Gas refrigerante R32 per climatizzatori

Il gas refrigerante R32 è una sostanza chimica usata per il funzionamento dei climatizzatori, meno dannosa per l’ambiente rispetto ai gas usati in passato.

Climatizzatore Vitoclima 232-S Viessmann con gas refrigerante R32

Climatizzatore Vitoclima 232-S Viessmann con gas refrigerante R32

Cos’è il gas refrigerante R32?

Il funzionamento di un climatizzatore prevede l’impiego di alcuni fluidi refrigeranti, presenti all’interno della macchina in diverse miscele.

Fino a poco tempo fa la miscela più utilizzata era il gas R410A, composto dai gas R32 e R125, nella misura del 50% ciascuno.
Tale miscela ha rappresentato un miglioramento rispetto al vecchio gas R22, considerato dannoso per lo strato di ozono presente in atmosfera, ma risulta comunque complessivamente impattante sull’ambiente.

L’impatto di un gas refrigerante in ambiente è misurato con l’indice GWP (Global Warming Potential).
Il regolamento UE 517/2014 sugli F-Gas (gas fluorurati a effetto serra) ha posto un tetto alla quantità di refrigeranti a elevato GWP presenti sul mercato e ha imposto una loro graduale riduzione.
In particolare, dal 2025 sarà obbligatorio utilizzare gas con GWP inferiore a 750.

Per questo motivo, già da tempo, le aziende sono sempre più orientate a utilizzare gas a basso GWP, tra cui c’è appunto il gas R32, il cui nome chimico è difluorometano.

Questo gas è considerato di nuova immissione sul mercato ma lo è solo allo stato puro perché, come abbiamo visto, era già utilizzato da tempo nella miscela componente dell’R410A.
Il gas R410A non potrà più essere utilizzato in futuro perché ha un GWP pari a 2088, anche se attualmente non è fuorilegge ed è possibile ancora acquistare condizionatori che lo contengono.

Quindi dal 2025 sarà obbligatorio usare il gas R32? Non è detto. La ricerca è infatti sempre più orientata allo sviluppo di prodotti che siano meno dannosi possibile per l’ambiente e non è escluso che in futuro si possa trovare un gas più ecologico. Anche perché l’R32 non è innocuo: liberato in ambiente è potenzialmente molto nocivo, anche se in misura inferiore rispetto ai gas usati in passato.

Quali sono i vantaggi del gas R32?

L’utilizzo del gas R32 come refrigerante per i climatizzatori ha quindi come obiettivo principale quello di ridurre il più possibile l’impatto negativo sull’ambiente.

Il gas ha infatti un indice GWP pari a 675 contro i 2088 della miscela R410A, ma non solo. Come la miscela di gas R410A, di cui è componente, il nuovo R32 ha inoltre un impatto sull’ozono pari a zero.

Rende anche possibile una efficienza energetica superiore di circa il 10%. La quantità di gas necessaria per alimentare la macchina è inoltre inferiore a quella necessaria con un altro gas.

Per finire, la sua gestione risulta più semplice, proprio perché si tratta di un gas singolo e non di una miscela. Pertanto, effettuare operazioni come la ricarica di gas in caso di perdite risulta più semplice.

Attenzione: vi ricordo che queste operazioni possono essere effettuate solo da tecnici qualificati in possesso del patentino F-gas! Il patentino è una certificazione che gli istallatori devono acquisire per poter maneggiare i gas fluorurati.

Svantaggi del gas R32

Il gas refrigerante R32 è leggermente infiammabile (classe 2L secondo lo standard ISO 817).

Tuttavia è sufficiente seguire le regole dettate dal produttore e le comuni norme di sicurezza affinché il gas, come del resto tutti i refrigeranti, possa essere utilizzato mantenendosi sempre sotto il livello di infiammabilità.

Il gas R32 si accende del resto solo se presente in elevata concentrazione. Ciò fa sì che il rischio di incendio in un ambiente domestico sia davvero nullo, considerate le quantità esigue che servono per i climatizzatori.

Le scintille, ad esempio quelle prodotte da interruttori, e l’elettricità statica non hanno l’energia sufficiente per infiammarlo. Per farlo servirebbe infatti una fiamma con temperatura di 648°C.

Diffidate quindi da quei tecnici che ne sconsigliano l’installazione a causa della sua potenziale infiammabilità.

Come si installano i climatizzatori con gas R32?

Un condizionatore che funziona con gas refrigerante R32 ha struttura e funzionamento del tutto simili a un qualunque altro apparecchio per la climatizzazione. È possibile quindi utilizzare, per la sua installazione, collegamenti e tubazioni esistenti, inclusi quelli dei vecchi modelli R22 e R410A. Anche la procedura di posa in opera è la stessa.

La cosa importante da sapere è che il tecnico installatore deve essere in possesso del patentino F-gas, così come per l’installazione di qualsiasi altro apparecchio di condizionamento.

Detrazioni fiscali per condizionatori con gas R32

Se dovete sostituire i vostri vecchi condizionatori e volete approfittarne per scegliere un modello che funziona con il nuovo gas R32, ricordate che potete usufruire della detrazione 50%.

Se poi la macchina è a pompa di calore e andrà a sostituire un impianto di climatizzazione invernale, potrete godere invece dell’ecobonus.

Gli apparecchi possono essere acquistati anche su Amazon:
Climatizzatore Hisense Easy smart 12000 Btu A++ R 32
Ariston 3381273 PRIOS R 32 9000 BTU Climatizzatore Monosplit WI-FI
Daikin CONDIZIONATORE COMPLETO 12000 BTU INVERTER R 32.





Facebooktwitterpinterestlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *