31 commenti

  1. Simone

    Buonasera architetto, sono in procinto di presentare Cila per ristrutturazione edilizia privata dovuta a modifica della pianta catastale.
    Affideró tutto il lavoro ad una ditta che, su mia scelta, per usufruire dell’iva al 10%, acquisterá in proprio le forniture su mia indicazione.
    1) ho necessitá di fare comunicazione all’ASL? (A quanto ho capito no ma vorrei capire se si possa comunque fare, come a dire, nel dubbio la presento)
    2) solo per la fornitura della porta blindata e prevista la fornitura ed il montaggio di altra ditta. Secondo quanto letto in questo caso, anche se a termine dei lavori, incantiere “accede” un’ altra ditta e quindi necessito di comunicazione asl
    3) volendo fare in un secondo momento una veranda che non faró rientrare nella Cila, la sua installazione cosi come il fatto che sará installata da altra ditta qualche mese dopo mi comporta la perdita di detrazioni?
    Sperando di essere riuscito a spiegarmi, la ringrazio per le risposte che vorrá darmi

    • arch. Carmen Granata

      1) e 2) Le ditte che intervengo sono due, anche se non contemporaneamente, per cui la notifica va presentata
      2) suppongo che l’installazione della veranda sarà fatta con regolare procedura autorizzativa… in tal caso non le farà certo perdere la detrazione. Se invece sarà fatta in maniera “abusiva”, certo che sì.

  2. Monica

    Buongiorno, sono in procinto di ristrutturare un alloggio con CILA; l’impresa che effettuerà i lavori è una sola ma con subappaltatori per le diverse lavorazioni (io di fatto fatturerò solo all’impresa principale). Al fine di usufruire delle detrazioni fiscali e per essere in regola nei confronti della normativa vigente è necessario presentare comunque la notifica preliminare all’ASL? Grazie!

  3. Fausto

    Buongiorno Architetto Granata, ho rifatto il bagno del mio appartamento, non ho fatto la notifica preliminare perchè l’idraulico e il muratore intervenuti mi hanno detto di essere lavoratori autonomi. ora dalle visure camerale scopro che il muratore è impresa individuale, senza dipendenti; e l’idraulico è un s.n.c. composta da due lavoratori soci senza dipendenti. sono equiparati a lavoratori autonomi?. come devo comportarmi??

    • arch. Carmen Granata

      Purtroppo la questione è molto complessa e dibattuta e non posso darle una risposta definitiva. A rigor di logica, nel suo caso sono intervenute due imprese e ci vorrebbe la notifica. Però, secondo l’interpretazione di alcune ASL, quando non c’è impiego di risorse umane (come nel suo caso) e i lavori sono eseguiti da una singola persona, non è necessaria. Come sempre quindi, non essendoci norme chiare, è tuto soggetto a interpretazione.

  4. Marco

    Buongiorno Architetto Granata, mi trovo in una situazione piuttosto spigolosa in quanto l’architetto e il geometra che hanno seguito tutti i lavori e le pratiche di ristrutturazione completa del mio appartamento, nonostante abbiano interagito più professionisti hanno effettuato la comunicazione all’Asl in ritardo.
    Esiste un modo per sanare la situazione o perdo la detrazione in toto? Grazie in anticipo

    • arch. Carmen Granata

      Che io sappia non c’è possibilità di porre rimedio (nel senso che la comunicazione può essere presentata in ritardo, ma si perdono le detrazioni). Spero comunque di sbagliarmi.

  5. ANDREA

    Buongiorno. Devo ristrutturare i bagni di casa mia e affiderò l’incarico a tre lavoratori autonomi: un idraulico, un muratore e un piastrellista. Devo fare la comunicazione all’ASL e presentare la SCIA per avere la detrazione fiscale? Grazie per la risposta

    • arch. Carmen Granata

      La notifica ASL non è necessaria. Per quanto riguarda la detraibilità, occorre vedere l’entità dei lavori per capire se lo sono. In tal caso, occorre presentare Cila o Scia al Comune.

  6. Andrea

    Buongiorno Architetto,
    ho effettuato dei lavori di ristrutturazione con una singola ditta (aperta SCIA). Prima della chiusura dei lavori ho fatto intervenire un muratore/imbiancatore (non ditta ma lavoratore autonomo con P IVA). Nel caso di attività svolta da un lavoratore autonomo, il principio di sovrapposizione che determina la comunicazione alla ASL, vale comunque? Ho sentito dire di no, ma vorrei il Suo parere, certamente più professionale.
    Anticipatamente La ringrazio

    • arch. Carmen Granata

      E’ così: la presenza di uno o più lavoratori autonomi accanto all’impresa principale non determina l’obbligo di notifica preliminare.

  7. Giuseppe Chiera

    Buongiorno Architetto, devo ristrutturare il mio appartamento con una Cila per manutenzione straordinaria. I lavori prevedono una modifica della distribuzione planimetrica con modifiche ad alcuni muri non portanti. Verranno rifatti gli impianti elettrici e idrici dei bagni, che verranno completamente rifatti. Verrà rifatto anche l’impianto termico con nuovi termosifoni (l’appartamento è in un condominio con impianto centralizzato. La cila è stata presentata indicando solo l’impresa per i lavori murari ( muri,pavimenti ecc). Il professionista mi ha inviato le fatture dell’impresa edile, dell’impresa per gli impianti idro termico sanitari e dell’ impresa per gli impianti elettrici.
    Doveva essere inoltrata la notifica all’ASL?
    E’ possibile portare in detrazione 50% le fatture di più imprese quando nella Cila è stata indicata solo una impresa?
    Alcuni sostengono che l’obbligo di comunicazione all’ASL non c’è, anche se vi sono più imprese, se le lavorazioni non sono pericolose/impegnative sotto il profilo della sicurezza.

    • arch. Carmen Granata

      Quest’ultima affermazione non ha alcun fondamento.
      Se interviene più di una impresa c’è sempre l’obbligo di notifica.

  8. Luigi

    Buon giorno Architetto, ho solo un impresa che sta effettuando lavori in muratura in casa mia. L’importo del costo dell’impresa (escluso i materiali da me acquistati) è di €14000. Sono quattro operai. Come faccio a sapere se sono al di sotto dei 200 UG? E nel caso posso ancora fare la raccomandata alla Asl? Grazie

    • arch. Carmen Granata

      Questa è una valutazione che dovrebbe fare l’architetto incaricato di seguire i lavori.

  9. Alessio

    Buongiorno architetto
    Devi ristrutturare la mia abitazione e tutti i lavori verranno effettuati da una sola ditta ad eccezione del montaggio degli infissi che sarà fatto da una seconda ditta.
    La comunicazione va fatta?
    Grazie

  10. Daniele

    Buongiorno dovrei far eseguire dei lavori di rifacimento tetto alla mia abitazione affidandomi ad una sola impresa edile devo dare comunicazione all’ASL e una comunicazione al comune di residenza per avere diritto alla successiva detrazione del 50%
    grazie
    saluti

    • arch. Carmen Granata

      La notifica Asl non serve. A seconda del tipo di invervento, invece, serve il titolo autorizzativo del Comune.

  11. paolo

    buongiorno, sto effettuando praticamente da solo la imbiancatura del mio nuovo appartamento quindi non ho aperto nessuna pratica neanche al comune nel frattempo ho ordinato da una ditta finestre, porte, avvolgibili e inferriate e da una altra ditta condizionatori e caldaia. le due ditte molto probabilmente neanche si vedranno.
    devo comunque inviare comunicazioni alla asl?
    p.s. il mio municipio non vuole comunicazione a riguardo ma mi ha consigliato di fare un atto notorio per ciò che riguarda le detrazioni fiscali sui vari acquisti.
    E’ corretto?
    grazie

    • arch. Carmen Granata

      Il fatto che le due ditte non si incontrino non esclude la notifica perchè la legge la prevede anche per la presenza non contemporanea.
      Se il Comune non richiede comunicazione, è sufficiente una autocertificazione.

    • Paolo

      Grazie per la celere risposta.
      Una precisazione se possibile. Le singole attività richiedono cominicazione alla asl? Intendo ditta caldaia/condizionatori e ditta infissi/inferriate prese singolarmente dovrebbero presentare comunicazioni alla asl?
      Grazie

  12. Marcella

    Buongiorno, ho appena finito di ristrutturare casa per la quale volevo chiedere le detrazioni. Non ho presentato la notifica alla ASL in quanto ho affidato ad una sola impresa i lavori, la quale però, al momento di consegnarmi i certificati di conformità degli impianti me li consegna sotto il nome di altra ditta. Così adesso perderò il diritto alle detrazioni… visto che in cantiere sarebbero state presenti due imprese e non una…come posso fare? Ho letto che è possibile fare una dichiarazione tardiva pagando una multa… dove trovo le indicazioni corrette? A chi posso rivolgermi?

    • arch. Carmen Granata

      Non si può fare una notifica ASL tardiva: che senso avrebbe, se il cantiere non c’è più?

  13. Alessandro

    Come faccio a far figurare che il cantiere é chiuso? Io al comune ho fatto una domanda per manutenzione ordinaria dato che mi hanno detto che altri moduli per il mio caso non erano corretti

    • arch. Carmen Granata

      Deve presentare una comunicazione di chiusura lavori di manutenzione ordinaria e poi una nuova comunicazione di apertura quando dovrà mettere le inferriate.

  14. Alessandro

    Buongiorno io sto ristrutturando un bagno cambiando l’impianto idrico sanitario, però non ho fatto nessuna comunicazione all’asl perché era presente solo una ditta.
    Alla fine dei lavori appena metterò i mobili dovrò mettere le inferriate perché il mio appartamento si trova al primo piano. Vorrei sapere come devo comportarmi dato che lavorano più ditte anche non contemporaneamente. Grazie

    • arch. Carmen Granata

      In effetti si tratta di due interventi diversi. Se lei finisce la ristrutturazione, chiude il cantiere e poi fa una nuova comunicazione, non c’è bisogno di notifica.
      Se invece il montaggio delle inferriate rappresenta il continuo dell’intervento di ristrutturazione, si registra la presenza, non contemporanea, di due imprese nello stesso cantiere e la notifica serve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *