Rincari vertiginosi per il gas: come risparmiare senza rinunciare al comfort

Oggi più che mai, riuscire a risparmiare sulle spese per il gas è importante, per impedire che il bilancio familiare risenta di questa spesa.

Oggi più che mai riuscire a risparmiare sulle spese per il gas è importante per evitare che il bilancio familiare risenta oltremodo di questa spesa.

Quello che stiamo vivendo è infatti un periodo particolarmente critico per quel che riguarda i rincari: tantissimi beni stanno vedendo crescere il loro costo e quelli più critici si stanno rivelando, da questo punto di vista, proprio quelli riguardanti le bollette delle varie utenze domestiche.

Secondo Unione Nazionale dei Consumatori, peraltro, quella del gas è in assoluto la voce per la quale il rincaro si è rivelato maggiore, con l’altisonante aumento del +62,5% su base annua nel confronto tra il mese di gennaio 2022 e quello di gennaio 2021.

Riuscire a ridurre tali spese, dunque, sta diventando fondamentale, ma è possibile farlo senza rinunciare al comfort? La risposta è affermativa, a patto che si seguano alcuni semplici consigli.

1 – Comparare e individuare le tariffe più convenienti

Il consumatore non dovrebbe mai dimenticarlo: anche le società che offrono i servizi gas operano in regime di libero mercato, di conseguenza si è assolutamente liberi di orientarsi verso le proposte più convenienti o comunque verso i pacchetti più in linea con le proprie preferenze soggettive.

In tale ottica, non può che essere un buon consiglio quello di effettuare delle comparazioni, operazioni che grazie ad appositi strumenti web possono essere compiute con pochi semplici click: sul portale Salvaconto, ad esempio, si possono comparare tutte le diverse offerte luce e gas dedicate a utenze private.

2 – Installare dei dispositivi moderni

La differenza tra le caldaie odierne e quelle di solo pochi anni fa è davvero notevole in termini di performance ed efficienza, di conseguenza non può che essere un ottimo consiglio quello di acquistare un dispositivo appartenente a una classe di efficienza alta che consenta quindi di ridurre i consumi.

Sicuramente ciò comporta una spesa non trascurabile, non lo si può negare, ma bisogna considerarlo un vero e proprio investimento, dal momento che nel lungo periodo si riusciranno senz’altro a risparmiare delle cifre importanti.

3 – Evitare regolazioni a temperature troppo alte

Regolare le caldaie a temperature troppo alte è un errore commesso da tantissime persone, un errore che non solo implica maggiori costi, ma che può perfino rivelarsi dannoso, dal momento che esporsi a sbalzi termici importanti non è mai qualcosa di salutare.

Un buon punto di riferimento, in tal senso, può senz’altro essere quello fornito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo cui non si dovrebbero mai regolare le caldaie domestiche in modo che la temperatura interna superi i 20°C.

4 – Tenere sotto controllo i propri consumi

Sono decisamente pochi gli italiani che controllano con scrupolosità i propri consumi domestici, eppure oggi quest’operazione è tutt’altro che complicata.

Grazie ad App e altri strumenti di ultima generazione, infatti, è possibile avere un quadro nitido di quanto si è consumato e ciò può fornire indicazioni molto preziose nell’ottica del risparmio, evidenziando ad esempio quali sono le fasce orarie maggiormente critiche e in cui si potrebbero dunque adottare delle abitudini più virtuose.

Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.