare di aver letto che passa come oscurate (quindi anche senza sostituzione)?
    Dovrò fare domanda in edilizia libera?
    Grazie mille per un suo cortese riscontro.

    Rispondi
  • Salve Architetto,
    avendo letto praticamente tutte le sue risposte, penso di aver capito che essendo nelle situazione di aver finito i soldi ma finito la costruzione della mia nuova casa, ho fermato i lavori e chiesto l’abitabilità. Aspettando qualche mese dopo che riceverò l’abitabilità, istallando il camino o la stufa a pellet potrei portare in detrazione sia questi che la costruzione dei muretti a secco di recinzione, il cancello automatico, allarme, e le verande attorno la casa sostenute da piccoli muretti di contenimento. l tutto con cessione del credito. Cortesemente mi corregga se sbaglio

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    Sono in trattativa per acquistare un immobile di costruzione anni 90. L’immobile non è mai stato abitato e non ha mai avuto l’abitabilità e per richiederla ha bisogno di una nuova installazione di caldaia.
    E’ possibile usufruire della detrazione del 65% o 50% su questa spesa?

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    volevo saper se l’iva prima casa per l’acquisto di qualsiasi materiale per completarla è sempre al 4% perche mi sono ritrovato una fattura di acquisto materiali da parte dell’impresa al 10%.
    Saluti e grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Dicembre 2020 18:34

      L’Iva al 10% è solo per interventi sull’esistente. Il completamento rientra nell’ambito delle nuove costruzioni e quindi va applicata al 4%.

  • Buongiorno Architetto, a breve inizierò la costruzione della mia casa in campagna come IAP quindi da zero senza recupero di volumi già esistenti. In fondo all’articolo dice che sono detraibili le seguenti voci:
    – perizie e consulenze
    – progettazione
    – predisposizione delle pratiche amministrative
    – oneri di urbanizzazione e diritti
    – costo dei materiali.
    La mia domanda è per costo dei materiali cosa si intende? posso portare in detrazione mattoni, cemento, ferro, struttura in legno del tetto, tegole, ecc?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Dicembre 2020 18:51

      Forse nell’articolo non sono stata molto chiara, ma quelle voci si riferiscono unicamente agli interventi detraibili. Le nuove costruzioni non sono detraibili e quindi non lo sono nemmeno le relative spese tecniche e materiali.

  • Buondì architetto! Io sto per costruire una casa nuova su un terreno di mia proprietà! Essendo prima casa so che potrò sfruttare l’iva al 4% per l’acquisto dei materiali. Per potere sfruttare delle varie detrazioni che ci sono in che stato deve essere la casa per chiedere il completamento dei lavori e poi aprire una pratica per ristrutturazione? A parte le opere murarie, l’impianto idrico ed elettrico cos’altro è necessario per accatastare una casa in a7?

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto, sto procedendo con l’abbattimento e ricostruzione con ampliamento di un fabbricato di cui sono proprietaria.
    Vorrei sapere se posso usufruire della detrazione del 50% o 65% per l’acquisto di infissi e dell’impianto fotovoltaico.
    Grazie per l’attenzione e la disponibilità.
    Buona giornata.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      25 Novembre 2020 16:31

      Il primo requisito è che l’intervento risulti in Comune ai sensi dell’art. 3, comma 1, lettera d), dpr 380/01.
      Se poi l’edificio preesistente era dotato di impianto di riscaldamento può avere anche il 65%.

    • Grazie mille Architetto per la sua risposta.
      In merito alla mia domanda ho ancora un dubbio.. i miei lavori di abbattimento e ricostruzione con ampliamento possono essere classifficati come ristrutturazione o nuova costruzione?
      Dalla risposta che lei mi ha gentilmente dato mi sembra di capire che anche nel caso in cui siano considerati come nuova costruzione, potrei comunque beneficiare e delle detrazioni rispetto all’installazione dell’impianto fotovoltaico e agli infissi. Giusto?
      La ringrazio ulteriormente per la sua professionabilità e disponibilità.

    • arch. Carmen Granata
      25 Novembre 2020 19:58

      No, l’intervento deve essere di ristrutturazione. Oggi, a seguito del decreto Semplificazioni, sono classificabili come ristruttturazione anche gli interventi di demolizione e ricostruzione con ampliamento.

  • Salve, ho letto che nell’articolo viene citato che “In caso di interventi in ristrutturazione edilizia, urbanistica o nuova costruzione, ai sensi del DPR 380/2001, il limite di spesa è ridotto ad euro 1.600 per ogni kW di potenza nominale”…
    Mi chiedevo, l’installazione di un impianto FV su un edificio di nuova costruzione (i lavori sono già in corso e quasi terminati) potrà usufruire del superbonus del 110%? Oppure si potranno avere altri benefici?
    Come dovrà essere impostata eventualmente la pratica?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Novembre 2020 17:48

      Questo è un punto molto controverso al quale non ho ancora trovato risposta. Di certo c’è che gli impianti su nuove costruzioni non sono agevolati. Come interpretare allora il punto, non saprei dirglielo… Di certo c’è che per gli interventi di ristrutturazione il limite scende a 1.600 euro/kw, mentre per quelli di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo è di 2.400 euro/kw.

  • Buongiorno Architetto,
    Le presento il caso di un box di campagna che con demolizione e ampliamento è divenuto residenziale (40m2 pianto terra, 40m2 interrato) Attaccato all’interrato con sfogo esterno è stato costruito un garage. Nella variante per accorpamento e cambio uso, la SCIA menziona un’intervento di manutenzione straordinaria (pesante), restauro, risanamento conservativo (pesante) e ristrutturazione edilizia (leggera). Il fornitore di infissi mi dice che basta che il titolo riporti scritto ristrutturazione per avere la detrazione. E’ corretto? O il tutto si configura come nuova costruzione? Grazie, buona giornata

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      20 Novembre 2020 16:31

      Il fornitore di infissi ha detto una sciocchezza… dovrebbe limitarsi a fornire gli infissi.
      Cmq lei può stare tranquillo: tutti gli interventi menzionati nella sua Scia danno diritto alle detrazioni.

  • Buongiorno,
    ho letto molte domande e risposte e sono quindi a farle la mia.
    Stiamo per andare a rogito per l’acquisto di una casa di nuova generazione, pompa di calore, pannelli fotovoltaici, etc.
    Ho già provveduto a farmi dare tutto quello che serve per portare in detrazione il box auto. Ci sono delle altre agevolazioni per cui posso chiedere detrazione? Ad es. acquisto pompa di calore.
    Grazie per le sua disponibilità
    Saluti

    Rispondi
  • Buongiorno,
    Sto costruendo una casa nuova divisa in 2 parti, una che è la casa e una che è solo il Garage e un bagno.
    Se costruisco la casa e chiudo i lavori, dopo alcuni mesi apro una pratica di ristrutturazione e costruisco il box garage attaccato alla casa posso detrarlo al 50% o anche al 110%?
    Se non ho capito male la casa pagherei l’iva al 4%, per il box pagherei l’iva al 10/22% però potrei portarla in detrazione?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      17 Novembre 2020 18:36

      Per il box può avere solo la detrazione 50%. L’Iva è sempre al 4% se è pertinenza prima casa.

    • Ma serve che apro una pratica di ristrutturazione o posso detrarlo dalla pratica di costruzione della prima casa?
      Nel caso devo aprire una pratica di ristrutturazione dopo quanto tempo dalla chiusura dei lavori della casa principale?
      grazie mille

    • arch. Carmen Granata
      18 Novembre 2020 16:13

      Può detrarre anche mentre è in corso la costruzione della prima casa, ma deve tenere ben separate le fatturazioni dei lavori.

  • Buonasera architetto, stiamo costruendo casa nuova e a causa delle attuali limitazioni dovute al Covid abbiamo difficoltà a vendere la nostra attuale abitazione. Questo probabilmente ci obbligherà a limitare il più possibile il budget ed arrivare all’abitabilità rinunciando momentaneamente ad alcune lavorazioni. Pensavamo di lasciare al grezzo la taverna interrata e fare successivamente anche pavimentazioni esterne, muretto di contenimento, recinzione e cancello. Inoltre installeremmo successivamente anche i condizionatori e gli oscuri alle finestre. Tutte queste opere potrebbero essere eseguite successivamente (dopo quanto tempo dall abitabilità?) tutte con detrazione al 50% o si tratterebbe per alcune di opere di completamento? La ringrazio anticipatamente per la cortese risposta

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      10 Novembre 2020 19:50

      Pavimentazioni esterne, recinzione e cancello, condizionatori e oscuranti si possono installare dopo la chiusura lavori e detrarre al 50%.
      E’ consigliabile farlo l’anno successivo a quello di ultimaizone della costruzione.

  • Buongiorno Architetto,
    Ho acquistato una nuova costruzione in zona sismica 3 dove c’è stata demolizione e ricostruzione del fabbricato (condominio) migliorando l’efficienza sismica di due classi, per questo motivo si ha diritto alla detrazione 110% sisma se si concludono i lavori entro il 2021?
    la nuova casa inoltre prevede la realizzazione anche del cappotto termico in merito a questa cosa è possibile avere un ulteriore detrazione su singolo immobile? Grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Novembre 2020 19:39

      Se si riferisce al bonus per l’acquisto, si può avere solo per il sisma e solo se la vendita è fatta dal costruttore.

  • Buonasera architetto gennaio 2020 abbiamo acquistato un immobile residenziale allo stato grezzo accatastato come immobile in corso di costruzione… per noi prima casa… siamo in corso di completamento (impianti, serramenti, fotovoltaico ecc) con DL abbiamo aperto una scia per ristrutturazione ma porterò tutto a detrazione del 50%? E possibile perché in tanti mi dicono che non sarà così! In questo caso essendo prima casa iva per le imprese sarà al 4% o al 10%? Grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Novembre 2020 18:30

      Il completamento di un edificio al grezzo NON E’ ristrutturazione, quindi non ha diritto a detrazioni.
      Può avere l’Iva al 4%, essendo prima casa.

  • Buonasera Architetto. Resto affascinato dalla sua professionalità e puntualità. Se possibile volevo un suo consiglio. Ho appena acquisito un immobile in F3 (UNA VILLETTA BIFAMILIARE A 3 LIVELLI. IL SEMINTERRATO DA PROGETTO È BOX E LOCALE TECNOLOGICO). IL TECNICO MI HA DETTO CHE BISOGNA APRIRE UNA SCIA PER COMPLETARE I LAVORI. avevo intenzione di completare tutti i lavori tranne per il cappotto, canna fumaria ed installare una caldaia vecchia generazione per poi terminare gli interventi in un secondo momento (per questioni di budget). Se, fatti i lavori e dichiarandone la fine, potrei, successivamente riaprire i lavori per ristrutturazione facendo il cappotto (intervento trainante) e sostituendo la caldaia, inserendo i pannelli fotovoltaici, usufruendo del superbonus 110%. Il PDC è del 2010, quindi decaduto. Grazie per il tempo che, eventualmente, mi vorrà dedicare

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Novembre 2020 18:26

      Sì, come dico sempre, se lei completa un fabbricato oggi e lo ristruttura l’anno prossimo, potrà godere dei vari bonus.
      Attenzione però che siano nuovi interventi e non una prosecuzione della costruzione, perchè altrimenti non sarebbero agevolati.

  • Buonasera Architetto,
    ho intenzione di trasformare un garage C6 in abitazione e contestualmente costruire un nuovo garage da vincolare a parcheggio per l’intera costruzione (2 subalterni diversi) e anche una piccola piscina in c.a.
    Secondo il parere del tecnico potrei applicare iva agevolata al 4% sia per la trasformazione (riconducibile a nuova costruzione) sia per le 2 nuove costruzioni con aggiunta della detrazione fiscale 50% solo per costruzione nuovo garage.
    E’ tutto giusto?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      25 Ottobre 2020 18:12

      No. L’Iva agevolata si può avere solo sugli immobili aventi caratteristica di prima casa, e da quel che ho capito il C6 diventerebbe la seconda.
      Inoltre, la detrazione 50% c’è non solo sul garage ma anche sul cambio d’uso del C6 in abitazione.

  • Mary mazzone
    25 Ottobre 2020 10:06

    Salve, vorrei sapere se i bonus vengono applicati sull’ampliamento di un appartamento in terrazza.
    Se si, di quali bonus potrò usufruire?
    Grazie in anticipo

    Rispondi
  • Buongiorno,
    ho effettuato lavori di ristrutturazione nel 2012-2014 ed ho usufruito delle detrazioni previste e del bonus mobili nel limite massimo di 10.000 euro. Dovendo effettuare nuovi e diversi lavori posso usufruire nuovamente delle detrazioni per ristrutturazioni e del bonus mobili?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      20 Ottobre 2020 17:08

      Del bonus ristrutturazione sì, del bonus mobili no, perchè è unico per ogni unità immobiliare.

  • Buongiorno Architetto.
    Sono in fase di costruire una casa tutta nuova.
    Ci sono delle agevolazioni o detrazioni o bonus su impianti vari corrente riscaldamento pannelli solari accumulatore corrente pompa di calore ecc.

    Rispondi
  • Buongiorno
    sto costruendo la mia prima casa non di lusso e avrei bisogno di sapere se per l’acquisto di prodotti di illuminazione (faretti e plafoniere) in negozio ho diritto all’applicazione dell’iva al 4% o di quale aliquota. Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      18 Ottobre 2020 18:37

      L’aliquota ordinaria del 22%. Gli apparecchi di illuminazione sono considerati come arredi.

  • Buonasera Architetto,
    abbiamo aperto una ristrutturazione straordinaria per la bonifica di infiltrazioni d’acqua sul massetto esterno che era privo di pavimentazione all’atto della bonifica. Possiamo detrarre anche le spese per l’acquisto e la posa delle piastrelle?
    Grazie
    Cordiali saluti,

    Rispondi
  • Buonasera,
    acquisto a sostituzione ed integrazione di climatizzatore in pompa di calore in classe A++; posso usufruire della detrazione?
    50% o 65%?
    bonifico per risparmio energetico L296/06 o recupero patrimonio edilizio Art 16 bis tuir?
    Faccio presente che non si tratta di ristrutturazione, bensì di nuova abitazione già accatastata. Ringrazio. Saluti. Marta

    Rispondi
  • Buonasera Architetto,
    volevo farle la seguente domanda: sono proprietario di una casa al grezzo accatastata come F4 in corso di definizione, ora la devo completare, verrà aperta una scia per terminare i lavori (mancano tutti gli impianti, serramenti, pavimenti, ecc) e per apportare delle modifiche alla disposizione di alcuni vani.
    Se faccio realizzare come impianto elettrico un impianto domotico posso usufruire della detrazione fiscale al 65%?
    Le modifiche ai vani possono rientrare come ristrutturazione e quindi aver la possibilità di usufruire del bonus mobili?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      1 Ottobre 2020 19:14

      Anche se è accatastata come F4 la casa è palesemente in corso di completamento, per cui secondo me non può usufruire delle detrazioni.

      P.S.: non c’è detrazione 65% per un impianto elettrico domotico, ma solo per la domotica legata alla gestione del riscaldamento.

  • Salve Architetto, che lei sappia il sismsabonus 110% come opera trainante che opere trainate si porta dietro oltre il fotovoltaico? Grazie

    Rispondi
  • Buonasera Architetto, vivo in un condominio formato da 15 unità abitatitve e sono proprietario del sottotetto accatastato come c/2 ( praticabile ma non riscaldato) L’edificio sarà a breve (attendiamo solo la famigerata pubblicazione in gazzetta dei decreti per l’invio della Scia) oggetto di riqualificazione energetica e consolidamento strutturale con relativo abbattimento delle 2 classi per ottenere il 110. Il sottotetto verrà recuperato (più che altro una vera e propria sopraelevazione con altezza superiore a 270 cm) contestualmente ai lavori di riqualificazione del condominio e relativa realizzazione di due nuove unità abitative. Volevo chiedere se posso usufruire del 110 visto che grazie alle modifiche introdotte dal DL Semplificazioni al dpr 380/2001, si allarga la nozione di demolizione e ricostruzione ricompresa nella categoria della ‘ristrutturazione’, comprendendo anche edifici ricostruiti “con diversa sagoma, prospetti, sedime e caratteristiche planivolumetriche e tipologiche” e con “incrementi di volumetria”.
    Semplificando: mentre prima la ricostruzione con aumento di volumetria era considerata ‘nuova costruzione’ e quindi non agevolata dai bonus fiscali sul recupero edilizio, con le modifiche introdotte dovrebbe essere possibile fruire delle agevolazioni fiscali anche per gli ampliamenti. Lei cosa ne pensa?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    Ho realizzato una nuova costruzione come prima casa ed ora devo fare la chiusura lavori per andarci ad abitare, successivamente vorrei costruire anche una piccola piscina aprendo una scia, posso usufruire anche dopo dell’Iva al 4%?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno,
    le chiedo una gentile consulenza… Sono proprietario di una casa al grezzo accatastata in F3. A breve dovrò riaprire una scia per completamento (mancano intonato, impianti, pavimenti, serramenti, etc).
    La casa ha ottenuto concessione edilizia con un PEC nel 2005, ma la scia con permesso a costruire della mia villetta è del 2017. il costruttore che me l’ha venduta mi ha detto che abbiamo solo l’obbligo di pannelli solari.
    Premesso quanto sopra, se il comune non ci richiede ulteriori migliorie, ma noi decidiamo di migliorare mettendo pompa di calore per riscaldamento a pavimento e acqua calda sanitaria, senza pannelli solari, l’eventuale ulteriore IMPIANTO FOTOVOLTAICO è detraibile con il nuovo bonus fotovoltaico 110% (art 119 comma 5 fa riferimento anche a nuova costruzione)?
    Oppure è necessario prima chiudere i lavori e poi presentare altra domanda per il fotovoltaico? nel 2^caso, qual’è la domanda corretta da presentare in comune?
    La ringrazio infinitamente per la sua professionalità e competenza.
    Stefano

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Settembre 2020 15:37

      Il comma 5 dell’art. 119 è molto controverso perchè non c’è alcuna norma che ammette la detraibilità dell’intervento in nuove costruzioni. Tra l’altro il 110% si può avere solo se si effettuano anche interventi trainanti.
      A mio avviso, se lei chiude i lavori e realizza in un secondo momento l’ampliamento dell’impianto, ha diritto alla detrazione 50%. Non è necessaria una pratica, in quanto fa parte degli interventi realizzabili in edilizia libera.

    • Buongiorno architetto,
      grazie per la risposta.
      Le chiedo solo un’ultima cosa… ma se chiedo in un secondo momento, ho poi l’Iva al 22%?
      Visto che non ho l’obbligo, non posso farli rientrare tra gli interventi in edilizia libera mentre si stanno ancora concludendo i lavori e non risulta ancora abitabile? o forse per gli interventi in edilizia libera necessita comunque che sia già abitabile?
      Grazie ancora e buona giornata.
      Stefano

    • arch. Carmen Granata
      29 Settembre 2020 12:20

      Stiamo facendo un po’ di confusione… L’Iva per questo tipo di intervento su edificio esistente è del 10%.
      Il discorso di edilizia libera l’ho fatto solo per rispondere alla sua domanda se ci fosse bisogno di una pratica…
      Per concludere: se lei fa un impianto su nuova costruzione al 99,99% non è detraibile. Se lo fa su edificio esistente, è sicuramente detraibile.

    • Grazie molte architetto, è stata molto chiara.
      Buon lavoro e saluti

  • Salve, nel caso di realizzazione di recinzione e cancellata su casa bifamiliare composta da due unità abitative, i rispettivi proprietari hanno diritto al bonus mobili da 10.000€ a testa? Va fatta un’unica cila cointestata?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Settembre 2020 16:42

      Sì, però trattandosi di un intervento su parti comuni in condominio, non potete usare il bonus per acquistare mobili per la casa, ma solo arredi per le parti comuni.

  • Buongiorno,
    Vorrei acquistare un posto auto da affittare, potrei usufruire delle detrazioni anche se non è nuovo?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto
    Sono in procinto di terminare i lavori di costruzione della mia prima casa.
    Vorrei sapere se è possibile usufruire della detrazione per la realizzazione di un muro esterno di contenimento come muro di cinta con fattura e bonifico emessi solo dopo aver dichiarato la fine lavori o anche prima.
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno, è possibile usufruire dell’ecobonus 110% per la sostituzione di impianto di riscaldamento a pompa di calore anche se l’impianto sostituito è già un impianto a pompa di calore? Quello installato si è rivelato insufficiente.
    Grazie

    Rispondi
  • Buonasera Architetto, vorrei acquistare l’immobile adiacente (cat.catastale A4) alla mia abitazione principale (cat.catastale A2) per procede poi a:
    – demolirlo e ristrutturato parzialmente (dei tre piani attuali verrebbe però ricostruita solo una stanza al piano terra sul lato adiacente alla mia abitazione).
    – al termine della realizzazione della stanza fonderla alla mia abitazione principale mediante apertura di una porta.
    Entrambi gli immobili sono ubicati in zona omogenea A. Per tale intervento si potrebbe beneficiare di agevolazioni fiscali a titolo sismabonus/ecobonus/ristruttazione edilizia o altro? Cordiali saluti.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      25 Settembre 2020 18:54

      A mio avviso sì. Quali, dipende poi dal tipo di lavori.

    • Buongiorno Architetto,
      grazie per la risposta. Nel riprendere i contenuti della mia domanda del 22/9 u.s. chiedo se, trattandosi di intervento di demolizione con ricostruzione parziale dell’immobile adiacente (con riduzione volumetrica dell’edificio esistente e modifica di sagoma) in zona omogenea A, ai sensi del nuovo T.U.E. recentemente modificato dal dl semplificazioni, l’intervento non si qualifichi come ristrutturazione edilizia (ex nuovo art.3 comma 1, lett. d del TUE modificato) ma come nuova costruzione, e non si possa pertanto beneficiare di alcun incentivo fiscale, né ordinario 50% per ristrutturazione né potenziato 110% per lavori di efficentamento sismabonus/ecobonus. Cordialmente,

    • arch. Carmen Granata
      30 Settembre 2020 17:03

      Sì, in effetti mi era sfuggito che si parlava di zona A. In questo caso gli interventi di demolizione e ricostruzione sono considerati di ristrutturazione solo se si mantiene la stessa sagoma, prospetto, sedime e caratteristiche planivolumetriche e tipologiche dell’edificio preesistente e non siano previsti incrementi di volumetria.
      Pertanto, anche in caso di riduzione di volume non si ricade in questa circostanza.

  • Buongiorno, sto valutando l’ipotesi di acquistare un terreno edificabile e quindi costruire una villetta con box auto.
    Se ho capito bene, posso detrarre il 50% di:
    – costo edilizio per innalzare il fabbricato
    – perizie e consulenze
    – progettazione
    – predisposizione delle pratiche amministrative
    – oneri di urbanizzazione e diritti
    – costo dei materiali.
    Se poi volessi mettere anche pannelli fotovoltaici, accumulatori, pompa di calore ecc… che mi consiglia di fare??

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      26 Settembre 2020 15:04

      Mi sa che non ha capito bene… Per le nuove costruzioni non ci sono detrazioni. Fa eccezione il box auto, per il quale può avere la detrazione per tutta la costruzione.

  • Paolo Costanzo
    18 Settembre 2020 8:44

    Buongiorno architetto e complimenti per la sua rubrica.
    Vengo al dunque.
    Sto acquistando dal costruttore una casa di nuova costruzione con annesso box.
    Dalle sue risposte vedo che è possibile portare in detrazione con la formula della ristrutturazione edilizia il 50% dei costi sostenuti per la costruzione dell’autorimessa.
    Come però potrà ben immaginare il prezzo di vendita è stato concordato a corpo e infatti è già stata versata una prima somma a titolo di proposta d’acquisto e una successiva somma all’atto della stipula della dichiarazione di vendita davanti a un notaio.
    Il saldo del prezzo d’acquisto sarà versato al momento del rogito tramite l’accensione di un mutuo.
    A questo punto come procedere per poter usufruire della detrazione del box e quindi del successivo bonus per i mobili acquistati per arredare la casa, tenendo conto che il requisito fondamentale è quello di avere una fattura da pagare tramite bonifico bancario?
    Un’altra domanda, più semplice, è la seguente: sostituire la serratura di una porta di ingresso a un appartamento con un’altra del tipo anti effrazione viene considerato un lavoro di ristrutturazione in quanto è un intervento relativo all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi: quindi dopo questo tipo di intervento sembra lecito godere del bonus mobili… le risulta?
    Grato per il tempo che vorrà dedicarmi auguro una buona giornata
    Paolo Costanzo

    Rispondi
  • Giuseppe Blandini
    21 Agosto 2020 11:28

    Lascio il presente commento anche per chi si inoltra nella richiesta di detrazioni fiscali riguardanti la nuova costruzione dei garage.
    Porto al CAAF i seguenti documenti ;1 Permesso di costruire, 2 inizio lavori, 3 informativa all’ASL, 4 dichiarazione dell’impresa costruttrice con la quale si dichiara l’ammontare del costo di costruzione dei soli garage ( i garage sono nella parte seminterrata dell’immobile),5 parte di fatture dell’impresa edile (nelle fatture sono compresi anche altri lavori di costruzione non sono specificati l lavori effettuati per la sola costruzione dei garage ed è per questo che l’Impresa mi ha rilasciato una dichiarazione descrivendo l’ammontare dei costi di costruzione dei garage), 6 dichiarazione del Comune degli Oneri di Urbanizzazione per i soli garage, 7 dichiarazione del Professionista incaricato (progettista) con la quale descrive la parte dei costi di progettazione e direzione lavori per i soli garage.
    Bene, pensavo, spero ci sia tutto. NO! Mi richiamano dal CAAF e mi fanno una lista di altri documenti necessari, ecco la lista (fatto copia e incolla della e-mail del caaf):
    “abbiamo visionato i documenti da lei mandati ma non sono quelli che servono a noi.
    Richiediamo:
    – domanda del permesso di costruire presentato in comune il 09/08/2017 con protocollo 0026495 (noi abbiamo la ricevuta consegnata dal comune)
    – variante (domanda e ricevuta del comune) presentata nel 2016
    – variante (domanda e ricevuta del comune) presentata nel 2020
    – relazione tecnica delle opere eseguite
    – ricevuta della racomadata con cui è stata inviata la notifica all’ulss (di cui mi ha già mandato la copia per mail)
    – data inizio lavori
    – per i lavori della costruzione del box auto, mi serve anche la fattura emessa dalla ditta costruttrice e relativo bonifico di pagamento.
    – eventuale data fine lavori (se già terminati)
    Le anticipo che il mutuo per la ristrutturazione è detraibile solo se richiesto entro 18 mesi successivi l’inizio dei lavori. E come inizio lavori fa fede la data dichiarata al comune e non le varianti presentate in seguito.”
    Sono certo che al CAAF si attengono scrupolosamente alle leggi ma, sono del parere che tutti quei documenti mi sembrano eccessivi e forse, in parte, non necessari.
    Gradirei un cortese parere in merito. Grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      24 Agosto 2020 18:46

      Al Caf, come al commercialista, servono per la dichiarazione dei redditi unicamente le fatture per conoscere le spese da inserire nel modello.
      Tutti gli altri documenti devono essere conservati da lei per eventuali controlli del Fisco.

    • penso che l’architetto ti abbia risposto un po’ troppo frettolosamente…
      al CAF servono le fatture e le ricevute di bonifici SOLO per detrazione in sede di dichiarazione di redditi.
      Per il visto di conformità per il superbonus, serve l’universo intero…. c’è da mettersi le mani nei capelli,,, altro che agevolazioni….

    • arch. Carmen Granata
      20 Novembre 2020 15:51

      @rosi: e io che ho detto? Mi perdoni, ma in quale punto il sig. Blandini ha parlato di visto di conformità?

  • Maurizio Piccolotti
    20 Agosto 2020 0:10

    salve, nel caso di demolizione/ricostruzione di una casa di 80 mq, si hanno diritto alle detrazioni ecobonus 110%? Nel caso si avesse intenzione di costruire al posto dell’esistente edificio, una casa prefrabbricata in legno in classe A, è possibile accedere all’ecobonus 110? e se sì, in quale percentuale? Es. una casa prefabbricata in legno è composta sommariamente da pareti esterne, cappotto termico infissi. Supponiamo che il costo chiavi in mano sia di euro 140,000, che incidenza hanno gli ecobonus su ttali costi totali? grazie

    Rispondi
  • riccardo pistolato
    19 Agosto 2020 14:59

    Buongiorno,
    volevo chiedere una delucidazione se possibile riguardo ad una sua risposta di tempo fa: Le avevano chiesto se dopo la chiusura dei lavori, casa di nuova costruzione terminata, si poteva portare in detrazione l’installazione impianto pompa di calore 11kw per riscaldamenti ed acqua calda, la sua risposta è stata affermativa, volevo quindi capire si tratta solo di installazione o anche l’acquisto della pompa?

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    In relazione alla realizzazione della recinzione di un’abitazione di nuova costruzione si ha diritto al bonus mobili?
    Grazie.
    Cordiali saluti.

    Rispondi
  • Gentile architetto, ho un quesito da porLe in quanto ricevo da diversi professionisti pareri discordanti.
    Ho acquistato una casa di nuova costruzione al grezzo, accatastata in F3, e devo aprire una scia per ultimazione lavori e avere l’abitabilità.
    Nell’acquisto ho già fatto indicare dal notaio l’acquisto separato per il garage seminterrato che porterò in detrazione al 50% avendolo pagato con bonifico agevolato. L’area garage misura circa 56 mq, ma ultimando i lavori vorrei qui ricavare un locale tecnico di circa 6 mq (chiuso da porta Rei) e una piccola lavanderia di 5/6 mq) oltre che il vano scale per l’accesso all’abitazione. In pratica la metratura destinata ad autorimessa si riduce, posso portarlo in detrazione ugualmente?
    Se non posso fare tutto ciò, vorrei almeno il locale tecnico per la pompa di calore e il vano scale (per non lasciarle a vista nel garage. Posso portarle in detrazione? ormai ho fatto il bonifico agevolato. Se no, potrei avere problemi?
    Grazie in anticipo per il suo aiuto…
    Elisa

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Agosto 2020 10:13

      Può portare in detrazione solo le spese relative alla costruzione del garage. Tra l’altro, se le modifiche di cui parla le farà in difformità dal titolo abilitativo concesso, certamente potrà avere problemi.

    • Grazie architetto,
      al momento è in F3 e non sono ancora stati costruiti i muri interni e perciò a catasto risulta un ambiente unico.
      Nel momento in cui andremo a riaprire i lavori per ultimazione, indicheremo lì la possibilità di fare il locale tecnico, il vano scale e il locale lavanderia.
      Ma posso prevederli avendo portato in detrazione l’acquisto del garage indicato come sub. 2? questo sub 2 verrebbe poi suddiviso nei piccoli locali su citati che, non so, se danno poi adito a diversi subalterni (!?).
      Grazie ancora…
      Cari saluti

    • arch. Carmen Granata
      6 Agosto 2020 12:26

      Mettiamola così: se lei oggi acquista un box di X mq può detrarre il costo di costruzione. Se poi nel 2021 vuole fare dei lavori per suddividerlo in altre unità, nessuno le toglie le detrazioni… Il problema è che questa modifica sarà fatta ora, ancora in corso di costruzione, e questo potrebbe essere un problema. Le suggerisco quindi di interpellare l’AdE.

  • Buonasera, Architetto.
    Sto acquistando un appartamento di nuova costruzione. Vorrei sapere se, una volta divenutane proprietaria, posso usufruire di qualche bonus per la messa in sicurezza (serramenti alle finestre), il montaggio della vmc, l’acquisto dei mobili. Devo aspettare del tempo? Grazie e perdoni la banalità della domanda, sicuramente trita e ritrita

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Agosto 2020 16:35

      Sì, può avere il bonus ristrutturazione e per la vmc anche il bonus mobili.

    • Angela Cardone
      9 Agosto 2020 22:50

      ho comprato un appartamento di nuova costruzione, metterò un condizionatore canalizzato. Potrò avere qualche agevolazione? Bisogna aspettare del tempo dopo il rogito per mettere il condizionatore? Grazie

    • arch. Carmen Granata
      11 Agosto 2020 15:25

      Basta che l’immobile sia ultimato e accatastato.

  • Architetto buonpomeriggio, intanto complimenti per la chiarezza delle risposte alle domande che le vengono sottoposte.
    Vorrei chiederLe, avendo una concessione edilizia rilasciata per Consolidamento ristrutturazione e sovraelevazione e il vecchio fabbricato è accatastato in categoria A4. Dovrei iniziare i lavori a breve, potrei ottenere qualche forma di detrazione? Grazie in anticipo
    Antonio

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      4 Agosto 2020 12:07

      Grazie. Sì, per il consolidamento può avere il sismabonus fio al 110%, mentre per i lavori di ristrutturazione della parte esistente può avere vari bonus a seconda dei lavori.

  • Buonasera,
    Ho una CILA aperta per istrutturazione nel mio appartamento.
    Posso detrarre sia l’acquisto diretto del condizionatore che le spese dell’impiantistica?
    Grazie
    Cordiali saluti

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    ho da poco acquistato una casa al grezzo, accatastata come F3. ora devo aprire una SCIA e completarla con gli impianti, serramenti, pavimenti etc…
    Come sistema di riscaldamento metteò una pompa di calore con riscaldamento a pavimento.
    Posso usufruire delle detrazioni per efficientamento energetico?
    Grazie in anticipo per la sua consulenza preziosa.
    Sabrina

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    è possibile beneficiare delle detrazioni per efficientamento energetico in una casa ancora al grezzo, costruita 10 anni fa, accatastata come F4, completa già di cappotto, ma senza impianti e senza serramenti?
    Grazie per la disponibilità

    Rispondi
  • BUongiorno,
    ho una casa di nuova costruzione. Per finirla, chiudere il cantiere e richiedere l’abitabilità mi manca soltanto il montaggio dei pannelli fotovoltaici.
    C’è la possibilità di portarli in detrazione in qualche modo?
    Saluti e grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Luglio 2020 17:45

      Il fotovoltaico è praticamente obbligatorio. Se il suo impianto eccede la potenza minima richiesta, può pensare di fare la quota eccedente in un secondo momento e portarla in detrazione.

  • Buonasera Architetto, con il nuovo DL semplificazioni la mia casa (nuova costruzione) in fase di ultimazioni lavori rientrerebbe nelle detrazioni fiscali. Lei vede la possibilità di portare in detrazione fatture del 2018/2019 effettuate con iva al 4%?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Luglio 2020 18:57

      Per approfondimenti, può citarmi l’articolo in base al quale la sua casa rientrebbe?

    • avendo eseguito una ristrutturazione con ampliamento è diventata nuova costruzione, invece la legge di conversione del decreto rilancio sembrerebbe farla rientrare nelle ristrutturazioni.

    • arch. Carmen Granata
      24 Luglio 2020 11:20

      Lei si riferisce al decreto semplificazioni. E’ vero che è stato modificato l’art. 3 del d.lgs 380/01, però stiamo aspettando ancora la conferma dell’AdE per la detraibilità degli interventi.
      Per quanto riguarda le fatture pregresse, non sono un fiscalista, ma pare sia possibile portarle in detrazione. Non però con l’aliquota maggiorata che è in vigore dal primo luglio.

    • Francesca Civello
      14 Agosto 2020 13:26

      Buongiorno abbiamo appena comprato una casa al rustico nuova costruzione (prima casa) e stiamo iniziando i lavori per gli interni. Per Quali di questi lavori posso chiedere Rimborso 50 Per cento o più?
      Soppalco in legno con ringhiera; recupero acque pluviali con vasca da interro; recinzione; pavimentazione; caldaia impianto riscaldamento pannelli fotovoltaici o altro. Ringrazio per vs aiuto

    • arch. Carmen Granata
      18 Agosto 2020 16:21
  • Buongiorno Architetto, vorrei sapere se a casa nuova ultimata, aprendo una ristrutturazione dopo qualche mese, è possibile usufruire di bonus 50% per acquisto e installazione stufa a pellet, sebbene io non vada a migliorare l’efficienza energetica (se lo facessi avrei diritto al 65% immagino). Grazie.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Luglio 2020 10:58

      La stufa in sè non è agevolata. Lo diventa solo se in sostituzione dell’esistente generatore di calore.

  • Buona sera un informazIone… sto costruendo oggi L idraulico mi ha fatto lavori per la fogna…. me li posso detrarre o vale solo per le ristrutturazioni.? grazie buona sera

    Rispondi
  • salve… stiamo ultimando una casa singola..
    volevo sapere se una volta finiti i lavori, accatastata e con agibilità si poteva fare i lavori relativi al giardino/allarme fruendo dei bonus
    grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      17 Luglio 2020 18:56

      Sì.

    • PIETRO RICCOBONO
      18 Luglio 2020 21:02

      Architetto se gentilmente può rispondermi, ho acquistato terreno edificabile, dovrei mettere casa in bio…, ho delle agevolazioni all’acquisto, e su cosa posso avere, su fondazione base? Su eventuale successivamente recinzione abbattendo esistente, o altro, grazie

    • arch. Carmen Granata
      19 Luglio 2020 15:49

      L’unica agevolazione per costruzione nuova (prima) casa è l’Iva al 4% e la detrazione 50% per costruzione box auto.

  • Buongiorno Architetto,
    a fine mese acquisterò una casa al grezzo (senza impianti e senza finiture) e chiederò al costruttore di rilasciarmi la dichiarazione per il valore del garage che potrò portarmi in detrazione.
    la casa è stata accatastata in A7 con la causale “ultimazione fabbricato urbano” (non so perché in A7, visto che è da ultimare, e non in F4, purtroppo il geom ha fatto così).
    Avrò problemi per la detrazione della fattura del garage ?
    Subito dopo che sarò proprietario, ultimerò i lavori della casa, compreso il garage. Posso detrarre anche i lavori di ultimazione o solo quelli di acquisto? nel caso, posso portare in detrazione anche il portone basculante del garage?
    Grazie molte per la consulenza che potrà fornirmi.
    Saluti.
    Matteo

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      13 Luglio 2020 12:02

      Per il garage non ci sono problemi, potrà detrarre anche tutti i costi di ultimazione, purchè nei limiti del plafond di 96.000 euro.

    • Grazie, lei mi da una bella notizia…
      ma il mio geom. mi aveva detto che non posso detrarre nulla perché io per completarla devo aprire una SCIA (se non ho capito male), ma di ultimazione lavori, non ristrutturazione.
      Perché infatti, in comune, il costruttore ha depositato la fine lavori al GREZZO, non abitabile.
      Come mi ha detto lei, se non ho capito male, potrei portare in detrazione anche gli altri lavori? o solo esclusivamente il garage?
      Grazie ancora per il chiarimento.
      Cordiali saluti.
      Matteo

    • arch. Carmen Granata
      13 Luglio 2020 12:25

      No, chiaramoci (ma lo ho specificato pure prima): lei può detrarre anche le spese di completamento, ma sempre e soltanto per il garage, NON PER L’ABITAZIONE.

  • Egrego geometra,
    difatti non ho ancora acquistato e mi sto informando su come è meglio gestire l’acquisto.
    Stando alla visura catastale è difatto un C/2 ma preferirei chiudere i lavori (nella planimetria a catasto ci sono dei lucernari che non sono stati realizzati e le divisioni interne non compaiono).
    I miei dubbi stanno su dove accatastare l’immobile per avere gli sgravi fiscali/incentivi/spese notarili migliori.
    Lei mi consiglia di mantenere C/2 o chiudere la pratica edilizia ed accatastarlo in F (F3 o F4???) per poi comprarlo e renderlo finalmente abitabile?
    Grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      10 Luglio 2020 11:08

      Premetto che non sono geometra, ma architetto.
      Il mio consiglio gliel’ho già dato: verifichi PRIMA se il sottotetto può diventare abitabile.
      Dice che “nella planimetria a catasto ci sono dei lucernari che non sono stati realizzati e le divisioni interne non compaiono” e già questo puzza.
      Faccia controllare da un tecnico cosa è stato autorizzato a livello urbanistico (il permesso di costruire).

  • Buongiorno, sono proprietario di un appartamento in corso di costruzione. I lavori sono iniziati circa 5 anni fa ed attualmente mancano gli infissi, pavimentazione, impianto elettrico.
    Considerata la mia situazione, secondo il Vostro parere, sussiste qualche possibilità di godere dei bonus stanziati dal Governo? Grazie in anticipo e complimenti per l’articolo.

    Rispondi
  • La capanna diventa una casa singol

    Rispondi
  • Salve io ho un terreno agricolo, accanto al mio terreno c’è una vecchia capanna che il proprietario ci vende così possiamo demolire e spostare i metri della capanna sul nostro terreno e poterci costruire, e abito in una zona sismica quindi volevo chiedevi a quali bonus ad oggi potrei rientrare/usufruire. Grazie mille in anticipo a tutti

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Luglio 2020 17:21

      La risposta è complessa perchè a quali bonus si può accedere dipende anche da “cosa” diventerà questa capanna…

  • Buongiorno Architetto,
    sto acquistando casa da un costruttore al rustico. Devo completare i lavori e so che per la mia villetta ha ottenuto il permesso a costruire nel 2017 (trattasi di PEC con costruzione di alcune ville iniziato attorno al 2012 e non so quando e quali altri permessi (tipo concessione edilizia) siano stati ottenuti ed in che data). Detto questo, io ho intenzione di ultimare i lavori facendo un impianto ibrido con caldaia a metano + pompa di calore. E’ sufficiente? assolvo agli obblighi previsti per il risparmio energetico che prevede l’utilizzo di una fonte rinnovabile (mi pare)?
    Pensavo di portare solo la predisposizione nel sottotetto (cavi) per un futuro fotovoltaico, ma che non vorrei fare subito.
    Ritiene si possa fare?
    Faccio i miei complimenti per il suo utilissimo forum.
    Cordiali saluti.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Luglio 2020 16:44

      La ringrazio.
      Per la rispondenza agli obblighi normativi sull’uso di fonti rinnovabili può risponderle solo il suo progettista perchè dipende dalle caratteristiche e dalla grandezza del fabbricato.

  • Salve!!
    Volevo gentilmente chiederle per una casa di nuova costruzione che potenza devono avere i pannelli fotovoltaici per essere in regola visto che sono obbligatori..!?? Poi volevo anche chiederle sempre per una casa di nuova costruzione se c’è qualcosa da poter portare in detrazione oltre al box auto..??
    E il box auto lo può detrarre anche un coniuge pur non essendo intestatario di niente???
    La ringrazio per la sua disponibilità
    Saluti

    Rispondi
  • Buonasera Architetto,
    a fine Aprile 2020 abbiamo completato i lavori di una nuova abitazione facendo domanda di abitabilità senza risposta da parte del comune per oltre 60gg.
    Ora mi sto accingendo ad installare il fotovoltaico la ditta che mi segue dice che la detrazione sullo stesso può essere richiesta anche senza l’apertura di una ristrutturazione edile; riallacciandomi alla risposta che ha dato ad un’altra utente:
    1) Posso beneficiare del bonus mobili installando il fotovoltaico anche se non apro una ristrutturazione edile?
    2) Quanto tempo è necessario far passare tra il completamento dei lavori di costruzione e l’avvio di una ristrutturazione edile?
    Ringrazio in anticipo.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Luglio 2020 16:31

      1) La questione non è molto semplice. Se non è necessaria la pratica, vuol dire che l’intervento si qualifica come manutenzione ordinaria. Come tale, non dà diritto al bonus mobili
      2) Non ci sono indicazioni in merito. In teoria subito, ma è consigliabile iniziare il nuovo intervento nel prossimo anno di imposta.

    • Grazie della pronta risposta.
      Un ultimo dubbio, eventuali mobili acquistati devono essere cronologicamente successivi alla data di inizio ristrutturazione oppure è sufficiente che la stessa sia nello stesso anno d’imposta?
      In altre parole se compro la cucina ora ma la ristrutturazione straordinaria parte dal primo di Agosto posso comunque chiedere la detrazione?

    • arch. Carmen Granata
      10 Luglio 2020 10:25

      L’acquisto dei mobili deve essere successivo all’inizio dei lavori. Qui trova tutte le info: https://www.guidaxcasa.it/guida-al-bonus-mobili/

  • Elisabetta
    8 Luglio 2020 19:37

    “Buongiorno,
    Mi permetto di approfittare della sua cortesia per chiedere se si può usufruire non dell’Ecobonus ma del semplice bonus ristrutturazioni al 50% per la posa ex novo di tapparelle Velux su finestre velux già esistenti (attualmente prive per l’appunto di tapparelle).
    Si tratta di un sottotetto non abitabile, che è pertinenza dell’abitazione principale.”
    Lei mi ha risposto “si”. Altri professionisti mi hanno risposto che senza la sostituzione integrale dell’infisso non si può accedere al bonus ristrutturazione (non inteso come ecobonus, ma proprio solo come bonus ristrutturazione per manutenzione straordinaria) e che inoltre si tratta di una nuova installazione di tapparelle e non di una sostituzione per cui a maggior ragione non vi si può accedere… a lei risulta possibile?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Luglio 2020 15:48

      Dalla guida AdE, pag. 35, elenco interventi, alla voce “serramenti esterni”: Nuova installazione o sostituzione con altri aventi finiture e colori diversi dai precedenti.
      Parla anche di “nuova installazione”, quindi io l’ho interpretata positivamente.

  • Elisabetta
    8 Luglio 2020 12:43

    Buongiorno,
    Mi permetto di approfittare della sua cortesia per chiedere se si può usufruire non dell’Ecobonus ma del semplice bonus ristrutturazioni al 50% per la posa ex novo di tapparelle Velux su finestre velux già esistenti (attualmente prive per l’appunto di tapparelle).
    Si tratta di un sottotetto non abitabile, che è pertinenza dell’abitazione principale.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      8 Luglio 2020 17:25

      Sì.

    • Buon giorno,
      vorrei porre un quesito considerando la Vs cortese professionalità.
      Sto acquistando un immobile in un edificio composto da tre unità abitative. La casa è al rustico: lavori iniziati nel 2009 con tetto, cappotto serramenti infissi e balcone ma sprovvisto di sanitari, pavimenti e impianti.
      La casa era catastata come C/2 perchè era una mansarda che si voleva adibire ad abitazione principale; purtroppo i lavori non sono stati terminati.
      Vorrei acquistarla io ma al momento, non ho dati certi, è ancora catastata come C/2 (il proprietario sta pagando IMU) e vorrei chiudere la pratica edilizia. Posso accatastarla in F/4? Non potrò godere dell’iva agevolata al 4%, ma potrò accedere ai bonus, in particolare del 110% ? (abbiamo intenzione di non mettere GAS ma fotovoltaico + accumulatore + pompa di calore + riscaldamento a pavimento + serbatoio accumulo acqua calda)
      Grazie mille

    • arch. Carmen Granata
      9 Luglio 2020 16:51

      Sì, può farlo. Anche se io farei verificare anche l’aspetto urbanistico per sapere se veramente queste mansarde possono essere rese abitabili.
      Non conto più quante persone hanno comprato come abitabili semplici sottotetti C2…

  • Daniele Russo
    5 Luglio 2020 19:14

    Salve, un edifico abbandonato e non abitato in zona A, che necessita di opere importanti per essere riqualificato e per avere l’agibilità, accatastato attualmente come collabente, con 3 proprietari di cui uno di questi è il comune può accedere al Superbonus 110%? Grazie

    Rispondi
  • Salve,
    ho concluso a fine 2019 una casa singola che era al rustico da diversi anni con tetto e muri perimetrali ma mai accatastata, e dove risiedo già da gennaio. Se ora provvedo ad accatastarla come abitazione posso usufruire dell’ecobonus 110% per sostituire la caldaia a gasolio con il fotovoltaico e far fare il cappotto termico?
    Grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Luglio 2020 17:38

      Per il cappotto sì, ma la caldaia non si sostituisce con il fotovoltaico, bensì con la pompa di calore.

    • Mi è stato detto che poiché la casa non risulta accatastata (al catasto risulta solo il terreno), ed è pure sprovvista di certificato di agibilità (esiste solo una concessione edilizia con progetto approvato risalente al 2009), se pure volessi fare adesso gli adempimenti di accatastamento con richiesta dell’agibilità, sarei fuori dall’ecobonus perché fatti dopo l’entrata in vigore del decreto.
      Le risulta??
      Grazie mille ancora per la cortese attenzione

    • arch. Carmen Granata
      7 Luglio 2020 9:43

      Non mi risulta. Il problema è che, rileggendo il suo commento, vedo che lei è residente in un immobile non accatastato e privo di agibilità e questa è una cosa irregolare.

    • Mi scusi ancora, Ma regolarizzando tale situazione irregolare, potrei accedere all’ecobonus? Grazie mille

    • arch. Carmen Granata
      7 Luglio 2020 16:48

      Sì.

  • Buongiorno Architetto,
    La ringrazio anticipatamente per la consulenza e la Sua professionalità, sempre molto apprezzata.
    Le pongo questo quesito. Sto acquistando una casa al grezzo ed ho chiesto al costruttore di farmi la dichiarazione del valore del garage per poterlo portare in detrazione ed indicarlo nell’atto avanti al notaio.
    Lui mi ha risposto che non si può fare perché lui non dichiarerà la fine lavori ma vuole che venga fatto un subentro nei lavori da parte della mia nuova impresa che dovrà completare i lavori per portare la casa ad abitabile.
    Io non ne sapevo nulla perché immaginavo che lui chiudesse tutto da parte sua e poi noi saremmo subentrati ripresentano in comune le pratiche necessarie.
    Lui dice che è meglio far così per non dover ripresentare tutto, progetti e quant’altro…
    A me però sorge un dubbio: oltre al fatto di non poter detrarre i costi del garage (è vero questo?), non vorrei che eventuali irregolarità dovessero emergere in futuro, venissero poi addebitate a me, non solo dal punto di vista amministrativo ma magari anche penale…
    Mi può consigliare se rischio anche questo?
    Grazie molte per la Sua risposta.
    Claudio

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Luglio 2020 17:35

      Certamente è opportuno non chiudere i lavori e dover ripresentare altre pratiche, ma lei può tranquillamente detrarre i costi di costruzione del garage, per quello fin qui realizzato.
      Non è necessario che sia ultimato, ma solo che risulti il vincolo di pertinenzialità.

    • Grazie molte Architetto,
      Ma potrò poi successivamente detrarre anche i costi di ultimazione lavori?
      Oppure non potrò più detrarre nulla?
      Grazie ancora…

    • arch. Carmen Granata
      7 Luglio 2020 9:39

      Potrà detrarre anche i costi di ultimazione.

  • Buogiorno,
    per la costruzione di una serra solare su terrazza nuova posso avere detrazione ristrutturazione al 50%? può essere paragonata a una veranda? Grazie

    Rispondi
  • Ho un immobile esistente realizzato al grezzo con struttura portante, tamponamento perimetrale senza intonaco e tetto di copertura. L’immobile esiste cosi da 30 anni, ha anche il numero civico. É accatastato in f3. Potrei riclassificarla in f4? in realta i pavori da fare riguardano solo la distribuzione interna, le finiture esterne ed interne, senza variare la sagoma e il volume. Zona B. Posso ottenere qualche sgravio fiscal?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Luglio 2020 12:15

      I fabbricati F4 sono quelli in corso di definizione, non in corso di completamento. Per quelli in corso di completamento non ci sono agevolazioni.

    • che differenza c’è tra in corso di definizione e in corso di completamento?

    • arch. Carmen Granata
      6 Luglio 2020 17:45

      Per “Unità in corso di costruzione” si intende un fabbricato nuovo ancora in costruzione. Per “Unità in corso di definizione” si intende un fabbricato nuovo soggetto a una variante di destinazione d’uso rispetto a quanto previsto nell’autorizzazione originale.

  • Valeria Roverio
    28 Giugno 2020 11:12

    un villino in fase di costruzione (oggi accatastato in regime F3) dovrebbe essere completato nel mese di settembre comprendendovi anche una piccola piscina ad uso esclusivo quantomeno come parte strutturale al netto degli impianti. Atteso che, ove l’edificio non fosse dotato di agibilità e conseguente accatastamento formale, non sarebbe possibile portare in detrazione alcuna spesa, mi chiedo se, viceversa, a valle dell’accatastamento, le spese di completamento della piscina in quanto pertinenza, possano rientrare nella agevolazione del pari di altre opere accessorie, quali le recinzioni, sistemazione del del giardino unitamente al sistema di irrigazione, integrazione del fotovoltaico, sistema di allarme, etc.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      29 Giugno 2020 12:11

      No, la costruzione di una nuova piscina non è detraibile.

  • buona sera…
    sto costruendo la mia casa dal luglio 2019, mi sono fatto fare un box pertinenziale di 100 mq,oltre alla derazione del box (spesa del costruore) 50% in 10 anni…..cosa mi posso detrarre?
    -elettricista nel box
    -intonaco nel box
    -infisso nel box
    -portone sezionabile
    -rampa di cemento
    infine, metterò, in un angolo del box, la mia pompa di calore (vano tecnico)
    mi posso detrarre la pompa di calore? ci sono altri lavori nella detrazione? grazie buoa serata

    Rispondi
  • Buonasera,
    Sto per acquistare un appartamento con box (tutto nuovo).
    Cosa posso detrarre?
    Posso recuperare subito le detrazioni del box auto cedendo il credito d’imposta?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno, innanzitutto complimenti per la sua professionalità. Avrei bisogno di alcuni chiarimenti. Sto costruendo una casa in bioedilizia, se ho capito bene per tutto quello che concerne la struttura, i materiali interni ect… avrò iva al 4%,senza nessun’altra agevolazione. Dopo la chiusura dei lavori e abitabilità, per ampliamento del fotovoltaico, recinto lato confinante con altro terreno (dove non è possibile fare muro, per normativa esistente), muro confinante con vicino, area parcheggio privato, terreno circostante al fabbricato destinato al verde, pavimentazione esterna, allarme, impianto d’irrigazione, impianto elettrico esterno ed eventuale piscina, questi lavori possono avvalersi del bonus fiscale con recupero del 50%? A quel punto anche per l’acquisto di mobili? Grazie ancora, per la Sua disponibilità.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      26 Giugno 2020 10:12

      Grazie. Sì bonus 50%. Lei può avere anche il bonus mobili in virtù dell’ampliamento dell’impianto fotovoltaico.

  • Salve a tutti, sto costruendo con mille sacrifici una casa nuova su un terreno che acquistai anni fa, mi sorge un dubbio, se faccio il giardino e l’impianto di allarme posso detrarli? o serve una ristrutturazione? grazie infinite

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      23 Giugno 2020 19:28

      Per il giardino può usufruire del bonus verde, per l’impianto di allarme deve prima chiudere i lavori e poi installarlo in un secondo momento.

    • Buongiorno Arch
      Sto terminando la costruzione di prima casa già accatastata cat A7 ma non è ancora stata dichiarata la fine lavori.
      Vorrei sapere se posso usufruire della detrazione del 50% per il lavori degli mpianti fognari interni alla proprietà, per il sistema di allarme e per la recinzione. Grazie

    • arch. Carmen Granata
      25 Giugno 2020 15:22

      Per le fogne no. Per allarme e recinzione solo dopo la chiusura lavori.

  • Buonasera Architetto, ai fini del Sismabonus, Milano è considerata zona sismica 3 o 4?
    Grazie

    Rispondi
  • Buonasera, sto per effettuare un intervento di manutenzione straordinaria che andrà ad interessare anche il rifacimento di un bagno per cui sarà prevista la sostituzione dei sanitari, rubinetteria etc etc.
    Per quanto riguarda l’acquisto dei sanitari e rubinetteria, se provvedo in proprio all’acquisto degli stessi, ho diritto all’IVA agevolata al 10%?

    Rispondi
  • Possiedo un immobile senza tetto accatastato come A3 al piano terra e come F3 al piano superiore. Dove sono stati eretti soli i tramezzi e la scale esterna. Quando realizzerò il tetto avrò possibilità di fruire di qualche detrazione considerato che il tetto è in comune sia per l’A3 che per l’F3.?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      15 Giugno 2020 11:45

      Sì, però la coibentazione servirà solo per l’F3, per cui l’intervento non è agevolabile.

  • cacciotti fabrizio
    11 Giugno 2020 10:26

    buon giorno volevo sapere se è possibile usufruire delle detrazioni per il rifacimento di un rudere con solai e mura perimetrali ma senza copertura identificato come area area urbana

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Giugno 2020 11:01

      No, è necessario che sia accatastato come F2.

    • Buon pomeriggio possiedo una casa piano terra con accanto una scala già esistente per un ipotetico piccolo appartamento da costruire sopra.. Per questa costruzione posso usufruire di qualche detrazione? La costruzione del primo piano è considerata ristrutturazione? Grazie

    • arch. Carmen Granata
      29 Giugno 2020 11:50

      No, è nuova costruzione.

    • Buongiorno quindi se dovessi accatastarlo come f2 prima di iniziare i lavori posso usufruire della detrazione

    • arch. Carmen Granata
      29 Giugno 2020 15:53

      Per Fabrizio: in teoria sì. Ma se è accatastato come area urbana (cioè di fatto terreno), suppongo abbia perso lo “status” di fabbricato e non sia più possibile tornare indietro.
      Cmq si informi presso un geometra esperto di catasto.

  • Se il pagamento del box auto fosse invece fatto tramite assegno bancario, si ha comunque diritto alla detrazione? Leggevo che il costruttore dovrebbe rilasciare una certa dichiarazione… Come dovrebbe essere fatta? Può essere fatta anche dopo il rogito? Ci sono altre indicazioni a riguardo? Grazie

    Rispondi
  • Se il pagamento del box auto tramite bonifico ordinario viene fatto il giorno prima della stipula, si ha comunque diritto alle detrazioni?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      10 Giugno 2020 9:58

      Solo se è stato registrato un preliminare di vendita da cui risulti il vincolo di pertinenzialità.

  • Buongiorno, sto costruendo casa nuova, a breve sarà conclusa e accatastata per andare a viverci. Ho deciso di fare una recinzione e pavimentazione esterna “di fortuna”, l’idea è quella di aprire una scia dopo qualche mese quando mi entrerà una cifra da un lavoro vecchio. Con questa Scia vorrei fare la recinzione nuova, la pavimentazione esterna nuova, il giardino e l’installazione impianto allarme e telecamere videosorveglianza. Vorrei capire:
    1) se tutte queste spese le posso portare in detrazione con le rispettive percentuali bonus;
    2) se per il giardino e allarme/videosorveglianza devo aspettare la Scia o se possono essere detratte anche già con la casa nuova;
    3) se aprendo la Scia potrei portare in detrazione 50% anche l’acquisto di mobili?
    4) se è necessario fotografare l’ante e il post dei lavori, ad esempio sulla recinzione, per il caso di accertamenti.
    Grazie per la competenza.

    Rispondi
  • calogero filippazzo
    8 Giugno 2020 19:51

    Vorrei acquistare una nuova casa singola ho diritto al bonus 110

    Rispondi
  • Buongiorno,
    tra qualche giorno effettuerò il rogito di una abitazione di nuova costruzione.
    Volevo beneficiare della detrazione 50% sul box auto.
    Da quanto ho capito serve:
    – che ci sia una fattura relativa al solo box con menzione di pertinenza rispetto all’abitazione
    – il pagamento deve essere effettuato lo stesso giorno della stipula tramite bonifico parlante, quindi che riporti “Articolo 16 bis del Dpr 917/1986”
    E’ corretto? Basta questo?
    Essendo l’acquisto fatto anche assieme alla mia convivente, c’è qualcosa di specifico da riportare affinché la detrazione spetti anche a lei?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      8 Giugno 2020 15:43

      La condizione di pertinenza non deve essere indicata in fattura ma deve risultare dal permesso di costruire o dall’atto di vendita.
      La fattura deve essere intestata a entrambi, con l’indicazione della spesa sostenuta da ciascuno.

  • Buonasera Architetto,
    stiamo acquistando una casa al grezzo costruita 11 anni fa, completa di fognature e di cappotto realizzato in sughero di 5 cm. Vorremmo apportargli delle modifiche interne spostando delle murature e realizzando un portico, questi lavori rientrano come ristrutturazione? E per finirla ci possono essere altre detrazioni?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      8 Giugno 2020 15:39

      In questo caso occorre vedere come è accatastato l’immobile: se è un F3 non ci sono detrazioni per le opere, se è F4, sì.

  • Buongiorno volevo in informazione ho acquistato una nuova abitazione e devo fare l’impianto d’irrigazione, non ho diritto al bonus verde?

    Rispondi
  • Buongiorno, sto acquistando un immobile al rustico. Vorrei chiederLe se cortesemente mi sa dire se ho diritto alla polizza assicurativa decennale rilasciata dal costruttore.
    Alcuni notai mi dicono che senza quello non fanno l’atto e altri mi dicono che è ininfluente. Chiaramente io come acquirente spererei mi venisse rilasciata, però è di altra opinione il costruttore. E’ dovuta?
    Grazie anticipatamente

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Giugno 2020 10:35

      La polizza è obbligatoria in base all’art. 4 del decreto legislativo n. 122 del 20 giugno 2005.

    • Grazie architetto, Lei quindi mi conferma anche per gli immobili venduti al grezzo?
      grazie per il chiarimento.

    • arch. Carmen Granata
      5 Giugno 2020 17:23

      Sì. Aggiungo però che l’assenza della polizza non è ostativa alla stipula dell’atto, per questo ha trovato notai disponibili a farlo.

  • Buonasera, sto acquistando un appartamento in classe A4 con pannelli solari da 2 Kw, vorrei portarli a 4 Kw posso detrarre la spesa? In concomitanza vorrei anche aprire una scia per spostare una parete, cambiare dei punti luce mettere zanzariere, tapparelle e tende. Vorrei sapere se alcuni di questi lavori possono essere portati in detrazione. Grazie.

    Rispondi
  • Buongiorno architetto
    Sto costruendo nuova abitazione questa è al grezzo avanzato. Avrò garage su cui si andrà fare detrazione. Volevo però fare una nuova scia per fare lavori di recinzione, marciapiedi, ampliamento fotovoltaico, domotica Cosi facendo si può avere detrazione fiscale?
    Grazie
    Cordiali saluti

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      2 Giugno 2020 11:55

      Solo se la Scia sarà presentata dopo la fine lavori e accatastamento del fabbricato.

  • Domanda: sto costruendo una nuova casa e sono arrivato al grezzo avanzato. La parte seminterrato della casa include due garage e un locale uso deposito attrezzi. È possibile, oltre all’ IVA agevolata del 4%, portare in detrazione d’imposta le spese di costruzione e finiture sia dei garage che del deposito attrezzi? Grazie per la cortese risposta.

    Rispondi
  • Buonasera,
    sto costruendo una villetta (prima casa), sarà alimentata con fotovoltaico 4\5kw e solare termico.
    Posso usufruire del super bonus? (mi sembra di capire di no) Diversamente potrò usufruire della detrazione al 50% per l’impianto il prossimo anno e se si, come?Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      28 Maggio 2020 12:14

      Ovviamente no. Però in futuro potrà usufruire del 50% per l’eventuale ampliamento dell’impianto fotovoltaico.

    • Ma quindi non posso neanche portare a detrazione il 50% per l installazione del fotovoltaico su nuova abitazione? Non parlo di ampliamento del fotovoltaico ma ovviamente della prima installazione. E l Iva almeno la pagherei al 4%?grazie

    • arch. Carmen Granata
      28 Maggio 2020 16:25

      No, perchè un minimo di fotovoltaico è obbligatorio per le nuove costruzioni e quindi non incentivato. L’eventuale ampliamento, che non sarebbe obbligatorio, invece lo è.
      Iva al 4% comunque sì.

  • Rino Buccoleri
    21 Maggio 2020 14:28

    Gent.ma Architetto,
    in merito al recupero di un sottotetto (Milano città) con aumento volumetria contestualmente al consolidamento strutturale (2 classi sismiche in meno) e all’efficientamemto energetico (cappotto termico + facciata ventilata),
    Le chiedo chiarimenti relativi alle Nuove costruzioni che NON possono usufruire del bonus 50% che ha citato nel sito.
    L’Agenzia delle Entrate ha chiarito effettivamente che per gli interventi di demolizione e ricostruzione con ampliamento non si può avere la detrazione 50%. Questa tipologia di intervento equivale infatti alla costruzione di un nuovo edificio e non può essere considerato nel suo insieme intervento di ristrutturazione.
    In realtà nel caso di interventi che consentano la riduzione del rischio sismico di una o più classi mediante demolizione e ricostruzione, per la fruizione del cosiddetto Sisma Bonus è irrilevante che tali interventi siano configurati come ristrutturazione edilizia o nuova costruzione. La detrazione prevista si applica anche nell’ipotesi in cui la demolizione e ricostruzione dell’edificio abbia determinato un aumento volumetrico rispetto a quello preesistente.
    La Ctp di Bergamo smentisce la tesi dell’amministrazione finanziaria.
    La detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie si applica anche agli interventi di recupero del sottotetto a fini abitativi che determinano un incremento della volumetria.
    È quanto sostiene la sentenza n. 320/10/14 della Commissione tributaria provinciale di Bergamo, che nel caso in esame, non condividendo la posizione dell’Agenzia delle Entrate, ha richiamato la legge n. 15/1996 della Regione Lombardia e la sentenza n. 38088/2009 della Corte di Cassazione.
    Secondo la suddetta legge regionale, il recupero dei sottotetti, anche se con aumento di volumetria, “non deve essere considerato urbanisticamente un vero e proprio aumento”, purché si mantenga inalterata la superficie, e per tali interventi non è neppure richiesta l’adozione e approvazione di un piano attuativo.
    Inoltre, secondo la citata sentenza n.38088/2009 della Cassazione, si possono far rientrare nella categoria della ristrutturazione edilizia anche gli “interventi che ammettono integrazioni funzionali e strutturali dell’edificio esistente, pure con incrementi di volume”.
    È corretto o ci sono stati cambiamenti legislativi?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Maggio 2020 15:20

      1. I recuperi di sottottetto con aumento di volume sono sempre stati incentivati, ma solo sulla parte preesistente.
      2. Interpreto la sentenza citata con il fatto che una demolizione e ricostruzione per adeguamento antisismico può necessitare di ampliamento per motivi strutturali. Solo in quel caso sono giustificati come ristrutturazione. Se invece lei decide di fare l’ampliamento perchè ha ad es. a disposizone altro volume, in quel caso trattasi di nuova costruzione.
      Al di là però delle controversie tra Cassazione e AdE, il mio riferimento legislativo è (tra gli altri) il d.p.r. 380/01.

  • Salvatore Emanuele Greco
    21 Maggio 2020 10:26

    Salve,
    ho una villetta bifamiliare appena finita e ha già il cappotto termico, la caldaia a condensazione e impianto fotovoltaico da 1,5KW (impianto minimo obbligatorio per le nuove costruzioni).
    Vorrei ampliare l’impianto fotovoltaico a 6/7 Kw, magari installando accumulatore e colonnina di ricarica auto, a quali benefici di detrazione posso accedere?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Maggio 2020 11:49

      Può avere la detrazione 50% per entrambi gli interventi.

  • Salve architetto vorrei acquistare una villa nuova costruzione anno 2016 di 3 piani tra cui il piano semi terrato esce come garage piano terra abitabile e mansarda non abitabile.. si deve rifinire con infissi interni ed esterni cn pavimenti interni cn pittura interna ed esterna e impianto luce.. essendo prima casa posso usufruire del bonus 50% o altro? Grazie mille in anticipo

    Rispondi
  • Buonasera, stiamo valutando di acquistare un terreno edificabile con recupero di cubatura da un annesso delocalizzato di 50 m dalla nuova costruzione. Intenderemmo costruire in classe energetica A+ ARPA, ma da quanto abbiamo capito dal Suo articolo non dovremmo avere diritto a nessuna detrazione (giusto?). E’ in progetto anche la realizzazione di una pergola bioclimatica che rientra quindi nelle schermature solari. Se rimandassimo la realizzazione di quest’ultima dopo le pratiche di abitabilità (ad esempio l’anno dopo) potrebbe essere possibile usufruire del bonus?
    In attesa di una sua risposta, cordiali saluti.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      21 Maggio 2020 11:42

      Certo, per tutti i lavori successivi ci sarà la possibilità.

  • Buonasera!!
    Sto costruendo una nuova abitazione su terreno di sola mia proprietà.
    Mio marito può chiedere la detrazione del box auto anche se non è proprietario di niente??
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    con mio fratello mi trovo a dover realizzare una nuova casa con caratteristiche di prima abitazione, con garage interrato e unità abitative fuori terra.
    I lavori per la realizzazione del garage vanno tutti in detrazione o solo la parte adibita a ricovero veicoli (escluse le cantine e c.t.)?
    Vanno in detrazione anche i lavori di scavo o solo quelli di costruzione?
    Grazie mille

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      19 Maggio 2020 18:49

      Sono detraibili i lavori relativi alla parte destinata al ricovero dei veicoli, compresi gli scavi.

  • buongiorno architetto volevo chiderle, o fatto una nuova costruzione casa singola, quindi i garag e le fognature sono scaricabili con detrazione del 50%
    ma chi come me a costruito in classe a++ nessuna agevolazione

    Rispondi
  • Buongiorno, sto costruendo casa nuova, ad agosto vorrei terminare i lavori e chiedere abitabilità. Stavo pensando di non fare i cancelli e la recinzione nel lato davanti casa, ma di aprire una SCIA e passarli quindi in detrazione. E’ possibile o è un “raggiro” della normativa? Essendo prevista l’abitabilità ad agosto, se la mia idea fosse fattibile, dovrei aspettare gennaio 2021 per aprire la Scia o potrei farlo anche già a settembre? Agenzia delle entrate si è mai pronunciata su tale tematica? Grazie per la competenza.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      18 Maggio 2020 22:19

      Beh, diciamo che avrebbe troppo l’aria di un sotterfugio…
      In teoria lei potrebbe anche decidere di non fare la recinzione perchè magari “ha finito i soldi” o per motivi personali. Però sarebbe poi ridicolo aprire una nuova Scia pochi giorni dopo… Quindi le consiglio di aspettare decisamente qualche mese.

  • Buonasera,
    In caso di acquisto di un bilocale in un condominio di nuova costruzione, potrei fare detrarre il box auto giusto?
    Lo potrei far detrarre al prezzo di vendita o al calcolo di spesa per la realizzazione (potrebbero non coincidere)?
    Grazie

    Rispondi
  • Forse non mi sono espressa bene io allora. la casa chiaramente è accatastata, c’è il seminterrato dove io vivo e stiamo proseguendo con i lavori al piano di sopra, c’è già il rustico e da poco abbiamo finito con la coibentazione dei muri esterni (il così detto cappotto) e dopo vorremmo chiuderla con gli infissi ecc… volevo sapere se per questi lavori e quelli successivi rientro. Ancora grazie per la disponibilità

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      13 Maggio 2020 17:11

      Le confermo di no. Lei mi parla di “rustico”: in questo stato, se l’immobile è accatastato, lo sarà come F3 (immobile in corso di costruzione). Come tale non gode di agevolazioni, in quanto queste sono riservate alla ristrutturazione dell’esistente.
      Le faccio un esempio: lei dovrà installare gli infissi ex novo. Questo lavoro non è detraibile. Lo sarebbe invece in una casa esistente dove gli infissi nuovi andrebbero a sostituire quelli esistenti.

  • Buongiorno, ho letto l’articolo e vorrei capire se rientro in alcune delle detrazioni descritte. Sono in corso con una costruzione di sopraelevazione iniziata qualche anno fa e mi piacerebbe sapere se ed in cosa potrei rientrare nel bonus. Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      13 Maggio 2020 16:18

      Forse l’articolo non è molto chiaro, ma per nuove costruzioni non ci sono detrazioni.
      Un giorno che avrà concluso i lavori e accatastato, potrà averle per eventuali altri lavori futuri.

  • Grazie per la celere risposta. Ma si può cedere la detrazione trattandosi comunque di serramenti del condominio così come il portone? O solo in detrazione dividendo i costi tra i condomini?
    Grazie ancora

    Rispondi
  • Buonasera, stiamo ristrutturando un edificio a Milano con 18 appartamenti risalente al 1937 tramite cappotto sismico, quindi in detrazione ecosisma bonus e relativa cessione del credito dell’85% ad una società di costruzioni. La domanda è: possiamo inserire in detrazione e/o in cessione del credito anche i serramenti della scala condominiale (finestre e portone condominiale) e l’ascensore di nuova costruzione?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Aprile 2020 18:00

      I serramenti possono usufruire di ecobonus al 50% (65% solo se sono sostituiti i serramenti dell’intero condominio), mentre l’ascensore, quale intervento di eliminazione di barriere architettoniche, può avere il bonus casa 50%.

  • Un informazione,
    queste detrazioni valgono anche per la costruzione di pareti in cartongesso e impianto idraulico all’interno di una grande stanza con conseguente realizzazione di Servizi Igenici autorizzati in un ufficio A10?
    Poichè sono costati, e non poco, volevo sapere se potevo in qualche modo portarli in detrazione.
    Fatemi sapere, grazie mille

    Rispondi
  • sono la comproprietaria di rosi per il progetto di ristrutturazione con ampliamento (di cui al quesito precedente) potrò beneficiare dell’IVA al 4% se al momento dei pagamenti risulta ancora la comproprietà? è opportuno che in sede di pagamento venga già divisa la fatturazione delle opere in base alla futura residenza? siamo entrambe in 1° casa.
    la classe energetica dell’ampliamento sarà sicuramente una A, se non di più con obbligo di fotovoltaico;
    per quanto riguarda l’impiantistica dell’ampliamento, (non vorremmo raddoppiare o parcellizzare i contatori luce e gas perché siamo comunque madre e figlia) ci sono detrazioni fiscali possibili? se si decidesse per il mantenimento della caldaia su entrambe le unità abitative ma integrandola con pompa di calore (tipo ibrido) per riscaldamento + fotovoltaico + accumulo x ACS si andrebbe a perdere il bonus 65%?
    rimarrebbe il bonus 50 come ristrutturazione?
    le pompe di calore x raffreddamento avranno detraibilità?
    per mantenere lo status di 1° casa per ognuna delle parti ai fini IMU la divisione della proprietà deve avvenire tramite atto notarile o basta la modifica catastale? quale tempistica si deve rispettare?
    grazie della risposta.

    Rispondi
  • Buona sera. Più leggo e meno mi chiarisco le idee: sono comproprietaria di abitazione che tramite una SCIA in alternativa al PdC si andrà a ristrutturare, modificando l’ubicazione del box e ampliando con una nuova unità abitativa per poter successivamente scindere le proprietà.
    I lavori nella parta di ristrutturazione:
    -demolizione e rifacimento serv.igienici
    -verranno sostituite parte delle finestre,
    -verrà sostituito l’impianto di riscaldamento a caloriferi con pavimento radiante mantenendo la caldaia a condensazione esistente quale fonte di calore: detraibile al 65%? -verrà refrigerata mediante PdC canalizzata: detraibile al 65%?
    La richiesta al Comune cita solo “ristrutturazione ed ampliamento” senza citare il box che risulta però nel contesto del progetto sia grafico che altra documentazione: è ugualmente detraibile al 50% o devo fare modifica della dicitura?
    per la parte di ristrutturazione l’IVA sarà al 10%. (segue altro quesito x parte nuova costruzione).. grazie.

    Rispondi
  • Buona sera sto costruendo la mia casa… da poco ho accatastato il rusticò ora sto iniziando a fare gli impianti…. vorrei sapere pompa di calore, solare termico, riscaldamento a pavimento e fotovoltaico posso scaricarmelo? Con eco bonus 2020 al 50%?grazie

    Rispondi
  • Paolo Costanzo
    13 Marzo 2020 9:37

    Buongiorno.
    Sto acquistando una nuova casa attualmente in costruzione. Ho già fatto il preleminare di vendita con la ditta costruttrice in presenza di un notaio. La costruzione si compone di un appartamento in villetta e di un box. Posso usufruire del 50% di detrazioni sul costo del box? come dovrei comportarmi per procedere nel modo più corretto?
    Infine (scusi tanto) conferma che usufruendo del bonus del 50% relativo alla costruzione del box non ho più diritto al bonus mobili?
    Grazie anticipatamente, Paolo Costanzo

    Rispondi
  • Salve. In caso di abbattimento e ricostruzione con ampliamento di volumetria secondo la Legge Regionale Campania “Piano Casa”. Mi corregga se sbaglio, si può detrarre del 50% l’autorimessa pertinenziale? E in questo caso si può usufruire anche del bonus mobili. Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Febbraio 2020 16:48

      Si può avere la detrazione per l’autorimessa, ma non il bonus mobili.

  • Gentile architetto, non sono riuscito a trovare quella risposta dell’AdE su Fisco Oggi di cui parlava il 18 febbraio in merito al condizionatore che risulta essere manutenzione straordinaria… potrebbe cortesemente dare indicazioni più esplicite su dove trovarla? La ringrazio anticipatamente

    Rispondi
  • Buongiorno ho costruito una nuova casa e l’architetto mi ha detto che non può fare l’ape perché deve risultare un impianto fotovoltaico. Posso farlo usufruendo delle detrazioni del 50%? Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      20 Febbraio 2020 15:37

      Il fotovoltaico è obbligatorio per le nuove costruzioni. Come nuova costruzione non può avere la detrazione. Solo se in futuro farà un ampliamento dell’impianto potrà averla.

    • Basta un impianto di 1 kW per una casa di 130 mq? Così dopo faccio l’ampliamento a 3 kW usufruendo delle detrazioni?

    • arch. Carmen Granata
      21 Febbraio 2020 16:58

      Questo lo deve valutare il suo tecnico progettista.

  • buongiorno, costruzione da prato verde di prima cosa: Iva agevolata al 4% si ha diritto.
    la domanda è: per tutti i materiali ivi contenuti? intendo dire: piastrelle, infissi, impianti idralico elettrico, antifurto, recinzione, sistemazione area esterna ecc…?
    grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      20 Febbraio 2020 15:34

      Sì.

    • A me risultava che per le piastrelle, per esempio, l’Iva 4% è solo se te le fornisce il piastrellista con la posa. Diversamente l’Iva è 22%.
      Mi sbaglio io?

    • arch. Carmen Granata
      20 Febbraio 2020 15:40

      Sì, si sta confondendo con l’Iva agevolata al 10% per manutenzione ordinaria e straordinaria.

    • Purtroppo però a me 2 piastrellisti mi hanno fatto l’Iva al 22%, nonostante io abbia diritto all’iva 4% per costruzione nuova casa, in quanto, entrambi, mi hanno detto che la vendita delle piastrelle/parquet possono farla solo all’Iva 22%, a chiunque (committente / professionista). Era inutile farmele acquistare dal piastrellista perché tanto mi avrebbe poi fatto lui un ricarico perché anche lui le paga Iva 22%.
      Se è cos’ la ringrazio per l’informazione perché ne devo ancora acquistare una parte per l’esterno. E’ così gentile da indicarmi qualche riferimento normativo a cui io possa far riferimento nel caso (probabile) in cui si rifiutino? grazie infinite

    • grazie 🙂

    • arch. Carmen Granata
      21 Febbraio 2020 16:47

      Devo purtroppo fare una rettifica: l’iva agevolata si applica ai beni finiti, ma non ai materiali e semilavorati, quindi ad esempio infissi sì, piastrelle no.

  • Salve
    dovrei procedere con dei lavori su casa dove chiedere il bonus ristrutturazione al 50%, volendo installare un pannello solare per l’ACS e prevedendo l’utilizzo di un cappotto esterno, si tratta di una casa singola, tali lavori rientrano nel bonus al 50% o è possibile avere una percentuale di sconto maggiore del 50% senza ricorrere all’ecobonus? Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno Architetto,
    Sto costruendo una nuova casa, ora devo installare l’impianto fotovoltaico con l’obbligo di 1kw e acqua calda sanitaria, è possibile usufruire delle detrazioni del 50% almeno sulla parte non obbligatoria del fotovoltaico visto che l’impianto che andrò ad installare è un 3kw?
    Inoltre l’Iva è anche qui al 4%?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      18 Febbraio 2020 10:07

      No, non è possibile. Potrebbe avere la detrazione solo se fa un impianto di 1kW e, dopo l’ultimazione dei lavori, apre una nuova pratica per fare l’ampliamento dell’impianto.

    • Grazie per l’immediata risposta.
      Un ultima domanda,, come già chiesto in precedenza, l’Iva per l’impianto fotovoltaico può essere applicata al 4% per costruzione prima casa?

    • arch. Carmen Granata
      19 Febbraio 2020 12:07

      Sì, solo per la parte che verrà realizzata ovviamente con la costruzione della casa.

  • Buongiorno architetto,
    sto costruendo una nuova casa ed ho visto che il garage è detraibile al 50%. Ho però anche letto che se l’acquisto viene fatto dal costruttore, è necessario che nel concordato vi sia indicato che il garage è una pertinenza dell’abitazione. Ecco, purtroppo nella nostra “proposta di acquisto”, redatta dall’agenzia immobiliare, non è indicato nulla, solo un generico “acquisto villa in costruzione”.
    Premesso che l’atto dal notaio per l’acquisto del rustico, non è ancora stato fatto, possiamo in qualche modo rimediare? cosa si potrebbe fare?
    Inoltre, se riusciamo a rimediare, oltre alla porzione di costo riferito al garage, possiamo detrarre anche la finitura dei lavori per il garage stesso (visto che acquistiamo al rustico, dopo l’atto dovremo fare intonaci e quant’altro)?
    grazie in anticipo per i suoi consigli.
    Claudio

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      17 Febbraio 2020 11:35

      La detrazione per l’acquisto vale in caso di box “finito”. Nel vostro caso potete detrarre solo i lavori di ultimazione che farete voi.

  • Salve Architetto,
    Sto acquistando una casa al grezzo è possibile portare in detrazione box pertinnziale, canna fumaria, fognatura e muro contenimento?
    Grazie

    Rispondi
  • Buongiorno,
    sto completando la costruzione di casa; dopo la chiusura lavori e accatastamento posso installare un camino ed i climatizzatori usufruendo della detrazione?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      14 Febbraio 2020 17:29

      Sì.

    • Anche se ho trovato “Non è agevolabile, invece, l’installazione di sistemi di climatizzazione invernale in edifici che ne erano sprovvisti” e “ATTENZIONE: il bonus condizionatori SENZA RISTRUTTURAZIONE è possibile SOLO se si SOSTITUISCE un vecchio impianto con uno nuovo a pompa di calore e ad alta efficienza energetica”??
      Invece si possono detrarre nuovo climatizzatore pompa di calore e nuovo camino anche senza sostituzione e senza ristrutturazione? Grazie, saluti

    • arch. Carmen Granata
      18 Febbraio 2020 10:02

      Mi scusi ma l’ho scritto io? In tal caso la pregherei di segnalrmi dove, perchè correggo.
      In realtà, solo pochi giorni fa, l’AdE, rispondendo a un contribuente su Fisco Oggi, ha ribadito che l’installazione di un condizionatore è un intervento di manutenzione straordinaria e, come tale, è detraibile e consente di usufruire anche del bonus mobili. Come architetto, sono finalmente contenta di questa interpretazione che secondo me è la più corretta dal punto di vista edilizio.

    • No, mi scusi molto; non ho specificato che l’ho letto in “LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO” delle Agenzie delle Entrate (ma forse ho interpretato male io) e su diversi siti (es. pmi.it) che riporta : “Senza ristrutturazione, però, lo sconto o la detrazione possono essere richiesti solo se si sostituisce il vecchio impianto con un condizionatore a pompa di calore ad alta efficienza energetica.”.
      Ho visto anche io ora la risposta su Fisco Oggi.
      Grazie, saluti

    • arch. Carmen Granata
      19 Febbraio 2020 12:03

      Nessuna scusa, per carità… 🙂 Anche io ho sempre seguito la vecchia indicazione, ma quella data con la recente risposta la trovo molto più coerente con le indicazioni del Testo Unico dell’Edilizia.

  • Buonasera Architetto,
    ho acquistato una nuova costruzione che sarà accatastata a fine lavori entro l’estate 2020. Vorrei eseguire i seguenti lavori successivi alla consegna:
    1) aggiunta ascensore interno
    2) installazione impianto fotovoltaico
    3) installazione impianto pompa di calore 11kw per riscaldameti ed acqua calda
    4) Installazione grate esterne
    5) Installazione zanzariere
    6) Installazione antifurto
    7) Fornitura di vetri antisfondamento per alcune finestre
    8) Rifacimento giardino e impianto irrigazione.
    Le chiedo se a valle dell’accatastamento e del fine lavori posso aprire pratica di ristrutturazione ed usufruire delle detrazioni del 50% per tutti i punti elencati.
    Inoltre posso usufruire anche del bonus mobili?
    La ringrazio anticipatamente del prezioso aiuto.
    Saluti
    Francesco

    Rispondi
  • Salve Architetto.
    L’impresario che ha l’appalto di costruire la mia nuova casa mi deve fare la fattura per il garage.
    Nella fattura bisogna fargli inserire qualche legge di riferimento per poter poi usufruire della detrazione fiscale del 50? La ringrazio fin d’ora per la sua risposta.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      12 Febbraio 2020 12:33

      No, non è necessario. L’importante è che il corretto riferimento normativo sia presente nel suo bonifico.

  • Salve, sto costruendo una nuova abitazione, E sto usufruendo dell’iva agevolata.
    Alcuni materiali di finitura li sto acquistando direttamente io é possibile chiedere IVA al 4% sulla fornitura di mattonelle pavimento, porte interne, igienici e tutto il materiale per completare illuminazione.
    E un’altra domanda su elettrodomestici di doppia classe energetica tipo forno frigo e lavastoviglie non ci sono agevolazioni?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      10 Febbraio 2020 18:13

      L’Iva agevolata può averla non sui materiali, ma solo sui cosiddetti beni finiti (serramenti, sanitari, rubinetterie, ecc.).
      Per gli elettrodomestici non ci sono agevolazioni.

  • Buon giorno…
    Sto costruendo una casa… ho effettuato bonifici per la realizzazione del garage interrato… oltre alla detrazione del box del 50% ci sono altre agevolazioni? infine nell’acquisto dei materiali (ad esempio panelli di lana roccia per il cappotto esterno) posso usufruire sempre dell iva al 4%? oppure in determinati casi pago L iva al 22? grazie

    Rispondi
  • Buongiorno architetto,
    chiedo cortesemente un suo contributo.
    Stiamo ultimando i lavori di una casa in nuova costruzione… Quali sono le opere che potrei detrarre aprendo una pratica di ristrutturazione successivamente?
    Da alcune sue risposte sul forum ho dedotto:
    – recinzione,
    – persiane (non sono sicuro perché in alcune risposte ho inteso di sì, in altre di no)
    – garage (è possibile anche se il garage è già edificato ma nel seminterrato? Si può fare ristrutturazione per intonaci e pavimentazione /impianto elettrico per esempio?)
    – antifurto
    – condizionamento
    – sistemazione giardino e impianto d’irrigazione
    Mi conferma gentilmente se ho inteso bene o se mi sbaglio?
    Inoltre, posso aprire la pratica di ristrutturazione (penso si debba fare quella vero?) subito dopo?
    Grazie in anticipo per l’aiuto che mi potrà dare.
    Claudio

    Rispondi
  • Buongiorno, sto costruendo una casa ex novo (no ristrutturazione) che verrà consegnata senza oscuranti. Successivamente alla fine lavori, all’accatastamento e all’ottenimento dell’agibilità, posso eseguire immediatamente dei lavori per installazione di persiane o frangisole e usufruire dell’ecobonus? oppure è consigliabile aspettare un certo tempo rispetto all’accatastamento?
    grazie in anticipo

    Rispondi
  • Buongiorno come sta?
    Cortesemente, dopo l’accatastamento e ultimazione dei lavori di una nuova costruzione, esiste detrazione per:
    Scaldasalviette elettrici
    Tapparelle esterne
    Pannelli radianti UV riscaldamento
    Recinzioni esterne e giardino
    La ringrazio per tutti i gentili contributi e saluto cordialmente.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Febbraio 2020 10:03

      Molto bene, grazie.
      Delle opere elencate è detraibile solo la recinzione, ma solo se realizzata dopo l’ultimazione dei lavori.

  • Massimiliano
    5 Febbraio 2020 14:16

    Buonasera architetto. Sto costruendo la prima casa come ampliamento su un immobile esistente realizzando una nuova unità immobiliare. Ho diritto a qualche tipo di detrazione fiscale (es. acquisto materiali, manodopera per la realizzazione, ecc)? La ringrazio.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      5 Febbraio 2020 16:38

      Nessuna detrazione. Solo Iva al 4%.

    • Massimiliano
      5 Febbraio 2020 19:34

      Iva al 4% anche sulle forniture di materiali strutturali acquistate direttamente? Grazie saluti

    • arch. Carmen Granata
      6 Febbraio 2020 10:00

      Cosa intende per materiali strutturali???

    • MASSIMILIANO TESTA
      6 Febbraio 2020 10:22

      Mi scusi in effetti non avevo ben precisato. Intendevo la fornitura del legno lamellare (travi, pilastri, ecc) con cui viene realizzata la struttura portante dell’unità immobiliare in ampliamento. Grazie Saluti

    • arch. Carmen Granata
      6 Febbraio 2020 11:07

      Il dubbio è sorto perchè di solito questi materiali vengono forniti direttamente dall’impresa.
      Comunque godono di Iva al 4% solo i cosiddetti “beni finiti” e non anche gli elementi strutturali.

  • Michela Caputo
    3 Febbraio 2020 14:27

    A dicembre scorso ho acquistato un’unità immobiliare a titolo di ampliamento 1^ casa. Ora vorrei installare un portoncino di ingresso, già previsto e visibile nei documenti forniti dal comune e nella cartina planimetrica. In effetti il vecchio proprietario non ha mai provveduto al montaggio del serramento. Infatti il locale in cui verrà posto, presenta solo il vano aperto. Ora, come dicevo prima, desidero provvedere al serramento. La domanda è questa: in questo caso ho diritto alla detrazione fiscale? E se sì, cosa devo fare?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      3 Febbraio 2020 16:52

      No, non ne ha diritto anche se l’immobile è riscaldato, perchè si tratta di una nuova installazione.

  • Buon giorno. Mia moglie che è un imprenditore agricolo stiamo per realizzare un deposito rulare di nuova costruzione possiamo aderire al bonus?

    Rispondi
  • Salve buongiorno mi piacerebbe conoscere il bonus se è previto su una nuova abitazione in costruzione con la segunte categoria A 4 con pannelli solari e riscaldanento attraverso pompe di calore e vice versa d.’estate. Che percentuale di bonus avrò. Grazie x la risposta. VINCENZO

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      31 Gennaio 2020 17:26

      Non è previsto nessun bonus per questi interventi.

    • Salve Sig. Architetto lei mi ha già risposto ma….. forze le agevolazioni l’avrà solo il costruttore edile fermo restando le caratteristiche dell’abitazione ossia A4 dove è tutto ha norma ecologica sismica e altro. Grazie x la risposta Vincenzo.

    • arch. Carmen Granata
      6 Febbraio 2020 16:08

      No, neanche il costruttore.
      Le faccio presente che le costruzioni antisismiche con impianti da fonti rinnovabili sono un OBBLIGO normativo e non una scelta, per questo non sono premiati.

    • Sig. Architetto sono sempre Vincenzo ho già rivolto alcune domande alcuni giorni fa colgo ancora l’occasione x integrare la proposta a cui le porgo. Ho dimenticato di dire che questo appartamento sorge sul sito dove era un’appartamento vecchio e ricostruito con cadegoria A4 con tutti i materiali idonei x chiedere l’eco Bonus previsto dalla Legge del 2020. Spero di essere stato chiaro le porgo i miei saluti e grazie della risposta. Vincenzo

    • arch. Carmen Granata
      10 Febbraio 2020 18:17

      Messa così la domanda, prevede una risposta più complessa, per la quale la invito a richiedere qui la consulenza personalizzata: https://www.guidaxcasa.it/richiedi-consulenza-le-detrazioni/

  • Buongiorno,
    Se ho capito bene acquistando una nuova casa al grezzo (dove mancamo tutti gli impianti interni) non ho diritto a nessuna agevolazione?
    Se invece acquisto casa nuova finita con il minimo indispensabile per avere abitabilità (quali sono le cose minime indispensabili?), dopo posso usufruire delledetrazioni per:
    -ampliamento pannelli solari
    -istallazione pompa i calore
    -completamento pavimentazione esterna e muri di cinta
    Non so, se c’è altro.
    Sarebbe possibile?
    Altrimenti per una uova abitazione mi rimane solo Iva al 4%?

    Rispondi
  • Buongiorno, io quest’anno comincio a costruire una nuova casa (dalle fontamenta) non capisco però se, oltre l Iva al 4%, posso usufruire di altri incentivi.
    Esistono incentivi per le nuove abitazioni?

    Rispondi
  • Innanzi tutto grazie per la tempestiva risposta, però non ho capito se per la costruzione di una nuova casa (non acquisto) posso usufruire dell’agevolazione iva al 4%., fermi restando i punti di cui al mio precedente post. Grazie per l’atte E buon lavoro

    Rispondi
  • Buona sera io sto costruendo una casa da luglio 2019…. fin ora ho fatto i bonifici di costo di realizzazione del garage… mi posso scaricare anche la veranda? È il muro di contenimento? ci sono altre spese che mi posso detrarre al 50%?

    Rispondi
  • sto ricostruendo con apliamento (nuova costruzione), non sono titolare di prima casa, nel 1997 ho usufruito dell’agevolazione iva al 4% per un’altra abitazione che nel 2011 ho venduto, desidererei sapere se per questa nuova costruzione ho diritto all’iva al 4%, se si la si può applicare ai pagamenti dei lavori che effettua la ditta e a quali materiali, considerando che tutti i materiali necessari li acquisto io. PS. non possiedo altre abitazioni. Grazie e buon lavoro.

    Rispondi
  • Buongiorno,
    ho acquistato una casa al rustico da una impresa costruttrice ed ora devo ultimarla di tutto, compreso impianti, pavimenti, serramenti etc.
    Oltre all’Iva 4%, posso usufruire di qualche altra detrazione? In generale so che non posso, ma ho dei dubbi per quanto riguarda l’impianto fotovoltaico, l’impianto di riscaldamento ibrido con pompa di calore per riscaldamento e condizionamento per i quali so esserci la detrazione al 65%.
    Ma il dubbio rimane nel mio caso che acquisto al rustico e la casa non è ancora abitabile; lo sarà alla fine di tutti i lavori…
    Grazie per la sua consulenza.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Gennaio 2020 15:34

      In effetti non può usufruire di alcuna detrazione perchè si tratta di un intervento di completamento.
      Per la cronaca: per il fotovoltaico non c’è bonus di 65%.

  • Buongiorno,
    Fornitura e installazione impianto fotovoltaico, Iva al10 e recupero del 50%, considerato come bonus ristrutturazioni, e non come ecobonus giusto?
    Bisogna necessariamente fare la pratica all’Enea?
    Grazie.
    Cordialità.

    Rispondi
  • Salve architetto, io acquistato una nuova costruzione ed ora che ho fatto rogito e fine lavori con tanto di agibilità posso usufruire dei bonus ristrutturazione 50% per fare la sola pavimentazione esterna?
    La ringrazio per la disponibilità
    Saluti
    Giuseppe

    Rispondi
  • Buongiorno, ho acquistato una casa indipendente di nuova costruzione, con una fine lavori parziale presentata dal precedente proprietario (no impresa costruttrice). Sto quindi effettuando un completamento di costruzione con CILA già presentata in Comune nel 2019. Mi hanno detto che non posso accedere ai bonus fiscali ma solo all’agevolazione IVA al 4% (Legge Tupini)
    Qualcuno mi conferma? Grazie
    Francesca

    Rispondi
  • casa di nuova costruzione nel progetto presentato e legge 10 stata rilasciata concessione edilizia per serra solare aperta su tre lati con vetrate collegata con altre stanze
    posso accedere a detrazioni per costi di costruzione della serra
    e infissi per chiudere la serra

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      11 Dicembre 2019 16:36

      A mio avviso no. Sarebbe possibile solo se la serra fosse stata costruita a servizio di un’abitazione esistente.

  • Ho acquistato una villetta ad un solo livello con superficie complessiva di 160 m2, composta da due unità immobiliari senza box auto, in pessimo stato ed in zona sismica 3.
    Sono in attesa della licenza di costruzione in seguito alla quale mi accingerò a svolgere un intervento di “demolizione e ricostruzione” senza nessun ampliamento, e sulla stessa area di sedime, con un miglioramento di 4 classi di rischio per il quale avrò diritto ad una detrazione per il Sisma Bonus dell’80% (fino ad un massimo di 96.000,00 € per ciascuna unità immobiliare).
    1°) Avendo previsto la costruzione di due garages interrati, pertinenziali alle due unità immobiliari, vorrei sapere, se gli stessi, pur essendo considerati una nuova costruzione, posso applicare la stessa percentuale di detrazione dell’80% (invece del 50%) di cui usufruirò, grazie all’intervento di miglioramento del rischio sismico, considerato che l’intervento “maggiore” sarà quello di ristrutturazione da eseguire con la demolizione e ricostruzione.
    2°) Nella modulistica comunale relativa al pagamento degli oneri di urbanizzazione sono previste due possibilità: Scheda A: Oneri per Costruzione di civile abitazione e Scheda B: oneri per ristrutturazione edilizia. Come devo suddividere i pagamenti (Scheda A per Box Auto e Scheda B per Ristrutturazione della villetta o tutto in Scheda B poiché l’intervento è da considerarsi complessivo?
    La ringrazio per la risposta che vorrà pubblicare.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Dicembre 2019 16:49

      1) Se anche considerassimo i box parte dell’intero intervento, non potrebbero essere considerate ulteriori unità immobiliari su cui calcolare i 96.000 euro, perchè si considera il numero di unità di partenza.
      2) Il calcolo degli oneri spetta al suo tecnico (che deve asseverarlo) e non a lei. Il tecnico farà la scelta in base alle caratteristiche del titolo autorizzativo richiesto.

  • Salve, ho una casa acquistata nel 2018, classe b+…. abbiamo una predisposizione per stufa o caminetto e vorremmo procedere all’acquisto, è possibile la detrazione fiscale o il conto termico.
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      9 Dicembre 2019 16:37

      Essendoci una predisposzione, vuol dire che si tratta di un’opera di completamento, quindi non è incentivabile.

  • In un intervento di demizione, ricostruzione ampliamento del 20% e spostamento di un’unità collabente si prevede la realizzazione, al piano interrato, di un box auto. La realizzazione del box rosta detraibile al 50%, tuttavia l’AE richiede: la concessione edilizia dalla quale risulti il vincolo di pertinenzialità del box con l’edificio principale.
    Mi chiedo: per tale vincolo occorre un atto notarile come per la legge Tonioli o é sufficiente che negli elaborati progettuali risulti la pertinenza del box con l’edificio?

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      8 Dicembre 2019 11:23

      Il vincolo di pertinenzialità deve risultare dall’atto in caso di acquisto, ma in caso di costruzione va benissimo il permesso di costruire.

    • Quindi è sufficiente il permesso a costruire, anche se la circolare dell’AE riporta quanto segue:
      … per la costruzione del box pertinenziale è necessario che il proprietario sia in possesso
      dei seguenti documenti:
      – concessione edilizia da cui risulti il vincolo di pertinenzialità con l’abitazione;
      – bonifico bancario o postale per i pagamenti effettuati…?
      Secondo il mio tecnico (ma non lo vedo molto esperto nel campo delle detrazioni) la solo concessione edilizia non dimostra il vincolo di pertinenzialità tra box auto ed abitazione e quindi occorre atto notarile.

    • arch. Carmen Granata
      9 Dicembre 2019 16:23

      Forse non mi sono espressa in maniera troppo chiara. E’ evidente che se si ha un permesso da cui si evince che il garage è di pertinenza dell’abitazione, non c’è bisogno di pagare un notaio per scriverlo in un atto. Da quanto leggo però ciò non si evince troppo chiaramente dal suo titolo, perciò si pone il problema… Diciamo che già in fase di richiesta del permesso si sarebbe dovuto evidenziare che si trattava di costruzione abitazione+box pertinenziale.

  • Buongiorno,
    stiamo per acquistare un terreno edificabile nell’ottica di costruire una villetta in bioedilizia.
    In questo caso avremmo diritto a qualche agevolazione?

    Rispondi
  • Buona sera,
    a dicembre 2019 farò l’atto per l’acquisto di una porzione di villetta nuova, per usufruire della detrazione del 50% per l’installazione dell’impianto d’antifurto è sufficiente installarlo nel 2020 o deve trascorrere più tempo?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      27 Novembre 2019 15:06

      E’ sufficiente che i lavori di costruzione siano già stati ultimati e la villetta sia stata accatastata.

  • Salve sono in attesa di acquistare una casa nuova in costruzione. Una volta terminati i lavori e fatto il rogito, posso realizzare il posto auto in cemento stampato e usufruire della detrazione al 50%.
    Cordiali saluti
    Giuseppe

    Rispondi
  • Salve,
    ho fatto il preliminare per un villino di nuova costruzione e vorrei installare un ascensore (piattaforma elevatrice). E’ possibile usufruire della detrazione del 50%? Sul sito dell’Agenzia dell’entrate viene considerata l’ipotesi di applicabilità anche con preliminare purché registrato.
    Grazie mille della cortese attenzione.
    Francesco

    Rispondi
  • casa di nuova costruzione
    1) due canne fumarie e i costi di rivestimento delle stesse
    2 ) + spese per allacci fogne fino al collettore principale
    sono detraibili

    Rispondi
  • Massimiliano Pica
    18 Novembre 2019 11:57

    Buongiorno, con un permesso a costruire rilasciato dal comune, appartamento sito al 2 e ultimo piano di un condominio, la mia terrazza coperta dal solaio del tetto avente muro parapetto su tre lati può essere trasformata in veranda chiusa da finestre con aumento di volume con demolizione del muro con finestre che si affaccia sulla terrazza?
    Avrei diritto alla detrazione o ecobonus per sconto immediato in fattura per l’acquisto di finestre, zanzariere e avvolgibili orientabili?
    Grazie

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      18 Novembre 2019 17:22

      L’intervento è incentivabile col bonus 50%, ma bisogna verificarne la fattibilità dal punto di vista urbanistico.
      L’ecobonus è invece possibile solo per la costruzione di una serra solare, che avrebbe caratteristiche diverse dalla veranda da lei descritta.

  • Ho acquistato una casa accatastata per la prima volta da quando è stata costruita in F3 per poter avviare tutte le procedure del caso. Manca ovviamente di facciata, infissi, pavimenti, porte interne. Ci sono agevolazioni, o detrazioni fiscali da ottenere in questa situazione?

    Rispondi
  • Lina marinelli
    7 Novembre 2019 11:50

    Grazie buon giorno. Cerco di spiegarmi meglio, due capanne vicine aggia acatastate dista una dall’altra 15 m. Abbiamo unito le metrature e costruito nell,intenso posto un edificio antisismico prima addetto a capanna poi fatto variante (pagato) costruito fine 2018 e 2019 adesso dovremo finirla come abitazione poi accatastamento alla fine. Tutto in regola approvato dal comune, e tutto ciò che riguarda antisismica e il resto per civile abitazione possiamo sufruire del bonus per cappoto finestre riscaldamento. GRAZIE

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      7 Novembre 2019 12:20

      Potete avere il bonus ristrutturazione, ma non l’ecobonus, perchè sicuramente le “capanne” non erano dotate di riscaldamento.

  • Lina marinelli
    6 Novembre 2019 14:42

    Ciao metratura di due capanne vicine unite costruito un solo edificio come rimessa. Fatto variante al comune per civile abitazione (pagato il dovuto per la trasformazione) possiamo sulfuree delle agevolazioni fiscali. (Siamo zona terremoto) seconda casa GRAZIE

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Novembre 2019 18:30

      Il messaggio non è per niente chiaro. Cmq se avete fatto cambio destinazione d’uso da rimessa ad abitazione, la risposta è sì.

    • Buona sera. Ho acquistato villino nuova costruzione. Il villino é dotato di fotovoltaico 1kw e caldaia a condensazione. Io andrò ad ampliare il fotovoltaico a 6kw e vorrei sostituire la caldaia con pompa di calore a++. Posso accedere a qualche bonus. In caso posso detrarre sia fotovoltaico che installo io e pompa di calore?
      Grazie

    • arch. Carmen Granata
      25 Novembre 2019 16:20

      Può avere il bonus 50% per entrambe le opere.

  • Buongiorno, ho completato ora la mia 1^ casa che ho già provveduto ad accatastare ma ancora non ho comunicato la fine lavori con richiesta di agibilità: in questo caso posso usufrutire dell’ecobonus per la posa di tende esterne schermanti e pergola a riparto di finestratura? Poi, so che è materia fiscale, ma mi chiedo in tal caso quale I.V.A. applicare 4% (1^ casa), 10% se edilizia libera o 22%? La ringrazio per la risposta.

    Rispondi
    • arch. Carmen Granata
      6 Novembre 2019 12:36

      No, finchè non presenta la fine lavori, gli interventi realizzati non saranno su edificio esistente e quindi non saranno detraibili.

  • Salve, sto ultimando un progetto per una nuova abitazione con un box auto di dimensioni abbastanza importanti, ci sono dei limiti sul valore che può essere messo in detrazione? inoltre cosa va fatto per poter usufruire delle detrazioni?
    Grazie

    Rispondi