Sismabonus per acquisto di case antisismiche

Con l’entrata in vigore della Legge Crescita il sismabonus per l’acquisto di case antisismiche oggetto di demolizione e ricostruzione è esteso a zone 2 e 3.

Demolizione e ricostruzione di case antisismiche ©

Demolizione e ricostruzione di case antisismiche ©

La Legge Crescita estende il sismabonus per acquisto di case antisismiche

La Manovrina fiscale (decreto legge 24 aprile 2017, n. 50), il provvedimento correttivo alla Legge di Bilancio 2017, estese il sismabonus all’acquisto di case costruite con criteri antisismici.

La platea di questa agevolazione fiscale risultò così allargata a due categorie di contribuenti:
• i soggetti che effettuano gli interventi in prima persona
• i soggetti che acquistano immobili già ristrutturati con elevati standard antisismici.

La norma mira a favorire in particolare le imprese che possono acquistare vecchi edifici per demolirli e ricostruirli con particolare attenzione alla loro sicurezza sismica. In questo modo si potrà operare progressivamente una riqualificazione significativa di una parte del territorio.
Tale norma era tuttavia limitata alla zona a più alto rischio sismico (zona 1).

La Legge Crescita ha esteso l’agevolazione agli acquisti di case antisismiche site anche nei Comuni delle zone a rischio sismico 2 e 3.

Vediamo allora quali requisiti devono avere queste case per poter godere dell’agevolazione per l’acquisto.

Requisiti per l’acquisto di case antisismiche

Per poter usufruire delle agevolazioni, gli immobili dovranno rispettare questi fondamentali requisiti:
• essere ubicati nelle zone sismiche 1, 2 e 3 del territorio italiano, così come definite dall’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 3519 del 2006
• essere oggetto di demolizione e ricostruzione con criteri antisismici di immobili esistenti da parte di imprese di costruzione o ristrutturazione con sede nella stessa zona
• essere rivenduti direttamente dalle imprese entro 18 mesi dall’ultimazione dei lavori.

Non sarà possibile quindi godere dell’agevolazione quando gli immobili saranno venduti da privati.

Laddove consentito da norme locali, come il Piano Casa, gli interventi di demolizione e ricostruzione potranno comportare anche ampliamento volumetrico.

A quanto ammonta il bonus per l’acquisto di case antisismiche?

L’aliquota di detrazione può essere pari al:
75%, se l’intervento determina il passaggio a una classe di rischio inferiore
85%, se l’intervento determina il passaggio a due classi di rischio inferiori.

La detrazione è calcolata sul prezzo di vendita risultante dall’atto notarile, ma la norma fissa un tetto massimo di spesa su cui applicarla pari a 96.000 euro.

Ciò vuol dire che, nella migliore delle ipotesi, quella di accesso all’aliquota maggiore di detrazione, l’acquirente potrà ottenere uno sconto pari a 81.600 euro, da recuperare in 5 anni per un importo annuale di 16.320 euro l’anno.

Gli acquirenti potranno scegliere se:
• usufruire direttamente della detrazione
• cedere il credito di imposta alla ditta che ha effettuato i lavori o ad altri soggetti privati, tranne che a istituti di credito e intermediari finanziari
• usufruire dello sconto immediato in fattura (che però il venditore non è obbligato a concedere).

Altri aspetti del sismabonus per acquisto di case antisismiche

Trattandosi di un’estensione del sismabonus previsto in senso più generale, anche nel caso dell’acquisto l’agevolazione si può intendere in vigore fino al 31 dicembre 2021.

La scadenza è più lunga rispetto a quella prevista per altre agevolazioni fiscali in edilizia in quanto è chiaro che, per poter realizzare interventi consistenti come quelli di demolizione e ricostruzione, occorrono in alcuni casi anche diversi anni.

Analogamente al sismabonus per lavori eseguiti in prima persona, inoltre, il beneficio per l’acquisto deve intendersi spalmato in 5 anni anziché in 10.

Il tetto di spesa di 96.000 euro, infine, deve intendersi per l’acquisto di ogni singola unità immobiliare acquistata facente parte dell’intero edificio ricostruito.

Differenze tra sismabonus per acquisto di case antisismiche e detrazione 50%

Il sismabonus per acquisto di case antisismiche presenta diverse analogie con la detrazione 50% per l’acquisto di immobili ristrutturati.

In quel caso però gli interventi ammessi erano tutti quelli di restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione e non limitati a quelli di demolizione e ricostruzione.

Inoltre, per il bonus 50% la detrazione si applica su un importo forfetario di ristrutturazione, mentre in questo caso è computata sull’intero prezzo di acquisto.

(Prima pubblicazione 15 giugno 2017)




Facebooktwitterpinterestlinkedin

10 commenti

  1. Marco

    Salve ho letto l’articolo che riguarda la cessione del credito sulle ristrutturazioni…. vorrei sapere se dovessi comprare 2 unità immobiliari di un edificio che conta solo questi 2 appartamenti di cui 1 da ristrutturare se posso accedere anche io al bonus e se posso cederlo alla ditta che mi fa i lavori… premetto che ho un contratto a tempo indeterminato che però per tutto il 2017 era part time e a gennaio full… vi ringrazio anticipatamente e buona giornata.

    • arch. Carmen Granata

      La cessione del credito è prevista solo per l’ecobonus (quindi interventi di efficientamento energetico) e non per le ristrutturazioni generiche.

  2. Daniel

    Buonasera,
    il Sismabonus per acquisto di immobili antisismici è rimasto solo per la zona sismica 1 o è stato ampliato anche alla zona sismica 2?
    Grazie

    • arch. Carmen Granata

      L’Ade sarebbe l’oltretomba nella mitologia classica… 😀
      A parte gli scherzi: AdE, Agenzia delle Entrate.

    • arch. Carmen Granata

      La norma è contenuta nel decreto legge 24 aprile 2017, n. 50. I chiarimenti possono essere richiesti all’AdE.

  3. Fabrizio

    Salve,
    vorrei sapere, ma per rintrare nelle agevolazioni del sismabonus per l’acquisto di immobili antisismici, il permesso di costruire in merito alla demolizione e ricostruzione dell’edifcio in che data deve essere rilasciato?

    • arch. Carmen Granata

      La legge indica solo i requisiti che ho riportato, quindi a mio avviso il Permesso può essere stato anche già rilasciato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *