Asciugabiancheria elettrico: guida all’acquisto

Per asciugare con tranquillità il bucato anche nelle giornate di maltempo, valuta l’opportunità di utilizzare un asciugabiancheria elettrico.

Sistema Colavene SmarTop con asciugabiancheria SmartDry (photo credit Threesixty Torino)

Cos’è un asciugabiancheria elettrico?

Durante l’inverno le giornate sono umide e fredde e anche quando non piove il bucato steso all’aperto sembra non asciugarsi mai.
Se non hai lo spazio dove installare un’asciugatrice o comunque non hai intenzione di sostenere una spesa onerosa per il suo acquisto, valuta l’opportunità di utilizzare un asciugabiancheria elettrico.

Si tratta di un piccolo elettrodomestico, ancora poco conosciuto e spesso sottovalutato, che emana calore per asciugare il bucato.

Su Amazon puoi trovare un esempio di ciò che intendo:
SCIUGARELLA
Asciugatrice portatile
Concise Home.

Come puoi vedere, ne esistono di varie tipologie. Alcuni sono una sorta di ventilconvettori a cui puoi appendere i capi, altri invece sono dei veri e propri stendibiancheria elettrici, dotati di copertura da applicare per l’asciugatura veloce.

Vediamo allora quali caratteristiche devi valutare se vuoi acquistare un apparecchio di questo tipo.

Come funziona un asciugabiancheria elettrico

A differenti tipologie di asciugabiancheria corrispondono diversi tipi di funzionamento.

Un asciugabiancheria da armadio come questo illustrato in copertina funziona essenzialmente mediante un sistema di ventilazione.
L’apparecchio genera un flusso d’aria che viene indirizzato sui capi appesi. In questo modo, le fibre dei tessuti vengono liberate dall’umidità e contemporaneamente distese, eliminando nell’80% dei casi anche la necessità di stirare.

I sistemi di questo tipo sono oggi estremamente silenziosi e possono essere lasciati in funzione anche durante la notte.

Gli stendibiancheria elettrici, invece, sono la versione di un normale stendino alimentata da corrente elettrica.
In questo caso, sono i fili o aste su cui vengono stesi i capi a riscaldarsi quando l’apparecchio è collegato alla corrente e ad asciugare così i vestiti.

Il modello detto a pallone, invece, è un elettrodomestico costituito da:
• uno stendino circolare
• un convettore di aria calda, con una resistenza e una ventola
• un reggitenda dal diametro appena più grande dello stendino
• un telo contenitore, aperto solo nella parte inferiore.
Il telo è richiudibile proprio per trattenere l’aria calda che sale dal basso, necessaria per l’asciugatura.
Una volta chiuso, infatti, si gonfia e consente di intrappolare il calore all’interno e velocizzare l’asciugatura.

Tipologie e formati di asciugabiancheria elettrici

Come abbiamo visto, esistono diverse tipologie di asciugabiancheria elettrici.

Le differenze non si manifestano solo per quel che riguarda il funzionamento, ma anche nell’ambito della stessa tipologia. Gli stendibiancheria, ad esempio, possono presentare diversi formati: orizzontale, verticale, con ali pieghevoli.

I modelli ad aria calda possono essere a soffitto, a parete o ad armadio e devono essere installati in posizione fissa.

Quelli di altre tipologie, invece, presentano il pregio di poter essere spostati e richiusi quando non sono in uso, proprio come un comune stendino.

Nella scelta del modello un fattore importante è legato alle dimensioni della tua casa: se hai spazio a sufficienza potrai scegliere un modello tipo stendino orizzontale estensibile. In caso contrario, un modello a torre ti aiuterà a non ingombrare troppo gli ambienti.

Anche il modello a soffitto è molto funzionale a risparmiare spazio ma, ovviamente, in questo caso dovrai decidere in maniera definitiva dove fissarlo.

Caratteristiche di un asciugabiancheria elettrico

I fattori che dovrai tenere in considerazione al momento dell’acquisto sono i seguenti:
• dimensioni e peso
• capacità
• potenza e velocità di asciugatura
• accessori disponibili.

Le dimensioni sono importanti anche se l’apparecchio è del tipo richiudibile perché dovrai assicurarti di avere lo spazio sufficiente per riporlo durante la bella stagione, quando non verrà utilizzato.

Per quanto riguarda il peso, gli apparecchi fissi sono più ponderosi mentre quelli spostabili devono avere naturalmente una leggerezza tale da consentirne il trasporto senza difficoltà.

La capacità dell’asciugabiancheria può variare dai 10 ai 20 kg e consente quindi di asciugare anche due cicli di bucato.
Ovviamente le esigenze di una famiglia saranno diverse da quelle di un single o di una coppia per cui dovrai valutare, a seconda dei casi, quale fa al caso tuo.

Al di là della portata indicata, valuta che l’apparecchio sia realizzato con un materiale resistente, come l’acciaio e non la plastica, per evitare che collassi sotto il peso dei panni bagnati.
Ad esempio, capi come asciugamani o accappatoi, sono molto pesanti quando sono bagnati e all’aria impiegano più tempo ad asciugarsi rispetto alla maggior parte degli indumenti. Un asciugabiancheria è utile soprattutto per questi casi e deve essere in grado di sopportarli..
A ogni modo, nella scheda tecnica troverai il peso massimo supportato.

La potenza può andare dai 50 ai 200 W e naturalmente è proporzionata ai tempi necessari per l’asciugatura che potrebbero richiedere dalle 3 fino alle 10 ore.

Asciugabiancheria elettrico Vs Asciugatrice

A questo punto, la domanda sorge spontanea: avendo la possibilità di scegliere l’uno a l’altra, cosa è preferibile acquistare, un asciugabiancheria come quelli descritti o la classica asciugatrice da installare magari impilata alla lavatrice?

I consumi energetici di un asciugabiancheria elettrico sono decisamente bassi rispetto a quelli di una asciugatrice e anche rispetto ad altri elettrodomestici come lavatrici e lavastoviglie.
A fronte di tempi più lunghi per l’asciugatura, questo fattore può quindi far preferire l’acquisto in un periodo come questo in cui ci troviamo ad avere a che fare con un pesante caro-bollette.

Un altro fattore a favore degli asciugabiancheria elettrici è il loro costo. Esistono apparecchi che possono costare anche 60 – 70 euro, cifre che dovrebbero essere moltiplicate per dieci per arrivare al prezzo di una asciugatrice.
Naturalmente parliamo degli apparecchi più semplici ed economici. Se ci rivolgiamo verso sistemi più sofisticati prodotti da brand importanti possiamo trovare modelli che arrivano a costare sui 500 euro.

A fronte di diversi vantaggi, però, l’asciugatura con questo tipo di elettrodomestico è decisamente più lenta di quella con asciugatrice.
I tempi di asciugatura sono importanti perché più tempo si impiega, più i capi lavati perderanno quel loro caratteristico buon odore di fresco.

Inoltre, gli asciugabiancheria sono strutturati in maniera da lasciare i capi esposti nella maggior parte dei casi e questo genera la presenza in casa di umidità che, a lungo andare, può essere dannosa per la salute.




Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.