Guida all’acquisto del frullatore a immersione

Il frullatore a immersione è un piccolo elettrodomestico della lunghezza di circa 25 – 30 cm,  la cui funzione principale è naturalmente quella di frullare.

Frullatore a immersione Minipimer Braun

A cosa serve il frullatore a immersione?

Il frullatore a immersione, detto anche mixer, è un piccolo elettrodomestico della lunghezza di circa 25 – 30 cm, molto utile in cucina.

La sua funzione base è ovviamente quella di frullare, per cui viene utilizzato per preparare frullati e minestre. Può essere usato però anche per triturare piccole quantità di cibo e per omogeneizzare.
I modelli più elaborati sono provvisti di accessori che permettono di grattugiare, affettare e sminuzzare, per cui possono essere impiegati per molte preparazioni gastronomiche.

I principali vantaggi del frullatore a immersione sono:
• maneggevolezza e facilità di utilizzo
• la possibilità di poterlo usare anche direttamente nella pentola o nei contenitori in cui si continuerà la preparazione e con cibi ancora caldi.

Forse non tutti ci pensano, ma il frullatore a immersione può essere adoperato anche per composti di tipo non alimentare. Si può usare ad esempio per miscelare le diverse sostanze necessarie per realizzare un detersivo casalingo.
In questo caso ovviamente è opportuno usare l’apparecchio unicamente per questo scopo, riservandone magari un altro per i preparati destinati all’alimentazione.

Tipi di frullatore a immersione

In commercio è possibile trovare molti modelli e marche di frullatore a immersione, per cui la scelta può essere davvero difficile.

Per fare una prima scrematura, iniziamo a distinguerne due tipologie:
• i frullatori a immersione basic
• i frullatori a immersione accessoriati.

Il primo tipo, essendo uno strumento base che consente appunto solo di frullare, ha un costo molto accessibile, a partire da una decina di  euro.
Questa tipologia non è indicata però per realizzare preparazioni elaborate perché è poco potente e rischierebbe di ingolfarsi.

Nel secondo caso, il frullatore ha un equipaggiamento di accessori il cui numero tende a far lievitare il costo.
Tra gli accessori possono esserci:
• la frusta per montare panna e albumi
• il tritatutto per sminuzzare
• la lama affettatrice per tagliare le verdure
• la grattugia per il formaggio.

Alcuni modelli hanno un solo contenitore, altri ne hanno diversi da usare con i vari accessori in dotazione.

Un’ulteriore distinzione può essere fatta tra i frullatori con e senza filo.

Il modello base di frullatore è realizzato in genere con un blocco in plastica al cui interno è alloggiato il motore. La parte finale si allarga leggermente assumendo una forma ovale e presenta al suo interno le lame rotanti che consentono la triturazione.
Questa tipologia presenta lo svantaggio di non essere smontabile. Quindi, per pulire il frullatore bisogna immergerlo interamente in acqua, con il rischio di danneggiare il motore e comprometterne il funzionamento.

I modelli combinati, invece, sono smontabili e spesso presentano una base d’appoggio molto funzionale.

Come scegliere il frullatore a immersione

Al momento dell’acquisto, cercate di optare per un modello i cui accessori e contenitori siano staccabili e lavabili in lavastoviglie.

Naturalmente, il tipo di frullatore provvisto di accessori è anche più ingombrante e quindi non è adatto a chi ha poco spazio in cucina. Inoltre, se gli accessori sono molti l’apparecchio deve avere una potenza di almeno 400 W.

Un altro aspetto da controllare è che l’utensile funzioni con un pulsante regolabile su diversi livelli di velocità. Non tutti i cibi infatti possono essere lavorati con la stessa rapidità.

Altri parametri da valutare al momento dell’acquisto sono i seguenti:
• l’asta deve essere sufficientemente lunga e avere la cupola antischizzo; inoltre deve essere preferibilmente in acciaio in modo che, anche se viene a contatto con cibi caldi o acidi, non rilasci sostanze dannose per l’organismo
• il manico non deve essere ingombrante e deve essere realizzato con materiale antiscivolo
• il cavo di alimentazione non deve essere troppo corto, per non limitare i movimenti.

Un ultimo consiglio: prima di decidervi di acquistarlo valutate attentamente se il frullatore vi serve davvero e se ne farete uso. Infatti, questo elettrodomestico non è facilmente smaltibile a fine vita ed è molto inquinante.

Manutenzione del frullatore a immersione

Ogni volta che viene utilizzato il frullatore deve essere poi pulito per bene, dopo aver smontato tutte le sue parti, lavandolo in acqua tiepida.

Non rimandare l’operazione eviterà soprattutto che i residui di cibo formino incrostazioni pregiudicandone i meccanismi.

Dove acquistare il frullatore a immersione

Il frullatore a immersione si può comprare non solo nei negozi di casalinghi o nei centri della grande distribuzione, ma anche comodamente on line sui siti e – commerce.
Anzi, in quest’ultimo caso è frequente trovare prezzi più vantaggiosi, come quelli di Amazon:

Bosch MSM66120 Ergo Mixx
Russell Hobbs 18986-56 Desire
Imetec Dolcevita HB2.

In ogni caso, vi consiglio di fare lo stesso un giretto nei negozi più vicini prima di effettuare l’acquisto, per avere l’opportunità di esaminare l’utensile dal vivo e valutare pregi e difetti di un modello rispetto all’altro.




Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu