Cos’è e a cosa serve il filtro HEPA dell’aspirapolvere

Il filtro HEPA è un sistema di filtrazione ad alta efficienza riconosciuto dall’Unione Europea come standard ed usato negli elettrodomestici per la pulizia.

Filtro HEPA per aspirapolvere (photo credit www.tecnica2c.it)

Filtro HEPA per aspirapolvere (photo credit www.tecnica2c.it)

Cos’è il filtro HEPA?

Il filtro HEPA è un metodo filtrante molto diffuso negli elettrodomestici per la pulizia, quali:
aspirapolvere
• scope elettriche
robot aspirapolvere
• aspirabriciole.

Si tratta di un sistema di filtrazione di fluidi (liquidi o gas) ad alta efficienza riconosciuto dall’Unione Europea come standard. Oltre che negli elettrodomestici, questi filtri vengono impiegati infatti anche nei laboratori di analisi, nelle sale operatorie, nei laboratori chimici e farmaceutici.

L’acronimo HEPA deriva dall’inglese High Efficiency Particulate Air e indica un tipo di dispositivo nato dalla ricerca nel settore nucleare per essere usato al fine di evitare il diffondersi di particelle radioattive.

Per sapere se un modello di aspirapolvere o scopa elettrica è provvisto di questo filtro, basta consultare la sua scheda tecnica.

Fate invece attenzione alle seguenti diciture:
• HEPA – type
• HEPA – like
• HEPA – style
• 99% HEPA.
Potrebbero significare che gli elettrodomestici in questione non soddisfano completamente il vero standard HEPA. Pertanto i filtri potrebbero non essere stati testati da laboratori indipendenti e avere una qualità di filtraggio inferiore.
Per evitare equivoci, quindi, alcune aziende usano il nome True HEPA (vero HEPA).

A cosa serve il filtro HEPA

Il filtro HEPA è indispensabile per aspirare quelle particelle presenti nell’aria che misurano solo pochi micron di diametro e sono quindi impercettibili all’occhio umano. Si tratta di pollini, acari e muffe particolarmente pericolosi soprattutto per i soggetti allergici.

Il filtraggio dell’aria in uscita dall’aspirapolvere durante l’utilizzo fa sì che non vengano rimesse in circolo polveri che li contengono.

Il miglior filtro HEPA, in base a quanto prescrivono le norme UNI EN 1822, deve essere in grado di trattenere particelle dello spessore anche di 0,3 micron. Per avere un’idea di questa misura di grandezza, basti pensare che un capello umano può misurare dai 18 ai 180 micron!

Come è fatto un filtro HEPA

Un filtro HEPA si compone di due parti:
• la prima è una sorta di prefiltro in gommapiuma
• la seconda è l’unità filtrante vera e propria.

Il prefiltro serve semplicemente a trattenere i detriti più pesanti e voluminosi, che potrebbero danneggiare il filtro stesso.

L’unità filtrante, più delicata, può avere forma rettangolare o cilindrica ed è composta da foglietti in microfibra separati da setti in alluminio.

Tipologie di filtro HEPA

In commercio è possibile trovare aspirapolvere con filtri di diverso tipo e quindi di differente efficacia.

Un aspirapolvere economico, ad esempio, potrebbe essere dotato di un filtro detto EPA e indicato con la sigla H10, la cui capacità di trattenere le particelle di allergeni non va oltre l’85%.

Le altre quattro categorie in cui vengono suddivisi sono:
H11, che raccoglie fino al 95% delle polveri
H12 che ha una capacità di trattenimento fino al 99,5%
H13, che trattiene fino al 99,95%
H14, fino al 99,995%.
Questi ultimi due sono davvero utili per chi soffre di allergie.

Alla tecnologia HEPA può essere associata un’ulteriore tecnologia di depurazione, quella ai carboni attivi.
Il carbone attivo è un materiale poroso in grado di trattenere molte delle sostanze organiche presenti nell’aria.
Un aspirapolvere con filtro HEPA e ai carboni attivi è quindi molto utile per chi ha animali domestici in casa, perché trattiene allo stesso tempo peli e cattivi odori.

Come funziona il filtro HEPA

Le particelle di polvere, una volta aspirate ad alta velocità, impattano sul filtro, che trattiene solo quelle più grandi.

Le particelle più minuscole riescono a passare e, fluttuando accanto allo strato di fibra di vetro, impattano definitivamente sull’ultima parte del filtro.

Manutenzione del filtro HEPA

La durata di un filtro HEPA non è perenne e varia naturalmente anche in base alla frequenza di utilizzo.

Al termine della sua vita utile non è necessario comunque cambiare l’aspirapolvere ma basta sostituire il filtro.
Se vi occorre il ricambio, potete acquistarlo anche su Amazon:
Filtro a cartuccia per gli aspirapolveri Electrolux, AEG
Rowenta ZR002901 Filtro per aspirapolvere
Philips AC4124/10 Hepa.

La durata può essere compresa tra i sei mesi e i due anni, ma può essere prolungata se lo si sottopone a una accurata manutenzione.

Periodicamente, ad esempio, occorre estrarlo e pulirlo a fondo, lavandolo. Al momento, la tecnologia non consente di lavarlo in lavastoviglie, per cui l’operazione va compiuta a mano.

Oltre il filtro HEPA

Negli ultimi tempi è possibile trovare in commercio anche aspirapolvere con filtri ULPA, ovvero Ultra Low Penetration Air. Insieme agli HEPA sono noti anche come filtri assoluti.

Questi filtri raggiungono una percentuale di filtraggio che sfiora il 100%.

Come per gli HEPA, le diverse tipologie sono indicate con delle sigle che in questo caso vanno da U15 a U17 per indicare da quelli meno efficaci e più economici a quelli più efficienti e quindi costosi.




Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *