Lavatrice a vapore: guida all’acquisto

Una lavatrice a vapore si distingue dalle altre perché il lavaggio avviene perlopiù utilizzando il vapore, indotto direttamente nel cestello.

Lavatrice a vapore Beko (photo credit Blu Wom Milano)

Cos’è la lavatrice a vapore?

La lavatrice a vapore è una lavapanni di nuova tecnologia che negli ultimi anni sta riscuotendo notevole successo, per cui potrebbe a breve addirittura soppiantare i modelli tradizionali.

La potenza igienizzante del vapore è del resto ben nota: questa sostanza aeriforme viene oggi utilizzata in diversi elettrodomestici. Solo per citarne uno, si può pensare alla scopa a vapore che promette di igienizzare al meglio le superfici domestiche.

Una lavatrice a vapore si distingue dalle comuni lavatrici perché il lavaggio avviene per la maggior parte utilizzando appunto il vapore, indotto direttamente nel cestello. Tale sistema è più delicato del classico lavaggio ad acqua, ma ugualmente efficace.

Il vapore può essere utilizzato anche solo nelle fasi di prelavaggio e di lavaggio finale. Il suo uso consente di sciogliere lo sporco più ostinato anche sui capi delicati.

Il meccanismo di funzionamento di questo tipo di lavatrice non è sempre lo stesso, esistono infatti diverse tecnologie che utilizzano il vapore. Cercherò quindi di darti delle informazioni di carattere generale.

Come funziona una lavatrice a vapore?

In una lavatrice classica il cestello si riempie d’acqua e, una volta pieno fino al livello stabilito, inizia a ruotare e viene introdotto anche il detersivo inserito nell’apposito scomparto. La rotazione fa penetrare l’acqua e il sapone tra i capi, rimuovendo sporco e macchie ma sottoponendoli anche a un notevole stress che può usurarli.

Quando si usa la nebulizzazione invece viene creata un’umidità particolarmente fitta che riesce a penetrare a fondo in tutte le fibre dei tessuti, visto che le sue particelle sono molto più piccole di quelle dell’acqua. Secondo i produttori, in questo modo è possibile riuscire a eliminare lo sporco a una temperatura controllata.

In pratica, con il classico lavaggio ad acqua il detersivo si perde nei tessuti e può finire in parte anche sulle pareti del cestello e sull’oblò. Con il vapore, invece, anche il detergente si nebulizza incuneandosi più profondamente nelle fibre, ed è per questo che l’efficacia del lavaggio è maggiore anche a temperature non elevate.

Il vapore si forma all’interno di un generatore che contiene una resistenza elettrica. Bastano pochi litri di acqua per generarne una quantità elevata.

In base ai diversi tipi di lavatrice, il vapore può essere erogato in vari modi:
• per l’intero ciclo di lavaggio
• per buona parte del ciclo di lavaggio
• solo per un determinato intervallo di tempo.

Nelle lavatrici in cui il vapore viene erogato per la maggior parte del ciclo, anche lo stesso cestello viene igienizzato, evitando la formazione di cattivi odori e la proliferazione di batteri che inevitabilmente finirebbero sui capi.

Perché scegliere una lavatrice a vapore?

Sono molti i vantaggi offerti da una lavatrice a vapore. Come ho già ricordato, il vapore consente di sciogliere lo sporco senza rovinare i tessuti e senza alternarne i colori. Al contempo, permette di risparmiare acqua e detersivo, che può essere origine di allergie e irritazioni per le pelli sensibili, soprattutto quelle dei bambini.

Poiché il vapore stende le fibre, i capi risultano più morbidi ed è più facile anche la loro stiratura, anzi in alcuni casi è possibile addirittura evitarla.

I consumi dichiarati dalle case produttrici possono essere inferiori a quelli di una lavatrice normale fino al 20% perché è possibile riscaldare solo una piccola quantità di acqua alla volta, mentre di solito bisogna impostare la temperatura in base al tipo di lavaggio. Utilizzando il vapore basta infatti una temperatura di 30° per ottenere un pulito soddisfacente.

Ci sono tessuti particolarmente delicati che non possono tollerare i lavaggi ad alte temperature, necessari per sciogliere bene lo sporco. È proprio per questo tipo di filati che il vapore può essere molto utile.

Alcune lavatrici presentano la funzione refresh che consente di rinfrescare senza lavarli capi già indossati ma ancora puliti, eliminando i cattivi odori e le pieghe. Si tratta di un programma molto utile ad esempio se vuoi eliminare da un golf o da una camicia gli odori persistenti come quelli di fumo o di fritto.

Una delle qualità più apprezzate resta però l’elevato potere igienizzante di questi elettrodomestici, studiati specificamente per eliminare dagli indumenti batteri e allergeni.

Per finire, queste lavatrici sono molto silenziose e questo particolare non è trascurabile se si preferisce fare il bucato durante la notte per stenderlo al mattino.

I punti deboli della lavatrice a vapore

La lavatrice a vapore è una tecnologia ancora poco conosciuta, per cui è facile trovare ancora una certa diffidenza da parte dei consumatori più tradizionalisti. In concreto, però, non presenta particolari svantaggi.

Se proprio vogliamo trovarle un difetto, potrebbe essere l’esistenza, in alcuni modelli, di una vaschetta in cui si accumula la condensa da svuotare periodicamente.
Inoltre, la presenza in casa di questo elettrodomestico potrebbe generare un elevato grado di umidità in alcuni ambienti.

Qualche consumatore si lamenta infine che la funzione antipiega non sia poi così efficace come promesso dalle case produttrici.

Mettiamo comunque in chiaro una cosa, visto che di questi tempi si legge di tutto: il lavaggio a vapore non uccide il coronavirus!

Quanto costa una lavatrice a vapore?

Il costo di una lavatrice a vapore non è molto lontano da quello di una lavatrice tradizionale. Si parte dai 300 euro e si arriva agli oltre 1.000 dei modelli più sofisticati.

Il prezzo della tua lavatrice dipenderà quindi, oltre che dal marchio, dalla sua capacità, dai consumi e dai programmi disponibili.

Dai un’occhiata anche ai prezzi dei modelli che puoi trovare su Amazon:
LG F4WV308S3E
Hisense WFGE80141VM/S
Electrolux EW9F194BZ.

Come puoi vedere, ormai tutti i più noti brand del settore hanno a catalogo un modello con la tecnologia a vapore.




Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe interessarti anche
Guarda gli ultimi video

Dello stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu