Filtro Anticalcare Caldaia: perché è importante

Per eliminare il calcare dall’acqua e allungare così la vita alla caldaia, la soluzione migliore è quella d’istallare un filtro anticalcare.

Il calcare presente nell’acqua influisce negativamente sul funzionamento della caldaia e su tutto l’impianto di riscaldamento. Per questa ragione è indispensabile installare un filtro anticalcare per la caldaia.

Come accade per i rubinetti della cucina e del bagno o a un comune bollitore, la caldaia è costantemente a contatto con l’acqua. Il calcare disciolto al suo interno si deposita giorno dopo giorno rendendo meno efficiente il sistema di riscaldamento. Il filtro anticalcare permette proprio di evitare accumuli e di migliorare le prestazioni della caldaia evitando guasti talvolta irreparabili.

Il filtro anticalcare per la caldaia

Per eliminare il calcare dall’acqua e allungare la vita alla caldaia, non c’è altra soluzione se non quella di installare un filtro anticalcare.

Il calcare è una sostanza biancastra formata dal carbonato di calcio presente nell’acqua molto dura che si deposita all’interno di tutti quegli apparecchi che la adoperano.

La lavatrice, i rubinetti, le tubazioni, la doccia e la lavastoviglie sono tutti apparecchi soggetti al problema del calcare. In modo particolare, il calcare si deposita più rapidamente all’interno degli apparecchi in cui transita acqua calda. Quando l’acqua calda evapora, lascia sulle superfici i depositi biancastri che continuano ad aumentare di spessore giorno dopo giorno.

I depositi di calcare all’interno dei tubi del riscaldamento possono provocare il blocco del passaggio dell’acqua o comunque un flusso limitato.

Oltre che nei negozi specializzati, i filtri anticalcare per le caldaie, si possono acquistare nei tanti siti dedicati all’idraulica, come ad esempio idrotermstore.it.

Il filtro anticalcare per la caldaia magnetico

Il filtro anticalcare per la caldaia più adoperato è quello magnetico. Viene inserito installandolo direttamente sulla tubazione di mandata della caldaia stessa e raccoglie differenti particelle in metallo immagazzinandole al suo interno. Con questo sistema non si creano fanghi che poi si depositano per la forza di gravità sul fondo e possono causare gravi problemi.

Con il passare del tempo i radiatori e le caldaie invecchiano e iniziano ad arrugginire. Il metallo arrugginito si sfalda gradualmente e si unisce ai depositi e al calcare creando dei fanghi corposi.
L’accumulo dei fanghi è la ragione principale per la quale si verificano guasti alle pompe di calore e agli scambiatori. Installando un filtro anticalcare si previene questo problema e la caldaia avrà vita più lunga.

Filtri a resina

Questa tipologia di filtri è molto economica e molto efficace nel proteggere la caldaia e le tubazioni dai depositi di calcare.

I filtri sono formati da diverse sfere in resina che riescono ad attrarre verso di loro il calcare, liberando così l’acqua dalla sua presenza. I filtri a resina hanno bisogno di manutenzione periodica per funzionare correttamente ma sono operazioni semplici che possono essere correttamente eseguite anche in fai da te.

Filtri a polifosfati

I filtri a polifosfati sono costituiti da un composto attivo che riesce a eliminare la presenza del calcare dall’acqua.
Devono essere posizionati all’ingresso della tubazione o prima di apparecchi sensibili come per esempio la caldaia.

I polifosfati hanno un’azione chimica sui differenti componenti del calcare e ne impediscono la formazione. A seconda del quantitativo di acqua consumata e della sua durezza, il composto chimico deve essere ricaricato una o al massimo due volte all’anno.

È obbligatorio installare un filtro anticalcare per la caldaia?

Installare un filtro anticalcare aiuta ad allungare la vita della caldaia e dell’impianto di riscaldamento. Non è obbligatorio farlo installare ma è molto consigliato, soprattutto se l’acqua che arriva a casa è particolarmente dura.

Il filtro anticalcare deve essere posizionato da un professionista ed è necessario affrontare una spesa non indifferente per acquistarlo che però viene ammortizzata in poco tempo poiché allunga significativamente la vita di tutto l’impianto di riscaldamento.

Può non essere necessario dotarsi di un filtro per proteggere la caldaia quando l’acqua che arriva dalla rete comunale è molto dolce e priva di calcare. È una condizione che si verifica spesso in alta montagna o in collina, dove l’acqua che arriva nelle case dai depositi locali, viene fornita da sorgenti poco lontane. In tutte le altre circostanze l’acqua abitualmente contiene disciolto un quantitativo di calcare più o meno elevato che a lungo andare danneggia tutti quei dispositivi e sistemi in cui sosta.

Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.