Come estendere il Wi-Fi alla casa intera

Avere una casa sempre più connessa è diventata un’esigenza fondamentale per lavoro, studio o semplice svago: vediamo come estendere il Wi-Fi. Speedtest Wi-Fi (Mika Baumeister / Unsplash) Il considerevole aumento…
Wi-Fi (Mika Baumeister / Unsplash)

Avere una casa sempre più connessa è diventata un’esigenza fondamentale per lavoro, studio o semplice svago: vediamo come estendere il Wi-Fi.

Speedtest Wi-Fi (Mika Baumeister / Unsplash)
Speedtest Wi-Fi (Mika Baumeister / Unsplash)

Il considerevole aumento del lavoro agile anche in Italia ha portato milioni di persone a trascorrere più tempo fra le mura domestiche, sopperendo a molte necessità lavorative e non solo con l’aiuto di una connessione a Internet affidabile. Soprattutto se si tratta di un collegamento senza fili, estremamente versatile.

Tuttavia, l’uso del Wi-Fi dentro casa potrebbe lasciare varie zone scoperte o comunque non essere prestazionale: un feed video congelato, uno spinner arcobaleno sul tuo schermo o un grido dei tuoi figli quando il loro gioco preferito non viene caricato. Ecco alcune cose che puoi fare per ottenere il massimo dalla tua larghezza di banda.

Controlla la tua rete

Talvolta i dispositivi utilizzano l’hotspot wireless a bassa velocità piuttosto che sulla rete ad alta velocità di casa. Ci vuole solo un secondo, quindi ricontrolla.

È fondamentale comprendere la natura del problema e misurare la qualità del Wi-Fi, per capire se non sia un problema di posizionamento e quindi copertura del segnale. Puoi farlo dal browser del tuo terminale; puoi anche usare il tuo telefono andando in Modalità aereo e accendendo il Wi-Fi per avere la certezza di non usare i dati cellulari per far questo.

Quindi punta il tuo browser su un servizio come fast.com o Speedtest (che dispone anche di app mobili) per vedere la velocità di esecuzione del Wi-Fi. Inoltre, controlla la tua velocità in diverse stanze e prendi nota se ci sono luoghi con un punteggio significativamente inferiore ad altri.

Cambia la posizione del router Wi-Fi

Se il test della larghezza di banda mostra punti morti nella casa, prova a spostare il router wireless. Non è affatto insolito che un router Wi-Fi sia bloccato nell’angolo di una casa o di un appartamento, vicino al muro dove il servizio entra nella tua casa.

Come viene riportato sul sito Cercotech i segnali di Wi-Fi e radio hanno una portata limitata e talvolta hanno difficoltà a penetrare nei muri. Si raccomanda di spostare il router in posizione più centrale, collegandosi mediante un cavo coassiale o Ethernet più lungo e ponendo il router Wi-Fi in posizione più alta per la tendenza del segnale ad andare verso il basso.

Assicurati anche di tenere il router lontano da grossi pezzi di metallo, come frigoriferi o forni a microonde, perché sono barriere impenetrabili dal segnale; allo stesso modo l’armatura metallica del cemento armato delle costruzioni o l’impianto di allarme possono interferire con il segnale. Il Wi-Fi non funziona bene nemmeno se ci sono barriere di liquidi, quindi occorre tenerlo lontano da grandi acquari.

Intervieni sul segnale

Il Wi-Fi moderno funziona sulla banda di frequenza da 2,4 GHz e 5 GHz. Quest’ultimo è più veloce ed è meno soggetto a interferenze ma non viaggia così lontano e non può penetrare nemmeno nei muri. Nelle stanze dove il segnale è più debole conviene usare degli amplificatori di segnale da applicare nelle prese elettriche.

Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

1 Commento. Nuovo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu