Guida all’acquisto del seghetto alternativo

Il seghetto alternativo è un utensile indispensabile per realizzare tagli dritti, obliqui o curvi su materiali come il legno, i metalli o anche la plastica.

Seghetto alternativo Bosch (photo credit www.bosch-do-it.com)

Seghetto alternativo Bosch (photo credit www.bosch-do-it.com)

Cos’è il seghetto alternativo?

Il seghetto alternativo è un utensile adoperato per il taglio di vari materiali come il legno, i metalli o anche la plastica.

Il materiale da tagliare viene fissato su di un banco da lavoro, mentre si impugna l’attrezzo nella parte superiore e il motore fa scorrere le lame presenti nella parte sottostante prima in un senso e poi in quello opposto. Insomma, detto per noi profani, il principio di funzionamento è analogo a quello delle macchine per cucire.

La cadenza del movimento può essere a scatti o in modalità continua e variare di velocità (si va più o meno dalle 200 alle 3000 corse al minuto). Le cadenze lente si usano per i materiali più duri, mentre quelle veloci sono adatte ai materiali fragili.

Con il seghetto è possibile anche realizzare tagli curvi o obliqui. Una maggiore potenza del motore facilita l’operazione.

Gli accessori del seghetto alternativo

I seghetti alternativi in commercio hanno a corredo un set più o meno ricco di accessori, a seconda della marca e del modello. Naturalmente, la quantità e la ricchezza di questi incideranno sul costo del prodotto.

La valigetta e un kit minimo di lame sono gli accessori quasi sempre presenti. In alcuni casi, vi potrà venire offerta una guida parallela, strumento praticamente indispensabile per eseguire i tagli dritti.

Altri accessori dovranno invece essere acquistati a parte.

Lame per seghetto alternativo

Esistono diverse tipologie di lame per seghetto e si distinguono essenzialmente in base alla durezza e alla geometria dei denti:
CV, acciaio cromo – vanadio: sono adatte al taglio di materiali teneri come il legno, i pannelli di fibre di legno o le materie sintetiche
HSS (Hochleistungs – Schnell – Stahl) acciaio super rapido: va bene per materiali duri come i metalli, l’alluminio e i metalli non ferrosi
bimetalliche: perfetta combinazione tra flessibilità e durezza grazie alla saldatura in HSS al cobalto, sono ottime per il taglio di materiali in legno e in metallo
HM (Hart – Metall) metallo duro: sono caratterizzate da altissima resistenza all’usura e vengono utilizzate per tagliare materiali di ogni genere.

Importante è anche la geometria dei denti: ad esempio, se sono in posizione obliqua rispetto al piano della fibra di legno da tagliare si possono raggiungere velocità più elevate; se i denti sono molto stretti si possono eseguire tagli molto puliti.

La velocità di una lama viene espressa in corse al minuto, ovvero quanti movimenti in su e in giù riesce a compiere nell’arco di un minuto.

Come si usa il seghetto alternativo

L’uso di un seghetto alternativo è abbastanza semplice ma non deve essere dato per scontato.

Fissate bene al banco con dei morsetti il pezzo da tagliare, per evitare che le vibrazioni possano compromettere il taglio.
Assicuratevi naturalmente che non ci siano ostacoli lungo la linea di taglio. Segnate a matita o con un colore il tratto da tagliare.

Se il taglio deve essere diritto e parallelo a un bordo, utilizzate la guida parallela. La guida va montata alla suola del seghetto e, dopo averla regolata, mantenuta appoggiata al bordo.

Per realizzare tagli circolari occorre invece utilizzare una guida a L. Il lato corto va fissato alla suola del seghetto con viti a farfalla, mentre il lato lungo presenta diversi fori a varie distanze per eseguire tagli di raggio differente. Basterà infatti fissare una vite nel foro individuato come centro del cerchio.

Un consiglio per realizzare tagli ben definiti: appoggiate il pezzo da tagliare su un altro foglio dello stesso materiale, di 5 – 10 mm di spessore, e procedete al taglio dei due fogli insieme. In questo modo, il primo pezzo tagliato risulterà ben rifinito.

Se non siete esperti, evitate invece l’uso del seghetto al contrario, effettuando il taglio con la lama eretta in verticale. Si tratta di un buon metodo, ma può essere pericoloso per chi non è pratico.

La cosa più importante durante il lavoro resta comunque quella di regolare la velocità del motore e scegliere la lama in base al materiale e allo spessore da tagliare.

Se il motore non ha velocità regolabili non spingete in avanti con troppa forza perché c’è il rischio di rompere la lama e affaticare il motorino.

Come scegliere il seghetto alternativo

La buona qualità del lavoro dipende molto dalla scelta delle lame, diverse a seconda dello spessore da tagliare. Questo fattore è meno importante in quei modelli dove è possibile selezionare diverse velocità di taglio.

Per la buona riuscita del taglio è importante anche la potenza del motore che deve essere di almeno 450 Watt. Tale valore assicura anche la possibilità di poter lavorare per molte ore senza interruzioni.

Un altro dettaglio da non trascurare al momento dell’acquisto è che l’attrezzo sia leggero e maneggevole da usare. In particolare, il manico non deve essere troppo spesso e la presa deve essere dotata di un supporto antiscivolo.

Infine, fate attenzione al tipo di alimentazione: solitamente è elettrica, ma negli ultimi tempi si stanno diffondendo anche modelli a batteria.

Gli attrezzi alimentati direttamente dalla rete hanno dalla loro un’autonomia illimitata e una potenza costante ma la libertà d’azione è limitata dalla lunghezza del cavo, che vi consiglio comunque di almeno tre metri.

I modelli a batteria danno invece libertà di movimento illimitata ma hanno potenza e autonomia limitate e sono più adatti al taglio di materiali teneri.

Quanto costa un seghetto alternativo?

Il costo di un seghetto alternativo dipende molto dalla qualità dell’attrezzo e dalla dotazione di accessori a corredo.

Nei grandi centri potrete trovare modelli anche a 25 euro, ma naturalmente saranno adatti solo a piccoli tagli e soprattutto avranno un motore che non supera i 400 Watt di potenza.
Ci sono però anche prodotti in fasce di prezzo medie e alte, che possono superare i 200 euro.

Su Amazon potrete trovarne di tutte le tipologie:
BLACK+DECKER KS501-QS Compatto, 400 W
Bosch PST 650 Compact Easy
Einhell TC-JS 85 Pendolare, 620 W, Rosso.

Siete esperti di bricolage e avete consigli da dare sull’uso del seghetto alternativo? Seguite la mia pagina Facebook per poter dialogare anche con gli altri utenti.





Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *