Come riparare un coltello da cucina

A volte capita di dover buttare via un coltello perché la lama è uscita dal manico e non è più possibile utilizzarlo in sicurezza: vi spiego come ripararlo. Coltello da…
Coltello da cucina©

A volte capita di dover buttare via un coltello perché la lama è uscita dal manico e non è più possibile utilizzarlo in sicurezza: vi spiego come ripararlo.

Coltello da cucina©

Coltello da cucina©

Il coltello da cucina

Il coltello è un utensile utilizzato in cucina per lavorare (affettare, tagliare, sminuzzare) gli ingredienti utilizzati per le varie preparazioni.

Esistono tanti tipi diversi di coltelli, destinati a vari usi e realizzati con differenti materiali, ma quelli più diffusi e di uso comune hanno in genere una lama in acciaio inossidabile e un manico in plastica, facile da mantenere e igienico, in quanto non assorbe microorganismi come può avvenire invece con quelli in legno.

Tuttavia, la plastica presenta alcuni inconvenienti, in quanto fragile e poco resistente e pertanto più facilmente soggetta a rotture.

Spesso capita di dover buttare via un coltello perché la lama è uscita dal manico e non è più possibile utilizzarlo in sicurezza, senza rischiare di farsi male.
È un peccato, perché ci si ritrova con un set di coltelli spaiato, mentre in realtà è molto facile effettuare una piccola riparazione senza dover rinunciare definitivamente all’utensile.

In questo articolo vi spiegherò proprio come riparare un coltello da cucina.

Materiale occorrente per riparare il coltello da cucina

Materiale occorrente per riparare il coltello ©

Materiale occorrente per riparare il coltello ©

Per poter effettuare la riparazione occorrono:

• un pennarello (ma vanno bene anche una penna o una matita)
• un block notes
• una piccola morsa (altrimenti dovrete far affidamento solo sulle forza delle mani)
• un metro (o in alternativa un righello o una squadretta)
• un cacciavite (meglio se a cricchetto)
• un punteruolo (oppure dovrete iniziare ad avvitare direttamente sulla dima di foratura che ricaverete)
• un martello (solo se disponete del punteruolo)
• una piccola vite autofilettante (vanno bene quelle per il legno)
• una lima (in alternativa della carta vetrata)
• un paio di forbici (sostituibili da un taglierino)
• del nastro adesivo trasparente e della carta gommata
• una molletta per stendere il bucato.

Come procedere alla riparazione del coltello passo per passo

coltello31. Posizionate la lama del coltello sul foglio del block notes e iniziate a delineare il contorno della sagoma della lama, senza completarla.

coltello 42. Dopo aver momentaneamente riposto la lama nel manico, con l’ausilio del metro misurate la distanza che intercorre tra la superficie della lama e il punto più alto di quella di impugnatura del manico.

coltello-53. La distanza misurata dovrà essere la stessa che separerà le due linee che disegnerete sul profilo della lama tagliandolo a 90 gradi.

coltello-64. Piegate quindi il vostro foglio in modo che le due linee si sovrappongano e passate il dito sulla piegatura.

coltello-75. Con questo procedimento andrete a intercettare una linea equidistante tra le due precedentemente tracciate, marcata in rosso nell’immagine.

coltello-86. Procedete a effettuare una seconda piegatura sulla seconda linea esterna per coprire questo spazio che vi servirà in seguito.

coltello-97. Completate la tracciatura sul profilo della lama, foro compreso, rimarcando il centro del foro.

coltello-108. Con un paio di forbici, ritagliate la forma della lama e proteggetela con del nastro adesivo trasparente.

coltello-119. Stendete la parte che durante la tracciatura e il taglio del profilo avete nascosto, ottenendo così una dima di foratura.

coltello-1210. Con l’utilizzo di una molletta per stendere il bucato, fissate la dima di foratura, facendo bene attenzione che le punte e i fori della lama e della dima siano perfettamente sovrapposti.

coltello-1311. Posizionate quindi la lama nel manico.

coltello-1412. Adagiate sul manico la parte della dima dove c’è il cerchio che identifica la posizione esatta del foro al suo interno e fissate con della carta gommata la sagoma sul coltello.

coltello-1513. Con l’ausilio del punteruolo e del martello rimarcate il centro del cerchio sul manico in plastica.

coltello-1614. Avrete così la posizione esatta del centro del foro della lama all’interno del manico, quindi, con l’utilizzo del cacciavite, avvitate nel punto appena ricavato la vite.

coltello-1715. Se avete eseguito bene tutte le operazioni, il risultato sarà quello di vedere uscire dall’altro lato del manico la punta della vite, per questo sarà bene, durante la fase di avvitatura, usare molta cautela.

coltello-1816. Dopo aver momentaneamente svitato e rimosso la vite che alloggerà nel coltello, con l’ausilio di un avvitatore armato di una punta idonea a svasare sul manico un alloggiamento per la testa della vite (qualora la vite fosse a testa svasata), miglioratene l’aderenza e il profilo.

coltello-1917. Utilizzando una lima, dopo aver protetto le aree limitrofe del coltello con della carta gommata, eliminate la punta che potrebbe essere pericolosa per chi userà in futuro il coltello.

coltello-2018. Ricordando di utilizzare dei guanti protettivi durante la fase di levigatura, otterrete così un coltello nuovamente utilizzabile.

coltello-2119. La dima di foratura realizzata potrà essere utilizzata solo per i coltelli dello stesso set a cui appartiene il primo coltello riparato, perché le misure del profilo, del foro e della distanza tra superficie della lama e superficie laterale di impugnatura sono quelle specifiche del modello per cui vi siete adoperati.

E ora, per festeggiare, potete inaugurare il vostro coltello finalmente tornato operativo per prepararvi un appetitoso spuntino!




Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu