Come funziona il telecomando del climatizzatore

Il telecomando del climatizzatore utilizzato per l’accensione e la regolazione del dispositivo, a volte sembra un oggetto indecifrabile dall’uso complicato.

Telecomando del climatizzatore©

Telecomando del climatizzatore©

Come usare il telecomando del climatizzatore

I climatizzatori sono apparecchi ormai presenti in tantissime case. Eppure il dispositivo di comando utilizzato per l’accensione e la regolazione, il telecomando, a volte ci appare come un oggetto indecifrabile dall’uso complicato.

Certo, esiste il libretto di istruzioni, ma non sempre è semplice da leggere e spesso ci capita di non ricordare più dove l’abbiamo conservato. Senza contare i casi in cui il climatizzatore non è di proprietà, per cui non siamo effettivamente in possesso del relativo manuale… Può capitare ad esempio in una camera di albergo o una casa vacanze.

Il manuale con le istruzioni si può reperire, come per tutti gli elettrodomestici, anche sul Web. Occorre però conoscere esattamente marca e modello dell’apparecchio in questione.

Cerchiamo allora di capire quali sono le funzioni universali che possiamo trovare in tutti i climatizzatori e quali sono le icone che le identificano sul telecomando.

Le principali funzioni del telecomando del climatizzatore

Ovviamente ogni apparecchio ha il proprio telecomando, differente da quello di altre marche. Tuttavia, è possibile individuare una serie di funzioni comuni a tutti i dispositivi che possono essere indicate in modo simile su tutti i telecomandi.

Si tratta delle funzioni base che non possono mancare in nessun modello:
• deumidificazione
• raffrescamento
• riscaldamento
• ventilazione.

Queste funzioni sono quelle più frequentemente utilizzate e servono per settare la macchina. Una volta scelta la funzione, infatti, il telecomando dovrà essere utilizzato unicamente per impostare la temperatura desiderata premendo gli appositi tasti.

Le icone del telecomando che identificano le funzioni del climatizzatore

Innanzitutto occorre sapere che queste funzioni di uso più comune sono indicate sul telecomando con alcuni termini in lingua inglese e con dei piccoli simboli (le icone), abbastanza intuitivi.

La funzione di deumidificazione è indicata con il simbolo di una gocciolina e con la scritta dry (asciutto). La deumidificazione serve infatti a raccogliere l’umidità presente nell’aria che, in quantità eccessiva, può farci percepire le temperature più elevate di quanto siano nella realtà.
Deumidificare l’aria, quindi, può a volte rappresentare una soluzione sufficiente per rendere l’ambiente più fresco senza abbassare la temperatura.

La funzione di raffrescamento è invece rappresentata con il simbolo di un cristallo di ghiaccio, accompagnato in genere anche dalla scritta cool, che in inglese vuol dire appunto freddo.

Viceversa, la funzione di riscaldamento (se presente nel tuo climatizzatore) è indicata con l’immagine di un sole, accompagnata dalla scritta heat, che in lingua anglosassone significa calore.

Per la funzione di ventilazione è presente una sorta di elica di ventilatore, appunto, oppure la scritta fan (ventilatore).
Questa funzione si può attivare solo quando il climatizzatore è utilizzato in modalità raffreddamento o riscaldamento e non deumidificazione.

Altre funzioni

Altra funzione che può essere presente è quella che indica la direzione del flusso d’aria. Solitamente questo flusso d’aria è indirizzato verso il basso quando è attiva la funzione di raffreddamento, mentre è rivolto verso l’alto per il riscaldamento.
Poiché però il flusso, soprattutto se è rivolto verso le persone, può risultare fastidioso, è opportuno poterlo orientare a piacimento.
La relativa funzione è indicata in genere con un’icona che rappresenta delle alette e con la scritta swing. Pigiando questo tasto puoi muovere le alette, anche a destra e sinistra, fino a trovare la posizione in cui il flusso d’aria risulterà più confortevole.

Tra i tasti è poi possibile trovare la funzione AUTO. Pigiando il relativo pulsante, viene impostata in maniera automatica la temperatura e l’umidità ideale, in base ai parametri rilevati in ambiente.

In quasi tutti i modelli di condizionatori in commercio si possono attivare queste funzioni pigiando il tasto MODE più volte.

In alcuni modelli, infine, è presente la funzione Clean che, come dice il nome, serve a pulire l’apparecchio evitando l’accumulo di polvere e batteri, dopo il suo funzionamento.
Questa funzione non sostituisce però le periodiche operazioni di manutenzione e sanificazione.

Come impostare la temperatura con il telecomando del climatizzatore

Ricapitolando, per settare il climatizzatore nella maniera che desideri, dovrai per prima cosa accendere lo split pigiando sul tasto on/off.

Successivamente, agendo sul tasto MODE, dovrai scegliere la funzione desiderata. Ad esempio, in estate, per raffrescare la stanza, dovrai veder comparire il simbolo del ghiaccio.

Una volta impostato il funzionamento del condizionatore, non dovrai far altro che impostare la temperatura desiderata, agendo sugli appositi comandi che la aumentano o riducono. Di solito sono rappresentati con frecce o con i simboli + e –.

Funzioni del telecomando per il risparmio energetico

Passando a funzioni più elaborate, che puoi trovare solo in alcuni modelli, andiamo ad analizzare quelle che ti permettono di ottenere un buon risparmio energetico.
Ciò diventa importante non solo per avere bollette meno salate, ma anche per evitare improvvisi black out sovraccaricando il contatore con più elettrodomestici.

Sul telecomando è possibile allora trovare la funzione High Power, spesso con il simbolo di un omino con i muscoli, che consente di portare le funzioni di riscaldamento o raffreddamento al massimo, per un tempo di circa 15 – 20 minuti. Questa funzione è utile quando devi riscaldare o raffreddare l’ambiente velocemente.

In molti apparecchi è poi presente la modalità ECO, che consente un uso efficiente dell’apparecchio, con conseguente risparmio di energia. Risulta utile quando si utilizza in contemporanea un altro elettrodomestico come lavatrice o lavastoviglie.

Come programmare il climatizzatore con il timer

Ora che il telecomando del climatizzatore non ha più segreti per te, veniamo a una parte più complicata: come utilizzare la funzione timer per programmare l’accensione o lo spegnimento in automatico.

Questa funzione può risultare utile quando ad esempio torni a casa e desideri trovarla già riscaldata, oppure, al contrario in estate vuoi ritrovarti in un ambiente fresco.

Personalmente la utilizzo per spegnere il climatizzatore automaticamente dopo che mi sono addormentata. Quando fa molto caldo ho infatti bisogno di aria fresca per addormentarmi, ma non sopporterei l’apparecchio acceso tutta la notte.

Premesso che in questo caso ogni marca può avere funzioni differenti, possiamo raccogliere una serie di elementi comuni:
tasti ON Timer e OFF Timer per programmare accensione o spegnimento automatici
• un orologio con cui impostare, tramite frecce, l’orario stabilito
• un pulsante set up o setting per dare il comando di impostazione.





Facebooktwitterpinterestlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *