Guida all’acquisto della macchina per il pane

La macchina per il pane è un elettrodomestico che permette di impastare gli ingredienti per fare il pane, di riscaldarli, facendoli lievitare e di cuocerli.

Macchina per il pane Ariete (photo credit www.ariete.net)

Cos’è la macchina per il pane?

La macchina per il pane è un elettrodomestico che permette non solo di impastare gli ingredienti per fare il pane, ma anche di riscaldarli, facendoli lievitare, e di cuocerli.

Negli ultimi tempi il suo utilizzo si sta molto incrementando perché consente di fare il pane con ingredienti genuini e di risparmiare rispetto al costo di mercato del prodotto finito.
Però, rispetto al pane fatto in casa impastando a mano e cuocendo nel forno elettrico, la macchina consente di accelerare notevolmente i tempi e ridurre la fatica.

L’apparecchio ha in genere un corpo in metallo o in ABS (plastica resistente a elevate temperature). Di fatto, riproduce in piccole dimensioni la forma delle impastatrici usate dai fornai, ma permette di impastare solo il piccolo quantitativo sufficiente per una famiglia.

Anche se la sua funzione principale è quella di fare in casa il pane di tutti i tipi, in realtà può essere usata per tanti altri preparati alimentari, come pizza, dolci, pasta fresca, marmellata, il tutto senza sporcare la cucina preparando gli impasti.

Come si può vedere, quindi, alcune funzioni sono molto simili a quelle dell’impastatrice. Quali sono allora le differenze tra i due elettrodomestici?
L’impastatrice può fare anche altre cose, come sbattere le uova, montare la panna, tritare la carne. In compenso però non può riscaldare né cuocere.
Soltanto i robot da cucina aggiungono a tutte le funzioni dell’impastatrice anche quelle della cottura.

Dovendo quindi scegliere tra un’impastatrice e una macchina per il pane, come regolarsi?
Tutto dipenderà dalle vostre personali esigenze e abitudini in cucina. Tenete però presente che un’impastatrice costa di solito di più di una macchina per il pane.

Come funziona la macchina per il pane?

La macchina per il pane è alimentata dalla corrente elettrica e si accende premendo un tasto. Sempre con un tasto si possono selezionare le varie funzioni.

In commercio se ne possono trovare diversi modelli, ma il funzionamento è sempre più o meno lo stesso e segue precise fasi:
• il preriscaldamento inizia prima di avviare l’impasto
• l’impasto avviene in uno o più cicli, intervallati dalla lievitazione
• dopo l’ultimo impasto avviene la lievitazione
• infine parte la cottura.

Una buona macchina per il pane prevede la possibilità di aggiungere altri ingredienti durante la fase d’impasto, per realizzare ad esempio dei dolci.

Alcune macchine emettono un segnale sonoro al termine di ogni fase, in modo da avvisare per avviare la fase successiva; tale funzione serve soprattutto per evitare di far passare troppo tempo tra la preparazione dell’impasto e la lievitazione.

L’uso della macchina è comunque semplice e intuitivo. Alcuni modelli hanno in dotazione dei misurini molto utili per dosare le giuste quantità degli ingredienti.

Dopo il loro inserimento, si sceglie il livello di doratura della crosta. La macchina imposterà infatti, in base a quello prescelto, il tempo di cottura.
Di solito, sono disponibili 3 livelli di cottura: leggero, medio e ben cotto.

Molte di queste macchine permettono anche di programmare la cottura, cioè di impostarne l’orario di avvio, in modo che parta automaticamente e si possa trovare pane caldo al momento desiderato.

Precauzioni d’uso

Per usare bene una macchina per il pane bisogna considerare che non tutte le farine sono uguali. A seconda infatti della percentuale di alcune proteine in esse contenute, si distinguono farine forti e farine deboli e il tipo deve essere scelto in base al prodotto che volete ottenere.

Tra le precauzioni da adottare nell’uso della macchina per il pane, ricordate di tenerla lontana dall’acqua e da fonti di calore, ma soprattutto dalla portata dei bambini perché può raggiungere temperature molto elevate e se il cestello è aperto costituire grave pericolo.

Come scegliere la macchina per il pane

Tra i fattori per orientarsi nella scelta di una macchina per il pane, uno dei principali è sicuramente la capacità del cestello. In commercio si possono trovare macchine di capacità da 0,4 a 2 kg. Quindi, se siete un nucleo familiare e fate un discreto uso di pane, vi consiglio un apparecchio da almeno un 1 kg. Un single invece dovrà scegliere l’apparecchio più piccolo. In ogni caso, anche se acquistate una macchina di grande capacità, assicuratevi che abbia anche la funzione per lavorare quantitativi inferiori.

Chi lavora fuori casa troverà indispensabile la funzione programmazione che permetterà di trovare pane pronto al proprio rientro. Questa funzione può essere utile anche per impostare la macchina di sera e trovare brioches calde al mattino. Deve essere attivabile per almeno 12 -13 ore.

Una caratteristica spesso sottovalutata è l’autonomia di funzionamento. Ci sono macchine che, in caso di brevi black out, continuano a funzionare per 20 – 30 minuti, anche se in generale in caso di mancanza della corrente tutte le macchine riprendono poi il processo dal punto in cui era stato interrotto.

Nelle macchine di grande capienza assicuratevi che ci siano almeno due pale. In particolare, se la macchina deve essere usata per celiaci, verificate che le pale siano abbastanza alte, perché così richiesto dal tipo particolare d’impasto necessario.

Controllate che la macchina abbia una buona visibilità dall’oblò per seguire il lavoro durante il funzionamento.

Altri consigli per l’acquisto della macchina per il pane

Un altro consiglio prima dell’acquisto è quello di visionare attentamente il manuale di istruzioni, cosa che di solito si fa solo dopo. Il manuale deve essere chiaro e comprensibile e, soprattutto, quando si tratta di prodotti stranieri, ben tradotto in italiano. Deve inoltre riportare le istruzioni per la manutenzione.

Se avete la possibilità di leggere recensioni dei prodotti, assicuratevi che la macchina che siete intenzionati ad acquistare non abbia un motore che provochi molte vibrazioni durante il funzionamento: queste stressano col tempo le parti meccaniche.

Considerate infine lo spazio a disposizione in casa. Se avete una cucina piccola, dovete valutare opportunamente la necessità di procedere all’acquisto di un apparecchio di piccole dimensioni.

Quanto costa una macchina per il pane?

I prezzi di una macchina per il pane sono molto variabili e possono andare da un minimo di 50 – 60 euro fino a 150 – 160 euro circa dei modelli predisposti per più funzioni.

Il costo può dipendere naturalmente dalla qualità del prodotto ma anche dalla sua capacità e dalle funzioni disponibili.

Le macchine del pane si possono acquistare nei piccoli negozi di elettrodomestici così come nei centri commerciali.
Non escludete però la possibilità di acquistare anche on line, nei siti e – commerce più affidabili, perché si possono trovare offerte economicamente vantaggiose.

Date un’occhiata ad esempio a quelle proposte da Amazon:
Moulinex OW2101 Pain Doré
Imetec ZERO-GLU
Kenwood BM350.



Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu